1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4848189
    Roma è tappezzata di splendidi manifesti che invitano le persone a scendere in piazza, con lo slogan "Salva il paese". Abbastanza ipocrita, visto che il Pd non sta facendo assolutamente niente, e pretende pure di colpevolizzare il prossimo per scaricarsi di ogni responsabilità.

    Però mi interesserebbe conoscere anche l'opinione di Vito in proposito. XD
    All that I take with me is all you've left behind,
    We're sharing one eternity, living in two minds.
    Linked by an endless thread impossible to break.
  2.     Mi trovi su: Homepage #4848233
    darkmartin ha scritto:
    Roma è tappezzata di splendidi manifesti che invitano le persone a scendere in piazza, con lo slogan "Salva il paese". Abbastanza ipocrita, visto che il Pd non sta facendo assolutamente niente, e pretende pure di colpevolizzare il prossimo per scaricarsi di ogni responsabilità.

    Però mi interesserebbe conoscere anche l'opinione di Vito in proposito. XD
      http://www.repubblica.it/2008/09/sezioni/politica/partito-democratico-20/veltroni-repubblica-tv/veltroni-repubblica-tv.html

    Non capisco davvero il senso di voler fare opposizione dura contro Berlusconi, parlando di "aria di piombo" e nel frattempo scaricare Di Pietro che queste cose le ha sempre dette. La mossa del PD sembra piu' un "Oh, Silvio, siamo pur il 30%, devi darci una fetta piu' grossa". Triste, inimmaginabile, ma credo sia cosi'. :(
  3.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4848309
    Vito ha scritto:
    Triste, inimmaginabile, ma credo sia cosi'. :(
       Il problema del Pd è proprio questo: non riesce a comunicare di essere diverso da chi è al governo, visto che appoggia qualsiasi cosa o al massimo si astiene. Il "governo ombra" doveva essere una mossa per dimostrare cosa avrebbero potuto fare loro se avessero vinto. Purtroppo ci sono riusciti, e il ritorno è la disaffezione dei pochi che ci avevano creduto. Non capisco da dove venga la convinzione di poter vincere contro un nemico che ti getta fango addosso da mane a sera in ogni occasione dicendo timidamente "forse se prendevi del terriccio un pò più argilloso si intonava meglio con la mia cravatta, ma comunque accettiamo il tuo punto di vista".

    Non si può scorporare la questione dell'idoneità e dell'etica dalla vita pubblica (e tu che sei negli USA ne puoi avere un buon esempio).

    Di Pietro è l'unico che si batte per questioni di principio (a parte alcuni esponenti della Lega) che sono talmente elementari che non si dovrebbe nemmeno starne a discutere. Quindi giustamente se ne prensono le distanze, addirittura dicendo che si è stati "ingannati". Perchè giustamente l'inganno nella neolingua è aderire al programma promosso in campagna elettorale.

    Il problema attuale dell'Italia (visto dalla parte dei politici) è che le cose da spartire sono sempre di meno. Dopo decenni di malgoverno (visto che appena sono state eliminate le mele marce ne sono scese in campo altre a riempire il vuoto) la torta da spartire non è più succosa come prima.

    E la cosa che mi stupisce è che dopo decenni passati a combattere distopie in qualsiasi videogioco quando ci troviamo effettivamente in una non riusciamo a riconoscerla perchè è nascosta dietro un muro di protesi al silicone.

    [Modificato da darkmartin il 22/10/2008 10:32]

    All that I take with me is all you've left behind,
    We're sharing one eternity, living in two minds.
    Linked by an endless thread impossible to break.
  4. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4848929
    Due facce della stessa identica medaglia. Com'è che finiva la Fattoria degli Animali.
    Questo tipo di democrazia in Italia ha fallito, è irrecuperabile. Urge una nuova soluzione. Ci vorrebbe un Palpatine, magari del lato luninoso...
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  5.     Mi trovi su: Homepage #4848995
    Se posso dire la mia, da elettore di destra (ho votato PDL, ma sarei più verso la Lega se non fosse che alcune cose me lo impediscono ancora), pollice dritto per Di Pietro e la sua opposizione, pollice verso per il PD. Voglio dire: quando sento parlare Di Pietro o altro esponente dell'IDV vedo delle persone realmente convinte di quello che dicono, coerenti con le loro idee e con cui posso non essere d'accordo ma verso cui, tuttavia, nutro il massimo rispetto possibile (e a volte condivido pure alcune idee, proposte o proteste). Quando sento parlare Veltroni o altro esponente del PD...boh...non so cosa pensare. Sento affermazioni completamente contraddittorie l'une dalle altre, vedo cavalcare farsi, polemiche, proteste più per disperazione e confusione che per vera convinzione. Non riesco a dire semplicemente "non sono d'accordo", ma invece mi viene più da dire "ma non hanno senso queste cose messe insieme!". Sarà che poi di Veltroni non riesco a sopportare un certo moralismo imperante nelle sue affermazioni, anzi...quasi un buonismo che è veramente lontano dal mio modo di essere e di pensare, però...non so...quella del PD mi sembra un'opposizione sterile, ancora sconvolta dalla sconfitta elettorale (soprattutto perché preceduta da proclami di vittoria in tasca da parte del segretario) e che, presa di sorpresa da chi con le mani in mano non è stato (Di Pietro), si ritrova a cercare di salvare il salvabile aggrappandosi con le unghie a qualunque opportunità di fare opposizione. D'altronde, come gli italiani la stanno pensando lo si vede bene nei sondaggi: l'IDV sarebbe ormai sopra il 10% e il PD starebbe scendendo sotto la soglia del 30%...un risultato del genere alle Europee sarebbe disastroso per la leadership di Veltroni.

    [Modificato da Maximus il 22/10/2008 19:13]

    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  6.     Mi trovi su: Homepage #4849007
    Maximus ha scritto:
    Se posso dire la mia, da elettore di destra (ho votato PDL, ma sarei più verso la Lega se non fosse che alcune cose me lo impediscono ancora), pollice dritto per Di Pietro e la sua opposizione, pollice verso per il PD. Voglio dire: quando sento parlare Di Pietro o altro esponente dell'IDV vedo delle persone realmente convinte di quello che dicono, coerenti con le loro idee e con cui posso non essere d'accordo ma verso cui, tuttavia, nutro il massimo rispetto possibile (e a volte condivido pure alcune idee, proposte o proteste). Quando sento parlare Veltroni o altro esponente del PD...boh...non so cosa pensare. Sento affermazioni completamente contraddittorie l'une dalle altre, vedo cavalcare farsi, polemiche, proteste più per disperazione e confusione che per vera convinzione. Non riesco a dire semplicemente "non sono d'accordo", ma invece mi viene più da dire "ma non hanno senso queste cose messe insieme!". Sarà che poi di Veltroni non riesco a sopportare un certo moralismo imperante nelle sue affermazioni, anzi...quasi un buonismo che è veramente lontano dal mio modo di essere e di pensare, però...non so...quella del PD mi sembra un'opposizione sterile, ancora sconvolta dalla sconfitta elettorale (soprattutto perché preceduta da proclami di vittoria in tasca da parte del segretario) e che, presa di sorpresa da chi con le mani in mano non è stato (Di Pietro), si ritrova a cercare di salvare il salvabile aggrappandosi con le unghie a qualunque opportunità di fare opposizione. D'altronde, come gli italiani la stanno pensando lo si vede bene nei sondaggi: l'IDV sarebbe ormai sopra il 10% e il PD starebbe scendendo sotto la soglia del 30%...un risultato del genere alle Europee sarebbe disastroso per la leadership di Veltroni.
     Oh benissimo, ero curioso di sentire un commento da parte di un elettore di destra. La mia impressione e' che questo governo stia facendo piu' o meno quello per cui l'elettore di destra l'ha votato, quindi dovrebbe essere piu' o meno soddisfatto. Naturalmente io penso che quello che sta facendo il governo e' tutta una serie di provvedimenti propagandistici senza costrutto (sicurezza, immigrati, economia etc).
    Ma una opposizione, oddio, una vera opposizione dovrebbe essere arrivata al punto di strapparsi le vesti, darsi fuoco in piazza, invocare i lanzichenecchi! Qui siamo all'apoteosi del berlusconismo in ogni sfaccettatura, perche' dall'altra parte non si radicalizzano? Due ipotesi:
    -sono solo la stessa minestra con un altra bandiera, vogliono la loro parte e stanno buoni
    -hanno paurissima perche' e' 15 anni che siamo su un piano inclinato e qualunque cosa facciano rende piu' forte berlusconi. In stato di totale panico, decidono di annullarsi e non fiatare. Oh, questa idea non e' cosi' assurda no?
  7. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4849014
    Vi ricordo, da videogiocatore a videogiocatori, che Veltroni, da sindaco di Roma, lanciò i suoi strali verso il celebre "gioco in cui vince ci seppellisce viva la bambina" ovviamente senza sapere nulla su ciò di cui si stava parlando.
    La disonestà intellettuale è un modo di essere, non è una cosa che và e che viene, se sei disonesto intellettualmente su una cosa del genere lo sarai anche su tante altre cose.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  8.     Mi trovi su: Homepage #4849022
    Vito ha scritto:
    Oh benissimo, ero curioso di sentire un commento da parte di un elettore di destra. La mia impressione e' che questo governo stia facendo piu' o meno quello per cui l'elettore di destra l'ha votato, quindi dovrebbe essere piu' o meno soddisfatto. Naturalmente io penso che quello che sta facendo il governo e' tutta una serie di provvedimenti propagandistici senza costrutto (sicurezza, immigrati, economia etc).
    Ma una opposizione, oddio, una vera opposizione dovrebbe essere arrivata al punto di strapparsi le vesti, darsi fuoco in piazza, invocare i lanzichenecchi! Qui siamo all'apoteosi del berlusconismo in ogni sfaccettatura, perche' dall'altra parte non si radicalizzano? Due ipotesi:
    -sono solo la stessa minestra con un altra bandiera, vogliono la loro parte e stanno buoni
    -hanno paurissima perche' e' 15 anni che siamo su un piano inclinato e qualunque cosa facciano rende piu' forte berlusconi. In stato di totale panico, decidono di annullarsi e non fiatare. Oh, questa idea non e' cosi' assurda no?
     Guarda, sul discorso dell' "inciucio" o del "sono tutti la stessa minestra", secondo me andrebbero fatte delle precisazioni. Nel senso che magari è così razionalmente (dopo mi spiego), ma il fatto è che loro non lo sanno! Ora spiego il mio pensiero. E' verissimo che andando ad analizzare le idee, i programmi, i discorsi di PD e PDL (soprattutto durante la campagna elettorale) ci si accorge che, valutandoli dall'esterno (cioè estranei alla vita politica italiana), potrebbero essere quasi scritti e pensati dallo stesso gruppo di persone. Ed in effetti, a parte un discorso di antipatia personale, certo non mi sarei strappato le vesti se ad aprile avessero vinto il PD e Veltroni. Il fatto è che, se invece si entra dentro questi partiti, ci si accorge che chi c'è dentro considera l'altro la cosa più distante che ci sia da lui. Conosco iscritti a PD e PDL, anche dirigenti, che veramente alla sola idea dell'inciucio hanno l'orticaria. Imho, Berlusconi, per quanto si può vedere dall'esterno, ancora un po' a Veltroni non stringerebbe neanche la mano. E secondo me in questo ha bellamente usato Veltroni e il PD, inconsapevoli, per i suoi scopi: li ha avvicinati, ammansiti (allontanando da loro tutti gli altri partiti più estremi e moltissimi elettori) con l'odore della Grande Coalizione, pur essendo già certo di trionfare alle elezioni e lasciandoli infine senza neanche una briciola di potere, anzi, arrivando al punto di calcolare così bene le cose da convincere pure l'opinione pubblica che se dialogo non c'è stato è colpa degli altri. 
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  9.     Mi trovi su: Homepage #4849027
    Maximus ha scritto:
    Guarda, sul discorso dell' "inciucio" o del "sono tutti la stessa minestra", secondo me andrebbero fatte delle precisazioni. Nel senso che magari è così razionalmente (dopo mi spiego), ma il fatto è che loro non lo sanno! Ora spiego il mio pensiero. E' verissimo che andando ad analizzare le idee, i programmi, i discorsi di PD e PDL (soprattutto durante la campagna elettorale) ci si accorge che, valutandoli dall'esterno (cioè estranei alla vita politica italiana), potrebbero essere quasi scritti e pensati dallo stesso gruppo di persone. Ed in effetti, a parte un discorso di antipatia personale, certo non mi sarei strappato le vesti se ad aprile avessero vinto il PD e Veltroni. Il fatto è che, se invece si entra dentro questi partiti, ci si accorge che chi c'è dentro considera l'altro la cosa più distante che ci sia da lui. Conosco iscritti a PD e PDL, anche dirigenti, che veramente alla sola idea dell'inciucio hanno l'orticaria. Imho, Berlusconi, per quanto si può vedere dall'esterno, ancora un po' a Veltroni non stringerebbe neanche la mano. E secondo me in questo ha bellamente usato Veltroni e il PD, inconsapevoli, per i suoi scopi: li ha avvicinati, ammansiti (allontanando da loro tutti gli altri partiti più estremi e moltissimi elettori) con l'odore della Grande Coalizione, pur essendo già certo di trionfare alle elezioni e lasciandoli infine senza neanche una briciola di potere, anzi, arrivando al punto di calcolare così bene le cose da convincere pure l'opinione pubblica che se dialogo non c'è stato è colpa degli altri.
      In pratica, si sono fatti infinocchiare come principianti. E questi dovrebbero essersi formati alla scuola del PC? :6
  10.     Mi trovi su: Homepage #4849037
    Vito ha scritto:
    In pratica, si sono fatti infinocchiare come principianti. E questi dovrebbero essersi formati alla scuola del PC? :6
     Secondo me sì. Cosa che Di Pietro ha capito immediatamente, rifiutandosi di formare un gruppo unico con il PD e iniziando da subito una vera opposizione. E sta già raccogliendo i frutti di questa scelta, elettoralmente parlando. Veltroni ha fatto una campagna elettorale tutta pacata e moderata (oddio, quanto era insopportabile quel "il maggiore esponente delle schieramento avversario") spinto dalla convinzione di pareggiare e di "inciuciare", mantenuta dai sondaggi (ricordiamo che i suoi e quelli di tutti i giornali gli davano ragione...tranne quelli di Berlusconi, che ha azzeccato alla perfezione il risultato*) e, imho, dal PDL stesso. Poi ad aprile è capitato il patatrac e il PD si è trovato in completo stato confusionale. Tutto imho, eh.
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  11.     Mi trovi su: Homepage #4849047
    Maximus ha scritto:
    Secondo me sì. Cosa che Di Pietro ha capito immediatamente, rifiutandosi di formare un gruppo unico con il PD e iniziando da subito una vera opposizione. E sta già raccogliendo i frutti di questa scelta, elettoralmente parlando. Veltroni ha fatto una campagna elettorale tutta pacata e moderata (oddio, quanto era insopportabile quel "il maggiore esponente delle schieramento avversario") spinto dalla convinzione di pareggiare e di "inciuciare", mantenuta dai sondaggi (ricordiamo che i suoi e quelli di tutti i giornali gli davano ragione...tranne quelli di Berlusconi, che ha azzeccato alla perfezione il risultato*) e, imho, dal PDL stesso. Poi ad aprile è capitato il patatrac e il PD si è trovato in completo stato confusionale. Tutto imho, eh.
     Sul discorso della "campagna elettorale moderata". A me e' sembrata un po' un ultima spiaggia. L'idea era buona: "il paese ha bisogno di andare avanti, bisogna chiudere questa pagina". Purtroppo non puoi fare una campagna elettorale senza entrare nel merito e dare un motivo per cui votarti. Il Pdl e' un po' un carrozzone, e sono sicuro che anche chi li ha votati riconosce questi dati oggettivi: Lega (persino gli elettori di destra penso che guardino con perplessita' un borghezio o le loro simpatie per i neonazisti...), An (un partito etereo con un leader muto), FI (un non partito, costruito per gli interessi di un magnate). Eppure, con la loro chiarezza sulla sicurezza, hanno dato un motivo per il voto.

    La stessa chiarezza che ha Di Pietro. Fondamentalmente: Legalita', moralita'. Pero' ho i brividi sulle questioni pratiche. Ok "le leggi vanno applicate", ma quando devi farne una tu? Staminali, dico, ricerca, opere pubbliche?
  12. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4849111
    Appoggio completamente Di Pietro quando dice che é insensato prendersela con l'Idv una volta deciso di fare opposizione; ma in fondo capisco la decisione di Veltroni, visto che l'Idv prende non prede occasione per perculare il PD e lanciargli le sue frecciatine.


    Cmq l'alleanza non é proprio finita... in pratica é stato solo una annuncio mediatico di Veltroni, e neanche su questo il PD si mette d'accordo.

  13.     Mi trovi su: Homepage #4849344
    Vito ha scritto: 
    ...
     Due ipotesi:
    -sono solo la stessa minestra con un altra bandiera, vogliono la loro parte e stanno buoni
    -hanno paurissima perche' e' 15 anni che siamo su un piano inclinato e qualunque cosa facciano rende piu' forte berlusconi. In stato di totale panico, decidono di annullarsi e non fiatare. Oh, questa idea non e' cosi' assurda no?
     
    Guarda Vito, sul primo punto mi trovi praticamente d'accordo.
    E' da anni che sono convinto di questo, sia nel piccolo (politica locale) che nel grande (politica nazionale).
    Ognuno pensa a crearsi il suo orticello di potere e lo coltiva per renderlo sempre più prospero.

    Per il resto invece anche Di Pietro non mi convince e mi pare un'opportunista, perchè:
    1) a volte faccio fatica a capire quello che dice
    2) nel primo governo Berlusconi, in piena epoca post-tangentopoli quando il marketing di Forza Italia richiedeva solo e soltanto persone che non fossere mai state inquisite, era tra i maggiori candidati per fare il ministro della Giustizia (e per poco non lo è diventato)
    3) è finito ad insegnare in una Università varesotta creata a hoc dagli industrialotti della zona per far laureare i loro figli senza troppi patemi
    4) adesso in politica ha capito che, nonostante tutto, l'antiBerlusconismo tira sempre e si sta creando uno zoccolo duro che potrà rivendere al meglio
    5) a volte ripercorre li stessi vizi delle vecchia politica che vuole abbattere. Anche l'IdV ha il suo bel giornale di partito, ci ha piazzato dentro la figlia come direttore a lavorare per un giornale che in edicola non vedrò mai e si becca 1,3 mln di euro per la legge di finanziamento dei giornali di partito (dati letti in un articolo di Stella di qualche mese fa, quindi potrei aver sbagliato qualcosa a citare)
    6) certe sue idee a volte mi fanno pensare: "Ma uno con queste idee, come fa a stare a sinistra?" (anche se il saggio Gaber aveva già capito tutto)
    "bianco che abbraccia il nero"
  14.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4849404
    jurgen18 ha scritto:
    "Ma uno con queste idee, come fa a stare a sinistra?"

    Probabilmente è la persona più di destra del Parlamento. Semplicemente non c'è una vera Destra (come non c'è una vera Sinistra) in Parlamento ad occupare i banchi di quell'ala, ma semplicemente un gruppo di interesse che ne ha preso il nome per semplice fatto di comodo. Come del resto gran parte degli esponenti del Pd sono nel Pd semplicemente perchè lì avevano trovato posto. Ora con la questione delle liste elettorali il mercato dei parlamentari "che prendono voti e scaldano la sedia" è più che mai valido.

    Le dichiarazioni di appartenenza a una determinata ideologia fanno nella maggior parte dei casi parte di semplice "colore", un modo per far parlare di sè e di alimentare l'impressione che sia un dibattito politico, quando poi in realtà non c'è. La coalizione al potere ha il controllo di 3 Poteri su 4* (e continua a erodere quello che resta del Terzo), ma soprattutto chi dovrebbe fare opposizione (difficile quanto vuoi senza avere a disposizione media e quant'altro) in realtà non fa assolutamente niente. Tanto che poi alla fine gli unici che parlano dei difetti dei decreti legge imposti dal governo sono solo gli ultimi, pochi, giornalisti che ci sono rimasti.



    * O 4 su 5, anche se in realtà da noi il Quarto potere non è granchè influente, visto che per l'italiano medio questo si concretizza semplicemente nella carta rosa a commenta le distrazioni domenicali.
    All that I take with me is all you've left behind,
    We're sharing one eternity, living in two minds.
    Linked by an endless thread impossible to break.

  Il Pd e la strategia della martellata sui c...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina