1. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4758284
    Sembra che siano morti in fondo al pozzo, dopo qualche giorno di stenti.
    Apparte il fatto che, se così fosse, ci sta che non siano stati gettati ma che siano caduti accidentalmente, perchè l'unico scopo di buttarli laggiù sarebbe stato quello di occultare i cadaveri, ma... una domanda mi sorge spontanea,

    MA COME STRACAXXO LE FANNO LE INDAGINI ?!?

    Ma come, li cerchi per mezzo mondo, e non guardi in un pozzo a 100 mt da casa ?!?!

    Minkia ma siamo in mano a dei mentecatti, altro che RIS e CSI !!!

    :mad: :mad: :mad:
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4758285
    Originally posted by TonyManero
    Sembra che siano morti in fondo al pozzo, dopo qualche giorno di stenti.
    Apparte il fatto che, se così fosse, ci sta che non siano stati gettati ma che siano caduti accidentalmente, perchè l'unico scopo di buttarli laggiù sarebbe stato quello di occultare i cadaveri, ma... una domanda mi sorge spontanea,

    MA COME STRACAXXO LE FANNO LE INDAGINI ?!?

    Ma come, li cerchi per mezzo mondo, e non guardi in un pozzo a 100 mt da casa ?!?!

    Minkia ma siamo in mano a dei mentecatti, altro che RIS e CSI !!!

    :mad: :mad: :mad:


    Ho pensato la stessa cosa!
    Inoltre io non capisco come fanno a dire che sono stati buttati e non sono caduti? Capisco che tutto porti a pensare che il colpevole sia il padre, ma secondo me non hanno modo di calcolare la dinamica dei fatti e non hanno modo soprattutto di incriminarlo, penso sia impossibile provare che li abbia buttati lui!

    :muhehe: :muhehe:
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4758286
    Originally posted by TonyManero
    Sembra che siano morti in fondo al pozzo, dopo qualche giorno di stenti.
    Apparte il fatto che, se così fosse, ci sta che non siano stati gettati ma che siano caduti accidentalmente, perchè l'unico scopo di buttarli laggiù sarebbe stato quello di occultare i cadaveri, ma... una domanda mi sorge spontanea,

    MA COME STRACAXXO LE FANNO LE INDAGINI ?!?

    Ma come, li cerchi per mezzo mondo, e non guardi in un pozzo a 100 mt da casa ?!?!

    Minkia ma siamo in mano a dei mentecatti, altro che RIS e CSI !!!

    :mad: :mad: :mad:


    Quoto.:mad: :muhehe:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #4758289
    Originally posted by TonyManero
    Sembra che siano morti in fondo al pozzo, dopo qualche giorno di stenti.
    Apparte il fatto che, se così fosse, ci sta che non siano stati gettati ma che siano caduti accidentalmente, perchè l'unico scopo di buttarli laggiù sarebbe stato quello di occultare i cadaveri, ma... una domanda mi sorge spontanea,

    MA COME STRACAXXO LE FANNO LE INDAGINI ?!?

    Ma come, li cerchi per mezzo mondo, e non guardi in un pozzo a 100 mt da casa ?!?!

    Minkia ma siamo in mano a dei mentecatti, altro che RIS e CSI !!!

    :mad: :mad: :mad:


    Hai veramente ragione....
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  5. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4758290
    Rosa Carlucci nell'Istituto di medicina legale di Bari
    La matrigna dei fratellini ha avuto un malore

    La mamma riconosce Ciccio e Tore
    Un mese per l'esito dell'autopsia


    Il medico legale: "Accertare epoca, causa e mezzi che hanno determinato la morte"
    Il padre dei piccoli ha chiesto la scarcerazione. "Salvatore aveva una gamba rotta"

    BARI - E' durata circa mezz'ora la visita di Rosa Carlucci nell'Istituto di medicina legale del Policlinico di Bari. Si è dovuta sottoporre al doloroso compito di riconoscere i corpi di Ciccio e Tore, i due figli trovati in fondo ad una cisterna nel centro di Gravina di Puglia. Concluso il riconoscimento, la donna è stata fatta uscire da un accesso secondario dell'Istituto. "La madre ha riconosciuto i resti", ha detto il professor Luigi Introna, responsabile del pool di medici legali. Si sente "male, male, molto male", ha detto l'avvocato Domenico Molfetta che assiste la donna.

    Pochi minuti dopo è arrivata anche Maria Ricupero la compagna di Filippo Pappalardi, il padre dei due bambini che è attualmente in carcere con l'accusa di omicidio. La donna è svenuta all'uscita dall'Istituto di medicina legale, mentre cercava inutilmente di sottrarsi all'assedio di giornalisti e telecamere. Subito dopo è stata fatta salire su un'automobile del Policlinico insieme con degli infermieri. Anche lei dovrà riconoscere i bambini.

    Stamani sono stati conferiti gli incarichi ai periti che assisteranno all'autopsia sui corpi. "Per tutti gli accertamenti - ha spiegato il medico legale della Procura Francesco Introna - abbiamo avuto una trentina di giorni: dobbiamo accertare l'epoca della morte, causa e mezzi che l'hanno determinata ed eventuali tempi di sopravvivenza. L'autopsia, che in realtà sono esami sui resti, sarà una delle tappe degli accertamenti".

    "Cominceremo - ha sottolineato il medico legale - con gli accertamenti radiologici, poi procederemo con risonanza con la possibilità di ricostruire le salme tridimensionalmente e faremo esami di laboratorio".

    Il medico non ha voluto esporre il proprio punto di vista sull'accaduto. "L'idea - ha spiegato Introna - nasce al termine di tutti gli accertamenti che faremo. Adesso qualunque 'pour parler' lascia il tempo che trova". E alle domande relative a lesioni riscontrate sui cadaveri, sull'eventuale sopravvivenza dei fratellini dopo la caduta e sulla loro presunta lunga agonia, ha risposto con un "non abbiamo ancora esaminato le salme". "Le salme - ha concluso Introna - saranno riconsegnate al termine delle indagini, non c'è un problema di consegna immediata perché possono rimanere mummificate a vita".

    L'avvocato Angela Aliani, difensore del padre dei due bambini in carcere dal 27 novembre scorso con l'accusa di duplice omicidio, ha chiesto la scarcerazione di Filippo Pappalardi. "Non ci sono indizi, non ci sono esigenze", ha detto il legale, che ha confermato un dettaglio: Salvatore, aveva una gamba rotta "ma non sappiamo cosa è successo". Per il legale "tra le 19 e le 20 di quel 5 giugno 2006 forse c'era ancora luce, si possono pensare varie cose, ma non sappiamo".

    L'avvocato ha aggiunto che "una testimone sostiene di averli visti", mentre andavano verso l'edificio dove poi sono morti. "Per me - ha concluso il legale - la via al pozzo potrebbe essere tranquillamente un'altra, forse sono arrivati con degli amichetti".

    Stamattina il legale si è recata in Procura dove ha assistito al conferimento dell'incarico per l'autopsia. In procura c'era anche Rosa Carlucci: "Non voglio parlare, capitemi".

    (27 febbraio 2008)
  6. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4758292
    Bari, lutto al braccio per Ciccio e Tore

    La società barese, sabato in campo al San Nicola contro l’Albinoleffe,sceglie di manifestare così il suo cordoglio per i fratellini Pappalardi, trovati morti il 25 febbraio a Gravina di Puglia

    BARI, 28 febbraio – Lutto al braccio per i giocatori del Bari, impegnati sabato 1 marzo al San Nicola contro l'Albinoleffe.

    LEGA DÀ L’OK – La richiesta della società è stata preventivamente approvata dalla Lega. La decisione, presa dalla società barese, rappresenterà il cordoglio del calcio per i piccoli Francesco e Salvatore Pappalardi, i fratellini di Gravina di Puglia, trovati morti il 25 febbraio scorso a 20 mesi dalla loro scomparsa.

    -------------------------------------------------------

    Oggi ho sentito quella che dovrebbe essere la ricostruzione dell'accaduto.....che tristezza :( :(
  7.     Mi trovi su: Homepage #4758293
    Originally posted by TonyManero
    Sembra che siano morti in fondo al pozzo, dopo qualche giorno di stenti.
    Apparte il fatto che, se così fosse, ci sta che non siano stati gettati ma che siano caduti accidentalmente, perchè l'unico scopo di buttarli laggiù sarebbe stato quello di occultare i cadaveri, ma... una domanda mi sorge spontanea,

    MA COME STRACAXXO LE FANNO LE INDAGINI ?!?

    Ma come, li cerchi per mezzo mondo, e non guardi in un pozzo a 100 mt da casa ?!?!

    Minkia ma siamo in mano a dei mentecatti, altro che RIS e CSI !!!

    :mad: :mad: :mad:


    Hai scoperto l' acqua calda...
    chi ha un' idea GIUSTA, e' un FOLLE, finche' tutti non capiscono che e' GIUSTA, poi diventa un GENIO, ma lui lo sapeva fin dall' inizio di esserlo, per cui ...

    Bresciani si NASCE, smerdostrisciati SI DIVENTA : c'e' una bella differenza, poveretti
  8. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4758295
    FRATELLINI FORSE CADUTI ACCIDENTALMENTE

    BARI - Francesco e Salvatore Pappalardi potrebbero essere caduti accidentalmente, uno dopo l'altro nella cisterna della vecchia casa padronale nella quale sono stati trovati i loro cadaveri. Lo si e' appreso da fonti investigative.

    PRECIPITATI PER 16 METRI
    Sarebbero precipitati nel vuoto per circa 16 metri prima di finire nella cisterna in cui sono stati trovati i loro corpi, Francesco e Salvatore Pappalardi. Lo si apprende da fonti vicine alle indagini. I due - a quanto si è appreso - sarebbero precipitati dal secondo accesso al pozzo. Sarebbe precipitato prima Ciccio, poi Tore. Quest'ultimo potrebbe essere finito sul fratello e per questo non ha lesioni rilevanti.

    MEDICO DIFESA, MAI VISTO NIENTE SIMILE
    ''In quarant'anni di professione come medico legale non ho mai visto niente di simile. E' stata davvero una morte orribile specialmente per Tore che si e' spento alcune ore dopo la morte del fratellino. Dalla scena si ricava che Tore cerco' disperatamente una via di uscita indicata da un raggio di luce, ma resosi conto dell'impossibilita' di salvarsi, raschio' freneticamente con le unghie una parete del cunicolo''. Lo afferma il prof.Luigi Strada, dell'istituto di medicina legale dell'Universita' di Bari e consulente della difesa di Filippo Pappalardi. Strada ne parla in un'intervista all'emittente pugliese Telenorba nella quale, rispondendo a domande del giornalista Vito Zita, descrive l'agghiacciante scena della cisterna nella quale hanno trovato la morte Ciccio e Tore. Strada e' sicuro del fatto che Ciccio, il primo a cadere nel precipizio, non si rese assolutamente conto del rischio e cadde di piombo sul fondo. Tore, invece, nel tentativo di soccorrere il fratello e' sceso cercando di utilizzare gli appigli esistenti nel condotto, riducendo gli effetti della caduta. Nella tragica scena del pozzo non sono stati trovati altri oggetti che un pennarello, che e' stato trovato in una scarpa.

    NUOVO SOPRALLUOGO MEDICO LEGALE 2 MARZO
    Un nuovo sopralluogo sarà compiuto domenica prossima dal medico legale della procura, Francesco Introna, nella cisterna in cui sono stati trovati i cadaveri di Francesco e Salvatore Pappalardi. Il medico legale - a quanto si è appreso - svolgerà nuovi rilievi nella grande cisterna e rileverà le distanze che i corpi avevano tra il cunicolo del pozzo e le pareti della cisterna.

    DECISIONE GIP SLITTA A SETTIMANA PROSSIMA
    Infatti - si è saputo - il difensore di Pappalardi, Angela Aliani, ha depositato la richiesta di scarcerazione non presso l'ufficio gip (che formalmente non sa neppure della richiesta di scarcerazione) ma in procura. I magistrati inquirenti, il procuratore Emilio Marzano e il sostituto Antonino Lupo, ora la esamineranno e "nei primi giorni della prossima settimana" la trasmetteranno al gip Giulia Romanazzi, quasi certamente assieme al loro parere. In questo modo il giudice potrà decidere il da farsi. All'inizio - si è appreso - gli stessi inquirenti ritenevano che il legale avesse depositato l'istanza sia in procura sia al gip ma oggi hanno accertato l'unico deposito in procura. Fonti della procura non hanno voluto confermare se il parere alla scarcerazione sarà negativo, così come si è appreso ieri da fonti ufficiose.
  9. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4758296
    GRAVINA: TORE SOPRAVVISSUTO 36-48 ORE

    BARI - L'autopsia ha accertato che Francesco Pappalardi è morto massimo otto ore dopo la caduta nella cisterna a causa delle lesioni provocate dalla precipitazione che sarebbe avvenuta dal primo piano della vecchia masseria di via Consolazione, a Gravina in Puglia. Suo fratello minore, Salvatore, sarebbe invece morto massimo 36-48 ore dopo per una concomitanza di cause: fame, freddo, sanguinamento e per le lesioni riportate, sicuramente assai più lievi di quelle riscontrate sul fratello. Tore sarebbe precipitato da un'altezza inferiore rispetto a quella di Ciccio.

    Nello stomaco di Ciccio - si è saputo - è stato trovato materiale che potrebbe essere cibo e che verrà studiato. Feci solide sono state invece trovate nel suo intestino. Su Ciccio è stata inoltre trovata una nuova frattura ad un'altra vertebra, oltre a quelle importanti e numerose già riscontrate lungo una gamba e al bacino. Nello stomaco e nell'intestino di Salvatore non sono stati trovati residui di cibo. L'autopsia ha escluso che Ciccio e Tore abbiano subito violenza prima di precipitare nella grande cisterna, si è appreso da fonti vicine alle indagini. L'esame non ha rilevato "alcun segno di violenza sui cadaveri ma solo lesioni fratturative compatibili con una precipitazione", viene spiegato.

    PM, NO A RIPENSAMENTI AFFRETTATI
    "Lo stato dell'inchiesta e delle conoscenze fin qui acquisite non può soffrire ripensamenti affrettati, pur con il debito rispetto della posizione custodiale dell'indagato". Ne è certa la procura di Bari che così conclude il parere contrario inviato due giorni fa al gip Giulia Romanazzi assieme alla richiesta della difesa di scarcerare Filippo Pappallardi, il papà di Ciccio e Tore. Pappalardi è in carcere dal 27 novembre scorso con l'accusa di aver ucciso e occultato i corpi dei figli. Sull'istanza di scarcerazione la decisione del gip è attesa per il 7 marzo. Il procuratore Emilio Marzano, e il sostituto Antonino Lupo, titolari dell'indagine, sono convinti che non ci possono essere "ripensamenti affrettati", "prima che siano sciolti i nodi accusatori" già "riconosciuti da due livelli di giudizio cautelare (il provvedimento di arresto del gip e la sua conferma dal tribunale del Riesame) e perdippiù prima di conoscere le risposte peritali utili alle finali determinazioni dell'indagine".

    :( :(

  Fratellini di Gravina

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina