1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4799538
    Cannavaro, caviglia k.o.
    Per lui niente Europeo

    Nel primo allenamento in Austria il capitano della Nazionale si è infortunato alla caviglia sinistra: legamento k.o., rischia l'operazione. Al suo posto arriva Gamberini. Fabio: "Una bella botta". Abete sul nuovo contratto di Donadoni: "Entro 48 ore la firma"

    VIENNA (Austria), 2 giugno 2008 - L'Italia perde Cannavaro prima ancora dell'inizio dell'Europeo. Fabio Cannavaro, il capitano azzurro, si è infortunato mettendo male il piede, dopo aver avuto un contatto con Chiellini con l'altro. Per lui grave distorsione alla caviglia sinistra con interessamento del legamento k.o.. L'entità dell'infortunio del difensore del Real Madrid potrà essere valutato non prima di 24-48 ore, ma i primi esami hanno emesso il verdetto più temuto: niente Europeo per il difensore napoletano. Che paga un prezzo altissimo al primo sfortunato allenamento: le sue condizioni sono parse subito preoccupanti: è stato portato fuori dal campo dell'Admira Wacker in barella. Rischia l'operazione. Al suo posto sarà convocato Gamberini, della Fiorentina.
    DONADONI - La tegola Cannavaro mette in secondo piano la conferenza stampa del c.t. Roberto Donadoni: "Affrontiamo l'Europeo con la determinazione". Donadoni apre così la sua più grande avventura da quando allena la Nazionale. A "Casa Azzurri", dall'altra parte di Vienna, il c.t. incassa subito una domanda sul suo futuro. Ci pensa Giancarlo Abete, presidente della Federcalcio, a servirgli un assist degno di Andrea Pirlo: "Entro 48 ore la firma; il contratto è già definito".
    PROCLAMI - Donadoni non fa una piega. Era tutto scontato. Da pragmatico com'è pensa solo all'Olanda. E avrà una settimana per preparare la sfida. Parte alla sua maniera: "Non faccio proclami, non mi piacciono. Ora conta l'Olanda di Marco Van Basten. Sono forti, una bella squadra. Noi dobbiamo batterla e quindi prepararci al massimo. Il resto non conta". Insomma, una tappa alla volta.
    SCALATORE - Il cittì le affronta come uno scalatore: sacrificio, impegno e sudore. Gli vien da ridere a proposito dei nomignoli appiccicati agli allenatori. Come lo "Special One" affibbiato al neointerista Mourinho. "Glielo avete dato voi; io non mi considero nulla". E non lo turba nemmeno l'ombra di un altro eventuale "Special One": leggasi Marcello Lippi. Anzi, rimanda tutto al mittente.
    DI NATALE - Una settimana di tempo per preparare l'esordio di Berna. Lo incalzano sulla formazione. Nicchia. E a proposito del dualismo Cassano-Del Piero, sbuffa dichiarando che forse è il caso di pensare di più a Totò Di Natale, alla sua straordinaria crescita. In azzurro una sua creatura. E come dargli torto.
    BEARZOT - Però, a proposito di Cassano, gli si ricorda che Enzo Bearzot ha esaltato le qualità magiche di Donadoni nel recuperare Cassano. Ma il c.t. non ci sta: "Ringrazio Bearzot per i complimenti, ma io non faccio miracoli; semmai li ha fatti Antonio".
    CANNAVARO K.O. - Sono insomma le prime schermaglie. L'Olanda è a una settimana. L'onda, inevitabilmente, monterà. Poi di corsa a Maria Enzersdorf per il primo allenamento nello stadio dell'Admira Wacker, esaurito in ogni ordine di posto. E qui arriva, come anticipato, la prima micidiale tegola. Dopo un contatto (con l'altro piede) con Chiellini Cannavaro resta a terra, e viene portato a bordo campo. Passano quindici lunghi minuti. Lo staff medico presta le prime cure, mentre gli azzurri si avvicinano preoccupati. Il capitano viene portato in barella negli spogliatoi, quindi ricoverato in ospedale. Cannavaro ha fatto subito le lastre, adesso si sottoporrà a risonanza magnetica a Vienna. Ci vorranno 48 ore per capirne di più. Ma le espressioni fin dall'inizio, non dicevano nulla di buono. Cannavaro è stato trasportato dall'ospedale di Moedling a quello di Vienna per la risonanza. "E’ tutto da vedere, ma non si tratta di una cosa banale - aveva dichiarato a aldo il medico della nazionale Paolo Zeppilli -. Abbiamo bisogno di almeno 12 ore per valutare la situazione: a volte il dolore è forte, ma l’infortunio non serio. Bisogna vedere se ci sono lesioni ossee o meno". Poi il verdetto terribile: il suo Europeo è destinato a non cominciare. E già si pensa a un sostituto: è in arrivo Gamberini. L'Europeo è partito male.
    LA DICHIARAZIONE DI FABIO - "Io sono sempre ottimista, anche in questi momenti. Però ho preso una bella botta...".

  aleeeee ale ale ale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina