1. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4854386
    Su richiesta di Vito! :DD

    Continuiamo qui la discussione per non confondere i topic;


    Si parlava dell'informazione italiana in generale (dalla tv, a internet, ai giornali), e dell'influenza della politica su di essa.


    Rispondo ad Atlas:


     Menny, sai bene (e lo dici infatti) che non si glissa solo sulle magagne di Silvio, anzi a dirla tutta quelle sono le più spiattellate. Se mi vuoi dire che la tv tende ad aiutare il potere costituito in generale, ok siamo anche daccordo, se vogliamo far credere che con Berlusconi lo facciano di più e più spesso che con gli altri, no.
    Chiedi agli italiani notizie sul passato di un qualunque leader del csx, in media nessuno saprà niente. Chiedi su Berlusconi, magari solo uno o due ma sapranno bene che qualcosa c'è o c'è stata. Lui ne ha avuti di più (tralasciamo sulle motivazioni) ok, però è evidente il fatto che a lui i media italiani fanno le pulci un pochino più che agli altri. Se questo è "controllo" ed egemonia dell'informazione più degli altri...


    Sì allora siamo d'accordo, la tv NON deve essere sottomessa alla politica e non deve aiutarla, perché oggi come oggi i vari tg non sono altro che una protesi del parlamento; ogni santo giorno mi sento politici sparare le peggio Caz*ate senza che nessuno glielo faccia notare.


    Beh che vuoi che ti dica Atlas, bisogna fare le giuste proporzioni... in Italia abbiamo 7 canali televisivi importanti, e di questi 3 sono in mano di Berlusconi, il quale ha avuto innumerevoli processi e che é tutt'ora sotto processo.


    Mi sembra NORMALE che lui sia preso più di mira dai media per queste questioni; per questo prima diceva che la televisione ha aiutato TANTO, proprio non parlando di certe questioni GRAVI.
    Si la sinistra é presa meno di mira, ma non ha certo personaggi come Berlusconi. Precisando cmq che io voglio semplicemente la politica fuori dalla televisione, non mi interessa il discorso destra/sinistra.

  2.     Mi trovi su: Homepage #4855048
    Menny ha scritto:
    Su richiesta di Vito! :DD

    Continuiamo qui la discussione per non confondere i topic;


    Si parlava dell'informazione italiana in generale (dalla tv, a internet, ai giornali), e dell'influenza della politica su di essa.


    Rispondo ad Atlas:




    Sì allora siamo d'accordo, la tv NON deve essere sottomessa alla politica e non deve aiutarla, perché oggi come oggi i vari tg non sono altro che una protesi del parlamento; ogni santo giorno mi sento politici sparare le peggio Caz*ate senza che nessuno glielo faccia notare.


    Beh che vuoi che ti dica Atlas, bisogna fare le giuste proporzioni... in Italia abbiamo 7 canali televisivi importanti, e di questi 3 sono in mano di Berlusconi, il quale ha avuto innumerevoli processi e che é tutt'ora sotto processo.


    Mi sembra NORMALE che lui sia preso più di mira dai media per queste questioni; per questo prima diceva che la televisione ha aiutato TANTO, proprio non parlando di certe questioni GRAVI.
    Si la sinistra é presa meno di mira, ma non ha certo personaggi come Berlusconi. Precisando cmq che io voglio semplicemente la politica fuori dalla televisione, non mi interessa il discorso destra/sinistra.
     Il problema è che anche volendo è difficle non metterci del proprio, quando fai informazione. Sarebbe possibile mettendo un robot a scrivere le notizie.
    E' come parlare di calcio senza far trasparire la propria fede calcistica, è possibile ma è cmq difficile.
  3. Triste  
        Mi trovi su: Homepage #4855069
    Lightside ha scritto:
    Il problema è che anche volendo è difficle non metterci del proprio, quando fai informazione. Sarebbe possibile mettendo un robot a scrivere le notizie.
    E' come parlare di calcio senza far trasparire la propria fede calcistica, è possibile ma è cmq difficile.
     Beh, esiste anche la misura. Ecco perchè un Emilio smette di essere informazione, perchè "del proprio" ce ne mette molto fuori misura.

    Poi per quanto mi riguarda escono dalla definizione di informazione anche Studio Aperto, Rai2 e a tratti Rai1, Rai3 e Canale5. Quindi se proprio devo guardare un TG (cosa che comunque evito) punto a La7.

    Se invece parliamo di giornali, salvo solo Corriere e La Stampa.
    KoD, moderatore maximo ad imperium planetarium di Containerd.com
  4. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4855186
    Lightside ha scritto:
    Il problema è che anche volendo è difficle non metterci del proprio, quando fai informazione. Sarebbe possibile mettendo un robot a scrivere le notizie.
    E' come parlare di calcio senza far trasparire la propria fede calcistica, è possibile ma è cmq difficile.
     Concordo perfettamente, ma un giornalista deve cercare di essere il più imparziale possibile e far capire al destinatario quello che sta succedendo. O per lo meno, se proprio la devi mettere l'opinione allora mettila, ma non andare a raccontare notiziae incomplete o false!
    Alzi una mano che ha capito di cosa si parlava quando i politici discutevano sulla separazione delle carriere dei magistrati... si son capiti da soli! Ci fosse stato un tg che lo spiegava.

  5. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #4855235
    Lightside ha scritto:
    Il problema è che anche volendo è difficle non metterci del proprio, quando fai informazione. Sarebbe possibile mettendo un robot a scrivere le notizie.
    E' come parlare di calcio senza far trasparire la propria fede calcistica, è possibile ma è cmq difficile.
     
    Dunque Light (e tutti) io credo la discussione vada articolata in due temi principali:

    1) la qualità dell'informazione in Italia (che, chi più, chi meno, chi con sfumature, chi con altre, trova bene o male tutti noi un po' dalla stessa parte, mi pare di capire);

    2) l'uso dell'informazione e media in generale fatto dalla politica.


    Visto che spesso si rimprovera a Berlusconi di possedere 3 TV e visto che dal csx arriva sempre l'accusa di USARE quelle tv per far politica a cui ci sommano le tre reti RAI quando è lui al governo, non posso che ribadire quanto detto nell'altro topic: la maggioranza dei media in Italia NON sono berlusconiani e fra questi a tratti ci stanno pure le sue reti. Ho già nominato giornalisti e programmi televisivi (comici, di pseudoinformazione ecc) che in tv sono riconducibili alla sinistra, mentre ad oggi di NON riconducibile a sinistra (che è diverso da "è di destra") c'è solo Vespa, che per sua stessa ammissione è un cronista, uno che osserva lo svolgersi degli eventi per poi raccontarli, spiegarli e far parlare i protagonisti (e imho lo fa benissimo).

    Quindi, vogliamo dire che l'informazione italiana fa un po' acqua? Diciamolo pure (anche se non la faccio così drammatica come viene dipinta a volte).
    Volete dire che Berlusconi sfrutti la televisione per avere consensi? No, non si può dire, a meno di non specificare che è una falsità o la vostra percezione della cosa, perchè, ripeto, se andiamo a fare il conto, il totonominativo, vediamo che un buon 70% della programmazione informativa NON è berlusconiana e Vespa neppure ha mai lavorato in Mediaset (anche se ribadisco che è un errore mettere Vespa nelle "file" del centrodestra, soprattutto se "stare nelle file di" vuol dire comportarsi come la Gruber, Santoro, Floris e compagnia bella. (Gruber e Santoro che HANNO perfino fatto politica realmente, tecnicamente e non nelle file di cdx)

    Ecco, per parlare d'informazione imho occorre fare queste due distinzioni, soprattutto per non far passare Berlusconi come l'artefice dei mali, cosa che non può essere visto che in maggioranza, in radio, tv e carta stampata gli remano più contro che a favore.

    Del resto l'informazione fa parte di quella sfera "culturale" della vita, sfera che come dice Veneziani è stata colpevolmente lasciata sempre in mano alla sinistra (spesso estrema) quindi dare proprio a Berlusconi le colpe dell'informazione italiana è un po' ridicolo. Il "giochetto" dialettico della sinistra è infatti quello di puntare il dito sulla "proprietà" di Mediaset facendo il qualunquistico ragionamento "lui ha 3 televisioni su 7, se le cose vanno male è colpa sua" quando poi lo scopo di una tv commerciale è raccogliere pubblicità, non certo salvare la qualità del giornalismo italiano.



    Ah, poi anche qui, "giornalismo" è un termine grosso che ne racchiude tante specializzazioni. Per bassa qualità spero intendiate quella del giornalismo sociale-politico, perchè in altri ambiti (tipo quello sportivo, hi-tech) la situazione imho è decisamente migliore, mentre ancora peggio è in imho il giornalismo cinematografico.



    E non metteteci in mezzo il discorso del conflitto d'interessi per favore, perchè una volta appurato che, da parte di B. non c'è influenza più o meno diretta sull'informazione, il conflitto d'interessi riguarda un altro aspetto della vita sociale (quello economico principalmente) e quindi in teoria un altro Topic. Che poi mi verrebbe da dire alla classe dirigente: "chi è senza conflitto d'interessi scagli la prima pietra" ma sarei perfido.
  6. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #4855246
    Cloud Strife ha scritto:
    io stavo parlando della tv e del sistema dell'informazione che in francia (dove ho vissuto) ed inghilterra (dove mi informo) è parecchio meno volgare e più intelligente, oltre che per quanto possibile libero, però se vuoi parliamo pure di senso civico e di legalità che mi pare siano la base di ogni stato che si rispetti, ...insomma, quali sarebbero i panni sporchi che i tedeschi si lavano in casa? Nessuno è perfetto, ma questo chi lo ha mai detto?
    Non mi pare che noi andiamo in giro per l'europa blocco-note alla mano per spiattellare le nostre magagne, evidentemente fanno tanta notizia da valicare i confini nazionali


    Bah, in parte mi permetto di dubitare, non di te, ma del fatto che un conto è stare dentro un sistema praticamente una vita, un conto è starci qualche periodo. Nel tuo paese sai perfettamente come funzionano le cose, sai perfettamente come "decodificare" fatti, eventi e notizie, conosci le facce, il loro passato, presente (forse pure il futuro) e quando senti o non senti una notizia hai tutti i "codec" necessari per capire cosa c'è dietro, se la notizia è affidabile, se è monca, se è alterata e via dicendo.

    Uno che va in un altro paese non ha tutti questi strumenti, è in un certo senso più "vergine" da quel punto di vista, quindi non riesce a percepire le storture che ci sono (perchè ci sono sempre). Non è un caso se l'erba del vicino è sempre più verde.

    Abbiamo problemi d'informazione? Si. Attenzione però a tenerli sempre nelle dovute proporzioni senza enfatizzare, senza ingigantire.
  7. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4855365
    Atlas ha scritto:
    Bah, in parte mi permetto di dubitare, non di te, ma del fatto che un conto è stare dentro un sistema praticamente una vita, un conto è starci qualche periodo. Nel tuo paese sai perfettamente come funzionano le cose, sai perfettamente come "decodificare" fatti, eventi e notizie, conosci le facce, il loro passato, presente (forse pure il futuro) e quando senti o non senti una notizia hai tutti i "codec" necessari per capire cosa c'è dietro, se la notizia è affidabile, se è monca, se è alterata e via dicendo.

    Uno che va in un altro paese non ha tutti questi strumenti, è in un certo senso più "vergine" da quel punto di vista, quindi non riesce a percepire le storture che ci sono (perchè ci sono sempre). Non è un caso se l'erba del vicino è sempre più verde.

    Abbiamo problemi d'informazione? Si. Attenzione però a tenerli sempre nelle dovute proporzioni senza enfatizzare, senza ingigantire.
     io so solo che da quando sono tornato dalla francia ho spento la tv, non la guardo più perchè mi sono reso conto quanto sia volgare e stupida nel suo complesso.
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  8. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4855381
    Atlas ha scritto:
    Dunque Light (e tutti) io credo la discussione vada articolata in due temi principali:

    1) la qualità dell'informazione in Italia (che, chi più, chi meno, chi con sfumature, chi con altre, trova bene o male tutti noi un po' dalla stessa parte, mi pare di capire);

    2) l'uso dell'informazione e media in generale fatto dalla politica.


    Visto che spesso si rimprovera a Berlusconi di possedere 3 TV e visto che dal csx arriva sempre l'accusa di USARE quelle tv per far politica a cui ci sommano le tre reti RAI quando è lui al governo, non posso che ribadire quanto detto nell'altro topic: la maggioranza dei media in Italia NON sono berlusconiani e fra questi a tratti ci stanno pure le sue reti. Ho già nominato giornalisti e programmi televisivi (comici, di pseudoinformazione ecc) che in tv sono riconducibili alla sinistra, mentre ad oggi di NON riconducibile a sinistra (che è diverso da "è di destra") c'è solo Vespa, che per sua stessa ammissione è un cronista, uno che osserva lo svolgersi degli eventi per poi raccontarli, spiegarli e far parlare i protagonisti (e imho lo fa benissimo).

    Quindi, vogliamo dire che l'informazione italiana fa un po' acqua? Diciamolo pure (anche se non la faccio così drammatica come viene dipinta a volte).
    Volete dire che Berlusconi sfrutti la televisione per avere consensi? No, non si può dire, a meno di non specificare che è una falsità o la vostra percezione della cosa, perchè, ripeto, se andiamo a fare il conto, il totonominativo, vediamo che un buon 70% della programmazione informativa NON è berlusconiana e Vespa neppure ha mai lavorato in Mediaset (anche se ribadisco che è un errore mettere Vespa nelle "file" del centrodestra, soprattutto se "stare nelle file di" vuol dire comportarsi come la Gruber, Santoro, Floris e compagnia bella. (Gruber e Santoro che HANNO perfino fatto politica realmente, tecnicamente e non nelle file di cdx)

    Ecco, per parlare d'informazione imho occorre fare queste due distinzioni, soprattutto per non far passare Berlusconi come l'artefice dei mali, cosa che non può essere visto che in maggioranza, in radio, tv e carta stampata gli remano più contro che a favore.

    Del resto l'informazione fa parte di quella sfera "culturale" della vita, sfera che come dice Veneziani è stata colpevolmente lasciata sempre in mano alla sinistra (spesso estrema) quindi dare proprio a Berlusconi le colpe dell'informazione italiana è un po' ridicolo. Il "giochetto" dialettico della sinistra è infatti quello di puntare il dito sulla "proprietà" di Mediaset facendo il qualunquistico ragionamento "lui ha 3 televisioni su 7, se le cose vanno male è colpa sua" quando poi lo scopo di una tv commerciale è raccogliere pubblicità, non certo salvare la qualità del giornalismo italiano.



    Ah, poi anche qui, "giornalismo" è un termine grosso che ne racchiude tante specializzazioni. Per bassa qualità spero intendiate quella del giornalismo sociale-politico, perchè in altri ambiti (tipo quello sportivo, hi-tech) la situazione imho è decisamente migliore, mentre ancora peggio è in imho il giornalismo cinematografico.



    E non metteteci in mezzo il discorso del conflitto d'interessi per favore, perchè una volta appurato che, da parte di B. non c'è influenza più o meno diretta sull'informazione, il conflitto d'interessi riguarda un altro aspetto della vita sociale (quello economico principalmente) e quindi in teoria un altro Topic. Che poi mi verrebbe da dire alla classe dirigente: "chi è senza conflitto d'interessi scagli la prima pietra" ma sarei perfido.
     vorrei risponderti ma non so neanche da dove iniziare, mi pare che viviamo in due mondi distinti e che ti debba spiegare che sì, il sole sorge ogni mattina e ci riscalda tutti mentre da te il sole neanche esiste.
    dato che non riusciremmo mai a metterci d'accordo sull'influenza di berlusconi sui media, che a me pare chiara e lampante, sia in tv che sulla stampa, spero converrai quando dico che la tv commerciale negli ultimi 15 anni con la sua volgarità, frivolezza e inaccuratezza ha fatto solo danni al nostro Paese.
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  9. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4855428
    Atlas ha scritto:
    Dunque Light (e tutti) io credo la discussione vada articolata in due temi principali:

    1) la qualità dell'informazione in Italia (che, chi più, chi meno, chi con sfumature, chi con altre, trova bene o male tutti noi un po' dalla stessa parte, mi pare di capire);

    2) l'uso dell'informazione e media in generale fatto dalla politica.

     Atlas non puoi prendertela con i programmi comici, di satire e con quelli di approfondimento politico; se ti rifersici ad annozero, ballarò, exit e altri io non capisco proprio la lamentela! Sono programmi condotti benissimo, che danno un'altra dimensione della realtà che purtroppo i telegiornali tralasciano sempre... che poi tacciarli di essere di sinistra é insensato, perché é LOGICO che trasmissioni che diano voci alle minoranze indifese e alla popolazione tendano più a sinistra; ma ti sembra che dicano stupidaggini? Che raccontino notizie false? Assolutamente no, e oltretutto ci sono partecipanti di entrambi gli schieramenti che possono difendersi se si sentono accusati.


    Vespa che fa buona informazione? Certo, al servizio del governante di turno... dovresti leggerti le lettera di Vespa vs Travaglio, dove Vespa veniva apertamente denunciato dall'altro giornalista per la malainformazione riguardo i processi di Berlusconi. Chissà chi aveva ragione.


    La cosa scandalosa sono i tg della rai, che dovrebbero dare un informazione corretta, imparziale, e dovrebbero spiegare quel che avviene nel paese, non confonderti le idee.



  10. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4855432
    Atlas ha scritto:
    Bah, in parte mi permetto di dubitare, non di te, ma del fatto che un conto è stare dentro un sistema praticamente una vita, un conto è starci qualche periodo. Nel tuo paese sai perfettamente come funzionano le cose, sai perfettamente come "decodificare" fatti, eventi e notizie, conosci le facce, il loro passato, presente (forse pure il futuro) e quando senti o non senti una notizia hai tutti i "codec" necessari per capire cosa c'è dietro, se la notizia è affidabile, se è monca, se è alterata e via dicendo.

    Uno che va in un altro paese non ha tutti questi strumenti, è in un certo senso più "vergine" da quel punto di vista, quindi non riesce a percepire le storture che ci sono (perchè ci sono sempre). Non è un caso se l'erba del vicino è sempre più verde.

    Abbiamo problemi d'informazione? Si. Attenzione però a tenerli sempre nelle dovute proporzioni senza enfatizzare, senza ingigantire.
     GUarda che il problema è grave in una democrazia, perché se c'é mancanza di un'informazione seria c'é anche poca chiarezza di idee.

    Ma hai presente uttto il macello che sta succedendo con le proteste per la scuola? Hai presente che la Gelmini ha detto che non capisce perché stanno manifestando e che Gasparri dice che é una protesta manipolata dalla sinistra?


    Possibile che per capire bene cosa c'é scritto in quella dannata legge mi devo guardare Ballarò, mentre nessun tg mi approfondisce la questione e mi fa capire che sta succedendo?
  11.     Mi trovi su: Homepage #4855557
    Cloud Strife ha scritto:
    vorrei risponderti ma non so neanche da dove iniziare, mi pare che viviamo in due mondi distinti e che ti debba spiegare che sì, il sole sorge ogni mattina e ci riscalda tutti mentre da te il sole neanche esiste.
    dato che non riusciremmo mai a metterci d'accordo sull'influenza di berlusconi sui media, che a me pare chiara e lampante, sia in tv che sulla stampa, spero converrai quando dico che la tv commerciale negli ultimi 15 anni con la sua volgarità, frivolezza e inaccuratezza ha fatto solo danni al nostro Paese.
     Ecco, se sulla tv magari un po' di verità c'è, sulla stampa...boh... Che cosa c'è di berlusconiano? Il Giornale, forse Libero..e poi? Il Corriere è abbastanza neutro ma non ha mai nascosto un suo pendere verso centrosinistra, La Repubblica è imho più a sinistra dell'Unità (e per di più lo fa in modo subdolo che è peggio), La Stampa oscilla, ma la maggior parte dei suoi editorialisti è dichiaratamente di sinistra, Il Messaggero lo conosco poco e poi c'è tutta la schiera di giornali minori o dichiaratamente di partito. Anche per quanto riguarda i due settimanali principali, Panorama e L'Espresso, mi sembra che siano uno da una parte e uno dall'altra. No, davvero...si può forse parlare di influenza DELLA POLITICA sulla stampa, ma di Berlusconi, bah...

    E comunque io ripeto che il problema dell'informazione italiana non è Berlusconi. E lo dimostra il fatto che, guardando l'informazione televisiva, vedo ogni giorno gente incazzarsi per come viene svolta. Ed è gente di destra e di sinistra, solo con un minimo di senso critico. Quindi dico: se il problema dell'informazione televisiva fosse che è pro-Berlusconi, perché io, elettore PDL (e tanti altri come me), mi incazzo a guardarla e devo spesso spegnere per evitare di tirarle contro un piatto?
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  12. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4855840
    Il problema in Italia per quel che riguarda l'informazione è da cercare ancora più in profondità

    Non è "il silvio bara perchè cha le tivù"


    Quella è una conseguenza


    Le tivvì sono in mano al silvio e di conseguenza alla destra,i quotidiani sono in gran parte in mano alla sinistra,le filosofie che van per la maggiore negli ambienti scolastici/universitari son tendenti a sinistra ecc ecc


    Se in italia righi la portiera al megamenagèr lampadato che fa le barbagabole per tenerti con contratto precario da schiavista egizio e poi ti lascia a casa (magari senza pagarti l'ultima settimana),si vede che sei un tossico comunista terrone  dei centri sociali che non ha voglia di lavorare


    Se in italia scofani di secche in faccia lo zingaro che sgami mentre tenta di aprirti la macchina,si vede che sei uno skin nazi fascista hitleriano che nutre un odio ingiustificato verso la pacifica comunità rom






    Il problema è che in Italia manca l'imparzialità,l'analisi oggettiva dei fatti,TUTTO viene visto,letto,interpretato e soprattutto strumentalizzato in chiave di destra-sinistra 


    Il silvio non ha inventato la propaganda assillante zombificante e il giochino destroidiVSsinistroidi,è solo uno che ha capito molto bene come sfruttare il sistema a suo guadagno


    Ora si bara a destra monopolizzando lo strumento che ha più potere zombificante in assoluto?

    Prima si barava a sinistra monopolizzando la stampa e gli ambienti scolastici?



    E' la politica in italia che funziona così,fai scornare i pecoroni di sinistra contro quelli di destra e sei a posto: se nel tuo recinto ne hai di più e vieni eletto potrai fare qualsiasi cagata che tanto ai tuoi elettori potrai sempre dire che sono quelli dell'altro recinto che ostacolano-boicottano-remano contro il paese,e ogni minima cosa giusta sarà spacciata una doppia grande vittoria perchè ottenuta nonostante i biechi tentativi del nemico infame


    Molto difficile che l'italiano medio voti usando il buonsenso per capire quale dei due proponga il programma migliore,si vota quasi sempre partendo dal presupposto che anche il peggiore dei governi della propria sponda(dx o sx) sia preferibile sempre e comunque a qualsiasi cosa possa proporre il nemico di sempre


    bel paese di cacca




    L'informazione è solo un'ingranaggio di questo meccanismo

    [Modificato da gek il 29/10/2008 19:02]

  13.     Mi trovi su: Homepage #4855868
    Cloud Strife ha scritto:
    io so solo che da quando sono tornato dalla francia ho spento la tv, non la guardo più perchè mi sono reso conto quanto sia volgare e stupida nel suo complesso.
     Beh su questo penso che siamo tutti d'accordo.
  14.     Mi trovi su: Homepage #4855890
    Mi sento di quotare Gek in (quasi) tutto. :)
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  15. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4855902
    Oggi mister B. che lui Mediaset non ce l'ha più in testa da anni.

    Quindi con i conflitti di interessi e la manipolazione dell'informazione possiamo stare tranquilli e smettere di vedere complotti dappertutto.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal

  Topic sull'informazione

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina