1.     Mi trovi su: Homepage #4832360
    Clamorosa idea del presidente Fia: tutti i team con lo stesso propulsore

    ROMA, 18 settembre – Un unico propulsore per tutti i team di Formula 1. A formulare la clamorosa proposta non è uno qualsiasi, ma il presidente della Fia Max Mosley. Il quale, in un'intervista concessa all'Euipe, lancia questa idea, che a suo dire contribuirebbe a ridurre i costi del Circus e permetterebbe di rendere la ricerca nel settore applicabile anche alle auto normali. Quella del motore “comune” non è l'unica rivoluzione caldeggiata da Mosley, secondo il quale le scuderie dovrebbero adottare anche sospensioni e scatole del cambio comuni. In sostanza, la Formula 1 diventerebbe un campionato monomarca, con buona pace di squadre come la Ferrari o la Toyota che si costruiscono tutto in casa, dal telaio al propulsore.

    ----------------------------------------------------------

    Per me anche il pilota dovrebbe essere comune :asd: .....cloniamo Massa!! :asd:...ma buttiamo l'originale che non serve! :asd:
  2. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4832368
    in realtà ecco la vera ed unica idea innovativa:cool:

    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  3.     Mi trovi su: Homepage #4832371
    Ecclestone: «Dal 2010 motore unico in F1»

    Il gran capo del circus d’accordo con Mosley: «Bisogna ridurre i costi»

    LONDRA, 8 ottobre - Motore unico in Formula 1 dal 2010. La rivoluzionaria idea è di Bernie Ecclestone, che si mette così nella scia di Max Mosley. Ieri il presidente della Fia aveva invitato tutti i team a ridurre drasticamente i costi per evitare il fallimento del campionato. Oggi il gran capo del circus gli va dietro, affermando che ne va della sopravvivenza dello sport delle quattro ruote. «La cosa che mi interessa di più in questo momento - dice Ecclestone - è spingere il più possibile perché vada in porto questa idea dell’omologazione dei motori. Il propulsore dovrebbe diventare uguale per tutti e dovrebbero essere permessi solo due cambi nel corso del campionato. In questo modo i costi si ridurrebbero drasticamente».

    L’idea di Ecclestone non è quella di un unico fornitore per tutte le scuderie. Queste ultime, piuttosto, dovrebbero fabbricare i propri motori sulla base di un progetto comune. I team non in grado di procedere in questo senso, potrebbero rivolgersi a un’azienda esterna o, magari, a un’altra squadra. Il punto più controverso è quello della durata. Secondo il piano di Ecclestone, ognuno dei nuovi propulsori dovrebbe essere in grado di resistere almeno per metà stagione. E qui sorge una domanda: se un pilota dovesse rompere due volte prima della fine del campionato, dovrebbe restare fermo per le restanti gare? Vedremo. Altra questione: i grandi team come la Ferrari, che proprio sulla capacità di costruire motori migliori delle altre scuderie ha costruito molte delle sue fortune, accetteranno di autolimitarsi?

    Certo è che la coppia Ecclestone-Mosley è decisa ad andare avanti. «La situazione è davvero grave - ha dichiarato ieri il presidente della Fia -. Se non riusciamo a tagliare i costi a partire dal 2010, saremo in serissime difficoltà».

    :banana: :asd:

  Mosley choc: «In Formula 1 motore unico»

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina