1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4764212
    Il campione americano Tripp Isenhower ha abbattuto, centrandolo volontariamente con una pallinata, un raro esemplare di rapace che lo infastidiva. Una bravata che potrebbe costargli 14 mesi di carcere


    MILANO, 7 marzo 2008 - La concentrazione è un aspetto basilare in qualsiasi sport. Nel golf, poi, non si va da nessuna parte se qualcuno si mette a disturbare; anche se l'ambito è, per così dire, poco istituzionale. Certo, le reazioni spropositate devono essere censurate alla stessa maniera; forse, anche di più. Tripp Isenhower, golfista del circuito americano, è arrivato ad uccidere un uccello che lo infastidiva con una pallinata. E ora è nei guai.
    DO NOT DISTURB - Isenhower lo scorso 12 dicembre stava registrando al Grand Cypress Golf Club di Orlando una puntata del programma "Shoot like a pro' " (praticamente una lezione di golf). A un certo punto, quello che all'apparenza sembrava un falchetto, ha iniziato a emettere versi con troppa veemenza. Dai e dai, il rumore per Tripp è diventato insopportabile. Dapprima ha spedito una pallina verso l'uccello, da una distanza di circa 300 metri, ma il rapace anziché spaventarsi si è avvicinato allo sportivo. Allora Isenhower ha scagliato una serie di colpi verso il volatile e al decimo tentativo l'ha colpito in pieno. L'uccello è caduto al suolo sanguinante, per poi morire di lì a poco. Un membro dello staff del programma ha seppellito l'animale, poi riesumato (!) per le esigenze dell'indagine.
    BUTEO LINEATUS - Sfortunatamente per Tripp l'animale si è rivelato essere una rarissima poiana dalle spalle rosse (nome scientifico, Buteo Lineatus), uccello migratore e specie protetta. Subito è scattata l'accusa nei confronti del golfista 39enne, che ora corre il rischio di passare 14 mesi in carcere e di pagare 1500 dollari di multa.
    LA DIFESA - Diversi testimoni hanno riferito, appunto, che Isenhower ha volontariamente bersagliato di colpi la poiana prima di colpirla e ucciderla. "La prenderò", avrebbe detto nel bel mezzo della mitragliata di palline. Una tesi che Tripp respinge: "Non farei mai una cosa così crudele. Volevo solo spaventarlo, quell'uccello. Io amo gli animali: anche la mia famiglia ha adottato di recente tre gatti". Sarà; ma una reazione del genere, pur con tutte le attenuanti, pare proprio esagerata.

    http://www.gazzetta.it/Sport_Vari/Altri_Sport/Golf/Primo_Piano/2008/03_Marzo/07/isenhower_0703.shtml

    :eek:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Un birdie "sanguinario".Golfista rischia la galera

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina