1.     Mi trovi su: Homepage #4835586
    Che ne pensate della sig.ra GELMINI e delle sue idee sulla Scuola ?Avete figli ? Ritorno al maestro unico("punto di riferimento tradizionale"..etc) mi pare un passo indietro.Ai miei tempi era cosi
    perche' si trattava di insegnare a fare le aste e a leggere e scrivere.Quasi nulla di piu' I tempi non sono piu' quelli..pare venga dalla luna la ministra.Ho visto uscire dalle elementari le mie figlie e le mie nipoti con un bagaglio culturale che io non possedevo..
    Frutto proprio di insegnanti"specializzati" in varie discipline.

    Non ho mai notato problemi psicologici particolari perche'
    i"maestri" erano due o tre anziche' uno solo..

    Amenita' come il grembiule dei miei tempi non sono certo il fatto
    piu' irritante..E' il mascheramento come"esigenza culturale"(!)
    di una proposta che tende solo a tagliare le spese e quindi gli insegnanti.Ancora una volta i ministri vengono scelti con criteri che hanno poco di professionalta'..esperienza nel campo..ma con criteri"particolari"- La Gelmini era ASSESSORE nel suo comune
    all'AGRICULTURA. Che ci fa li' ? Mentre per la bella Carfagna si intuiscono i motivi della scelta del Premier(v. calendari e apparizioni tv: si sa come il nostro sia sensibile alle donne
    belle) qui non regge neppure questo suo principio: che stia
    invecchiando..che la vista non sia piu' buona ?Gelmini.(non se ne abbia),non e' Carfagna.Mi sa che nonostante il suo medico personale asserisca che lui tende alla immortalita' essendo super in tutto..qui una visita da un buon oculista si impone per il Re.

    Carfagna ministro della Repubblica ?
    Facciamo una petizione anche per miss Italia e le due veline?
    Sono MOLTO carine anch'esse !!

    :sbam:
  2.     Mi trovi su: Homepage #4835587
    La mia generazione è cresciuta con il maestro unico. Io avevo una maestra, la classica moglie del ricco possidente che, per passare il tempo, si dedicava ad un lavoro che non la impegnasse troppo e sopratutto le permettesse di essere libera tutta l'estate. Nonostante queste premesse è stata un'ottima maestra, mi ha insegnato tanto e si aggiornava continuamente. Ai miei tempi c'erano ancora le aste nei primi giorni delle elementari ma la mia maestra mi ha anche insegnato la matematica con gli insiemi, tanto per fare un'esempio, e i suoi insegnamenti mi hanno permesso di affrontare brillantemente gli studi superiori :) ma.... io sono stata fortunata, la scuola era anche diversa, eravamo diversi noi e i nostri genitori.... non so se tornare al maestro unico potrà essere altrettanto efficace di quando ho studiato io. Adesso alle elementari si insegnano molte più cose (anche se, visto il livello culturale delle nuove generazioni, tra l'insegnare e l'imparare c'è un abisso :asd: :asd: ). Se ti capita l'insegnante scansafatiche o ignorante sei fregato per la vita.... forse fra tre magari almeno uno era accettabile, se ti andava bene, e riuscivi a cavartela :)

    Il punto non sono i cambiamenti o il ritorno alle origini, secondo me, il problema è che tutto non viene fatto per migliorare la didattica e la sua efficacia, il tutto non è fatto per migliorare la scuola e favorire la crescita di "italiani migliori", il tutto è fatto per risparmiare.... e già.... si incassa poco e quel poco... perchè sprecarlo per l'istruzione? E' questo secondo me il vero problema :(

    Cosa ne penso della Sig.ra Gelmini e della Sig.ra Carfagna? Penso che in Italia oramai possa succedere di tutto:
    - che una starlette da calendari faccia una legge contro chi vende il corpo :cool:
    - che una che è andata in una città dove prendere una abilitazione fosse più facile (cercando quindi di tirare a fregare) parli male propio delle sedi dove lei è andata a prendere il suo titolo :rolleyes:
    - che un primo ministro plurindagato faccia una legge che solo a lui che ne ha bisogno blocchi a vita un processo....

    c'è bisogno di dire altro? Questa è l'Italia che vogliamo! Siamo il paese più africano e sudamericano che esista in europa (dal punto di vista politico)... cosa pretendiamo?
    Lara Jones TOMBRAIDER
  3.     Mi trovi su: Homepage #4835588
    Personalmente penso che il ritorno al maestro unico sia una boiata. I tempi sono cambiati, la scuola richiede competenze diverse, e non può pretendere che una mestra alle soglie della pensione si vada a fare le 100 ore di inglese per poterlo insegnare, quando esistono validissimi laureati in lingue. Lo stesso dicasi per informatica e ad altre materie che richiedono una competenza specifica.
    Ho una bambina alle elemantari e un ragazzo in terza media: penso di essere stata finora fortunata perchè ambedue sono capitati sin dalla prima elementare con moduli didattici validi. Tre maestre validissime ognuna con competenze specifiche nella propria area didattica . Ma perchè rovionare tutto questo?..

    Per la storia del grembiulino.. bè quella per me non era una novità: i miei figli lo hanno sempre indossato dalle materne in poi.. non sapevo neppure che in certe scuole non si usasse più :asd: ( ovviamente NON alle medie... sarebbe ridicolo secondo me)
    Per i periodi più caldi, tipo fine e inizio scuola, nel nostro circolo didattico hanno una Tshirt bianca con il logo della scuola e un simpatico cappellino a visiera.

    Altra novità: i voti. Questi mi vedono decisamente a favore .Trovo che il voto numerico sia molto più preciso riepstto al giudizio. Attenzione però: anche il voto deve essere motivato: quindi sì al numerino.. ma sempre acccompagnato da un giudizio che ne spieghi il perchè.

    Con il semplice giudizio i ragazzi non sempre sembrano cogliere il vero valore, positivo o negativo, delle loro prove scolastiche..

    "bè ho preso insuffiente.. pazienza.."... ne ho sentiti tanti dire così.. :asd: Quegli stessi che parlavano in questo modo... adesso hanno strizza tremenda di vedere scritto 3 o 4 sul registro

    :D
  4. Abbastanza felice  
        Mi trovi su: Homepage #4835589
    Mah, la mia opinione da esperto economco-fiscale è che più che una riforma imperniata su finalità meritocratiche sia condizionata solo da esigenze di bilancio.
    E' indubbio che il ritorno al maestro unico affiancato, mi sembra di aver capito, alla riduzione degli orari scolastici porterà ad un cospicuo risparmio delle spese statali.
    E' vero, come dice Marina, che ai nostri tempi la scuola era diversa e il maestro unico ebbe successo un pò dappertutto, ma era una società diversa, e sopratutto noi eravano diversi.
    I ragazzi di oggi vivono in un contesto completamente diverso che richiede un modus operandi che non è più quello di allora, devono confrontarsi con cittadini aventi cultura ed abitudini completamente diverse dalle nostre, sono bombardati mediaticamente e sopratutto hanno internet.
    In questo scenario in cui la società si sta evolvendo con un ritmo impressionante, la preparazione didattica del personale docente dev'essere di gran lunga superiore e più aperta di quella rigidamente metodologica di un tempo, e il ritorno al maestro unico, secondo il mio parere, non risponde alle attuali esigenze giovanili.
    Io ho 2 figlie piccole, una di 5 e l'altra di 3, e la grande il prossimo anno inizierà le elementari, sinceramente sono molto preoccupato per il suo futuro scolastico e non, speriamo comunque che il buon senso prevalga sulle necessità politiche.

    Per quanto riguarda la Carfagna, beh io non sarei così critico, è vero che i suoi trascorsi non ne fanno un modello perfetto, ma è anche vero che i politici si giudicano per le cose positive che fanno al paese e lei ha iniziato solo ora, aspettiamo, e poi non dimentichiamoci che uno dei più grandi e rimpianti presidenti americani (che hanno giuidato il mondo) in passato era stato solo un attore di Hollywood.
    Master Player TR Levels
    23 Orizzontale
  5.     Mi trovi su: Homepage #4835590
    Solo una piccolissima precisazione.... io non ho niente contro la Carfagna, se avesse le competenze per fare il Ministro dell'Economia, non avrei nessun problema per i suoi trascorsi, hai ragione Pablito, la gente si giudica per quello che fa.... e infatti mi andava bene che lei facesse il Ministro delle Pari Opportunità.... mi sono detta..... una con i suoi trascorsi forse avrà più sensibilità verso chi, come lei, è stata costretta a scendere a compromessi per emergere......e invece? che fa la Carfagna? Dichiara che ha "orrore di chi vende il proprio corpo" e fa una legge contro le prostitute e i loro clienti.... qualcuno vada a dirle che vendere le proprie immagini "nude" è vendere il proprio corpo... la poverina non l'ha capito :asd: :asd:

    P.S.: A me si che fa orrore vedere quanta gente è sfruttata per le strade :rolleyes:
    Lara Jones TOMBRAIDER
  6.     Mi trovi su: Homepage #4835592
    Dire che la prostituzione in strada deve cessare e' scoprire l'acqua calda.Molti, ministri e non, l'avevano gia detto.
    La soluzione pero' non e' mai stata trovata.

    Multare il cliente ? Perche' ? Non e' lui che invia la ragazza
    alla prostituzione...e' il suo magnaccia semmai.
    Lo sconcio deve finire: d'accordo.
    Le schiave devono essere"liberate"dagli sfruttatori:d'accordo.

    Ma se io sono un sano,normale single..senza fidanzata o moglie,
    se ho quel SANO NORMALE desiderio di sesso che Madre Natura ci ha dato..perche' NON posso cercare una donna a pagamento.?
    Se per le"religioni"(tutte) questo e' PECCATO non significa
    per uno stato laco che sia anche REATO.C'e' differenza e come.
    Non sono obbligato ad essere credente..sono invece pienamente
    giustificato come uomo o come donna se ho un normalissimo desiderio di far sesso ogni tanto.
    Allora..che si fa ? Se una donna VENDE LIBERAMENTE,non costretta da alcuno,il proprio corpo perche' DEVE essere un reato
    contro lo Stato ? Se lo fa a casa sua..dov'e' il reato ?
    Dovremmo dedurre allora che io e mia moglie compiamo un reato a letto ? Oppure reato invece NON e' solo perche' la Chiesa NON lo considera PECCATO in quanto sposati ? I quartieri cosidetti
    a luce rossa non sarebbero la soluzione allora per evitare
    lo sconcio sulle strade e liberarsi dai "protettori" ?

    Neppure questo, qui si puo' fare..il Vaticano NON vuole e quindi..
    .
    Finche' lo Stato non la smettera' di sentirsi moralizzatore
    delle coscienze(compito affidato ad altri semmai) e dei comportamenti sessuali delle persone(vedi DICO,omosessualita'
    etc) non se ne esce.In altri Paesi il problema e' stato risolto da tempo...ma qui abbiamo il Vaticano e le Binetti.

    Credo di avere la sua stessa fede e la speranza del Cristo
    figlio di Dio...leggo S.Paolo..ma mi separa da lei questo suo
    "estremismo islamico"...Datele un ometto per una sera..che si
    convinca che "sesso e' bello"..normale e se Dio ci ha creati cosi'
    doveva avere i suoi buoni motivi.:)
    :sbam:

  figli e istruzione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina