1.     Mi trovi su: Homepage #4843155
    Amati e odiati bollini di sicurezza. Cosa ne pensate?
    Sono un buon modo per tenere i bambini lontani da certi prodotti?
    Credete ci vogliano regole più severe per fari rispettare dai rivenditori?
    Come informereste meglio i genitori che sembrano ignorarli (e spesso non capirli)?
    Li ritenete sempre giusti o qualche gioco vi ha lasciati perplessi?

    Io sull'argomento sono abbastanza bachettone. Il semplice "consiglio" del PEGI serv a poco o niente. L'intero settore, se vuole davvero sdoganarsi dalla sua immagine per bambini agli occhi dei genitori, deve cominciare a lavorare per far sì che certi prodotti non finiscano nelel mani sbalgiate. Le pubblicità su certe riviste per un pubblico meno maturo e la presenza di giochi violenti nelle torrette del Mediaworld (per fare un esempio) non credo aiutino in questo senso.
  2. Felice con qualche nube  
        Mi trovi su: Homepage #4844093
    Bella domanda.
    Secondo me il PEGI può essere una buona idea per indirizzare i genitori sui contenuti, il problema in questo caso è che fondamentalmente sono proprio i genitori a non capire cosa crisbio stanno facendo. Troppe persone pensano ancora ai videogiochi come ai fumetti ed ai cartoni animati, cioè che "Sono tutte stronzate per ragazzi". Ovviamente generalizzare in questo modo non è solo sbagliato ma è foriero di malintesi a profusione.
    Del resto anche utilizzare il PEGI per vietare (vietare, non consigliare l'età come sta facendo ora) la vendita a chi non ha l'età necessaria è sbagliato. No, più che sbagliato è inutile. Sfido chiunque a dirmi che non ha mai avuto a che fare con materiale VM18 quando ancora i 18 anni erano un traguardo lontano. Vietando si aumenterebbe solo la voglia di possedere tali prodotti, quindi  direi che sarebbe una cosa da evitare.

    Di sicuro un po' di pubblicità informativa non guasterebbe: in un paese che non sa nemmeno come si chiama il presidente della repubblica, figuriamoci il PEGI...
    Vieni a trovarci su The First Place e su Arcade Extreme, i siti per il vero videogamer!

    My Steam ID
  3.     Mi trovi su: Homepage #4848322
    Non basta.
    Così come non basta il bollino V.M.18 per evitare che un minorenne acquisti un dvd porno.
    Allo stesso tempo, per quanto mi riguarda, il PEGI è sufficiente per allontanare critiche/polemiche/roghi da parte dei benpensanti. Se avessi un figlio (e mai lo avrò, ci mancherebbe) cercherei di controllare giochi, film e fumetti che acquista. La maggior parte delle critiche che vengono avanzate è ipocrita, perchè un videogioco costa un bel po' e i genitori dovrebbero preoccuparsi un minimo di come i figli spendono i soldi elargiti. Se poi il ragazzino scarica o, magari, spaccia... beh, il problema è un altro e il PEGI non c'entra niente.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4849838
    I bollini, senza i dovuti controlli, sono solo abbruttimenti per le copertine.
    I commercianti vendono lo stesso anche ai marmocchi, a loro interessano i soldi in cassa.
    Allo stesso modo, molti genitori nemmeno sanno che è questo PEGI.
    Ci vorrebbe un bel periodo di mazzate e controlli, vedi poi come ti vendono il GTA da 60 euro al marmocchio, se rischiano 2000 € di sanzione!
  5.     Mi trovi su: Homepage #4849904
    AetherIsHuge ha scritto:
    I bollini, senza i dovuti controlli, sono solo abbruttimenti per le copertine.
    I commercianti vendono lo stesso anche ai marmocchi, a loro interessano i soldi in cassa.
    Allo stesso modo, molti genitori nemmeno sanno che è questo PEGI.
    Ci vorrebbe un bel periodo di mazzate e controlli, vedi poi come ti vendono il GTA da 60 euro al marmocchio, se rischiano 2000 € di sanzione!
       Esatto, al Gamestop una commessa fermo preoccupata un genitore che stava comprando GtA 3 al suo figlio di dieci anni, mi dissi ecco il PegI funziona 8-)
    , invece l' unico biasimo era sul fatto che sul suo pC non avrebbe funzionato causa hardware vecchio :\ .
     Il sistema Pegi è solo un modo delle SH di pararsi il didietro in caso di denunce di genitori che pensano che più che il loro disinteresse e educazione sbagliata , è colpa dei videogiochi se i loro figli sono maleducati e violenti.
    Perchè non mi fa loggare?
  6. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #4850598
    Vitoiuvara ha scritto:
    Amati e odiati bollini di sicurezza. Cosa ne pensate?
    Sono un buon modo per tenere i bambini lontani da certi prodotti?
    Credete ci vogliano regole più severe per fari rispettare dai rivenditori?
    Come informereste meglio i genitori che sembrano ignorarli (e spesso non capirli)?
    Li ritenete sempre giusti o qualche gioco vi ha lasciati perplessi?

    Io sull'argomento sono abbastanza bachettone. Il semplice "consiglio" del PEGI serv a poco o niente. L'intero settore, se vuole davvero sdoganarsi dalla sua immagine per bambini agli occhi dei genitori, deve cominciare a lavorare per far sì che certi prodotti non finiscano nelel mani sbalgiate. Le pubblicità su certe riviste per un pubblico meno maturo e la presenza di giochi violenti nelle torrette del Mediaworld (per fare un esempio) non credo aiutino in questo senso.
      
    No, no, no.

    Lo "sdoganamento" intanto lo considero un problema mentale della gente. Se oggi, come ieri, uno mi viene a dire "i videogiochi son roba da ragazzini" io gli rido in faccia. Credere che possano acquistare "reputazione" con un divieto è ingenuità e basta. I soldi muovono il mondo, insieme al ricambio generazionale. Mia nonna non potrà mai essere convinta che i videogame non sono roba solo per bimbi scemi, puoi vietare quello che ti pare. Fra 20 anni, quando i videogiocatori di oggi e di ieri ne avranno 35-60, allora saranno loro a fare cultura e il videogioco sarà pienamente accettato, cosa di cui poi ripeto, mi frega zero.

    La cosa importante è NON vietare, è tutta roba finta, più finta di un film. FORSE, e dico FORSE, da vietare realmente ci sarà un gioco ogni 4000 e lo dico più per non far muro che per vera convinzione.

    Se un ragazzino non è "pronto" per un gioco semplicemente non lo prenderà, o se lo farà lo butterà da una parte poco dopo. Se la "moda" gli imporrà di andare avanti e lui lo farà, allora vorrà dire che era "pronto". E se anche non fosse, di certo non subirà traumi per un po' di sangue digitale e non diverrà certo un ladro perchè frega le auto in GTA.

    Vietare i videogame è solo una delle ultime vette di stupidità moralista e burocratica dei nostri tempi. ;)
  7. al bagno.  
        Mi trovi su: Homepage #4851938
    Non ho il tempo di leggere tutti i commenti...
    Comunque io sono minorenne, il 7 novembre esce GoW2 (per fare un esempio).

    Io dovrei perdermi un capolavoro simile per l'età?
    In fondo, IMHO, il pegi è un consiglio... ci può essere il bimbominchia che si fa trasportare dal gioco e che si lascia prendere troppo la mano. Ma finchè io non gioco e mi diverto nella mia stanza uscendone senza alcun problema non vedo perchè vietarmelo.
    Certo, possibilmente non sono abbastanza maturo per quel gioco, c'è questa possibilità.


    Ps:
    come ho letto nel post di Vito: è sempre il solito paradosso "i videogiochi sono per bambini" "i videogiochi sono violenti vanno aboliti"...
    Mi ricorda tanto qualche anno fa (un bel po') quando i miei genitori non mi permettevano di vedere anime e cartoni animati perchè troppo violenti... ora mi dicono che è roba da bambini.
    Vae Victis
    now playing: Gears of War 2 Live ; GH:WT
    il prossimo: CoD:MW2
  8. al bagno.  
        Mi trovi su: Homepage #4851940
    Atlas ha scritto:
    Se un ragazzino non è "pronto" per un gioco semplicemente non lo prenderà, o se lo farà lo butterà da una parte poco dopo. Se la "moda" gli imporrà di andare avanti e lui lo farà, allora vorrà dire che era "pronto". E se anche non fosse, di certo non subirà traumi per un po' di sangue digitale e non diverrà certo un ladro perchè frega le auto in GTA.

    Vietare i videogame è solo una delle ultime vette di stupidità moralista e burocratica dei nostri tempi. ;)
     Forse è la prima volta che sono d'accordo con te su qualcosa.

    porto i miei 2 esempi: 
    Quand'ero piuttosto piccolo giocavo a Doom... nessun problema, anzi sono felice di non essermi lasciato scappare un bel gioco come quello.
    Quasi nello stesso periodo acquistai Dino Crisis... su quello non riuscii a proseguire.
    Vae Victis
    now playing: Gears of War 2 Live ; GH:WT
    il prossimo: CoD:MW2
  9. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4851990
    ToTy ha scritto:
    Non ho il tempo di leggere tutti i commenti...
    Comunque io sono minorenne, il 7 novembre esce GoW2 (per fare un esempio).

    Io dovrei perdermi un capolavoro simile per l'età?
    In fondo, IMHO, il pegi è un consiglio... ci può essere il bimbominchia che si fa trasportare dal gioco e che si lascia prendere troppo la mano. Ma finchè io non gioco e mi diverto nella mia stanza uscendone senza alcun problema non vedo perchè vietarmelo.
    Certo, possibilmente non sono abbastanza maturo per quel gioco, c'è questa possibilità.


    Ps:
    come ho letto nel post di Vito: è sempre il solito paradosso "i videogiochi sono per bambini" "i videogiochi sono violenti vanno aboliti"...
    Mi ricorda tanto qualche anno fa (un bel po') quando i miei genitori non mi permettevano di vedere anime e cartoni animati perchè troppo violenti... ora mi dicono che è roba da bambini.
    Quoto in tutto.
  10.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4852097
    ToTy ha scritto:
    Non ho il tempo di leggere tutti i commenti...
    Comunque io sono minorenne, il 7 novembre esce GoW2 (per fare un esempio).
    Io dovrei perdermi un capolavoro simile per l'età?
    Fosse per me, sì.

    In fondo, IMHO, il pegi è un consiglio... ci può essere il
    bimbominchia che si fa trasportare dal gioco e che si lascia prendere
    troppo la mano. Ma finchè io non gioco e mi diverto nella mia stanza
    uscendone senza alcun problema non vedo perchè vietarmelo.

    E noi come facciamo a saperlo? Il PEGI, e gli altri sistemi di classificazione di film e quant'altro, è fatto appunto per proteggere determinate fasce di pubblico da contenuti non adatti a loro. E per quanto possa capire il tuo punto di vista, l'esposizione a troppa violenza grafica secondo me *non* è un bene.

    Certo, possibilmente non sono abbastanza maturo per quel gioco, c'è questa possibilità.

    Appunto.
    "Don't be such a baby, ribs grow back..."
    Massì dài, spam: delu[XE].
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4852200
    Hammer ha scritto:
    E noi come facciamo a saperlo? Il PEGI, e gli altri sistemi di
    classificazione di film e quant'altro, è fatto appunto per proteggere
    determinate fasce di pubblico da contenuti non adatti a loro. E per
    quanto possa capire il tuo punto di vista, l'esposizione a troppa
    violenza grafica secondo me *non* è un bene.

    Ma non è preciso. Prendi Prince of Persia che ho giocato a 9 anni (quindi ero più piccolo dell' età consigliata) e quando l' ho finito mi sono detto "perchè c'è scritto 12-16 (ora non ricordo) se poi è una stronzata"?
  12. al bagno.  
        Mi trovi su: Homepage #4852329
    @hammer:
    mettiti nei miei panni... tu lasceresti passare tanti bei giochi solo per il pegi?

    Poi, cosa può cambiare da un anno all'altro? per fare un esempio
    se A a 17 anni e B ne ha 18... perchè B dovrebbe essere più maturo di A ?

    Senza contare che c'è anche gente che va retrogredendo con l'età.
    Vae Victis
    now playing: Gears of War 2 Live ; GH:WT
    il prossimo: CoD:MW2
  13.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4852366
    ToTy ha scritto:
    @hammer:
    mettiti nei miei panni... tu lasceresti passare tanti bei giochi solo per il pegi?
    Non mi devo e non mi voglio mettere nei tuoi panni, così come non lo deve fare chi decide le classificazioni dei giochi. Che siano bei giochi o meno non conta nulla, sono i loro contenuti a essere importanti.

    Poi, cosa può cambiare da un anno all'altro? per fare un esempio
    se A a 17 anni e B ne ha 18... perchè B dovrebbe essere più maturo di A ?

    Allora perché non 16? Che poi, la differenza è solo di un anno, facciamo 15 a questo punto, no? Volendo potremmo fare 14, tanto sempre solo di un anno si tratta. Potremmo continuare all'infinito.

    Senza contare che c'è anche gente che va retrogredendo con l'età.

    Ti sei appena dato la zappa sui piedi.

    Comunque, i sistemi di classificazione sono fatti per fuzionare a livello generale. Ovvio che ci possono essere casi specifici in cui il PEGI è una limitazione per individui più maturi, ma ci sono sicuramente anche casi in cui è utile per determinate persone.
    Come tutte le regole di un certo tipo, maggiore sicurezza/tutela equivale a una limitazione della nostra libertà. È un prezzo che si è sempre pagato, e lo leggiamo sui giornali tutti i giorni.
    "Don't be such a baby, ribs grow back..."
    Massì dài, spam: delu[XE].
  14.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4852369
    theskorpion ha scritto:
    Ma non è preciso. Prendi Prince of Persia che ho giocato a 9 anni (quindi ero più piccolo dell' età consigliata) e quando l' ho finito mi sono detto "perchè c'è scritto 12-16 (ora non ricordo) se poi è una stronzata"?
    Nessuno dice che il sistema non sia migliorabile. Ciò non togli che tu a quel gioco non avresti dovuto giocare.
    "Don't be such a baby, ribs grow back..."
    Massì dài, spam: delu[XE].

  PEGI o non PEGI!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina