1.     Mi trovi su: Homepage #4781111
    Mi accodo... :asd: :


    Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l'autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.

    "Mi scusi, Santità," dice l'autista, "Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?"

    "Beh, per dirti la verità" risponde il Papa, "Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia."

    "Mi dispiace, ma non posso permetterglielo, perderei il lavoro se succedesse qualcosa!" protesta l'autista, desiderando di non essere andato al lavoro quella mattina.

    "Ci sarebbero degli extra non indifferenti per te", dice il Papa.

    Riluttante, l'autista sale dietro mentre il Papa si mette al volante.

    L'autista si pente della sua decisione appena usciti dall'aeroporto, vedendo il Pontefice spingere l'acceleratore portando la limousine a 170 Km/h.

    "La prego, rallenti, Vostra Santità!!!" Si dispera l'autista. Ma il Papa continua a tavoletta fino a quando si sentono delle sirene.

    "Oh mio Dio, mi ritireranno la patente!", piagnucola l'autista.

    Il Papa accosta e tira giù il finestrino.

    Il poliziotto si avvicina, da un'occhiata, torna alla moto e prende la radio.

    "Devo parlare col capo..." Il capo risponde alla radio e il poliziotto gli dice di aver fermato una limousine che andava a 170.

    "Beh, sbattilo dentro!" Dice il capo.

    "Non credo che vogliamo davvero farlo, è un tipo molto importante..." Dice il poliziotto.

    "Una ragione di più!" Esclama il capo.

    "No, intendo DAVVERO importante..." Risponde il poliziotto.

    Il capo allora chiede: "Beh, chi hai lì, il Sindaco?"

    "Più in alto!"

    "Il Governatore?"

    "Di più!"

    "Va bene..." Dice il capo "Allora chi è?"

    "Credo sia Dio!"

    "Che cosa ti fa credere che sia Dio???"

    "Ha il Papa per autista!!!"
  2. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4781112
    Originally posted by Obi-Wan
    Mi accodo... :asd: :


    Dopo aver caricato tutti i bagagli del Papa nella limousine, l'autista nota che Sua Santità sta ancora aspettando sul marciapiede.

    "Mi scusi, Santità," dice l'autista, "Vorrebbe per favore sedersi in modo che possiamo andare?"

    "Beh, per dirti la verità" risponde il Papa, "Non mi fanno mai guidare in Vaticano e oggi ne ho davvero voglia."

    "Mi dispiace, ma non posso permetterglielo, perderei il lavoro se succedesse qualcosa!" protesta l'autista, desiderando di non essere andato al lavoro quella mattina.

    "Ci sarebbero degli extra non indifferenti per te", dice il Papa.

    Riluttante, l'autista sale dietro mentre il Papa si mette al volante.

    L'autista si pente della sua decisione appena usciti dall'aeroporto, vedendo il Pontefice spingere l'acceleratore portando la limousine a 170 Km/h.

    "La prego, rallenti, Vostra Santità!!!" Si dispera l'autista. Ma il Papa continua a tavoletta fino a quando si sentono delle sirene.

    "Oh mio Dio, mi ritireranno la patente!", piagnucola l'autista.

    Il Papa accosta e tira giù il finestrino.

    Il poliziotto si avvicina, da un'occhiata, torna alla moto e prende la radio.

    "Devo parlare col capo..." Il capo risponde alla radio e il poliziotto gli dice di aver fermato una limousine che andava a 170.

    "Beh, sbattilo dentro!" Dice il capo.

    "Non credo che vogliamo davvero farlo, è un tipo molto importante..." Dice il poliziotto.

    "Una ragione di più!" Esclama il capo.

    "No, intendo DAVVERO importante..." Risponde il poliziotto.

    Il capo allora chiede: "Beh, chi hai lì, il Sindaco?"

    "Più in alto!"

    "Il Governatore?"

    "Di più!"

    "Va bene..." Dice il capo "Allora chi è?"

    "Credo sia Dio!"

    "Che cosa ti fa credere che sia Dio???"

    "Ha il Papa per autista!!!"



    :asd: :asd: :asd:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4781114
    Un motociclista vede lungo la strada un omino verde con una striscia bianca che piange, si ferma e chiede: "Qualcosa che non va?". L'omino risponde: "Sono Alberto, sono verde, vengo dal pianeta Venere, sono un po' scemo e ha sete."
    Risponde il motociclista: "Beh, ti posso dare una birra, ma è tutto quello che posso fare per te".
    Gli dà la bottiglia e se ne va. Un chilometro più avanti, il motociclista vede un omino rosso con una striscia gialla che piange, si ferma e chiede: "Qualcosa che non va?". L'omino risponde: "Sono Fabrizio, sono rosso, vengo dal pianeta Marte, sono un po' scemo e ho sete".
    Risponde il motociclista: "Beh, ti posso dare una birra, ma è tutto quello che posso fare per te."
    Gli dà la bottiglia e se ne va. Due chilometri più avanti, il motociclista vede un uomino blu con una striscia rossa che fa gesti strani. Il motociclista si ferma e chiede: "Ciao, piccolo scemo dello spazio, vuoi una birra anche tu?"
    L'omino risponde: "Patente e libretto, prego!"
    --------------------------------------------------------------------------

    Ha fumato Gauloises senza filtro per cinquant'anni. Poi è morto e ha donato gli organi: con i suoi polmoni hanno asfaltato due chilometri di strada.
    ------------------------------------------------------------------------------------
    Al reparto frutta e verdura di un supermercato di Milano si presenta un omino con la faccia da piantagrane, e chiede al commesso mezzo cocomero.
    "Un momento solo, signore, devo chiedere una cosa al responsabile."
    Il commesso si avvia verso gli uffici direzionali senza accorgersi che il cliente lo segue. Entra nell'ufficio del responsabile e prorompe: "Direttore, c'è' un cretino di là che mi ha chiesto mezzo cocomero".
    Cenni disperati del responsabile, che ha visto la persona in questione.
    Il commesso si gira e, senza fare una piega, dice: "E poi ci sarebbe questo gentleman interessato a prendere l'altra metà!'"
    Risolta la situazione, il responsabile e il commesso si ritrovano da soli nell'ufficio: "Giovanotto", dice il direttore, "stava per combinare un bel disastro, ma non ho potuto fare a meno di ammirare il sangue freddo con cui ne è uscito. Vorrei sapere qualcosa di più sul suo conto. Come si chiama?"
    "Mi chiamo Pasquale Quagliarulo, signore, e vengo da Napoli, città di grandi calciatori e grandi mignotte".
    Il direttore: "Mia moglie è di Napoli ...".
    "Ah sì? E in che ruolo gioca?"
    ---------------------------------------------------------------------------
    Una volta era una brava estetista, ma ormai ha perso lo smalto.
    --------------------------------------------------------------
    Qual è la differenza tra una supposta e un fico d'india?
    Beh, provaci!
    ----------------------------------------------------------------------------
    "Scozzese di origine genovese scambierebbe ago davvero raro, garantito trovato in un pagliaio, con collana di diamanti di uguale rarità."


    :asd: :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4781116
    Originally posted by GLOBO
    "Mi chiamo Pasquale Quagliarulo, signore, e vengo da Napoli, città di grandi calciatori e grandi mignotte".
    Il direttore: "Mia moglie è di Napoli ...".
    "Ah sì? E in che ruolo gioca?"



    Ho le lacrime! :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl: :rotfl:
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4781117
    Originally posted by GLOBO

    Al reparto frutta e verdura di un supermercato di Milano si presenta un omino con la faccia da piantagrane, e chiede al commesso mezzo cocomero.
    "Un momento solo, signore, devo chiedere una cosa al responsabile."
    Il commesso si avvia verso gli uffici direzionali senza accorgersi che il cliente lo segue. Entra nell'ufficio del responsabile e prorompe: "Direttore, c'è' un cretino di là che mi ha chiesto mezzo cocomero".
    Cenni disperati del responsabile, che ha visto la persona in questione.
    Il commesso si gira e, senza fare una piega, dice: "E poi ci sarebbe questo gentleman interessato a prendere l'altra metà!'"
    Risolta la situazione, il responsabile e il commesso si ritrovano da soli nell'ufficio: "Giovanotto", dice il direttore, "stava per combinare un bel disastro, ma non ho potuto fare a meno di ammirare il sangue freddo con cui ne è uscito. Vorrei sapere qualcosa di più sul suo conto. Come si chiama?"
    "Mi chiamo Pasquale Quagliarulo, signore, e vengo da Napoli, città di grandi calciatori e grandi mignotte".
    Il direttore: "Mia moglie è di Napoli ...".
    "Ah sì? E in che ruolo gioca?"


    :asd: :asd: :asd: :asd: :asd:
  6. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4781118
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    :lol2: [/QUOTE]

    :asd: :cool:

    [QUOTE]Originally posted by razorbladeromance
    Ho le lacrime! :rotfl: [/QUOTE]

    :asd: :cool:

    [QUOTE]Originally posted by Obi-Wan
    :asd:


    :asd: :cool:

    Un pessimista è uno che, quando sente profumo di fiori, si guarda in giro per vedere dov'è la bara.
    (H. Mencken)

    "Beati i giovani, perché loro sarà il debito pubblico."
    (H. Hoover)

    A volte mi sembra di aver conosciuto così tanti uomini che l'FBI dovrebbe venire da me quando ha bisogno di impronte digitali.
    (Mae West)

    Se bevi mentre stai guidando, bada che l'autoradio sia a volume massimo. Per non sentire il crash!
    (Henny Youngman)

    Mio figlio, è il primo della classe ... entrando, sulla destra.

    Avevano un sistema imbattibile per avere rapporti senza figli: li mandavano dai nonni.

    La salma è la virtù dei morti.
    (Alessandro Bergonzoni)

    Bari. Nonna e nipote davani alla tv.
    "Ma ci e' stu sport akksie' violent?".
    "A no' ie' pugelat!"
    "E pu nu gelat s'ana da' tant mazzat?"

    Partita di calcetto tra nani. Al momento di doversi spogliare, i giocatori si accorgono che gli spogliatoi sono inagibili. Dicono: "Ma non è possibile ... e ora che cosa si fa?"
    "Potreste andare a spogliarvi nei bagni del bar di fronte!", dice un signore lì presente, "Il titolare del bar è un amico e disponibile con tutti!"
    I dieci nani entrano nel bar e spiegano la situazione.
    "Va bene", dice il barista, "nessun problema ..."
    Intanto, al banco c'è un uomo ormai giunto al quinto aperitivo. Da una porta vede uscire cinque nani in maglietta rossa. Strabuzza gli occhi ma continua a bere ... Dopo un po' vede uscire cinque nani in maglietta blu. Si gira di scatto verso il barista e con voce biascicata dice: "Ehi ... tu ... va' un po' a vede de ...de la'!!! Te stanno a... smontà e...er bijardino!!!"

    Un giocatore di golf colpisce la pallina e questa schizza via scomparendo fuori del campo. Poco dopo compare il direttore del club: "Ma lo sa che cosa ha combinato? La pallina è uscita dal campo colpendo in un occhio un ciclista che ha perso il controllo della sua bici finendo sotto una macchina"
    "Oh, mamma mia, e ora cosa faccio?"
    Ma il direttore del club continua: "Ma non è finita qui. L'auto dopo aver travolto il ciclista è uscita fuori strada schiantandosi contro un albero: quattro morti!"
    "Oh no, e ora cosa faccio?"
    E il direttore continua ancora: "Ma non è finita qui: un autobus, per evitare l'auto è precipitato dalla scarpata: sessantadue morti!"
    "Oh, pazzesco, e ora cosa faccio?"
    E il direttore continua: "E non è finita qui: nel fondo della scarpata c'è la ferrovia; in quel momento passava il treno che è deragliato: centocinquanta morti!"
    "Oh, santo cielo, e ora cosa faccio?"
    E il direttore del club: "Beh, cerchi di tirare meno forte!"

    Cominciano le selezioni per i prossimi Mondiali di Calcio.
    Ecco a voi la formazione ufficiale della squadra nipponica.
    In campo:
    1. Tutiri Yoparo
    2. Tiro Akatsodikane
    3. Nishuno Mifreka
    4. Sikuro Tesegno
    5. Ken Mishtupishi
    6. Megirho Emotiro
    7. Semitiri Mishibuto
    8. Dinzaki Yosomeyo
    9. Setiro Tifreko
    10. Mescita Nakakata
    11. Momo Teparotutto
    In panchina:
    12. Kissase Yoko
    13. Yoko Poko Poko
    14. Yoko Poi
    15. Yokodimeno
    16. Noyokomai
    17. Yoko Poko Mayoko
    Allenatore:
    Ariko Saki


    :asd:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  7.     Mi trovi su: Homepage #4781119
    Originally posted by GLOBO

    Partita di calcetto tra nani. Al momento di doversi spogliare, i giocatori si accorgono che gli spogliatoi sono inagibili. Dicono: "Ma non è possibile ... e ora che cosa si fa?"
    "Potreste andare a spogliarvi nei bagni del bar di fronte!", dice un signore lì presente, "Il titolare del bar è un amico e disponibile con tutti!"
    I dieci nani entrano nel bar e spiegano la situazione.
    "Va bene", dice il barista, "nessun problema ..."
    Intanto, al banco c'è un uomo ormai giunto al quinto aperitivo. Da una porta vede uscire cinque nani in maglietta rossa. Strabuzza gli occhi ma continua a bere ... Dopo un po' vede uscire cinque nani in maglietta blu. Si gira di scatto verso il barista e con voce biascicata dice: "Ehi ... tu ... va' un po' a vede de ...de la'!!! Te stanno a... smontà e...er bijardino!!!"


    :lol2: :lol2: :lol2:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  8.     Mi trovi su: Homepage #4781120
    Questa è fenomenale ... :lol2: :lol2:

    Un carabiniere ferma un'auto che viaggia a 120 Km/h dove vige il limite di 50!
    Si avvicina alla macchina e dice:
    - Patente e libretto prego.
    La bella donna al volante risponde:
    - La patente non ce l'ho più. Me l'hanno ritirata 10 giorni fa quando mi hanno fermata per la quarta volta ubriaca!
    - Posso vedere almeno il libretto di circolazione?
    - La macchina non è mia. L'ho rubata!
    - Rubata???
    - Sì, però penso che i documenti siano nel cassetto del cruscotto. Mi sembra di averli visti quando ci ho nascosto la pistola...
    - Lei ha una pistola nel portaoggetti?!?
    - Certo, l'ho nascosta dopo aver sparato all'uomo che guidava. Poi ho messo il suo cadavere nel bagagliaio!
    - Cosa??? Lei ha un uomo morto nel bagagliaio???
    - Sì!
    Il carabiniere estrae la pistola d'ordinanza e chiama i rinforzi alla radio.
    Arrivano subito altre due pattuglie. Da una scende un graduato che chiede alla donna:
    - Posso vedere la sua patente?
    - Certo, eccola!
    E gliela porge: regolare e validissima.
    - Di chi è quest'auto?
    - Mia. Ecco il libretto.
    Anche quello, tutto in ordine.
    - Potrebbe aprire il cassetto? Voglio controllare se ha nascosto una pistola...
    - Certo. Comunque le garantisco che non c'è nessuna pistola!
    La donna apre il cassetto portaoggetti, che è vuoto.
    - Le dispiace se perquisiamo il bagagliaio? Ci hanno avvisato per radio dicendo che ci sarebbe un cadavere!
    - Ma certamente.
    La donna apre il cofano: nulla. Perfettamente vuoto.
    L'ufficiale:
    - Ma... non capisco. Il carabiniere che l'ha fermata mi ha detto che lei non aveva la patente, che gliel'avevano ritirata per guida in stato di ebbrezza, che la macchina era stata rubata a un uomo che lei ha ucciso e di cui ha occultato il cadavere nel bagagliaio e che la pistola era nel portaoggetti!
    La donna lo guarda e dice:
    - Fantastico! E scommetto che le ha detto pure che andavo troppo forte...
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!

  Chi ride venerdì....

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina