1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4758093
    http://mediacenter.gazzetta.it/MediaCenter/action/player?uuid=eb78d9a6-6767-11dc-bb9b-0003ba99c667

    Il Nottingham Forest aveva accettato di sospendere il match di coppa di Lega dopo l’infarto occorso al difensore Clarke sul risultato di 1-0. Favore restituito nel recupero: il portiere Smith ha potuto segnare indisturbato, così la gara è ripartita dallo stesso risultato
    Il portiere Smith festeggiato dai compagni (dal sito del Leicteser City)
    LONDRA (Inghilterra), 20 settembre 2007 - In un’epoca in cui il calcio è diventato (quasi) solo business e soldi fa sensazione scoprire che il fair play è ancora un’espressione che ha un certo valore. Non a caso, l’Inghilterra è la culla delle belle storie di sport e correttezza e questa raccontata dal Sun lo è davvero. Martedì scorso, infatti, durante la partita di Carling Cup (coppa di Lega), i giocatori del Leicester City hanno lasciato che il portiere del Nottingham Forest, Paul Smith, segnasse indisturbato nella loro porta, improvvisando fra l’altro un divertente balletto, senza fare un gesto per fermarlo. E il motivo di questo harakiri collettivo risale a tre settimane prima, quando la stessa gara venne sospesa sul risultato di 1 a 0 per il Nottigham, dopo l’infarto occorso al difensore del Leicester, Clive Clarke, durante l’intervallo.
    FAIR PLAY CONTRACCAMBIATO - Malgrado fossero in vantaggio, i giocatori del Nottigham non ci hanno pensato nemmeno un minuto ad accettare di sospendere la partita, visto il grave problema dell’avversario, e così martedì il Leicester, in un raro esempio di lealtà sportiva, ha deciso di far iniziare la nuova partita con lo stesso identico risultato di venti giorni fa, ovvero sull’1-0 a favore del Nottingham. Per la cronaca, la sfida è poi finita 3-2 per il Leicester.
    COSI' NEL CALCIO... - Questo della Carling Cup è solo l’ultimo episodio, ma lo sport è comunque ricco di situazioni altrettanto edificanti. Basti ricordare il signorile gesto di Paolo Di Canio nel dicembre del 2000, quando prese in mano il pallone, fermando il gioco ed evitando così di segnare un gol praticamente fatto per il West Ham, perché il portiere dell’Everton, Paul Gerrard, era a terra infortunato. Restando sempre nel calcio, nel 1999 Arsene Wenger propose allo Sheffield United di rigiocare la gara di FA Cup, vinta dall’Arsenal per 2-1, dopo che Marc Overmars segnò in maniera scorretta la rete della vittoria. Anche la seconda partita terminò con lo stesso risultato.
    COSI' NEL RUGBY... - Passando al rugby, impossibile dimenticare la sportività della star degli All Blacks Tana Umaga, che nel giugno del 2003 evitò di realizzare una facile meta quando si accorse che il gallese Colin Charvis era k.o. e necessitava di aiuto. Fu lo stesso Umaga a prestare soccorso all’avversario.
    ... NEL MOTOCICLISMO - Anche nel mondo del motociclismo non mancano episodi di fair play, come quello che ha visto protagonista l’italiano Giovanni Bussei al GP d’Italia del 2004, quando diede un passaggio all’australiano Chris Vermeulen, appena uscito di strada durante il warm-up, per permettergli di raggiungere più in fretta il box e prendere la seconda moto. A causa di quel gesto, Bussei sacrificò il suo piazzamento sulla linea di partenza.
    ... E NEL NUOTO - Nel nuoto fece, invece, scalpore la decisione dell’austriaco Markus Rogan alle Olimpiadi di Atene del 2004, di rifiutare la medaglia d’oro nei 200 dorso per la squalifica per vizio di forma di Aaron Peirsol, che lo aveva battuto in vasca. Peirsol venne in seguito reintegrato in gara.
    Simona Marchetti
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog

  Il Leicester come Cannarozzi

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina