1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800404
    Stuprata donna a Roma

    Active ImageUna universitaria originaria del Lesotho è stata aggredita e violentata da un romeno di 37 anni la notte tra giovedì e venerdì scorsi, all'uscita dalla stazione Fm3 della Storta a Roma. La notizia è stata diffusa soltanto oggi dai carabinieri per non compromettere le indagini. La donna, di 31 anni, è ancora ricoverata all'ospedale San Filippo Neri. La studentessa, che vive in Italia con i genitori, è stata ferita con una coltellata all'addome dall'aggressore intorno alla mezzanotte. Prima è stata avvicinata poi con la forza portata in un luogo appartato e violentata. Lo stupratore è un romeno di 37 anni, senza precedenti penali, che non ha un lavoro stabile né un'abitazione fissa. A quanto si è appreso da fonti investigative non è di etnia rom.

    VITTIMA,NON CREDO A QUANTO SUCCESSO "Sono ancora sotto choc, non riesco a credere a quello che è successo". Sono queste le parole dell'universitaria. La studentessa è ancora ricoverata all'ospedale San Filippo Neri di Roma, ma le sue condizioni non sono gravi.

    ROMENO ACCUSATO ANCHE DI TENTATO OMICIDIO Tentato omicidio, violenza sessuale e sequestro di persona. Sono i reati contestati al romeno,R.I. Oggi, su richiesta del pm Erminio Amelio, il gip Andrea Vardaro ha convalidato l'arresto ed emesso l'ordinanza di custodia in carcere per il romeno. Questi, senza precedenti, disoccupato e senza fissa dimora, è detenuto a Regina Coeli. I carabinieri sono arrivati all'arresto del cittadino straniero grazie alla segnalazione di due testimoni che avevano notato il romeno mentre tappava la bocca alla studentessa. Fuggiti in un primo momento, i due testimoni hanno incrociato un'auto dei militari dell'Arma ed hanno raccontato quanto avevano visto. Arrivati sul posto i carabinieri hanno proceduto all'arresto e recuperato il coltello ancora intriso di sangue.

    LA VITTIMA AVEVA SBAGLIATO FERMATA Si trovava casualmente nella stazione della Storta. La studentessa, da pochi mesi a Roma, figlia di un addetto dell' ambasciata, aveva sbagliato fermata, e invece di scendere all' Olgiata, dove vive insieme con la famiglia in un appartamento sulla via Cassa, è scesa alla fermata precedente. La donna, secondo il racconto fatto ai carabinieri, in inglese visto che ancora non parla italiano, è stata subito avvicinata dal romeno che l'ha strattonata e ferita all' addome mentre la ragazza cercava di divincolarsi. Il cappotto indossato dalla studentessa ha attutito la ferita. La scena è stata notata da due persone che hanno fermato una pattuglia dei carabinieri intervenuti poco dopo. Il romeno è stato bloccato mentre tentava di fuggire e, inizialmente si era pensato anche alla presenza di un complice visto la zona isolata e con la campagna circostante che circonda la fermata della Storta. Le indagini hanno stabilito invece, che il cittadino romeno ha agito da solo.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800409
    Originally posted by massituo
    è un thread di risposta ad un'altro che ritengo un po' stupido per come è presentata la notizia (non la persona, ma il titolo in se stesso).


    Se quel thread è stupido, figuriamoci un thread che è in risposta a quello.
    Lo spirito di Globo credo fosse proprio quello di non fare di tutta l'erba un fascio, di dimostrare come non sono solo stranieri i delinquenti (come vuole farci credere il TUO governo), ma che sono anche italiani e quindi che bisogna pensare non a buttare tutti fuori (dall'Italia), ma a buttare dentro (il carcere) i delinquenti stranieri o italiani che siano. :)
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800410
    E' un discorso sempre piu' delicato ed io in quanto napoletano (visto che a detta di molti siamo tutti camorristi e delinquenti) comprendo quegli immigrati che son venuti qui per lavorare seriamente e che invece ora si trovano ad essere trattati allo stesso modo di chi commette reati.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4800411
    Originally posted by Mike75
    Se quel thread è stupido, figuriamoci un thread che è in risposta a quello.
    Lo spirito di Globo credo fosse proprio quello di non fare di tutta l'erba un fascio, di dimostrare come non sono solo stranieri i delinquenti (come vuole farci credere il TUO governo), ma che sono anche italiani e quindi che bisogna pensare non a buttare tutti fuori (dall'Italia), ma a buttare dentro (il carcere) i delinquenti stranieri o italiani che siano. :)


    si ma il discorso e' di percentuali


    quanti italiani ci sono in italia?
    quanti straneri?

    quanti reati di quel tipo sono commessi da italian?
    quanti da stranieri?
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800412
    Originally posted by Pezzotto
    E' un discorso sempre piu' delicato ed io in quanto napoletano (visto che a detta di molti siamo tutti camorristi e delinquenti) comprendo quegli immigrati che son venuti qui per lavorare seriamente e che invece ora si trovano ad essere trattati allo stesso modo di chi commette reati.


    Pezz, quanto condivido le tue parole!
    Io non amo chi generalizza, non amo creare stereotipi, non amo che si faccia di tutta l'erba un fascio, quindi ti capisco.....
    quando io dico che vivo in Sicilia sono convinti che abbia a che fare ogni giorno con la mafia :asd: :asd: :asd:
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800413
    Originally posted by sir alexander
    si ma il discorso e' di percentuali


    quanti italiani ci sono in italia?
    quanti straneri?

    quanti reati di quel tipo sono commessi da italian?
    quanti da stranieri?


    Io ricordo una statistica di poco tempo fa che ora ti cerco dove si diceva che gli stupri avvengono per la maggior parte delle volte da gente che si conosce, di solito italiani.
    Ora lo cerco, ma vivere in percentuale è comunque sbagliato, perchè si penalizza chi non fa parte di quelle percentuali.
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800414
    Trovato:
    E' fatto dall'Istat, che mi sembra molto autorevole come fonte

    http://www.repubblica.it/2007/12/sezioni/cronaca/stupri/stupri/stupri.html

    Una ricerca dell'Istat sfata molti luoghi comuni sui reati a sfondo sessuale
    Secondo i dati resi noti dall'istituto solo il 10% delle violenze arriva da stranieri
    Il 90% degli stupri commesso da italiani
    Il rischio maggiore da familiari e conoscenti

    ROMA - Non sono immigrati ma italiani i responsabili della piaga della violenza sulle donne nel nostro Paese. Secondo le stime dell'Istat, non più del 10% degli stupri commessi in Italia è attribuibile a stranieri, contro un 69% di violenze domestiche commesso a opera di partner, mariti e fidanzati. Dati che fanno crollare d'un colpo il luogo comune che associa l'immigrazione a una diminuzione della sicurezza nelle città italiane.

    Secondo l'Istat, che oggi ha aperto, nella sua sede centrale a Roma, il Global Forum sulle statistiche di genere, solo il 6% degli stupri in Italia è commesso da persone estranee alla vittima: "Se anche considerassimo che di questi autori estranei la metà sono immigrati - ha spiegato Linda Laura Sabbadini, direttore centrale dell'istituto di statistica - si arriverebbe al 3% degli stupri; se ci aggiungessimo il 50% dei conoscenti, al massimo si arriverebbe al 10% del totale degli stupri a opera di stranieri".

    Le forze politiche di sinistra denunciano una realtà "oscurata e alterata" dai media e "strumentalizzata dai partiti di minoranza". "Una doccia fredda per il narcisismo nazionale": così il portavoce dell'Idv, Leoluca Orlando, commenta la ricerca. Paola Balducci, responsabile giustizia del Sole che ride, ricorda "l'ostruzionismo della destra che alla Camera ha ritardato l'approvazione del disegno di legge contro le discriminazioni sessuali e la violenza sulle donne" e evidenzia la necessità di "un salto di qualità nelle politiche culturali e informative". "I dati rafforzano le ragioni e lo spirito della manifestazione del 24 novembre" commenta la senatrice Prc Giovanna Capelli.

    Il lavoro dell'Istat non si ferma qui. "Ora dovremo porre l'attenzione - osserva Luigi Biggeri, presidente dell'istituto - anche su altre tematiche come la discriminazione, terreno difficilissimo ma che ormai necessita di essere misurato in tutte le sue manifestazioni".

    Ora che vogliamo fare: cacciare il 90% degli italiani?
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog
  8.     Mi trovi su: Homepage #4800415
    Originally posted by Mike75
    Io ricordo una statistica di poco tempo fa che ora ti cerco dove si diceva che gli stupri avvengono per la maggior parte delle volte da gente che si conosce, di solito italiani.
    Ora lo cerco, ma vivere in percentuale è comunque sbagliato, perchè si penalizza chi non fa parte di quelle percentuali.



    tutti facciamo parte di una percentuale


    forse nn mi spiego bene(anzi sicuramente perche odio scrivere al pc)

    se tu ora mi porti quella statistica(cmq se lo fai ti ringrazio perche mi interessa)in cui si dice 20000 stupri da parte di italiani 10000 da parte di extracom....


    eh grazie

    ma di italiani ce ne sono 55 milioni di stranieri molto meno


    la percentuale e' l unico mezzo serio per capire certe cose

    poi vabbe si parla solo di dati
  9.     Mi trovi su: Homepage #4800416
    d'altronde gli ebrei erano dei delinquenti mica male: vogliamo mettere le statistiche di Hitler? Numeri, non discorsi. Erano un male per la società, giusto così. Purtroppo la storia la fanno i vincitori quindi è passato per il cattivo, ma in realtà se avessimo ancora lui non ci sarebbero tutti sti problemi con i romeni. Lunga vita all'olio di ricino, a quei tempi sì che si rigava dritto!
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4800418
    Originally posted by sir alexander
    tutti facciamo parte di una percentuale


    forse nn mi spiego bene(anzi sicuramente perche odio scrivere al pc)

    se tu ora mi porti quella statistica(cmq se lo fai ti ringrazio perche mi interessa)in cui si dice 20000 stupri da parte di italiani 10000 da parte di extracom....


    eh grazie

    ma di italiani ce ne sono 55 milioni di stranieri molto meno


    la percentuale e' l unico mezzo serio per capire certe cose

    poi vabbe si parla solo di dati


    E' sopra, leggi un po'...
    La prima Legge del Giornalismo: confermare i pregiudizi esistenti, piuttosto che contraddirli.
    Alexander Cockburn
    Il mio blog

  romeni brava gente

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina