1.     Mi trovi su: Homepage #4812367
    il calciatore francese della roma ha avvisato la polizia. Rinvenuto anche il mezzo
    Roma: Mexes picchiato e derubato dell'auto con a bordo la figlia, poi ritrovata
    Due malviventi armati lo hanno affrontato fuori da un ristorante fuggendo con la piccola sul seggiolone posteriore

    ROMA - Terrore nella notte per il difensore francese della Roma Philippe Mexès. Due banditi armati di pistola lo hanno aggredito mentre tornava a casa, all'Axa-Casal Palocco, un quartiere residenziale fra Roma e Ostia, con ville lussuose dove abitano molti calciatori, fra i quali anche il capitano giallorosso Francesco Totti, rapinandogli l'auto sulla quale c'era anche la figlia Eva, di appena due anni. I rapinatori hanno puntato l'arma contro il calciatore, che ha reagito ingaggiando con loro una colluttazione. Sono stati attimi terribili: i banditi hanno avuto la meglio e sono fuggiti con la vettura, un suv Mercedes, portandosi via la piccola seduta sul seggiolone posteriore. Erano le 23.50.

    Un quarto d'ora più tardi i banditi, forse accortisi della presenza della bambina, hanno preferito abbandonare l'auto in piazza Eschilo, nel centro del quartiere. Poco dopo il calciatore giallorosso e la sua compagna hanno potuto riabbracciare la figlioletta, in buone condizioni. L'aggressione a Mexès è avvenuta fuori da un ristorante in via Ermanno Wolf Ferrari, all'Infernetto, a poca distanza da Casal Palocco. Un'altra zona immersa nel verde, dove abitano professionisti e personaggi del mondo dello spettacolo, a pochi chilometri dalla tenuta presidenziale. I banditi non si sono fatti scrupoli: hanno bloccato Mexès e la compagna, che avevano già messo la figlia sull'auto, minacciandoli con la pistola. Il francese non si è dato per vinto, ma contro due uomini armati c'era poco da fare. Impotenti anche altre persone che hanno assistito alla scena. L'allarme è scattato immediatamente: numerose pattuglie di polizia e carabinieri hanno dato la caccia alla Mercedes con la bimba in ostaggio su viale Cristoforo Colombo. Poi, per fortuna, la buona notizia: una donna, Anna Tamboni, 41 anni, ha notato il suv con lo sportello aperto in un angolo di piazza Eschilo. La bimba dormiva tranquilla. Forse non si è accorta di nulla. La testimone ha subito chiamato la polizia: Eva è stata presa in braccio da un agente, che l'ha coccolata fino all'arrivo di alcuni familiari del calciatore. Poi la corsa verso il luogo dell'aggressione dove Mexès e la compagna, che hanno anche un altro bambino, Enzo, di quattro anni, sono finalmente usciti dall'incubo. Intanto proseguivano le ricerche dei due rapitori: sembra che siano stranieri.

    ***

    Gli è andata di culo..di stralusso...certo che un genio a reagire a quelli armati di pistola :rolleyes:
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4812370
    :( :mad: :eek: :muhehe:

    Meno male che hanno lasciato la macchina con la bambina.:group:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4812374
    Originally posted by Obi-Wan
    Confermo: Mexes non c'era, era a Trigoria con la squadra quando è successo.


    Rubata auto a Mexes: figlia a bordo
    Suv ritrovato con la piccola dopo poco

    Grande spavento per il calciatore Philippe Mexes. Due malviventi, armati, si sono impadroniti del Suv su cui era già stata posizionata la figlia del giocatore, di soli due anni. Dopo un quarto d'ora, l'auto è stata ritrovata da una passante: la bimba, a bordo, dormiva tranquillamente. Forse non si è accorta di nulla. Mexes, in ritiro con la Roma, è stato avvertito dalla moglie. Arrivato a casa, la situazione fortunatamente si era già risolta.

    I malviventi, che forse non si erano accorti della bambina a bordo, hanno deciso di abbandonare il mezzo, notato da una passante con uno sportello aperto, in piazza Eschilo. Il furto è avvenuta giovedì notte.

    "Il giocatore - fa sapere la società - era in ritiro quando ha ricevuto una telefonata allarmatissima da parte della moglie. Ha subito ottenuto dal tecnico Spalletti il permesso di raggiungere la famiglia. Mexes ed i suoi sono stati subito raggiunti dal tecnico, che ha detto al giocatore di fermarsi a dormire con la famiglia e di prendersi un giorno di permesso".

    Il difensore abita in un lussuoso quartiere residenziale nei paraggi, dove vivono anche altri giocatori e personaggi dello spettacolo. Per Mexes e la moglie, l'episodio sarà difficile da dimenticare. Le forze dell'ordine stanno dando la caccia ai due aggressori, ma per ora di loro nessuna traccia.

    http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/articoli/articolo422408.shtml

    L'importante è che la bimba stia bene.:)
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  4. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4812375


    :asd:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Paura per Mexes

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina