1.     Mi trovi su: Homepage #4785785
    ROMA — «Il Duce di Roma congela le star americane»: è il titolo di un articolo del Sunday Times su Gianni Alemanno, definito «former fascist», ex fascista. «Il nuovo sindaco — ha scritto il giornale britannico — ha lanciato una campagna per promuovere il cinema italiano a spese di star di Hollywood come Nicole Kidman e Leonardo DiCaprio, che sono state messe su una lista nera». Tra gli indesiderati l'articolista ha indicato anche George Clooney, che ha «elogiato pubblicamente Walter Veltroni».


    Il Sunday, come del resto anche Variety e Hollywood Report (importanti giornali americani di spettacolo) ha dunque deciso di occuparsi dei progetti di cambiamento per la Festa del cinema annunciati da Alemanno in campagna elettorale e poi ribaditi — sia pur con qualche limatura — dopo l'elezione: meno star, più spazio ai film italiani. Secondo l'autore dell'articolo, «gli attori americani che hanno affollato Roma per la rassegna non saranno più invitati, per ordine di Gianni Alemanno». Il giornale ha raccontato che il successo elettorale dell'esponente di An è stato salutato dai suoi sostenitori al grido «Duce! Duce!» (episodio successivamente minimizzato dallo stesso Alemanno: «Una spacconeria di poche persone, nessuna nostalgia per il passato, siamo contrari a qualsiasi forma di totalitarismo»).

    Poi, maliziosamente, il Sunday ha ricordato «il passato colorito» e alcune vicende giudiziarie che hanno toccato il nuovo sindaco: dall'arresto nel 1981 per un'aggressione a uno studente a colpi di mazza da baseball, agli 8 mesi di carcere per una molotov lanciata contro l'ambasciata russa. Tutte accuse cadute.
    Alemanno ha replicato senza però entrare in polemica diretta con il giornale inglese. «La Festa non va abolita, va collegata alla produzione nazionale e io ho l'idea di collegarla al David di Donatello. Ma soprattutto non deve essere solo una passerella di star hollywoodiane, un fatto solo di immagine. Questo non interessa i romani e non interessa neanche la nostra produzione. L'eccessiva presenza di star non serve a nessuno».


    Il nuovo sindaco, che proprio ieri ha annunciato l'intenzione di dialogare con l'opposizione, ha colto l'occasione per correggere il tiro sul veltroniano Goffredo Bettini, ex senatore e attuale presidente della Festa del cinema. Alla vigilia del ballottaggio Alemanno aveva infatti annunciato che lo avrebbe rimosso subito, per affidare l'incarico al regista e cineasta Pasquale Squitieri. Ieri però ha ammorbidito i toni: «Rispetto Goffredo Bettini, è una delle migliori intelligenze politiche del centrosinistra romano. Ma io credo che un politico non deve stare lì. Certo, non lo decido io: si vedrà, noi pensavamo a Squitieri, ne parleremo, con serenità».

    ---

    Premetto che io son un di quelli che appena vede (ITA) sulle info del film tende a cambiare canale

    Tralasciando le polemiche sul fascio... Che ne pensate dell'idea di dar maggior importanza al cinema italiano?

    Sinceramente a me non piace molto... perchè ritengo che il cinema italiano debba emergere per meriti e non per soppressione degli antagonisti però c'è da dire che spesso succede esattamente il contrario ossia venga esaltato il cinema americano solo x il fatto di essere tale a prescindere dai contenuti togliendo così meriti al ns. cinema.
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  2. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4785786
    ... sono d'accordo sul fatto che il cinema italiano si deve prendere quel che gli spetta senza favoritismi o protezionismi.....

    :sbam:

    E io sono uno di quelli che non guarda il paese di provenienza tra le parentesi.... perchè non me ne frega nulla ;)
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4785787
    Originally posted by MaestroZen
    ROMA — «Il Duce di Roma congela le star americane»: è il titolo di un articolo del Sunday Times su Gianni Alemanno, definito «former fascist», ex fascista. «Il nuovo sindaco — ha scritto il giornale britannico — ha lanciato una campagna per promuovere il cinema italiano a spese di star di Hollywood come Nicole Kidman e Leonardo DiCaprio, che sono state messe su una lista nera». Tra gli indesiderati l'articolista ha indicato anche George Clooney, che ha «elogiato pubblicamente Walter Veltroni».


    Il Sunday, come del resto anche Variety e Hollywood Report (importanti giornali americani di spettacolo) ha dunque deciso di occuparsi dei progetti di cambiamento per la Festa del cinema annunciati da Alemanno in campagna elettorale e poi ribaditi — sia pur con qualche limatura — dopo l'elezione: meno star, più spazio ai film italiani. Secondo l'autore dell'articolo, «gli attori americani che hanno affollato Roma per la rassegna non saranno più invitati, per ordine di Gianni Alemanno». Il giornale ha raccontato che il successo elettorale dell'esponente di An è stato salutato dai suoi sostenitori al grido «Duce! Duce!» (episodio successivamente minimizzato dallo stesso Alemanno: «Una spacconeria di poche persone, nessuna nostalgia per il passato, siamo contrari a qualsiasi forma di totalitarismo»).

    Poi, maliziosamente, il Sunday ha ricordato «il passato colorito» e alcune vicende giudiziarie che hanno toccato il nuovo sindaco: dall'arresto nel 1981 per un'aggressione a uno studente a colpi di mazza da baseball, agli 8 mesi di carcere per una molotov lanciata contro l'ambasciata russa. Tutte accuse cadute.
    Alemanno ha replicato senza però entrare in polemica diretta con il giornale inglese. «La Festa non va abolita, va collegata alla produzione nazionale e io ho l'idea di collegarla al David di Donatello. Ma soprattutto non deve essere solo una passerella di star hollywoodiane, un fatto solo di immagine. Questo non interessa i romani e non interessa neanche la nostra produzione. L'eccessiva presenza di star non serve a nessuno».


    Il nuovo sindaco, che proprio ieri ha annunciato l'intenzione di dialogare con l'opposizione, ha colto l'occasione per correggere il tiro sul veltroniano Goffredo Bettini, ex senatore e attuale presidente della Festa del cinema. Alla vigilia del ballottaggio Alemanno aveva infatti annunciato che lo avrebbe rimosso subito, per affidare l'incarico al regista e cineasta Pasquale Squitieri. Ieri però ha ammorbidito i toni: «Rispetto Goffredo Bettini, è una delle migliori intelligenze politiche del centrosinistra romano. Ma io credo che un politico non deve stare lì. Certo, non lo decido io: si vedrà, noi pensavamo a Squitieri, ne parleremo, con serenità».

    ---

    Tralasciando le polemiche sul fascio... Che ne pensate dell'idea di dar maggior importanza al cinema italiano?

    Sinceramente a me non piace molto... perchè ritengo che il cinema italiano debba emergere per meriti e non per soppressione degli antagonisti però c'è da dire che spesso succede esattamente il contrario ossia venga esaltato il cinema americano solo x il fatto di essere tale a prescindere dai contenuti togliendo così meriti al ns. cinema.

    Premetto che io son un di quelli che appena vede (ITA) sulle info del film tende a cambiare canale


    premetti? :cool: mi sembra un "postmetto" :cool:

    :asd:
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  4.     Mi trovi su: Homepage #4785788
    premesso che strumentalizzare certe situazioni non è un buon inizio, cmq la presenza di "star" americane alla festa del cinema non era tanto per dare enfasi al cinema americano rispetto a quello italiano, ma semplicemente un operazione di marketing per pubblicizzare la mostra stessa a livello internazionale, cosa che avviene nelle più importanti rassegne cinematografiche mondiali, mentre a livello dei contenuti c'era una buona presenza del cinema italiano( quello che merita ovviamente vetrine internazionali)
    Ora non è che il cinema italiano è in crisi per mancanza di visibilità e non mi sembra che sia così difficile da comprendere.
    Cmq ripeto se il buongiorno si vede dal mattino....:cool:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  5.     Mi trovi su: Homepage #4785789
    Originally posted by Canemacchina
    premetti? :cool: mi sembra un "postmetto" :cool:

    :asd:


    Sei il tipico giornalista moderno che alterà la realtà a suo piacemento... il mio premetto è corretto!!! :cool: :cool:






    ps... ti odio quando fai così! :P
    NON LASCIARE MAI CHE LA PAURA DI PERDERE TI IMPEDISCA DI PARTECIPARE!!!
  6.     Mi trovi su: Homepage #4785790
    Ragazzi, è un discorso assurdo ... il cinema italiano è nettamente inferiore a quello americano per una serie di motivi che nn si risolvono a meno di rivederne tutta la struttura ...

    Qui gli attori dei film con maggior budget li prendiamo dai reality, là da scuole dove solo i migliori vengono fuori ...
    Non esiste un attore di hollywood che reciti male, nemmeno uno ... certo, ci sono anche là i meno bravi e i più bravi, ma anche i meno bravi sono signori attori ...
    <html>
    <body>
    <font color="blue" size=4 face="Mistral"><b>Io di te non mi stanco, sarò sempre al tuo fianco, sei la cosa più bella che c'è </b></font><br>
  7.     Mi trovi su: Homepage #4785791
    Originally posted by MaestroZen
    Tralasciando le polemiche sul fascio... Che ne pensate dell'idea di dar maggior importanza al cinema italiano?

    Sinceramente a me non piace molto... perchè ritengo che il cinema italiano debba emergere per meriti e non per soppressione degli antagonisti però c'è da dire che spesso succede esattamente il contrario ossia venga esaltato il cinema americano solo x il fatto di essere tale a prescindere dai contenuti togliendo così meriti al ns. cinema.

    Premetto che io son un di quelli che appena vede (ITA) sulle info del film tende a cambiare canale


    credo che bisogna partire da un presupposto: noi discutiamo pure sul valorizzare o meno il cinema italiano, tema giusto e attuale, ma dobbiamo anche sapere che viene fatto per agire "diversamente" da come aveva fatto la scorsa amministrazione di Roma. La Festa del Cinema era una iniziativa creata e sviluppata dal duo Veltroni-Bettini e si stava piano piano espandendo. Tra l'altro da quello che so era una festa completamente autofinanziata, ma vabbeh, anche se non fosse stato così, realizzando un'opera che ti attirava un sacco di turismo, nonchè di sponsor, permetteva un ritorno economico non indifferente. L'azione di cambiarla, per me, è un semplice metodo per fare qualcosa di diverso rispetto a prima. Mi scuso per questa premessa che reputavo però doverosa.

    Sul fatto che il cinema italiano debba emergere, beh....non credo che ci sia la necessità di un festival totalmente dedicato al cinema italiano. Non credo nei protezionismi, anche perchè sostengo che la base del confronto si sposti inesorabilmente e tristemente verso il basso. Non perchè il cinema italiano non piaccia o non sia valido, semplicemente perchè il confronto con altre realtà cinematografiche può portare a migliorare sempre più anche i nostri registi e interpreti.
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4785792
    Originally posted by AlexPinturicchio10
    Ragazzi, è un discorso assurdo ... il cinema italiano è nettamente inferiore a quello americano per una serie di motivi che nn si risolvono a meno di rivederne tutta la struttura ...

    Qui gli attori dei film con maggior budget li prendiamo dai reality, là da scuole dove solo i migliori vengono fuori ...
    Non esiste un attore di hollywood che reciti male, nemmeno uno ... certo, ci sono anche là i meno bravi e i più bravi, ma anche i meno bravi sono signori attori ...
    :asd: :asd: :asd: mi dici un film americano dove parlano?senza discutere la qualità dei film o altro...i film italiani sono molto piu interpretati rispetto a quelli americani.
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4785793
    Originally posted by MaestroZen
    Tralasciando le polemiche sul fascio... Che ne pensate dell'idea di dar maggior importanza al cinema italiano?


    Ma ci sarebbe una lista nera? Come è composta?

    Sul discorso del cinema italiano, la festa del cinema di Roma è stata fatta per dare prestigio alla città, quindi l'argomento cinema è pertinente fino a un certo punto. In tal senso, ben vengano gli americani. Se invece si parla di una festa del cinema come di un appuntamento cinematografico e basta, direi che avendo già Venezia possiamo anche curare di più, in un secondo appuntamento come questo, il cinema italiano.

    Tra l'altro, 430 milioni di euro in 5 anni sono una valanga di soldi che lo Stato destina al cinema. Più che a un festa "comunale" dovremmo fare attenzione a come vengono buttati i soldi per realizzare pellicole che spesso non escono neanche nei cinema (secondo il Financial Times, 80 di quei 430 milioni sono finiti proprio in pellicole mai uscite).
  10.     Mi trovi su: Homepage #4785795
    Originally posted by massituo
    :asd: :asd: :asd: mi dici un film americano dove parlano?senza discutere la qualità dei film o altro...i film italiani sono molto piu interpretati rispetto a quelli americani.


    :confused: scherzi?

    guarda senza andare troppo sul passato, hai presente brad pitt in "fight club"??? ma in italia chi recita così?

    ti ripeto, nn tiro fuori i de niro, pacino ...
    <html>
    <body>
    <font color="blue" size=4 face="Mistral"><b>Io di te non mi stanco, sarò sempre al tuo fianco, sei la cosa più bella che c'è </b></font><br>
  11.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4785796
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    beh insomma....a pelle ti direi di guardarti "mistic river" o "Million dollar baby", o "la 25a ora", giusto per citarne alcuni...
    uno su mille ce la fa. Non stavo facendo un confronto cmq, stavo dicendo che i film italiani sono tutti interpretati e di attori bravi italiani ce ne sono moltissimi. Se poi esportiamo la bellucci vabbè, la colpa non è nostra:asd:
  12.     Mi trovi su: Homepage #4785797
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    beh insomma....a pelle ti direi di guardarti "mistic river" o "Million dollar baby", o "la 25a ora", giusto per citarne alcuni...


    solo alcuni tra centinaia ... pensa ai pirati dei caraibi, che un film commerciale e pieno di effetti speciali ... ma lasciando da parte questo, caro massi, ma hai visto come recita depp???? nel ruolo del pirata schizzato, mezzachecca e nevrotico ...
    <html>
    <body>
    <font color="blue" size=4 face="Mistral"><b>Io di te non mi stanco, sarò sempre al tuo fianco, sei la cosa più bella che c'è </b></font><br>
  13.     Mi trovi su: Homepage #4785798
    Originally posted by massituo
    uno su mille ce la fa. Non stavo facendo un confronto cmq, stavo dicendo che i film italiani sono tutti interpretati e di attori bravi italiani ce ne sono moltissimi. Se poi esportiamo la bellucci vabbè, la colpa non è nostra:asd:


    attori bravi italiani? tipo?
    <html>
    <body>
    <font color="blue" size=4 face="Mistral"><b>Io di te non mi stanco, sarò sempre al tuo fianco, sei la cosa più bella che c'è </b></font><br>
  14.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4785799
    Originally posted by AlexPinturicchio10
    solo alcuni tra centinaia ... pensa ai pirati dei caraibi, che un film commerciale e pieno di effetti speciali ... ma lasciando da parte questo, caro massi, ma hai visto come recita depp???? nel ruolo del pirata schizzato, mezzachecca e nevrotico ...
    ci rinuncio, non avete capito:asd:

  Festa del cinema di ROMA...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina