1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4813559
    Il titolo non l'ho messo io. L'originale lo trovate qua
    http://www.ilromanista.it/?section=news&id=13478

    Ex malo bonus oppure consoliamoci con l’ aglietto? Applicheremo al caso Mutu la sapienza romana o la saggezza romanesca? Qui, adesso e subito bisogna scegliere, troppo facile aspettare il come va a finire la campagna acquisti per pronunciarsi. Troppo facile e in fondo neanche tanto “scientifico” rimandare il giudizio e l’umore al peso del nome che verrà in giallorosso al posto di quello del rumeno. Una vera contro prova non ci sarà mai: nel laboratorio dei fatti non potremo mai osservare in contemporanea quel che in campo farà il nome che ancora non c’è e quello che avrebbe potuto in teoria fare il nome che non c’è più. Quindi da una cosa andata a male spuntano benefici ed opportunità oppure possiamo solo far più o meno finta di accontentarci di quel che passerà il convento? Rischio, scelgo: ex malo bonus. Il primo “bonus” che ho visto e che per ora mi basta è l’aver saputo di una società seria, perfino inaspettatamente seria. Non sembrava neanche un dirigente del calcio italiota quel Daniele Pradè che ho visto e sentito l’altra sera in tv. Una serena e precisa ricostruzione dei fatti, un tono pacato ed elegante, una professionalità esibita senza far teatro o sceneggiata. Dunque, la Fiorentina disposta a cedere il giocatore, al punto che fissa la cifra. La Roma che ci pensa e alla cifra ci arriva, i contratti già pronti, la Fiorentina che legittimamente ci ripensa ma, furbetta, nasconde la mano dopo aver lanciato il sasso. E una Roma che opera sul mercato come un’azienda affidabile, rispettabile, lasciando agli altri i ruoli del magliaro e del prestigiatore. Non so quanto tutti i tifosi se ne rendano conto, ma anche questo è capitale sociale. Non so se è un lusso la signorilità nel mondo del calcio. Forse sì, per moltissimi sì. Però è un lusso che mi piace. Io tifoso dai direttori sportivi e affini che abitano il pianeta calcio mi aspetto che facciano la mia squadra forte, difficilmente però mi identifico con il loro stare al mondo, intessuto di spacconerie e maneggi. Insomma gli verserei un abbonamento ma non ci andrei a cena. Con quel Pradè ci andrei invece a cena volentieri, sicuro che nessuno dei due si sentirebbe a disagio. So che Pradè mi comprerà un esterno o una punta o forse tutti e due. Per ora ha messo in squadra qualcosa che porta scritto sul retro della maglia “composta dignità”. A suo modo gioca anche lei, mi fa piacere che giochi per questa stagione nella Roma.
    Se il primo “bonus” è certo, il secondo è opinabile, eppure mi sembra, solo sembra per carità, di intravedere anche quello. Mutu gioca bene al calcio, conosce bene il campionato italiano, avrebbe funzionato bene nella Roma. Però per un po’ e non sempre. Per un po’, perché ha 30 anni. Non sempre, perché un campionato di fila ad altissimi livelli non l’ha mai fatto. Partite bellissime e anche tante le ha giocate, bastava certo. Ma non avanzava. Mutu insomma era quel che ci voleva quest’anno ma non era un affare. Io credo che con venti milioni in Spagna, Germania o Inghilterra ci siano giocatori che costituiscono migliore affare sia calcistico che economico.
    Fine dei “bonus”, perché il mancato arrivo di Mutu non è mica una festa. Significa lavoro, attesa, impegno, ansia, tentativi, chiacchiere. Insomma significa un agosto societario e tifoso tutto da sudare. Rinfreschiamo almeno questa giornata con qualcosa di leggero: un saluto e un sorriso. Il saluto è niente meno al presidente che più di tutti fa sorridere. Con il suo incedere da professore di scuola media che finge di essere di liceo, con il suo arrampicarsi con cordate di parole verso la vetta del concetto che quasi mai raggiunge, con il suo distendersi a coprire le competenze di allenatore, manager, filosofo, urbanista, fiscalista pro domo sua, e quanto altro gli venga in mente. Saluto Lotito ovviamente e stavolta è un saluto che somiglia pericolosamente ad un grazie. La camorra insieme a una parte del tifo militante e organizzato voleva usare una squadra di calcio per riciclare il denaro sporco. Lotito ha resistito alle pressioni, alle minacce e anche a quella che talvolta troppo frettolosamente viene identificata con la piazza tifosa. Ha resistito per se stesso e sono affari suoi. Per la sua Lazio e sono affari loro. Ma ha resistito anche un po’ per noi tutti, per tutti quelli che nel calcio lavorano, per quelli che del calcio ne fanno passione e anche un po’ vita. Almeno un saluto, stavolta solidale, se lo merita.
    Il sorriso finale è invece a misura di un uomo pubblico. Se non fosse tale, se non fosse pubblico il suo ruolo, la sua immagine e la sua offerta di sé a tutti noi spettatori, il sorriso sarebbe impertinente e maleducato. Ma Marco Civoli è andato volutamente e consapevolmente in scena così come l’abbiamo visto, ha voluto esser guardato per come l’abbiamo visto. Era il pomeriggio Rai dei calendari e il conduttore comunicava la sua idea del perfetto comunicatore sportivo: look tamarro-sport appunto. Gessato mafia che allarga la figura, fa imponenza e rimanda ad opulenza. Al polso destro quattro file di laccio masai multicolore (verde, rosso, giallo, turchese). Comunicano esoticità stile viaggi organizzati Alpitour. Al polso sinistro orologio quattro quadranti quattro in metallato- argento, altro che Agnelli che lo portava sopra il polsino, questo oggettino ce l’hanno solo gli androidi nei telefilm spaziali, presto però lo venderanno anche i cinesi al ristorante insieme agli accendini multicolori. Ognuno si veste come gli pare e nessuno è il legittimo detentore del buon gusto, ammesso che buon gusto esista ancora. Quindi mi scusi Civoli, come si veste lui vale come mi vesto io o chiunque altro. Ma lui lì interpretava, metteva in scena, indossava quel che secondo molti è più o meno l’abito di scena dell’informazione sportiva. Perciò l’attore e non l’uomo muoveva a un sorriso, un po’ mesto, che proprio si merita.

    * EDITORIALISTA GRUPPO L'ESPRESSO

    daje Pradè, lezione di stile:cool:
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4813560
    Originally posted by massituo
    Ex malo bonus


    Tu quoque, Brute, fili mi! :cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3.     Mi trovi su: Homepage #4813563
    NEl caso Mutu la Roma e Pradè hanno poco, se non nulla, da rimproverarsi. Se una società ti fissa il prezzo e ti dà la disponibilità alla vendita di un giocatore salvo poi rimangiarsela perchè allenatore e piazza si ribellano, hai poco da discutere.


    opppss ho rovinato il giochetto agli anti-romanisti...vabbè ne troverete a breve un altro :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4813564
    Originally posted by lallo
    NEl caso Mutu la Roma e Pradè hanno poco, se non nulla, da rimproverarsi. Se una società ti fissa il prezzo e ti dà la disponibilità alla vendita di un giocatore salvo poi rimangiarsela perchè allenatore e piazza si ribellano, hai poco da discutere.


    opppss ho rovinato il giochetto agli anti-romanisti...vabbè ne troverete a breve un altro :asd:
    leggi bene tutto
  5.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4813567
    Originally posted by lallo
    NEl caso Mutu la Roma e Pradè hanno poco, se non nulla, da rimproverarsi. Se una società ti fissa il prezzo e ti dà la disponibilità alla vendita di un giocatore salvo poi rimangiarsela perchè allenatore e piazza si ribellano, hai poco da discutere.


    opppss ho rovinato il giochetto agli anti-romanisti...vabbè ne troverete a breve un altro :asd:



    L'allenatore si è opposto, ma la piazza non si è ribellata, te lo assicuro, c'erano favorevoli e contrari, ma ribellarsi è un'altra cosa.

    Il presidente non ha accettato di vendere, quindi non se n'è fatto nulla.

    Ora basta rosikare, fatevene una ragione.

    crr crr :cool:
  6.     Mi trovi su: Homepage #4813568
    Originally posted by TonyManero
    L'allenatore si è opposto, ma la piazza non si è ribellata, te lo assicuro, c'erano favorevoli e contrari, ma ribellarsi è un'altra cosa.

    Il presidente non ha accettato di vendere, quindi non se n'è fatto nulla.

    Ora basta rosikare, fatevene una ragione.

    crr crr :cool:
    scusa tony ma rosicare di cosa ?
    siete voi che avete prima accettato di vendere per poi fare marcia indietro non capisco perchè debba essere una colpa di Pradè il fatto che la Fiorentina abbia cambiato idea dopo i malumori di prandelli e tifosi
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  7.     Mi trovi su: Homepage #4813569
    Originally posted by massituo
    il mondo è bello perchè vario :yy:
    cosa c'è nell'articolo che non ti convince ? non ti sembra una ricostruzione reale ?
    Capisco essere prevenuti, ognuno ha le proprie simpatie ed antipatie, ma perlomeno sforzatevi di criticare in maniera corretta.
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4813570
    Originally posted by lallo
    cosa c'è nell'articolo che non ti convince ? non ti sembra una ricostruzione reale ?
    Capisco essere prevenuti, ognuno ha le proprie simpatie ed antipatie, ma perlomeno sforzatevi di criticare in maniera corretta.
    ma sei sicuro di aver letto l'articolo?
  9.     Mi trovi su: Homepage #4813571
    Originally posted by massituo
    ma sei sicuro di aver letto l'articolo?
    comincio a dubitare che tu l'abbia fatto :asd: :asd:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te
  10.     Mi trovi su: Homepage #4813573
    Originally posted by massituo
    comincio a credere che sei proprio un romanista estremo...solo che ti hanno un po' educato e civilizzato:cool:
    come la storia insegna noi romani vi abbiamo portato la luce quando ancora brancolavate nel buio da quelle parti evidentemente è passato troppo tempo :cool:
    solo due cose sono infinite l'universo e la stupidita' delle persone
    A. Einstein


    [SIZE=1][I]Il mago fece un gesto e scomparve la fame, fece un altro gesto e scomparve l'ingiustizia, poi un altro ancora e te

  La Lezione Di Prade'

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina