1.     Mi trovi su: Homepage #4756237
    Il tecnico carica la squadra: «Non dobbiamo pensare nè alla Juve, nè all'Inter. Dobbiamo solo vincere. Totti è in crescita». Domani nuova chance per Cicinho e Vucinic

    ROMA, 23 febbraio - Vincere per tenere dietro la Juve. Vincere per caricarsi in vista del ritorno della Champions e, perchè no, vincere per credere ancora allo scudetto.
    Luciano Spalletti carica la Roma e lo fa con la consapevolezza di non poter più sbagliare, soprattutto ora che la Juventus è lì, ad un punto di distanza. «Speriamo che il possibile successo dei bianconeri a Reggio non ci innervosisca», ha detto il tecnico giallorosso in conferenza stampa. «Non riesco a capire la differenza fra inseguire l'Inter e difendersi dalla Juve. In entrambi i casi bisogna vincere».

    GIOCATORI - Il tecnico di Certaldo conferma che domani Doni sarà regolarmente in campo, nonostante una preoccupante infiammazione ad una spalla: «Lo abbiamo tenuto a riposo precauzionale ma contro la Fiorentina ci sarà». Anche Totti non mancherà all'importante appuntamento: «Il capitano è in netta crescita. Sono convinto che ci ridarà tutta quell'efficacia e quella velocità che ci ha sempre messo al massimo della disponibilità». Vucinic domani avrà un'altra possibilità per mostrare il suo valore: «Lui sta benissimo ed è un giocatore che apprezzo molto. Si farà trovare pronto». L'allenatore giallorosso ha parole d'affetto anche per Cicinho, giocatore che fin qui non ha mai trovato lo spazio che forse sperava: «Ha trovato poco spazio perché ha davanti altri calciatori che hanno fatto molto bene, i numeri dicono questo. Lui è stato penalizzato un po' di più, ma noi siamo molto contenti del suo comportamento e del suo rendimento».

    JUVE E FIORENTINA - Spalletti elogia la Juventus, soprattutto per «la bontà del lavoro fatto fino ad ora dai giocatori e dai dirigenti bianconeri. Ci sarà da fare risultati, loro per tradizione e per la forza del collettivo, si faranno ritrovare sempre al massimo».
    La Fiorentina sta attraversando un ottimo momento di forma. «Sta facendo un bellissimo torneo - ha detto Spalletti - e sta andando molto forte anche in Coppa Uefa. Ha una rosa che gli permette di sostituire tanti calciatori ed è una delle squadre che gioca il calcio tra i più interessanti. Mutu? Non sarà l'unico pericolo. Temo molto anche Pazzini e Semioli».

    MERCATO - Amantino Mancini in passato si era immaginato nella Roma con Mutu e Totti. Possibile? La risposta di Spalletti è secca: «Mancini deve pensare a fare il calciatore, a saltare l'uomo sulla fascia, e non fare la formazione. Ci pensa Pradè a questo». Chiusura su Panucci: «Come mai non è stato convocato? Ha problemi fisici. Per l'entità parlatene con Brozzi».
  2.     Mi trovi su: Homepage #4756238
    Sono d'accordo.
    Ma perché mai la roma dovrebbe temere la juve?
    spalletti secondo me è l'allenatore che in campionato può stare più sereno di tutti.
    Lo scudetto l'hanno già assegnato all'Inter ad agosto e la juve continueranno a tenerla lontana dal 2ndo posto. che problemi può avere la roma? o comincia a perdere a raffica o il secondo posto (massimo risultato raggiungibile quest'anno per chi non sia l'inter o la juve (per motivi differenti) ) non glielo toglie nessuno.
    Per terre incognite vanno le nostre legioni
    a fondare colonie a immagine di Roma
    "Delenda Carthago"

  Spalletti: «Roma, non temere la Juve»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina