1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4809494
    Dal 14 Luglio 2008 sul digitale terrestre arriva un nuovo canale, Rai4, indirizzato esclusivamente ad un target tra i 15 e i 35 anni con una programmazione giovanile e con qualche idea presa direttamente dal web.
    Che sia un caso che il giorno di nascita di questa nuova televisione sia proprio l’anniversario della presa della Bastiglia e con essa della Rivoluzione Francese o una cosa voluta, sta di fatto che a sentire i dirigenti Rai4 (ancora non si sa se sarà questo il suo nome definitivo) dovrebbe essere la nuova realtà televisiva che prende spunto a pieni mani dalla realtà di internet, dei blog e del web 2.0, della User-Generated Content, di Youtube e di Myspace.

    Quindi, oltre ad una programmazione classica, fatta di serie cult americane, cartoni animati, programmi musicali e di film (tipo la programmazione di Italia1, che prosegue idealmente il target di RaiGulp, che ha una fascia prescolare sino ai teenager di 14 anni), Rai4 dovrebbe andare anche un po’ oltre, sperimentando un terreno nuovo e diverso da quello delle televisioni generaliste. Forse prendendo spunto dal canale di Telecom Italia, QOOB, l’obiettivo principale di Rai4 è quello di trasformare gli spettatori in autori, capaci di interagire e contribuire a creare quello che va in onda. Un pubblico che sceglie e che abbia gli strumenti per farlo, intervenendo su ciò che va o non va in onda, proponendo il proprio materiale. Un po’ come avviene nelle serie americane in cui i forum, i blog e le petizioni online, riescono ad esercitare una pressione tale da modificare certi sviluppi narrativi, anticipare o posticipare la fine di alcuni personaggi, o addirittura far ricominciare una serie che era stata terminata precocemente (come nel caso di Jericho).

    E se non doveste bastarvi, sappiate che a Gennaio 2009, è prevista la nascita di Rai5, anche se ora non si conoscono bene tutti i dettagli.

    Come avete intuito, Rai4 vuole essere costruita con gli stessi elementi di collaborazione proprio del web, speriamo solo che, come solitamente è accaduto in passato, la televisione non cannibalizzi le idee genuine, prima facendole proprio, quindi espandendole all’ennesima potenza (sfruttando la potenza delle trasmissioni broadcast via etere) per poi sviscerarle della loro anima vitale.

    http://www.levysoft.it/archivio/2008/06/19/arriva-rai4-una-televisione-che-prende-spunto-dal-web/

    :eek:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4809497
    Rai4, appena nata già criticata

    I lettori di Televisionando sono scesi sul piede di guerra alla notizia della nascita di Rai4, nuovo canale del digitale terrestre Rai. Tanti coloro che contestano la linea editoriale, che sottende per alcuni un target ‘celebroleso’, molti quelli che temono di non riuscire a vederne neanche un’immagine: cerchiamo di dare qualche chiarimento, soprattutto sulle coordinate di sintonizzazione.


    I nostri lettori sono ancora scossi, a ragione, dalla difficoltà incontrate in molte zone d’Italia per vedere RaiSportPiù, il canale satellitare e digitale terrestre che da maggio ha sostituito RaiSportSatellite. Per quanto Televisionando non sia un blog specializzato in soluzioni ‘tecniche’ cercammo all’epoca di fornire quante più informazioni possibili per superare l’empasse, ma del resto se il segnale non è uniformemente diffuso c’è poco da fare.
    Il timore dei lettori è che anche Rai4 assuma i contorni di una ‘bufala’ e che in pratica non possa essere vista da nessuno o almeno non possa essere vista dalla maggior parte della popolazione.

    Partiamo da un presupposto: Rai4 è visibile SOLO DUL DIGITALE TERRESTRE, non è visibile sul satellite. A quanto comunicato dalla Rai, Rai4 è disponibile sul multiplex Rai A, al posto di Rai Gulp, che resta visibile sul mux B. Rai4, a differenza di RaiSportPiù, non è visibile sul satellite: perchè possa essere disponibile sul satellite è necessario aspettare la nascita di Tivù Sat, la piattaforma gratuita che nascerà in funzione di accordi specifici tra Rai, Mediaset e TI Media.

    Invitiamo ovviamente tutti i coloro abbiano informazioni utili (senza spacciarsi per lo staff di Rai4, please) a condividerle con noi: da considerare, inoltre, che le trasmissioni di Rai4 sono ufficialmente iniziate solo ieri sera, 14 luglio, e che quindi potranno essere in seguito presi correttivi e provvedimenti. Almeno ce lo auguriamo. Intanto per verificare la copertura e inviare le proprie segnalazioni vi rimandiamo al sito di RaiWay

    http://www.televisionando.it/articolo/rai4-appena-nata-gia-criticata/7346/

    Io prendo Rai Gulp.:cry: :cry: :cry: :cry:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Arriva Rai4: una televisione che prende spunto dal web

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina