1.     Mi trovi su: Homepage #4768377
    «Leggete bene le liste della Champions League: i britannici sono la metà di brasiliani e francesi».

    La copertina Champions è quasi interamente inglese. Segno di un calcio in evoluzione che sta travolgendo tutti gli altri «prodotti» europei? Platini che ha sempre valutato con una certa severità alcuni aspetti del football inglese (la caccia ai ragazzini migliori in attesa del primo contratto professionistico; la tendenza dell’Arsenal a costruire squadre completamente straniere; la scarsa difesa degli aspetti, diciamo, autoctoni), non crede che questi successi siano il frutto di una evoluzione che non conosce argini e travolge tutti: «Parlavate di evoluzione anche voi italiani, quando nelle semifinali piazzavate tre squadre. Questa è solo casualità, nulla di più e nulla di meno».

    Ma il presidente dell’Uefa ha qualche altro «sassolino » da togliersi proprio perché taluni aspetti della Premier non lo convincono.Il fatto che nei quarti siano approdate quattro squadre inglesi non è, a suo parere, il segno del successo, non è la vittoria di un «calcio nazionale» su tutti gli altri. Dice: «Quando giocavo io chi aveva le squadre di club migliori aveva anche le Nazionali migliori. C’era una relazione diretta tra le due cose. Ora tutto è cambiato e spesso chi vince con i club non riesce a vincere con la Nazionale». L’Inghilterra, ad esempio, fuori proprio dall’Europeo. La Champions indica la squadra più forte d’Europa non il footbal migliore d’Europa. Una differenza sostanziale dal suo punto di vista. E la spiega con le cifre: «Per comprendere il mio discorso dovreste dare un’occhiata alle liste Uefa. Scoprireste questi dati: nelle nostre competizioni sono iscritti 94 brasiliani, 93 francesi e soltanto 45 inglesi». Insomma, è forte la Premier ma il calcio inglese è decisamente più debole.
  2. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #4768378
    Michel.... mi manchi tanto....

    Quanto hai ragione! Ti prego torna alla Juventus!:cry: :cry: :cry:

    Anche con la panzetta sarai pur meglio di Tiago no?
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.

  Platini: Ma quale trionfo inglese...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina