1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4806350
    Una malformazione cardiaca blocca il trasferimento al club francese. Rischia di smettere

    Sembrava solo una formalità. L'accordo tra Lilian Thuram e il Paris Saint Germain era già stato raggiunto: un contratto annuale di circa 3,8 milioni di euro con l'opzione per un secondo anno supplementare. Si attendeva solo la presentazione al Parco dei Principi, e invece la faccia del difensore francese quando si è presentato alla conferenza stampa era tutt'altro che entusiasta.

    Una malformazione cardiaca riscontrata nel corso delle rituali visite mediche fa saltare il suo trasferimento al club francese. "Se faccio questa conferenza stampa, non è per annunciare il mio accordo con il Psg, ma per dirvi che i medici hanno riscontrato una malformazione cardiaca - ha detto l'ex difensore di Parma e Juventus, 36 anni -. Sembra la stessa malattia che aveva mio fratello e che gli è costata la vita su un campo di basket".

    Un inconveniete preoccupante, quindi, che costringe Thuram ad aspetterare i risultati completi degli esami che saranno resi noti entro un mese per decidere se continuare o meno la sua carriera.

    Un trasferimento, in realtà, che sembra maledetto: nato e cresciuto tra le polemiche fino a diventare un vero e proprio "caso" a Parigi, in cui si sono intrecciate politica, calcio e razzismo. I tifosi del PSG, infatti, si erano ribellati nei giorni scorsi all'arrivo del difensore ex Barcellona, perché considerato troppo vecchio per una difesa che lo scorso anno ha incassato 45 gol, rischiando la retrocessione.

    Dietro la rivolta dei tifosi, però, ci sarebbero state anche motivazioni razziali e politiche, che da tempo dividono la tifoseria del Parco dei Principi. Una svolta preoccupante che però non era riuscita a fermare la trattativa e la volontà del giocatore di tornare in patria. Tra il recordman di presenze in Bleu (142) e il PSG ora ci si è messo un altro ostacolo ben più doloroso, contro il quale, purtroppo, nemmeno la grinta di capitan Liliam potrebbe bastare.
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4806352
    Originally posted by Pezzotto
    :(

    Thuram e' un grande, ai tempi del Parma era il mio idolo! :)


    :( :eek:

    Altrettanto.Con Buffon e F.Cannavaro c'era una diga insuperabile.:)
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4806355
    Originally posted by Pezzotto
    Si, ma era un po' tutta la squadra che mi piaceva, simpatizzavo molto per loro tant'e' che mi comprai pure la maglia :D


    A me il Parma piaceva già dall'epoca di Taffarel,Grun,Minotti,Benarrivo,del sindaco Osio,Melli e Brolin.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4806357
    Originally posted by Pezzotto
    Si anche a me, infatti tutto comincio' con quella squadra.....poi arrivo' Asprilla :love:


    Tino.:love:

    E non dimentichiamo l'uomo di Neanderthal.Nevio Scala.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4806360
    Originally posted by digital_boy84
    state dimenticando Apolloni, che aveva i denti dello stesso colore dei capelli :D


    Non lo dimentico.E Mussi,Zoratto,Cuoghi...:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4806362
    I problemi cardiaci di Thuram fanno cadere Agricola dalle nuvole: "Mai riscontrato nulla qui alla Juve"

    Il medico sociale bianconero interviene sul caso che ha coinvolto il difensore francese.

    La malformazione cardiaca riscontrata dai medici del Paris Saint Germain ha momentaneamente bloccato il passaggio di Lilian Thuram dal Barcellona al club parigino.

    A tal proposito è intervenutoAgricola, medico sociale della Juve, club nel quale il difensore francese ha militato per 5 stagioni: "Qui da noi Thuram è sempre stato idoneo. Noi non ci siamo mai accorti di nulla e ritengo possibile - ha concluso Agricola - che i segni della malformazione si siano manifestati quando Lilian non giocava più con la Juventus".

    Thuram ha lasciato la Juventus due anni fa, nell'estate del 2006 dopo l'esplosione di Calciopoli.
  7. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4806363
    le visite al psg
    Thuram fermato dal medico a 36 anni
    L'ex difensore di Parma e Juve ha un problema cardiaco che gli impedisce di giocare e che non era stato rilevato

    MILANO - Un problema cardiaco congenito ma che ora ha raggiunto una dimensione che impone maggiori controlli e, intanto, gli impedisce di tornare a giocare. È l'ipertrofia che danneggia il cuore di Lilian Thuram secondo i test medici effettuati dal Paris Saint-Germain, che ne hanno bloccato la firma del contratto. Il 36enne difensore, che ha giocato a lungo in Italia con Parma e Juventus, ha parlato di «una sorpresa», nonostante fosse a conoscenza della predisposizione familiare per questo tipo di malformazione.

    MADRE E FRATELLO - «Quando da giovane ero al Monaco, mi dissero che avevo qualcosa ma che ero idoneo ha giocare - ha detto in conferenza stampa -. Il cardiologo ha riscontrato una malformazione cardiaca. Si è preferito fare analisi più approfondite ed entro un mese avremo i risultati definitivi. Sapevo di avere questo disturbo cardiaco, ce l’ha anche mia madre e c’era anche lei mentre facevo gli esami. Mio fratello è morto di questa malattia su un campo da basket e altri membri della mia famiglia ne soffrono». Il direttore dei medici del club francese, Eric Rolland, ha parlato di «numeri vicini alla soglia di pericolo» per descrivere le dimensioni del cuore del giocatore. Nelle persone normali, un leggero allargamento dell’organo non costituisce un problema tale da interrompere la vita normale.

    RISCHIO CONCRETO - Diverso è negli atleti: l’esercizio fisico, così come lo stress, può contribuire a portare il cuore a dimensioni che costituiscono un rischio concreto. Dai tempi del Monaco, quando per la prima volta si è reso conto che il suo cuore non era di dimensioni normali, Thuram ha spiegato che «le cose si sono evolute e oggi corro un rischio». «Quando sono rimasto per due ore all’ospedale ho capito che c’era un problema - ha proseguito -, allora ho chiesto: posso giocare a calcio? E i medici mi hanno detto: 'Il tuo cuore è un po' grosso'. Spero che avrò la fortuna di non avere quello che hanno mia madre e mio fratello». In chiusura, comunque, è apparso fiducioso: «Ne saprò di più nel giro di un mese. Spero di tornare a giocare e ci tengo a ribadire che voglio farlo al Psg».


    27 giugno 2008

    http://www.corriere.it/sport/08_giugno_27/thuram_cuore_d233d916-446e-11dd-b2f6-00144f02aabc.shtml
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Thuram non può firmare con il PSG

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina