1.     Mi trovi su: Homepage #4767120
    Lo so che la maggior parte degli utenti del forum la sa lunga e non ne ha bisogno, ma questa lettura è interessante...potete sempre girarla ai vostri amici scemi :cool:

    INTRO
    ---
    Dopo aver ricevuto centinaia di catene, dopo aver cercato di dare diverse centinaia di volte delle spiegazioni sul perchè delle catene di S.Antonio, e dopo un'ultimo vivo dibattito con un amico convintissimo che le catene di S.Antonio fossero buona cosa, ecco che mi sono deciso a scrivere questo tutorial.

    Cominciamo con le domande che mi sono sempre posto e alle quali pian piano sono riuscito a darmi delle spiegazioni...

    Perchè riceviamo catene di S.Antonio?
    Sarà solo pura voglia di condividere momenti divertenti con gli amici?
    Ho qualche dubbio...

    Ma soprattuto chi scrive queste catene?
    Bah, forse gente che ha tempo da perdere...

    Però riflettendo... 'ste catene sono scritte proprio bene...
    Possibile che la gente abbia così tanto tempo da perdere?
    Forse potrebbe esserci qualche interesse nascosto...

    Una cosa è certa. Quando ci arriva la prima catena il nostro indirizzo email è destinato a ricevere per tutta la sua esistenza non solo altre catene ma anche posta indesiderata di tutti i tipi.


    DIMOSTRAZIONE MATEMATICA
    ---
    Un mio amico riceve una catena che promette eterna sfiga a chi la spezza... Ma non finisce qui... inviando la catena a quanta più gente è possibile ha la reale possiblità di diventare miliardario e di essere felice in amore. Il caro amico, minacciato da una email è ormai in preda al panico... Già tutti gli esami del mese gli sono andati male... figuriamoci cosa gli succederà se spezza la catena...
    Ma un attimo... ci pensa un po' su... e dopo aver "ragionato" (con i piedi... però l'importante è ragionare...) ci arriva! Finalmente capisce che inoltrando l'email a tutti i suoi amici diventarà ricco! Ma sarà vero? In fondo cosa costa? Perchè non provare...

    A me viene da dire solo una cosa...
    Povero sfigato!

    Poi penso...
    Ci sono proprio tanti sfigati in grado di farsi prima minacciare di eterna sfiga da un'email e poi di illudersi di essere a un passo dalla ricchezza...

    Lo sfigato invia quindi 'sta benedetta email ai suoi 30 contatti in rubrica tra cui compare anche il mio indirizzo... La maggior parte dei contatti che la riceve subito pensa... che fortuna che abbiamo! Finalmente possiamo diventare ricchi! Proprio quello che ci voleva! Hurra! Bisogna brindare... ma non prima di aver inoltrato questa mail ai nostri 20 contatti.

    Facendo due conti se ciascuno dei 30 contatti inoltra l'email ad altri 20 contatti ecco che con pochi click 600 persone hanno già ricevuto l'email! Grande!Stiamo per diventare tutti ricchi!

    Beh che c'è di male?

    Non c'è niente di male... se non fosse che insieme all'email inoltrata, è stato inoltrato a 600 persone sconosciute anche il mio indirizzo email. E non voglio immaginare se queste 600 persone inoltrassero l'email ad altri 20 contatti a testa...


    INOLTRARE EMAIL
    ---
    Se sei un esperto inviatore di email vai pure avanti. Altrimenti fermati un attimo e facci caso: se inoltri l'email tutto il testo viene inviato a destinazione includendo non solo il corpo dell'email ma anche l'oggetto, l'indirizzo del mittente e di tutti i destinatari.


    ESTRAZIONE TECNICA DEGLI INDIRIZZI DALL'EMAIL
    ---
    Ovviamente data una catena inoltrata diverse volte, non c'è bisogno di estrarre gli indirizzi che contiene manualmente.

    Esistono programmi che riescono ad estrarre da documenti di testo e pagine web, parole che seguono certi criteri. Per esempio, che risultato avrei, se chiedo al programma di estrarre da un'email copiata e incollata in un file .txt tutte le parole che contengono una '@' ? Ecco saltare fuori tutti gli indirizzi email. Stesso discorso si può applicare a qualsiasi testo e pagina web.


    LO SPAM (POSTA ELETTRONICA INDESIDERATA)
    ---

    Vi è mai capitato di ricevere posta indesiderata come pubblicità di Viagra o sitiweb dei più svariati tipi? Penso che non sarò l'unico a ricevere tonnellate di email al giorno...

    Andiamo al dunque.
    Le catene vengono generate da appositi professionisti che gestiscono un marketing sottobanco. Esatto gli indirizzi email vengono raccolti da appositi professionisti detti "spammer" i quali si fanno pagare per inviare email pubblicitarie (è illegale quindi non ti far venire in mente strane idee). Ecco quindi che chi vuole contattare gente italiana per vendere prodotti, si rivolge a uno spammer e paga per inviare pubblicità ad un numero di indirizzi che varia in base a quanto si è disposti a spendere.

    Esempio pratico. Si vuole inviare il messaggio a 100.000 indirizzi che per chi gestisce un mercato 100.000 indirizzi equivale ad avere 5 euro in tasca. [Gli spammer lavorano su milioni di indirizzi per ogni nazione (ndr)]. Il prezzo sarà modico e si aggirerà intorno al 0,001 cent. per indirizzo. Per cui significherà che lo spammer guadagnerà con un solo click sul suo programma che invia l'email a tutti gli indirizzi ben 0,001 cent x 100.000 indirizzi = 100 Euro. E se gli indirizzi fossero di più? Non ci voglio neanche pensare.

    Ma chi ci rimette?
    Chi magari non è così fortunato da potersi permettere una connessione flat, chi si collega con il 56k perchè nel suo paese l'adsl non arriva, chi si collega con il Gprs o con l'Umts e paga 3 cent. ogni Kb scambiato (per ogni email di questo tipo si scambiano quando va bene circa 3Kb), chi ha ben altro da fare che perdere tempo a leggere e cancellare email pubblicitarie.


    CATENE E SPAM: IL LEGAME
    ---

    Che legame c'è tra le catene di S.Antonio e lo spam? Non bisogna essere scienziati per capire che più facciamo girare il nostro indirizzo più alimentiamo un mercato.


    CLICCARE CON PRUDENZA
    ---
    Ma dai... Danilo che dici... Tanto nell'email che ci arrivano c'è sempre scritto "se non vuoi ricevere più email clicca qui"... Che riskio c'è?

    Ovviamente non ditemi che una volta che avete cliccato non arrivano più email xchè non ci credo. Ciò che c'è di vero è che con quel click farai intendere a chi ci ha mandato questa email indesiderata, che leggi effettivamente le sue email... e quel punto è finita. Riceverai posta spazzatura a tonnellate e il tuo indirizzo aumenterà di prezzo. Se prima lo spammer ci guadagnava 0,001 cent per ogni email inviata adesso ci guadagna il doppio..

    Andiamo all'aspetto più grave.
    In che altro modo vengono usati questi indirizzi email?


    PHISHING
    ---
    Il phishing è un attacco informatico che consiste (scusate la descrizione banale ma si dovrebbe fare un trattato solo su questo) nello sfruttare l'ingenuità della gente per acquisire dati di carte di credito o password da impiegare per spillare soldi. In altre parole fregare la gente con poca dimestichezza con il pc che vuole fingere di essere all'avanguardia. Il gioco è semplice. Si finge di essere una banca e si manda un'email del tipo "Gentile utente, abbiamo subito un crash di sistema, la preghiamo di compilarci questo modulo di sotto per recuperare i suoi dati". Nel modulo ci si mette username, password e carta di credito, magari si aggiunge il logo della banca per rendere più credibile la truffa e tutto e pronto.

    Ma quanti ci cascano?
    Basta pensare che la gente crede alle catene per capire che in una visione ottimistica almeno il 30% ci casca. E su 100.000... Vabbe...

    Ovviamente una banca o un sito qualsiasi non vi chiederà mai di rispondere ad una email scrivendo i dati della carte di credito o chiedendovi la password di accesso.


    MA LA STORIA NON FINISCE QUI
    ---
    Questa volta la catena che mi era arrivata riguardava questioni etiche e morali e non sono riuscito a fare a meno di leggere le prime due pagine (2 di 10 pagine) di contenuto. Preso dall'enfasi, decido di far conoscere a tutti la mia posizione in merito e dopo aver scritto 4 righe di risposta clicco 'reply to all'. Beh... rimango stupito dopo qualche giorno da una telefonata dell'amico che mi aveva inviato la catena che era alquanto irritato dal fatto che avevo inoltrato anche alla madre, che compariva, la mia insaputa, tra gli indirizzi di destinazione.
    Stupendo mi dico... anzi no! Pazzesco!


    ALTRE CONSIDERAZIONI
    ---
    Tra le altre cose vi dico che ho gestito un sito web con 5000 utenti unici ogni giorno ed avevo una newsletter con 1000 iscritti e so bene quanta gente mi ha contattato disposta a pagare per quegli indirizzi. E bene sì, più lasciamo il nostro indirizzo sparso nel web, più sono i siti ai quali ci iscriviamo, maggiore è il riskio di essere inondati di posta spazzatura.


    CONCLUSIONI
    ---
    Se non ve ne frega niente della vostra email abbiate almeno rispetto per gli altri. I vostri amici o parenti potrebbero essere i prossimi target. Se stai pensando di cambiare indirizzo email tranquillo, tempo 10 giorni e qualche furbakkione mettera anche il tuo nuovo indirizzo in giro.

    Meditate gente... Meditate...
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4767122
    Al rogo.Fuoco e fiamme fuoco e fiamme.:muhehe:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4767125
    digital...questo post dovresti inviarlo via mail a tutti i tuoi contatti e invitare loro a fare altrettanto:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  4.     Mi trovi su: Homepage #4767126
    Originally posted by digital_boy84
    Lo so che la maggior parte degli utenti del forum la sa lunga e non ne ha bisogno, ma questa lettura è interessante...potete sempre girarla ai vostri amici scemi :cool:

    INTRO
    ---
    Dopo aver ricevuto centinaia di catene, dopo aver cercato di dare diverse centinaia di volte delle spiegazioni sul perchè delle catene di S.Antonio, e dopo un'ultimo vivo dibattito con un amico convintissimo che le catene di S.Antonio fossero buona cosa, ecco che mi sono deciso a scrivere questo tutorial.

    Cominciamo con le domande che mi sono sempre posto e alle quali pian piano sono riuscito a darmi delle spiegazioni...

    Perchè riceviamo catene di S.Antonio?
    Sarà solo pura voglia di condividere momenti divertenti con gli amici?
    Ho qualche dubbio...

    Ma soprattuto chi scrive queste catene?
    Bah, forse gente che ha tempo da perdere...

    Però riflettendo... 'ste catene sono scritte proprio bene...
    Possibile che la gente abbia così tanto tempo da perdere?
    Forse potrebbe esserci qualche interesse nascosto...

    Una cosa è certa. Quando ci arriva la prima catena il nostro indirizzo email è destinato a ricevere per tutta la sua esistenza non solo altre catene ma anche posta indesiderata di tutti i tipi.


    DIMOSTRAZIONE MATEMATICA
    ---
    Un mio amico riceve una catena che promette eterna sfiga a chi la spezza... Ma non finisce qui... inviando la catena a quanta più gente è possibile ha la reale possiblità di diventare miliardario e di essere felice in amore. Il caro amico, minacciato da una email è ormai in preda al panico... Già tutti gli esami del mese gli sono andati male... figuriamoci cosa gli succederà se spezza la catena...
    Ma un attimo... ci pensa un po' su... e dopo aver "ragionato" (con i piedi... però l'importante è ragionare...) ci arriva! Finalmente capisce che inoltrando l'email a tutti i suoi amici diventarà ricco! Ma sarà vero? In fondo cosa costa? Perchè non provare...

    A me viene da dire solo una cosa...
    Povero sfigato!

    Poi penso...
    Ci sono proprio tanti sfigati in grado di farsi prima minacciare di eterna sfiga da un'email e poi di illudersi di essere a un passo dalla ricchezza...

    Lo sfigato invia quindi 'sta benedetta email ai suoi 30 contatti in rubrica tra cui compare anche il mio indirizzo... La maggior parte dei contatti che la riceve subito pensa... che fortuna che abbiamo! Finalmente possiamo diventare ricchi! Proprio quello che ci voleva! Hurra! Bisogna brindare... ma non prima di aver inoltrato questa mail ai nostri 20 contatti.

    Facendo due conti se ciascuno dei 30 contatti inoltra l'email ad altri 20 contatti ecco che con pochi click 600 persone hanno già ricevuto l'email! Grande!Stiamo per diventare tutti ricchi!

    Beh che c'è di male?

    Non c'è niente di male... se non fosse che insieme all'email inoltrata, è stato inoltrato a 600 persone sconosciute anche il mio indirizzo email. E non voglio immaginare se queste 600 persone inoltrassero l'email ad altri 20 contatti a testa...


    INOLTRARE EMAIL
    ---
    Se sei un esperto inviatore di email vai pure avanti. Altrimenti fermati un attimo e facci caso: se inoltri l'email tutto il testo viene inviato a destinazione includendo non solo il corpo dell'email ma anche l'oggetto, l'indirizzo del mittente e di tutti i destinatari.


    ESTRAZIONE TECNICA DEGLI INDIRIZZI DALL'EMAIL
    ---
    Ovviamente data una catena inoltrata diverse volte, non c'è bisogno di estrarre gli indirizzi che contiene manualmente.

    Esistono programmi che riescono ad estrarre da documenti di testo e pagine web, parole che seguono certi criteri. Per esempio, che risultato avrei, se chiedo al programma di estrarre da un'email copiata e incollata in un file .txt tutte le parole che contengono una '@' ? Ecco saltare fuori tutti gli indirizzi email. Stesso discorso si può applicare a qualsiasi testo e pagina web.


    LO SPAM (POSTA ELETTRONICA INDESIDERATA)
    ---

    Vi è mai capitato di ricevere posta indesiderata come pubblicità di Viagra o sitiweb dei più svariati tipi? Penso che non sarò l'unico a ricevere tonnellate di email al giorno...

    Andiamo al dunque.
    Le catene vengono generate da appositi professionisti che gestiscono un marketing sottobanco. Esatto gli indirizzi email vengono raccolti da appositi professionisti detti "spammer" i quali si fanno pagare per inviare email pubblicitarie (è illegale quindi non ti far venire in mente strane idee). Ecco quindi che chi vuole contattare gente italiana per vendere prodotti, si rivolge a uno spammer e paga per inviare pubblicità ad un numero di indirizzi che varia in base a quanto si è disposti a spendere.

    Esempio pratico. Si vuole inviare il messaggio a 100.000 indirizzi che per chi gestisce un mercato 100.000 indirizzi equivale ad avere 5 euro in tasca. [Gli spammer lavorano su milioni di indirizzi per ogni nazione (ndr)]. Il prezzo sarà modico e si aggirerà intorno al 0,001 cent. per indirizzo. Per cui significherà che lo spammer guadagnerà con un solo click sul suo programma che invia l'email a tutti gli indirizzi ben 0,001 cent x 100.000 indirizzi = 100 Euro. E se gli indirizzi fossero di più? Non ci voglio neanche pensare.

    Ma chi ci rimette?
    Chi magari non è così fortunato da potersi permettere una connessione flat, chi si collega con il 56k perchè nel suo paese l'adsl non arriva, chi si collega con il Gprs o con l'Umts e paga 3 cent. ogni Kb scambiato (per ogni email di questo tipo si scambiano quando va bene circa 3Kb), chi ha ben altro da fare che perdere tempo a leggere e cancellare email pubblicitarie.


    CATENE E SPAM: IL LEGAME
    ---

    Che legame c'è tra le catene di S.Antonio e lo spam? Non bisogna essere scienziati per capire che più facciamo girare il nostro indirizzo più alimentiamo un mercato.


    CLICCARE CON PRUDENZA
    ---
    Ma dai... Danilo che dici... Tanto nell'email che ci arrivano c'è sempre scritto "se non vuoi ricevere più email clicca qui"... Che riskio c'è?

    Ovviamente non ditemi che una volta che avete cliccato non arrivano più email xchè non ci credo. Ciò che c'è di vero è che con quel click farai intendere a chi ci ha mandato questa email indesiderata, che leggi effettivamente le sue email... e quel punto è finita. Riceverai posta spazzatura a tonnellate e il tuo indirizzo aumenterà di prezzo. Se prima lo spammer ci guadagnava 0,001 cent per ogni email inviata adesso ci guadagna il doppio..

    Andiamo all'aspetto più grave.
    In che altro modo vengono usati questi indirizzi email?


    PHISHING
    ---
    Il phishing è un attacco informatico che consiste (scusate la descrizione banale ma si dovrebbe fare un trattato solo su questo) nello sfruttare l'ingenuità della gente per acquisire dati di carte di credito o password da impiegare per spillare soldi. In altre parole fregare la gente con poca dimestichezza con il pc che vuole fingere di essere all'avanguardia. Il gioco è semplice. Si finge di essere una banca e si manda un'email del tipo "Gentile utente, abbiamo subito un crash di sistema, la preghiamo di compilarci questo modulo di sotto per recuperare i suoi dati". Nel modulo ci si mette username, password e carta di credito, magari si aggiunge il logo della banca per rendere più credibile la truffa e tutto e pronto.

    Ma quanti ci cascano?
    Basta pensare che la gente crede alle catene per capire che in una visione ottimistica almeno il 30% ci casca. E su 100.000... Vabbe...

    Ovviamente una banca o un sito qualsiasi non vi chiederà mai di rispondere ad una email scrivendo i dati della carte di credito o chiedendovi la password di accesso.


    MA LA STORIA NON FINISCE QUI
    ---
    Questa volta la catena che mi era arrivata riguardava questioni etiche e morali e non sono riuscito a fare a meno di leggere le prime due pagine (2 di 10 pagine) di contenuto. Preso dall'enfasi, decido di far conoscere a tutti la mia posizione in merito e dopo aver scritto 4 righe di risposta clicco 'reply to all'. Beh... rimango stupito dopo qualche giorno da una telefonata dell'amico che mi aveva inviato la catena che era alquanto irritato dal fatto che avevo inoltrato anche alla madre, che compariva, la mia insaputa, tra gli indirizzi di destinazione.
    Stupendo mi dico... anzi no! Pazzesco!


    ALTRE CONSIDERAZIONI
    ---
    Tra le altre cose vi dico che ho gestito un sito web con 5000 utenti unici ogni giorno ed avevo una newsletter con 1000 iscritti e so bene quanta gente mi ha contattato disposta a pagare per quegli indirizzi. E bene sì, più lasciamo il nostro indirizzo sparso nel web, più sono i siti ai quali ci iscriviamo, maggiore è il riskio di essere inondati di posta spazzatura.


    CONCLUSIONI
    ---
    Se non ve ne frega niente della vostra email abbiate almeno rispetto per gli altri. I vostri amici o parenti potrebbero essere i prossimi target. Se stai pensando di cambiare indirizzo email tranquillo, tempo 10 giorni e qualche furbakkione mettera anche il tuo nuovo indirizzo in giro.

    Meditate gente... Meditate...



    Esiste una versione bignami di questa pappardella ? :cool:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  Catene di Sant'Antonio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina