1. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4839632
    La recessione si fa sentire: il magnate russo ha perso 15 miliardi di euro in Borsa e potrebbe essere costretto a cedere qualche giocatore del Chelsea. Lo Spice boy e Victoria faticano invece a vendere la mega-villa di Madrid

    LONDRA (Gb), 12 ottobre 2008 - Anche i super-ricchi piangono. Colpa della recessione internazionale che non fa distinzione di conti in banca (anche quando sono a svariati zeri) o di professioni stellari (leggi, calciatori ma anche magnati del petrolio e affini). E stando ai giornali inglesi, le ultime due vittime del credit crunch sarebbero, nientemeno, che Roman Abramovich e David Beckham, seppur per motivi diversi.

    BORSA - Come scrive, infatti, il Sunday Sport, nelle ultime settimane il patron russo del Chelsea avrebbe perso in Borsa qualcosa come 12 miliardi di sterline (che al cambio attuale fanno poco più di 15 miliardi di euro) a causa del precipitare delle azioni di due sue compagnie, ovvero la Evraz e la Highland Gold. Un ammanco che, a detta di Sunday Espress e Sunday Star, potrebbe presto costringere i Blues a vendere alcuni dei giocatori più costosi, soprattutto se la crisi finanziaria che ha colpito i mercati di tutto il mondo dovesse continuare e visto che, oltretutto, il club londinese ha già un bilancio in rosso per 736 milioni di sterline (pari a 926 milioni di euro).

    TOSCANA - Un’eventualità che per il momento non sembra però spaventare né il presidente del Chelsea, Bruce Buck ("il nostro non è un debito esterno, ma nei confronti di Abramovich, che è un convinto investitore") né, tantomeno, lo stesso magnate russo che, allo Star Magazine (periodico a stelle e strisce) ha espresso la sua sconfinata passione per la Toscana: "Se potessi, me la comprerei tutta". Alla faccia della recessione.

    BECKHAM - Chi, invece, più che comprare vorrebbe vendere è David Beckham, che non riesce proprio a sbarazzarsi del villone di Madrid (5 camere da letto, piscina e persino un campo da calcio), sul mercato da ben 17 mesi. Inizialmente, per acquistare "Casa Beckham" (il soprannome è, manco a dirlo, di Victoria) ci volevano 5 milioni di sterline (poco meno di 6,3 milioni di euro), ma visto che non è arrivata alcuna offerta, i Beckham hanno deciso di abbassare il prezzo a 3 milioni di sterline (che sono pur sempre 3,7 milioni di euro), perdendoci almeno un paio di milioni rispetto all’esborso iniziale.

    MORALEJA - Secondo quanto racconta il Sunday Star, infatti, nel maggio del 2005 la mega-villa nel quartiere superchic della Moraleja era costata 4,5 milioni di sterline (5,6 milioni di euro), a cui si erano aggiunte altre 500.000 sterline (quasi 630.000 euro) per la ristrutturazione. "La proprietà è incredibile – ha detto un agente immobiliare spagnolo – ma il mercato è in fase di stallo e non ci sono state offerte, perché la crisi sta colpendo anche quelli più ricchi".

    http://www.gazzetta.it/Calcio/Estero/Primo_Piano/2008/10/12/ricchi.shtml

    I nuovi clochard.:cool:
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Abramovich e Beckham:anche i ricchi piangono

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina