1.     Mi trovi su: Homepage #4860840
    Una rete globale di festival di cinema digitale. Una selezione del meglio di ogni festival che viene presentato, attraverso la rete, a tutti gli altri festival. Questo è VIEWFest. Torino è il nodo italiano della rete.  VIEWFest, l'evoluzione italiana di Resfest, geniale festival itinerante di cinema digitale, non è un festival come ogni altro. Non ha semplicemente una localizzazione spaziale. Piuttosto, è un nodo in una rete. Immagina una rete di festival in ogni parte del mondo, da San Paolo del Brasile a Seul, da Amsterdam a Istanbul. Ora traccia delle linee virtuali, canali di comunicazione tra tutte queste città. Il risultato è un festival mondiale, dove ogni nodo della rete è connesso a tutti gli altri. Per l'Italia, questo nodo è Torino. Benvenuti nella nuova era dell'avanguardia del filmaking digitale. Tre giorni di film, cortometraggi, arte, video clip, musica...
    Per questa edizione, VIEWFest ha l’onore di presentare al suo pubblico ben 6 anteprime italiane, che spaziano dai grandi film in digitale alle produzioni indipendenti di cui il festival intende essere promotore e vetrina. Accanto ai lavori più innovativi e originali del panorama internazionale, eccezionalmente verranno anche proiettati 3 grandi film in digitale, grazie alla collaborazione con la Warner Bros. Per quanto riguarda, invece, le sezioni tematiche caratterizzanti questa edizione, ampio spazio verrà dato alla pubblicità e alla musica, con un evento tutto dedicato alla musica torinese: Torino That Rocks, curata da Pier Milanese e Andrea Bessone, che presenterà una selezione di videoclip di artisti torinesi, dal primo video dei Fratelli di Soledad girato da Mimmo Calopresti, fino al
    trailer di Torino città elettrica, film dedicato alla Torino musicale (e non solo) degli anni Ottanta.

    Sei anteprime italiane
    Si comincia con il Best of Siggraph ’08 (2008 // 121 min // HD-CAM): una speciale versione showcase del Computer Animation Festival del Siggraph, probabilmente la più importante conferenza al mondo in computer grafica e tecniche interattive. Il Computer Animation Festival seleziona le migliori animazioni computerizzate che il mondo digitale, passato, presente, e futuro, abbia da offrire: corti o lungometraggi, su ogni argomento e contenuto e la selezione del 2008 è pronta per arrivare a Torino grazie al presidente del Computer Animation Festival, Jill Smolin.
    A seguire, The Pixar Story (USA 2007 // Regia: Leslie Iwerks // 87 min // 35 mm). In questo documentario, il regista Leslie Iwerks, nominato all’Oscar, offre agli spettatori il primo, profondo, sguardo storico nei confronti dello studio di animazione più importante del suo tempo. The Pixar Story va dietro le quinte della innovativa e dirompente compagnia che ha cambiato il volto dell’animazione. Il regista usa spezzoni inediti provenienti dall’archivio Pixar insieme a materiale degli archivi dell’animazione, racconti di prima mano di animatori, registi, e produttori, interviste esclusive con alcuni dei personaggi chiave della Pixar, tra cui John Lesseter, Ed Catmull, George Lucas, Tom Hanks, Billy Christal. Il risultato è la storia di una compagnia che ha rivoluzionato l’industria del cinema di animazione. Il co-regista di Kung Fu Panda Mark Osborne presenterà invece il film con cui è stato candidato all’Oscar: MORE (1998 // 6 min // Regia e Sceneggiatura: Mark Osborne // 65mm IMAX). MORE è un film di animazione stop-motion che, attraverso la storia di un inventore vecchio e stanco, dipinge una distopia cruda e futuristica su come sia difficile raggiungere una felicità vera. MORE è stato il primo film interamente animato in stop-motion (una tecnica di animazione che sfrutta una particolare cinepresa che impressiona un fotogramma alla volta, azionata dall'animatore) presentato in formato IMAX schermo gigante (un formato che consente di ottenere immagini più grandi e con una risoluzione migliore dei formati tradizionali). Oltre alla nomina all’Oscar, MORE è stato insignito di innumerevoli riconoscimenti, tra cui “miglior cortometraggio” al Sundance Film Festival, il “grand prize” del ResFest, il “miglior corto d’animazione” allo SXSW festival, ed è stato selezionato dalla settimana della critica del festival di Cannes nel 1999. Si continua con Digital France, una selezione delle più innovative produzioni indipendenti provenienti dalla Francia dove ai lavori di compagnie indipendenti si alternano quelli delle migliori scuole, quelli di animatori già affermati alle opere di giovani talenti, in occasione del ventesimo anniversario della scuola Supinfocom, realizzata in collaborazione con il Centre Culturel Français di Torino. Un’altra novità, in assoluta anteprima italiana, sarà invece il Shelley Page’s ‘Eye Candy’ showcase: Shelley Page, rappresentante europeo della DreamWorks Animation, introdurrà la sua personale selezione: il meglio dei più recenti cortometraggi, video musicali, film di studenti, e pubblicità televisive da tutt’Europa e oltre. L’ultima delle anteprime presentate è un colossal del cinema di fantascienza, Terminator 2: Il giorno del giudizio in HD-CAM proposto, cioè, nella sua versione completamente digitalizzata, mai vista prima in Italia. Un’occasione unica per (ri)vedere sul grande schermo, e in una versione che consentirà di apprezzare tutti i dettagli e gli effetti visivi, il film del ’91, vincitore di 4 Oscar (di cui uno, ovviamente, per gli effetti speciali).

    Tre grandi film in digitale
    Nella precedente edizione VIEWFest, aveva scelto di presentare al pubblico due grandi film che hanno fatto la storia della fantascienza e del fantasy: Blade Runner, in HD, e Beowulf, nella sua versione 3D. A seguito dell’enorme successo e dell’apprezzamento da parte del pubblico nei confronti di questa iniziativa, e grazie alla sua collaborazione con Warner Bros, VIEWFest ha scelto di presentare per questa edizione tre film nella loro versione digitale: Speed Racer, film dei fratelli Wachowski del 2008, trasposizione cinematografica della serie animata Speed Racer, serie animata tratta dall'anime giapponese Mach Go! Go! Go!, I am Legend, nella sua versione in HD, tratto dal romanzo cult di Richard Matheson, e che vede aggirarsi Will Smith in una New York deserta nel tentativo di scampare a zombie affamati. Infine, il film Star Wars - The Clone Wars, prodotto da Gorge Lucas e interamente realizzato in animazione 3D con l’uso di un esclusivo rendering in computer grafica e che costituisce una sorta di varo per la Lucasfilm Animation.

    Advertising & Videoclip
    La sezione dedicata alla pubblicità e ai video musicali è uno dei punti di forza di VIEWFest che eredita la tradizione del ResFest nell’interesse per le piccole produzioni, per le opere di artisti indipendenti, per le novità più all’avanguardia del panorama mondiale, privilegiando idee innovative e originali e la tendenza alla sperimentazione. Proprio la sperimentazione trova spesso, forse inaspettatamente, il suo campo di applicazione privilegiato nella pubblicità e nei video musicali. Tra le proposte di questa edizione di VIEWFest vogliamo segnalare la presenza dei lavori di Motion Theory, una compagnia che – unica nel suo genere, nel congiungere gli sforzi di registi, animatori, designer, artisti degli effetti visivi, scrittori in un approccio di profonda collaborazione – ridefinisce l’industria della produzione attraverso una combinazione di sviluppo creativo, regia, e effetti visivi innovativi portando alla creazione di pubblicità e video musicali multidisciplinari. Sono di Motion Theory, per esempio, la pubblicità di HP Hands con Paulo Coelho, nonché svariate campagne pubblicitarie per la Sony, la Reebok, e la Nike. Nell’ambito dei video musicali, verrà presentato il video del singolo del 2007 Dashboard dei Modest Mouse, gruppo indie americano. Il video, diretto da Mathew Cullen e Grady Hall di Motion Theory, riflette il tema nautico del nuovo album dei Modest Mouse, e vede anche la partecipazione di Guilherme Marcondes e Nick Losq, rispettivamente direttore
    artistico e supervisore agli effetti visivi di Motion Theory, i quali hanno contribuito a far convergere live action, animazione, disegno e effetti visivi in un piccolo capolavoro. Per quanto riguarda specificamente la pubblicità, segnaliamo invece la presenza di Saddington & Baynes, una casa di postproduzione che ha sede a Londra e le cui innovative soluzioni visive stanno rivoluzionando il processo tradizionale di creazione dell’immagine.

    Torino That Rocks
    E chiudiamo con una sezione tutta dedicata a Torino e alla sua scena artistica. La sezione “Torino That Rock”, curata da due registi e produttori torinesi, Andrea Bessone e Pier Milanese, vuole ripercorrere, in una sorta di retrospettiva mirata, alcune tappe salienti della musica a Torino e in Piemonte attraverso i video dei suoi artisti, dai primi sperimentali tentativi degli anni Ottanta alle produzioni più recenti. All’interno della selezione, segnaliamo:
    Il video del 2004 di seinunascatola (You are in a box) su brano dei Sickhead e con la regia di Luciano D'Onofrio;
    Il video della canzone I Fratelli di Soledad, realizzato da Mimmo Calopresti;
    Un assaggio inedito de La città elettrica, reportage video sulla Torino rock anni Ottanta, un documentario in Betacam che nella sua versione finale prevede una durata di 50 minuti prodotto da due case torinesi – Digit e RouteOne – e nato da un soggetto di Davide Dall’aquila e Paolo Manera.

    VIEWFest | Digital Movie Festival
    Organizzazione: Associazione culturale VIEW Conference
    Luogo e date: Cinema Massimo, via Montebello 20, Torino, dal 7 al 9 novembre 2008

  [Evento - Torino] VIEWFest dal 7 al 9 novembre 2008

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina