1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4888356
    La riflessione mi e' venuta giocando a call of duty 5,l'ennesimo gioco shooter in prima persona ambientato nel secondo conflitto mondiale.C'e' da dire che di recente ho giocato anche a Brothers in arms hells higway che,pur avendo scenari e stile differenti,porta sempre alla stessa riflessione.E ci arriviamo :


    Da quando gioco ai giochi di guerra,credo addirittura da quando esistono i giochi di guerra,mi trovo sempre davanti lo stesso scenario bellico.Il giocatore impersona il soldato americano/inglese,insomma un facente parte delle forze alleate,impegnato a combattere contro tedeschi,giapponesi (in cod 4 contro gli arabi),insomma contro quelli che nell'immaginario collettivo,nella accezione comune viene descritto come "il cattivo".Ora io dico,credo che definire il soldato nosto nemico "cattivo" sia una concezione sbagliata del concetto di guerra stesso.Bisogna ricordarsi che le guerre di solito,anzi sempre,vengono decise a tavolino dai governanti di turno e che chi scende in trincea e' solo un soldato,spesso con una storia alle spalle,che veste una divisa e che se la fa sotto come quello che gli si para davanti.

    Come diceva De Andre' nella guerra di Piero "e mentre marciavi con l'anima in spalle,vedesti un uomo in fondo alla valle,CHE AVEVA IL TUO STESSO INDENTICO UMORE,MA LA DIVISA DI UN'ALTRO COLORE".

    Con questo lungo preambolo cosa voglio dire ?.Non sarebbe appunto il momento,per le grandi Major del videogioco di provare a osare di piu' ?.Perche' non proporre l'idea di produrre,per una volta,un videogioco di guerra voltato dalla parte opposta della barricata ?.Ora non dico di cominciare subito col pezzo forte e piu' duro da digerire,ovvero fare subito un gioco con protagonista un nazista,ma si potrebbe per esempio iniziare con la possiblita' di scegliere da quale parte della barricata stare.In questo Cod 5 io per esempio avrei gradito poter scegliere se combattere dalla parte dei Giapponesi o dei Marines,perche' devono sempre decidere per conto mio.Non credete che un giapponese si possa incavolare vedendo Cod 5 e come i soldati del suo paese vengono trucidati dal giocatore ?.Quanti giapponesi compreranno un gioco dove ogni 2x3 viene gridato "MUORI BASTARDO GIALLO" ?
  2. Thanks Bioware!  
        Mi trovi su: Homepage #4888380
    c'è troppa roba che dovrebbero tener sotto controllo...

    non è facile creare un gioco che ti fa impersonare una fazione ritenuta "cattiva" all'interno di uno scenario storico realmente esistito...

    Troppi grattacapi... Non è che ci vuole molto a creare un gioco tipo call of duty dalla parte dei nazisti, o magari al comando di Hitler in persona con lo scopo di sterimanre milioni di ebrei...magari un gestionale!!! :-|

    E' molto più comodo e facile essere il solito americano che sava tutti.
    ho 37 voti
    FF è diventato EMO, Kojima fa solo MG, Project Zero è passato a Nintendo, Toyama s'è rincoglionito, la saga Onimusha...boh?
    PS3 --- SOLIDSOLIDINO addatemi!!
  3.     Mi trovi su: Homepage #4888397
    Solidino ha scritto:
    c'è troppa roba che dovrebbero tener sotto controllo...

    non è facile creare un gioco che ti fa impersonare una fazione ritenuta "cattiva" all'interno di uno scenario storico realmente esistito...

    Troppi grattacapi... Non è che ci vuole molto a creare un gioco tipo call of duty dalla parte dei nazisti, o magari al comando di Hitler in persona con lo scopo di sterimanre milioni di ebrei...magari un gestionale!!! :-|

    E' molto più comodo e facile essere il solito americano che sava tutti.
    I gestionali che ti fanno impersonare la Germania nazista ci sono, ma ovviamente certi "aspetti" sono eliminati a favore della pura e semplice simulazione bellica. Anche perchè in diversi paesi si incorrerebbe in sanzioni vere e proprie se vi fosse anche il minimo suggerimento in questo senso (persino la semplice bandiera con la svastica in certi casi).
    Riguardo al topic, io vedrei più adatta la tanto bistrattata Prima Guerra Mondiale per impersonare i diversi schieramenti, ma visto che nessuno ha mai pensato di sviluppare qualcosa mi sa che non è molto realizzabile come esperienza (anche se l'idea di fare l'assalto dalla trincea e sopravvivere fino a quella avversaria per poi darmi al corpo a corpo mi esalta assai).
    Il fanatico dei giochi Paradox Interactive
    Ex-cacciatore di Trofei
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4888415
    Si hai ragione, ci avevo pensato anch'io a questa cosa. Qualcosahanno gia provato a farla, tipo quello sparatutto on-line Il Rosso e il Nero, dove puoi scegliere se impersonare i comunisti o i fascisti, oppure non mi ricordo se era Blietzkrieg oppure Codname Panzer dove facevi la campagna americana, inglese e nazifascista.
    Comunque hai ragione te, giusta o sbagliata che sia quela fazione, sarebbe interessante ogni tanto vedere la storia dalla parte opposta della barricata, tanto voglio dire, abbiamo giocato a GTA, abbiamo giocato a Mafia, abbiamo gicato a tanti rpg dove potevamo scegliere di essere malvagi, mi sembra giunto il momento di combattere anche delle guerre impersonando quei pover'uomini che sono stati definiti dalla storia come cattivi, ma che magari combattevano solo dalla parte opposta, o che di malvagio c'era solo il loro governante.
    www.myspace.com/akirametalhead
    www.myspace.com/humandecay
    www.drunkgamers.blogspot.com
  5. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4888432
    Gia' mi immagino i titoli di giornali e telegiornali che inneggiano allo scandalo :


    "IL VIDEOGIOCO CHE INNEGGIA AL NAZISMO"

    oppure

    "VINCE CHI AMMAZZA PIU' EBREI"

    e secondo me e' un peccato.Ci sono battaglie,vinte dalle forze dell'asse,che renderebbero benissimo se venissero inserite in un contesto videoludico.La presa di Parigi da parte delle forze nazifasciste,per quanto sia una pagina drammatica della storia del 900,secondo me sarebbe fantastica da riprodurre.Tra l'altro in CoD 3 se non ricordo male c'e' la liberazione di Parigi da parte alleata.

    Non mi spiacerebbe per esempio un gioco di guerra ambientato in Vietnam,tanto in quel constesto io sono sempre convinto che siano state entrambe le fazioni ad essere considerati "i cattivi" (ho sempre pensato che nella guerra del Vietnam i veri invasori fossero gli americani)
  6. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4888463
    alexspooky ha scritto:
    Gia' mi immagino i titoli di giornali e telegiornali che inneggiano allo scandalo :


    "IL VIDEOGIOCO CHE INNEGGIA AL NAZISMO"

    oppure

    "VINCE CHI AMMAZZA PIU' EBREI"

    e secondo me e' un peccato.Ci sono battaglie,vinte dalle forze dell'asse,che renderebbero benissimo se venissero inserite in un contesto videoludico.La presa di Parigi da parte delle forze nazifasciste,per quanto sia una pagina drammatica della storia del 900,secondo me sarebbe fantastica da riprodurre.Tra l'altro in CoD 3 se non ricordo male c'e' la liberazione di Parigi da parte alleata.

    Non mi spiacerebbe per esempio un gioco di guerra ambientato in Vietnam,tanto in quel constesto io sono sempre convinto che siano state entrambe le fazioni ad essere considerati "i cattivi" (ho sempre pensato che nella guerra del Vietnam i veri invasori fossero gli americani)
     Io sono del parere che la storia la scrive chi vince, e che nonostante io stesso sia parecchio pregiudicatore ritengo che ci sono due versioni della stessa vicenda.
  7.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4888473
    alexspooky ha scritto:
    Non mi spiacerebbe per esempio un gioco di guerra ambientato in Vietnam,tanto in quel constesto io sono sempre convinto che siano state entrambe le fazioni ad essere considerati "i cattivi" (ho sempre pensato che nella guerra del Vietnam i veri invasori fossero gli americani)
      scusa ma.. ERANO GLI INVASORI! :\


    e con tutta la fantasia del mondo non posso considerare gli americani come i buoni della situazione nel contesto vietnamita.. e questo vale per quasi tutti i conflitti nei quali sono stati impegnati i nostri amici yankee..
    now.. Live from MADRID.. http://www.behance.net/jeriko1kenobi miei reportage fotografici!
    http://www.flickr.com/photos/jeriko1kenobi
  8.     Mi trovi su: Homepage #4888477
    jeriko1kenobi ha scritto:
    E se unito a tutto questo per una volta lo scopo del gioco fosse perdere??

    Non sarebbe finalmente qualche cosa di realmente differente??
     Anche perché il fatto che si impersoni un soldato tedesco non significa mica che il gioco debba inneggiare al nazismo o al fascismo. Una cosa è impersonare un soldato impegnato sul campo di battaglia, un'altra è impersonare un governante, un gerarca nazista qualsiasi, un ufficiale delle SS... Lo stesso Call of Duty originale ti faceva interpretare anche un soldato sovietico, ma mica nessuno si è mai lamentato dicendo che il gioco inneggiava allo stalinismo, no? Anzi, lo stesso protagonista potrebbe mostrarsi, che so, contrario alla persecuzione degli ebrei...potrebbe uscirne una narrativa veramente inedita in questo tipo di giochi.
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  9.     Mi trovi su: Homepage #4888500
    Maximus ha scritto:
    Anche perché il fatto che si impersoni un soldato tedesco non significa mica che il gioco debba inneggiare al nazismo o al fascismo. Una cosa è impersonare un soldato impegnato sul campo di battaglia, un'altra è impersonare un governante, un gerarca nazista qualsiasi, un ufficiale delle SS... Lo stesso Call of Duty originale ti faceva interpretare anche un soldato sovietico, ma mica nessuno si è mai lamentato dicendo che il gioco inneggiava allo stalinismo, no? Anzi, lo stesso protagonista potrebbe mostrarsi, che so, contrario alla persecuzione degli ebrei...potrebbe uscirne una narrativa veramente inedita in questo tipo di giochi.
      Eh, l'unico problema dell'impersonare un soldato tedesco sarebbe la necessaria pesante censura storica. Insomma, metti che una campagnia sia ambientata nell'avanzata in Polonia: una volta che conquisti un villaggio, li fai vedere i plotoni della morte che rastrellano gli ebrei e fanno delle belle fosse con centinaia di cadaveri? Oppure, una campagna nel basso piemonte contro i partigiani: succede che uccidi tutte le donne e i bambini di un paese? O che li chiudi in una chiesa e poi la distruggi con la dinamite?
    Insomma, ogni fazione durante le guerre commette atrocita': le fosse di Katyn, fucilazioni sommarie, torture, stupri, saccheggi. Logicamente (?) queste cose vengono "omesse" in un videogioco. Tuttavia, l'applicazione della pulizia etnica e della rappresaglia da parte della wehrmacht non fu contingente alle situazioni, ma fu sistematica e scientifica. Quindi se un videogioco rappresenta quella fazione omettendo questi orrori e rappresentando ogni parte come "ognuno faceva la guerra, la guerra era uguale per tutti" commette una mistificazione. Che poi non sia cosi' grave per me che sono un videogiocatore e' un conto... Pero' chiedere una cosa del genere per una pura questione di noia "uffa sempre gli americani".. Non so.

    Oppure potrebbero osare di piu' sul serio, e fare un gioco in cui fanno vedere cos'e' sul serio la guerra. Ma ci devono mettere l'opzione "sparati un colpo in testa" :DD
  10. Forest of Jigramunt  
        Mi trovi su: Homepage #4888504
    La soluzione a tutto è non fare + giochi di guerra.
    Facciamo giochi con i figli dei fiori, gli arcobaleni e i soli sorridenti!
    Mettete un fiore nel vostro cannone :DD
    You say that I can't wait for nothing, alone
    Too far from here, where the time it's just a memory
    Too far form here, where the cold dust lacerate the streets
    Too far from here, in a desolate illusory mobility
  11. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4888517
    Vito ha scritto:
    Eh, l'unico problema dell'impersonare un soldato tedesco sarebbe la necessaria pesante censura storica. Insomma, metti che una campagnia sia ambientata nell'avanzata in Polonia: una volta che conquisti un villaggio, li fai vedere i plotoni della morte che rastrellano gli ebrei e fanno delle belle fosse con centinaia di cadaveri? Oppure, una campagna nel basso piemonte contro i partigiani: succede che uccidi tutte le donne e i bambini di un paese? O che li chiudi in una chiesa e poi la distruggi con la dinamite?
    Insomma, ogni fazione durante le guerre commette atrocita': le fosse di Katyn, fucilazioni sommarie, torture, stupri, saccheggi. Logicamente (?) queste cose vengono "omesse" in un videogioco. Tuttavia, l'applicazione della pulizia etnica e della rappresaglia da parte della wehrmacht non fu contingente alle situazioni, ma fu sistematica e scientifica. Quindi se un videogioco rappresenta quella fazione omettendo questi orrori e rappresentando ogni parte come "ognuno faceva la guerra, la guerra era uguale per tutti" commette una mistificazione. Che poi non sia cosi' grave per me che sono un videogiocatore e' un conto... Pero' chiedere una cosa del genere per una pura questione di noia "uffa sempre gli americani".. Non so.

    Oppure potrebbero osare di piu' sul serio, e fare un gioco in cui fanno vedere cos'e' sul serio la guerra. Ma ci devono mettere l'opzione "sparati un colpo in testa" :DD
     

    hai centrato esattamente il mio pensiero.Cioe' da una parte io sono favorevole a che i videogiochi "di guerra" permettano di impersonare anche la fazione opposta a quella "dei buoni" ma dall'altra e' da considerare tutto il contorno di cose che per forza di cose,per non incorrere nella censura e nel linciaggio,verrebbero omesse.Per il resto non mi pare che gli americani "buoni" con i prigioneri di guerra siano mai stati degli angeli.Nelle guerre a cui ha partecipato il contingente Usa si hanno notizie di torture,piu' o meno gravi,nei confronti dei soldati di guerra prigionieri.Magari meno accentuate nella II WW,ma di torture dalla guerra di corea per arrivare ad Abu Graib e Guantanamo si sanno anche le virgole.Ciononostante tutto cio' nei giochi di guerra dove vige il "patriottismo" americano viene omesso.
  12. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4888526
    La storia la scrive chi vince le guerre. E le guerre le vincono sempre i buoni, chissà come mai.

    Un gioco in cui si impersona un soldato della wehrmacht non potrebbe uscire sul mercato, a meno che una eventuale trama non preveda una diserzione e una presa di coscienza delle atrocità commesse.
    Alcuni di voi già sanno il mio pensiero: anche un gioco in cui si impersona un soldato americano o inglese non dovrebbe poter uscire sul mercato, a meno che una eventuale trama non preveda una diserzione e una presa di coscienza delle atrocità commesse.

    [Modificato da Myau il 30/11/2008 14:29]

    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal

  Giochi di guerra-perche' non osare di piu'

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina