1.     Mi trovi su: Homepage #4855168
    Ho un vuoto di memoria in materia di legge elettorale.

    Come veniva espresso il voto prima delle ultime modifiche introdotte da Calderoli?

    In ogni caso, io sono assolutamente contrario alla reintroduzione delle preferenze in fase di voto; questo perchè con un apposito referendum erano state eliminate e soprattutto la preferenza dava origine a un mercato del voto di scambio pazzesco (consiglio a tutti la visione del film Il portaborse con Silvio Orlando).
    "bianco che abbraccia il nero"
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4855352
    Io spero si ritorni alle preferenze perchè chi è eletto in Parlamento ha un peso politico: può andare dal capo e dirgli che ha sbagliato. Chi viene nominato invece non ha peso, non può andare dal capo a fare alcuna rimostranza, salvo sentirsi dire "la prossima volta ti escludo dalle liste". E' quello che avviene nel nostro Parlamento, dove ormai ci sono solo dei meri esecutori del volere del governo e dei vertici dell'opposizione, delle semplici fotocopiatrici. C'è il medico di, l'avvocato di, l'amico di, il cognato di. Il Parlamento ha perso di smalto, di autorevolezza, di rappresentanza, di capacità propositiva e di bocciatura.
    E' vero che la preferenza porta dei problemi di clientelismo ma di fronte alla situazione in cui si ritrova un parlamentare nominato, svuotato della sua autorità perchè non deve più rendere conto a chi lo elegge (il popolo) ma a chi lo nomina (il partito), ben venga.
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  3. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4855405
    jurgen18 ha scritto:
    Thanks.

    Lo sbarramento è assolutamente necessario, anche se adesso di stanno ad accapigliare per:
    1) metterlo al 5 (PdL) o 3 (Pd)
    2) preferenze NO (PdL) o SI' (Pd)

    Come sempre ognuno cerca di tirare l'acqua al suo mulino.
     de nada!

    senti ma mi parli un pò di questa cosa dello scambio alal quale hai accennato nel primo post? Non sono informato.
  4.     Mi trovi su: Homepage #4855598
    Menny ha scritto:
    de nada!

    senti ma mi parli un pò di questa cosa dello scambio alal quale hai accennato nel primo post? Non sono informato.
    Ti posso garantire che le preferenze erano qualcosa di veramente osceno (in particolare nelle regioni del sud, ma non era loro esclusiva).
    Cerco di spiegarmi, anche se non è facilissimo.

    Con le preferenze era possibile in una votazione indicare puntualmente i candidati che si volevano votare (a prescidendere dalla lista).

    Per esempio, potevi votare segnandolo sulla scheda
    il candidato 7 - 14 - 37 della lista X
    il candidato 21 - 32 della lista Y

    Tu dirai: bellissimo, posso votare chi voglio, addirittura di schieramenti opposti.
    Così vince la persona migliore a prescindere dalle ideologie politiche (che magari sono anche un po' confuse).

    Tutto vero, se non fossimo in Italia.
    Prima delle elezioni, magari per quattro soldi, i candidati più facoltosi (ipotizziamo il candidato 24) facevano un bel giretto e dicevano
    "Caro elettore, tu al prossimo giro voti 12 - 24- 47. Poi sarei ricompensato"
    Ad un altro dicevano
    "Caro elettore, tu voterai 17 - 24 - 36. Poi sarei ricompensato"

    Alla scrutinio poi il candidato 24 vedeva, in base agli esiti, se erano state rispettare le sue indicazioni e andava a pagare gli elettori (in questo caso ultra-semplificato dovevano esserci alla fine 2 voti per il 24 e gli altri a 1).

    Da leggenda (mai confermata) una elezione dei Lauro a Napoli: scarpa dx prima del voto, indicazione di voto, votazione, scrutinio e dopo l'esito scarpa sx per tutti.

    Non so se sono stato chiaro, ma Silvio Orlando nel Portaborse lo spiega (anzi lo subisce) meglio.

    Per fermare questo scempio, con il passaggio dal proporzionale al maggioritario e dopo un referendum è stata tolta la possibilità di dare preferenze (o forse se ne poteva esprimere solo una).
    "bianco che abbraccia il nero"
  5. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4855767
    Tra questi pro e contro la cosa agghiacciante è che mister B ha detto che l'impossibilità di esprimere preferenze garantisce che in parlamento vadono persone competenti. Vedendo il nostro governo mi chiedo cosa intenda per "competenza".
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  6. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4855780
    Myau ha scritto:
    Tra questi pro e contro la cosa agghiacciante è che mister B ha detto che l'impossibilità di esprimere preferenze garantisce che in parlamento vadono persone competenti. 
      :DD
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  7.     Mi trovi su: Homepage #4855827
    Myau ha scritto:
    Tra questi pro e contro la cosa agghiacciante è che mister B ha detto che l'impossibilità di esprimere preferenze garantisce che in parlamento vadono persone competenti. Vedendo il nostro governo mi chiedo cosa intenda per "competenza".
      Forse era meglio dire "meno incompetenti". In Italia (non so se a torto o a ragione) la competenza la da il titolo di studio, più che la capacità di fare un qualcosa. Forse perchè il titolo di studio viene visto come una garanzìa, boh, non saprei...
    Ciò non toglie che la gente si fida di più ad avere in parlamento laureati in economìa, in legge e in scienze politiche, piuttosto che rischiare di avere laureati in arte e pittura o gente con la terza media che apparentemente sarebbe "fuori posto".
    Le anomalìe (Caruso, qualche ex-velina, ex-pornostar, etc...) ci sono sempre state, ma in numero cmq esiguo.

    [Modificato da Lightside il 29/10/2008 18:47]

  8. boh  
        Mi trovi su: Homepage #4855871
    Lightside ha scritto:
    Forse era meglio dire "meno incompetenti". In Italia (non so se a torto o a ragione) la competenza la da il titolo di studio, più che la capacità di fare un qualcosa. Forse perchè il titolo di studio viene visto come una garanzìa, boh, non saprei...
    Ciò non toglie che la gente si fida di più ad avere in parlamento laureati in economìa, in legge e in scienze politiche, piuttosto che rischiare di avere laureati in arte e pittura o gente con la terza media che apparentemente sarebbe "fuori posto".
    Le anomalìe (Caruso, qualche ex-velina, ex-pornostar, etc...) ci sono sempre state, ma in numero cmq esiguo.
      Hai dimenticato qualche ex-mafioso, decine di pregiudicani e qualche condannato... e Gasparri! :DD

    Grazie a jurgen per la spiegazione!
  9.     Mi trovi su: Homepage #4855876
    Lightside ha scritto:
    Forse era meglio dire "meno incompetenti". In Italia (non so se a torto o a ragione) la competenza la da il titolo di studio, più che la capacità di fare un qualcosa. Forse perchè il titolo di studio viene visto come una garanzìa, boh, non saprei...
    Ciò non toglie che la gente si fida di più ad avere in parlamento laureati in economìa, in legge e in scienze politiche, piuttosto che rischiare di avere laureati in arte e pittura o gente con la terza media che apparentemente sarebbe "fuori posto".
    Le anomalìe (Caruso, qualche ex-velina, ex-pornostar, etc...) ci sono sempre state, ma in numero cmq esiguo.
     e una donna di facili costumi ministro delle pari opportunita'?
  10. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4855898
    Vito ha scritto:
    e una donna di facili costumi ministro delle pari opportunita'?
     Quella ha delle competenze molto approfondite, ma in materie e campi, benchè di comprovato sollazzo, di scarsa utilità per la cosa pubblica.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  11. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #4855935
    Lightside ha scritto:
    Forse era meglio dire "meno incompetenti". In Italia (non so se a torto o a ragione) la competenza la da il titolo di studio, più che la capacità di fare un qualcosa. Forse perchè il titolo di studio viene visto come una garanzìa, boh, non saprei...
    Ciò non toglie che la gente si fida di più ad avere in parlamento laureati in economìa, in legge e in scienze politiche, piuttosto che rischiare di avere laureati in arte e pittura o gente con la terza media che apparentemente sarebbe "fuori posto".
    Le anomalìe (Caruso, qualche ex-velina, ex-pornostar, etc...) ci sono sempre state, ma in numero cmq esiguo.
     guarda che se vogliamo parlare di laureati le percentuali sono chiare:  nella prima repubblica sfioravano il 92% mentre ora siamo a un triste 65%.
    berlusconi non voleva dire "competenti", voleva dire "obbedienti", perchè un parlamentare nominato è un parlamentare che non ti dirà mai di no, è un parlamentare che accoglie il tuo decreto legge e lo vota, che non ti mai crea problemi e scodinzola. non può fare altrimenti se ci tiene al suo futuro politico, a differenza di chi siede in parlamento forte dei suoi voti concreti e con le spalle coperte da noi elettori che ce l'abbiamo mandato. La risultante è che se il primo criterio diventa l'obbedienza decadono le nostre legittime aspettative di avere a montecitorio chi realmente è in grado, non medici, avvocati, segretari, veline e amici del "padrone".
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  12.     Mi trovi su: Homepage #4856307
    Cloud Strife ha scritto:
    guarda che se vogliamo parlare di laureati le percentuali sono chiare:  nella prima repubblica sfioravano il 92% mentre ora siamo a un triste 65%.
    berlusconi non voleva dire "competenti", voleva dire "obbedienti", perchè un parlamentare nominato è un parlamentare che non ti dirà mai di no, è un parlamentare che accoglie il tuo decreto legge e lo vota, che non ti mai crea problemi e scodinzola. non può fare altrimenti se ci tiene al suo futuro politico, a differenza di chi siede in parlamento forte dei suoi voti concreti e con le spalle coperte da noi elettori che ce l'abbiamo mandato. La risultante è che se il primo criterio diventa l'obbedienza decadono le nostre legittime aspettative di avere a montecitorio chi realmente è in grado, non medici, avvocati, segretari, veline e amici del "padrone".
    Aggiungo che è una bella leva nelle mie ipotetiche mani di leader politico, quella di fare le liste, visto che se tu non obbedisci io al prossimo giro ti ricandido con questo zufolo. Basterebbe trasparenza e un minimo di informazione seria, per sapere chi è tizio, cosa ha fatto nella vita e se ha mai infranto la legge. Per un posto di lavoro io mando il curriculum, in genere sostengo un colloquio e soprattutto se la mia fedina penale è sporca pesa come un macigno, e non sto certo andando a decidere le sorti del mio paese.

    Sarebbe da ripescare l'intervento di Marcoré-Gasparri di ieri sera a Parla con me, spettacolare!

    "E te credo che abbolìmo 'e preferenze, sennò a noi chi ce elegge, Seré'?"
    Se non puoi battere il tuo computer a scacchi, prova con il kung fu

  Legge elettorale

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina