1.     Mi trovi su: Homepage #4870548
    Solitamente la musica accompagna il lato grafico, preponderante del medium videogioco.
    Ma cosa succede quando la componente sonora non è più una traccia tangente il visivo, ma è un elemento irrinunciabile dell'esperienza? E quando questo accade? Solo quando ci è data la possibilità di interagire per mezzo di essa?
    Perchè è importante la musica nel videogioco? Quali videogiochi secondo voi utilizzano la componente musicale (silenzi compresi) in modo particolarmente interessante/originale/essenziale ?
    Parliamo un po' dell'importanza del suono nel vg, oltre il livello 0.
    "There's no question when you have The Answer"
    --Brooklyn's Finest--
  2.     Mi trovi su: Homepage #4871347
    Allora secondo me uno dei giochi in cui la musica e' stata integrata nel gameplay in maniera quantomeno ispirata e innovatiava e' stato Ocarina of Time, dove suonare l' ocarina, con tutte le semplificazioni del caso, diventa elemento portante della struttura di gioco. Le splendide composizioni di Kondo in questo caso diventano piu' che un raffinato contorno sonoro all' esperienza principale, bensi' entrano elegantemente nelle metodiche di soluzione degli enigmi come fattori necessari per la progressione nel plot.
    Questa meccanica del gameplay viene introdotta quando
    Saria dona a Link la sua ocarina di legno, quando dopo aver terminato il primo dungeon il nostro eroe si accinge a lasciare il bosco Kokiri. Praticamente questo evento segna l' inzio dell' avventura vera e propria dopo il breve addestramento, e suggerisce l'importanza fondamentale che questo strumento musicale avra' nel corso degli eventi.
    Man mano che Link prosegue nel suo cammino, colleziona vari spartiti di melodie appartanenti a luoghi, personaggi ed eventi piu' o meno fondamentali per il proseguimento della storia, ma dal momento in cui questo accade questi elementi entrano a far parte del gameplay incastrandosi perfettamente nella rete di enigmi, prove e quant'altro costituisce la struttura intonsa del videogioco.
    Quandi si parla della parte sonora di Ocarina of Time, impossibile non citare il valore degli arrangiamenti di Koji Kondo, compositore officiale sin dal primo episodio. La presenza dei temi musicali per personaggi specifici viene arricchita dai leitmotif-in reverse, con i quali anche determinate aree di Hyrule (il reame dove si svolge la storia) innescano dei temi specifici, che contribuiscono a creare l' atmosfera dei determinati episodi.
    Per esempio il tema misterioso e delicato delle grotte recondite (quelle a cui si accede dai fori rotondi) oppure quello della scalinata finale, che cresce in un climax di tensione epica e di grandiosita' fino a che non si arriva al portone dello scontro finale, la cui identita' ci viene chiarita proprio dalla musica inequivocabile.
    Ecco sempre imho, The Legend of Zelda Ocarina of Time e' uno di quei titoli che in qualche modo ha innovato e arricchito Il Videogioco. In questo frangente un accompagnamento emozionante nella sua tradizionalita' e un applicazione innovativa del lato sonoro nelle meccaniche di gioco hanno contribuito all' elevazione di questo titolo all'olimpo ludico.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4871804
    Quindi stiamo parlando di musica (o accompagnamento sonoro) come una (e forse la più importante in questo caso) chiave di lettura delle dinamiche ludiche, responsabile della preparazione e reazione emozionale dell'utente. Non solo, nei due episodi di Zelda essa è agente diretto ed essenziale dell'intereattività col mezzo e permette alla storia di proseguire, quindi all'intera applicazione di svolgersi, quindi di essere.

    Sì può parlare delle stesse funzioni per altri giochi, ad esempio un Patapon?
    Quando invece il sonoro è il principale ma soprattutto palese protagonista come si pone nei confronti dell'utente (REZ, Frequency...) Cosa cambia nei giochi in cui è richiesta una componente di performance attoriale (mimicry) al giocatore (guitar hero, rock band, wii music) ?

    Con la distribuzione online i giochi con una forte componente sonore hanno più successo di altri (Geometry Wars e Every Extended Extra su Xbla)?
    "There's no question when you have The Answer"
    --Brooklyn's Finest--
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4872705
    Ma volete mettere la serie WipeOut senza la sua dannata colonna sonora?

    Fuffa,ecco cosa sarebbe.

    Firestarter sparato a palla su un qualsiasi circuito a velocità Phantom non ha prezzo...per tutto il resto c'è NipponCard.
    VISUALSHOCK! SPEEDSHOCK! SOUNDSHOCK! NOW IS TIME TO THE 68000 HEART ON FIRE!
    Sostenitore ufficiale SEGA
  5.     Mi trovi su: Homepage #4872919
    Nippon ha scritto:
    Ma volete mettere la serie WipeOut senza la sua dannata colonna sonora?

    Fuffa,ecco cosa sarebbe.

    Firestarter sparato a palla su un qualsiasi circuito a velocità Phantom non ha prezzo...per tutto il resto c'è NipponCard.
     Giusto osservazione interessante. probabilmente non è solo una colonna sonora ma la colonna portante del gioco.
    Ma sarebbe stato migliore se la musica fosse stata più direttamente determinante, prendendo ad esempio qualcosa da un Audiosurf qualsiasi?
    "There's no question when you have The Answer"
    --Brooklyn's Finest--
  6.     Mi trovi su: Homepage #4873087
    [size= 11pt; color: black; line-height: 150%]Ciao!
    Una linea interessante per analizzare la musica nei vg è quella che va oltre i classici puzzle game ma arriva a far interagire soundtrack con azione giocate. A esempio quella che parte dal mitico Otocky per arrivare a Rez. Forme differenti di scrolling, ovvia evoluzione, ma concetto molto simile. Non tanto e non solo “bella colonna sonora” ma “modo nuovo di concepirla”: da “invariabile” a “variabile dipendente” dal giocatore. Per questo ritengo più interessanti i vg musicali generativi che quelli reattivi (Pump It Up per es.)[/size]
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4873361
    Allen3 ha scritto:
    Giusto osservazione interessante. probabilmente non è solo una colonna sonora ma la colonna portante del gioco.
    Ma sarebbe stato migliore se la musica fosse stata più direttamente determinante, prendendo ad esempio qualcosa da un Audiosurf qualsiasi?
      No,perchè gia' a suo modo è direttamente determinante.
    Prendi la versione di WipeOut 2097 per Saturn...eccellente direi..ma non ha le musiche originali...
    Nelle classi avanzate proprio QUELLE canzoni ti davano quel plus che ti immergeva e ti concentrava al 100%,insomma,non era proprio la stessa cosa!
    Diciamo che non so come spiegartelo :DD
    VISUALSHOCK! SPEEDSHOCK! SOUNDSHOCK! NOW IS TIME TO THE 68000 HEART ON FIRE!
    Sostenitore ufficiale SEGA
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4880436
    Io ora sotolineo un'altro aspetto del sonoro dei VG, l'importanza che ha nell'immedesimazione del giocatore nell'esperienza che sta vivendo.
    La prima volta che ho iniziato a vedere (anzi ascoltare) il sonoro una parte importante quasi quanto la grafica è stato con il primo Call of Duty, che è stato forse uno dei primi giochi a utilizzare un sonoro altamente realistico e d'impatto per rendere piu credibile l'azione di gioco e coinvolgere di piu il giocatore.
    Difatti prima non gli davo molta importanza al sonoro, ma Call of Duty è stato il primo gioco che mi sono messo a giocare con le cuffie e l'effetto dolby per apprezzare appieno tutto il comparto sonoro, che se vi ricordate era veramente strafigo, sembrava veramente di stare li sul campo di battaglia. Ora lo faccio con parecchi giochi, specialmente gli sparatutto.
    Poi se si vuole parlare di colonne sonore in grado di ribaltare il giudizio di un gioco per la loro bellezza, ci sarebbe da scrivere un tema.
    www.myspace.com/akirametalhead
    www.myspace.com/humandecay
    www.drunkgamers.blogspot.com
  9.     Mi trovi su: Homepage #4889039
    Allen3 ha scritto:
    Solitamente la musica accompagna il lato grafico, preponderante del medium videogioco.
    Ma cosa succede quando la componente sonora non è più una traccia tangente il visivo, ma è un elemento irrinunciabile dell'esperienza? E quando questo accade? Solo quando ci è data la possibilità di interagire per mezzo di essa?
    Perchè è importante la musica nel videogioco? Quali videogiochi secondo voi utilizzano la componente musicale (silenzi compresi) in modo particolarmente interessante/originale/essenziale ?
    Parliamo un po' dell'importanza del suono nel vg, oltre il livello 0.
      Quali videogiochi utilizzano la componente musicale in modo essenziale ecc.? HALF-LIFE 2. Semplicemente perchè il silenzio contribuisce a generare un senso di solitudine che non avevo mai provato in vita mia. La totale assenza sia di rumori di sottofondo (tipo armadi che sbattono, urla in lontananza ecc.) sia di musica che appare raramente (e direi sempre al momento giusto, proprio quando hai bisogno di adrenalina e senti che devi ergerti contro quello che hai di fronte, cioè contro i boss: ad esempio gli Hunters o gli Striders) contribuisce a generare quella sensazione di totale abbandono a se stessi. Sei solo in un mondo devastato nel profondo, pieno di abomini alieni mostruosi e assetati di sangue e soldati pronti a morire pur di vederti crivellato dalle pallottole. Ecco perchè ci si sente sollevati nel veder comparire le figure amiche alla fine dei livelli. Perchè si necessita di un minimo appoggio. CONDEMNED pur utilizzando il classico approccio del terrore costante fatto di scricchiolii e gridolini sofferenti appare anch'esso originale, uno dei miei "horror effetto-boo"(cit.) preferiti. Ad ogni modo per me HL2 rimane il più innovativo ;)  
    /!\Il Metallaro Di Nextgame/!\
    "Mamma non posso andare a scuola, mi fa male il Gulliver. Debbo rimettermi...rischio di compromettere la mia educazione" (Alex DeLarge)
  10. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4933095
    A me la colonna sonora che mi è piaciuta di più in assoluto è stata quella di Halo, veramente splendida, capace di emozionare e di creare grande coinvolgimento. A livello invece di effetti sonori ultimamente ho apprezzato molto far cry 2, tant'è che nel gioco ho disattivato la musica per sentire al meglio i rumori del vento (veramente incredibili, soprattutto durante le tempeste) e della vegetazione in generale. Quoto anche Half Life 2 che nonostante possa sembrare da questo punto di vista un po scarno in realtà riesce a creare molto bene la senzazione di trovarsi in un mondo desolato e pericoloso.
    In ogni caso credo che l'elemento suono sia fondamentale per il videogioco è debba essere sviluppato in coerenza con il genere, il gameplay e le tematiche affrontate nel gioco stesso.
  11. Gioca Giuè!  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4933978
    SixelAlexiS ha scritto:
    "Shadow of the Colossus"


    Ho detto tutto ;)
     Ma più che Shadow of the Colossus, io direi ICO.Per quanto si muovano su piani simili, a livello di colonna sonora, ICO aveva quell'assenza di musica cosparsa di rumori cupi e non so, a volte quasi industriali, che mettevano una pesante sensazione di malinconia, di chiusura. Che poi era proprio quello il concetto del gioco: farti sentire in trappola in un castello da cui nessuno è mai uscito.




    Passando da assenza di musica a presenza dominante, non si può non pensare a REZ.
    Ma si badi bene, in REZ la musica è solo dominante, assolutamente non predominante. Pensare a REZ come a un gioco musicale è un errore gravissimo.
    REZ è considerato forma di sinestesia, cioè "fusione" di tutti i sensi (vabè, vanno esclusi olfatto e gusto, a meno di non leccare il pad e di annusare l'odore di plastica incellophanata della confezione), proprio perchè si basa in egual modo su grafica, sonoro e vibrazione.
    Giocare a REZ su un televisore con i controcacchi, con un impianto coi controcacchi e col Trance Vibrator è tutta un'altra cosa. 
    Gioca Giuè Il blog di videogiuochi che non stavate aspettando altro.
    Gioca Giuè Il blog di videogiuochi che non stavate aspettando altro.
    Gioca Giuè Il blog di videogiuochi che non stavate aspettando altro.
  12.     Mi trovi su: Homepage #4938789
    Beh,giochi che avevano a che fare con la musica in senso diretto ce ne sono stati:ne è un esempio Eternal Sonata;certo,non che si combatta a suon di note ma ricopriva comunque un ruolo di primaria importanza.
    Anche il gioco Braid del Live Arcade presenta un'ottima colonna sonora,con tracce che vanno dal folk all'uso del carillon.
    Mi viene in mente lo straordinario Lumines per psp che era l'essenza stessa della musica;pure LocoRoco fra pezzi pop e new age faceva un buon uso della componente sonora,anzi ora che mi ricordo le vocine stesse delle palline di LocoRoco servivano per sbloccare alcuni ostacoli...
    Il Grammaticus cagacazzi e Ascoltatore esperto di musica di Nextgame.

    IL MIO BLOG DI RECENSIONI MUSICALI http://musiteque.blogspot.com/

  La musica, il suono, i rumori

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina