1.     Mi trovi su: Homepage #4760018
    La società rossonera ha comunicato l’avvenuto accordo con il fuoriclasse brasiliano: il precedente contratto è stato prolungato per altre due stagioni

    MILANO, 28 febbraio – Cascata d’oro su Kakà. È stato ufficializzato il prolungamento (di due anni, dal 2011 al 2013) del contratto del «Pallone d’Oro» in carica. Ovviamente è stato concretamente ritoccato anche l’ingaggio che dovrebbe lievitare d’ora in poi di almeno un milione netto a stagione. In pratica il fuoriclasse brasiliano nel 2013 dovrebbe avere garantiti 13 milioni di euro netti a stagione. Partendo dal presupposto che già adesso, dopo il sostanzioso ritocco della scorsa estate, guadagna 8 milioni di euro. Quello ufficializzato ieri è stato il quarto rinnovo contrattuale di cui Kakà ha goduto da quando (stagione 2003-2004) gioca nel Milan. È possibile presumere che il fenomeno brasiliano non abbia ottenuto solo vantaggi personali ma anche a più largo raggio da questo robusto investimento del club di via Turati. Un investimento che potrebbe avere effetti ancora più concreti e massicci anche sulla prossima campagna-acquisti rossonera. Kakà pretende di giocare in una squadra altamente competitiva. Fra l’altro il brasiliano ieri si è allenato con profitto, anche se Ancelotti non dovrebbe rischiarlo contro la Lazio per preservarlo in vista della super-sfida di Champions League in programma martedì prossimo a San Siro contro l’Arsenal.
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4760019
    Kaka in media rinnova 1 volta all'anno...quindi con questo contratto nn hanno fatto altro che automatizzare il processo:asd: :asd:



    ma nn hanno contrattualizzato nessun altro parente??:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  3.     Mi trovi su: Homepage #4760020
    Kakà, Ronaldinho e Lampard i più pagati

    Il quotidiano Sport ha stilato la classifica dei calciatori più pagati al mondo

    Quando si parla di stipendi dei calciatori, si parla sempre di cifre esorbitanti. Il quotidiano spagnolo Sport ha stilato la classifica dei giocatori più pagati al mondo. Il primo della lista è Ricardo Kakà seguito a ruota da Ronaldinho e Lampard. Il neo Pallone d'Oro prende dal club rossonero ben 9.000.000 mentre l'asso brasiliano del Barcellona 8.520.000.

    Se poi si parla del club che bada meno a spese è in assoluto il Chelsea che vanta ben quattro stelle nella classifica dei primi dieci. Tra le società italiane c'è solo il Milan che, però, è nel gradino più alto del podio grazie a Kakà. Il Barcellona è la seconda squadra più generosa, grazie anche al nuovo arrivato Henry. Manchester United e Liverpool, invece, ne hanno uno solo per parte.

    Inglesi che non hanno paura di spendere. L'importante è lo spettaccolo in campo che questi campioni regalano ogni volta che giocano. Neppure il Real Madrid figura nella lista pur avendo in rosa giocatori del rango di Casillas, Raul e Van Nistelrooy.

    LA CLASSIFICA
    1. Ricardo Kakà (Milan) 9.000.000 euro
    2. Ronaldinho Gaucho (Barcellona) 8.520.000 euro
    3. Frank Lampard (Chelsea) 8.160.000 euro
    4. John Therry (Chelsea) 8.160.000 euro
    5. Fernando Torres (Liverpool) 7.920.000 euro
    6. Andrei Shavchenko (Chelsea) 7.800.000 euro
    7. Michael Ballack (Chelsea) 7.800.000 euro
    8. Cristiano Ronaldo (Manchester United) 7.680.000 euro
    9. Thierry Henry (Barcellona) 7.680.000 euro
    10. Steven Gerrad (Liverpool) 7.680.000 euro
  4.     Mi trovi su: Homepage #4760021
    Galliani: "Kakà simbolo del Milan a vita"

    "Ricky ha dichiarato ripetutamente che vuole diventare simbolo di questa squadra: lo è, è il più grande giocatore al mondo, ha deciso di legarsi definitivamente ai colori rossoneri": così Adriano Galliani commenta, sulle pagine del sito rossonero, la firma del contratto che lega Kakà al Milan fino al 30 giugno 2013. "Questo è il contratto della sua vita - aggiunge il vicepresidente vicario e amministratore delegato rossonero -. Io spero nel 2013 di potergli fare un altro contratto, ma questa è la 'prova provata' che Kakà resterà per tutta la sua carriera a deliziare i nostri tifosi. E una bellissima notizia per tutti noi tifosi rossonerì". "Kakà ha preso questa decisione - sottolinea Galliani -. Ha sempre avuto la convinzione, ma mai forte come in questi ultimi mesi. Kakà è simbolo del gioco espresso dal Milan di Silvio Berlusconi. E' il più grande giocatore del mondo in questo momento, ed è circondato da grandissimi giocatori: come Pirlo, come Seedorf, che danno grande qualità a questa squadra. Con questi giocatori il Milan é campione d'Europa e del mondo in carica". Secondo Galliani, "la notizia del rinnovo di Kakà fa sicuramente bene a tutto l'ambiente", in un momento in cui "abbiamo qualche problema con gli infortuni, perché si gioca ogni tre giorni". "Kakà salterà sicuramente la Lazio, speriamo di averlo al meglio contro l'Arsenal. Anche Pirlo dovrebbe recuperare del tutto per l'Arsenal". "Io spero - conclude Galliani - che Kakà e tutti i giocatori come lui vengano maggiormente tutelati, soprattutto dai falli da dietro. Questo tipo di fallo dovrebbe essere punito con l'espulsione quando importante, perché è un fallo vigliacco, che può far male, porre fine a una carriera, portare guaì.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4760024
    Galliani: "Ora il Real lasci in pace Kakà"

    Dopo il ricco rinnovo, l'ad rossonero chiude il mercato del brasiliano

    "Il rinnovo di Kakà? Era quello che volevamo, siamo molto soddisfatti perché siamo convinti di avere il giocatore più forte del mondo e anche perché la prossima estate spero di non dover rispondere a tutte le domande sul Real Madrid. Anche se adesso Calderon è mio amico e non c'è alcun problema".

    Il giorno dopo il ricco prolungamento del brasiliano (9 milioni a stagione fino al 2013), Galliani ha chiuso così ogni voce di mercato, presente e futura, sul gioiello rossonero. Poi, poco prima di entrare in Lega, una battuta sulla Champions. La settimana prossima arriva l'Arsenal e i rossoneri non sono apparsi brillantissimi nelle ultime uscite. "Sì, sono un po' preoccupato perché siamo stanchi, da gennaio abbiamo giocato più di tutti". Infine, l'argomento arbitri: "In Italia non c'è una cultura della sconfitta, non c'è per i media, non c'è per i presidenti, non c'è per nessuno. In Inghilterra una squadra che retrocede viene applaudita dal pubblico, qui da noi non va così".

  Colpo Milan: Kakà fino al 2013

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina