1.     Mi trovi su: Homepage #4774161
    I tabloid inglesi si scatenano contro il ct italiano dopo la sconfitta con la Francia

    LONDRA, 27 marzo - Nonostante la soddisfazione di Fabio Capello, la sconfitta di ieri sera per 1-0 Parigi viene commentata in toni decisamente più critici sulla stampa britannica: nella notte delle 100 presenze di David Beckham la solita Inghilterra stenta a mettere in mostra qualche miglioramento. Lenta, prevedibile, macchinosa, la nazionale dei Tre Leoni si deve inchinare alla Francia che «mantiene per quasi tutta la gara il controllo». Ironia della sorte, però, la rete che decide l'incontro di Saint Denis è arrivata in uno dei rari momenti di predominio inglese. «Non c'è modo di evitare di sottolineare come Capello abbia già stabilito una noiosa continuità con i suoi immediati predecessori Steve McLaren e Sven Goran Eriksson », scrive il “Guardian” evidenziando l'ennesima modesta prestazione in una gara amichevole dell'Inghilterra. Anche chi si aspettava grossi cambiamenti nella formazione è rimasto deluso dopo il debutto di un mese fa contro la Svizzera. Dell'undici sceso in campo a Parigi, solo David James, Wes Brown e Gareth Barry non erano nella squadra che ha disputato i quarti di finale della Coppa del Mondo 2006 contro il Portogallo.

    «C'è una costante sconsolante nella pochezza dello stagno dove l'Inghilterra deve pescare i suoi pesci», commenta ancora il “Guardian”. A fine gara Capello si è detto soddisfatto per i miglioramenti tattici della sua squadra, assicurando che per l'ultima amichevole prima delle qualificazioni mondiali - il 20 agosto contro la Repubblica Ceca - l'Inghilterra sarà pronta. Il ct si è detto particolarmente contento dalla capacità dei suoi di cambiare modulo in corsa, passando dall'iniziale 4-2-3-1 al più classico 4-4-2. Un cambio che - secondo il “Daily Telegraph” - ha però danneggiato l'efficacia della manovra inglese, passata dall'essere «fluida a una ripetizione rigida e prevedibile».

    Ma la notte di Parigi verrà ricordata soprattutto per la 100ª presenza di Beckham con la maglia della nazionale, salutato con una standing ovation al momento di lasciare il posto a David Bentley. Un passaggio di consegne simbolico, spiega il “Telegraph”: «Lo spettacolo francese pone fine alla carriera di Beckham». Altrettanto severo il titolo del “Times”: «Nicolas Anelka rivela subito l'inconsistenza dei lenti progressi sotto Fabio Capello». Secondo l'autorevole quotidiano l'Inghilterra gioca "male" come una squadra italiana ma senza il cinismo e la capacità di fare risultato delle squadre nostrane. «Il nuovo tecnico non è ancora riuscito nella sfida di produrre l'inaspettato - scrive il “Times” -. Le migliori squadre europee e sudamericane partono lento per poi accelerare al momento opportuno. L'Inghilterra parte lenta per poi concludere ancora più piano».

    "Doccia Eiffel: l'Inghilterra è un fallimento", l'apertura del “Sun”; "Dave ja vu", il gioco di parole del tabloid “Mirror” che se la prende con il portiere David James, colpevole di aver procurato il rigore poi realizzato da Franck Ribery.

  Capello, finita la luna di miele

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina