1.     Mi trovi su: Homepage #4810644
    Il nuovo centrocampista bianconero torna sull'episodio degli Europei del 2004: «Non ho problemi con lui e non voglio parlare del passato. Quando lo incontrerò in campo gli darò la mano». L'ad Blanc: «Lo seguivamo dai tempi dello Schalke, con lui il mercato è chiuso. Complimenti al Milan per Ronaldinho»

    TORINO, 17 luglio - «Non ho problemi con Francesco Totti e non voglio parlare del passato. Quando lo incontrerò in campo gli darò la mano». Così Christian Poulsen nel giorno della sua presentazione a Vinovo (Torino) ha risposto ad una domanda che riportava la memoria indietro all'episodio dello sputo del n.10 della Roma al danese, durante Italia-Danimarca della fase finale degli Europei 2004 in Portogallo. Il giocatore giallorosso fu punito in quell'occasione con una squalifica di tre giornate.

    Poulsen vuole però assicurare che la sua immagine non è quella del picchiatore: «Sono anche un giocatore di qualità e spero di dimostrarlo ai compagni, agli avversari e ai tifosi». E ha fiducia anche negli arbitri italiani: «Mi auguro che non mi riservino un trattamento particolare e sono sicuro che sarà così. In Spagna, comunque, ho preso pochissimi cartellini gialli».

    BLANC: MERCATO CHIUSO - L'amministratore delegato della Juventus, Jean-Claude Blanc, ha messo nuovamente la parola "fine" al mercato bianconero. «Il nostro mercato in entrata è chiuso», ha ripetuto alla presentazione di Poulsen. In realtà «stiamo cercando ancora un secondo portiere, ma a breve chiuderemo, poi non ci saranno più acquisti, solo cessioni». Per il vice di Buffon pronti Manninger o Chimenti. O probabilmente entrambi, con Belardi che andrà all'Udinese. In entrata «con Poulsen siamo al completo. Lui ha le giuste caratteristiche per giocare nella Juve, ha grinta e carattere come nella migliore tradizione bianconera».

    IL RETROSCENA - Blanc ha spiegato, poi, che quello di Poulsen in realtà è stato un lungo corteggiamento: «Le prime relazioni su di lui risalgono ai tempi dello Schalke, abbiamo fatto delle valutazioni prima tecniche con Ranieri e poi economiche, confrontando le richieste con quelle degli altri giocatori che ci interessavano». L'amministratore delegato ha escluso ulteriori acquisti anche nel caso in cui la Juve superi i preliminari di Champions League: «Sappiamo che fino al 31 agosto c'è la possibilità, ma le probabilità sono basse, abbiamo già fatto tutto per completare la squadra velocemente. E poi fare mercato non significa finire per forza tutto il budget».

    I COMPLIMENTI - Blanc ha poi speso parole di elogio per l'affare Ronaldinho-Milan: «Faccio i complimenti a Galliani per l'acquisto di Ronaldinho, so che ha lavorato molto per questo. Lo considero un regalo al calcio italiano». Le ultime parole del dirigente sono da tifoso: «Oggi sarei fiducioso, non dimentichiamo che la Juve 13 mesi fa era in serie B e velocemente siamo tornati grandi. Scudetto in cinque anni? Non ho mai detto questo, per riformare una grande squadra ci vuole tempo, ma per vincere - ha detto sorridendo - possiamo iniziare anche subito. Giochiamo sempre per vincere, magari la coppa dalle grandi orecchie... D'altronde, siamo la Juve».

    http://www.corrieredellosport.it/Fotogallery/Calcio/5737/0/La+presentazione+di+Christian+Poulsen
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4810646
    Originally posted by Giovanni1982
    Morite tutti e due.


    poi a fine mercato voglio un commento sulla campagna acquisti:D
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Juve, Poulsen si presenta: «Stringerò la mano a Totti»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina