1.     Mi trovi su: Homepage #4908141
    Dalle ultime analisi un dato allarmante: piů di 600 professionisti a rischio

    Un sogno che si trasforma in incubo. Lo stereotipo del calciatore, da sempre icona di lusso e privilegio, sembra essere precipitato nel baratro. Un precipizio da cui pare difficile risalire. In occasione del 40esimo anniversario dell'Associazione calciatori, festeggiato presso il Westin Palace di Milano, la tesi mossa č parsa concreta e preoccupante. Il presidente Sergio Campana, con questo comunicato, ha lanciato l'allarme: "Stiamo attraversando una crisi economica drammatica, senza precedenti, non č proprio il caso di continuare a definire quella dei calciatori una categoria privilegiata".

    Non stiamo parlando dei grandi fuoriclasse: non di Ibrahimovic, non di Kakŕ e non di Del Piero. Loro, grazie ai loro ingaggi pluri milionari, rimangono e rimarranno sempre nell'olimpo dei privelegiati. Ma il mondo del calcio professionistico si estende ben al di sotto della Serie A, toccata dalla crisi economica solamente in parte. Dalla serie cadetta fino e soprattutto alle categorie inferiori, il calciatore č ormai da considerarsi precario a tutti gli effetti.

    "Ci sono giocatori che non percepiscono lo stipendio da mesi, ce ne sono centinaia che vivono con uno stipendio normalissimo e che fanno fatica a riceverlo", aggiunge inoltre Campana. La Lega Calcio č giŕ al lavoro per risanare un mondo che pare seguire la profonda crisi economica del Paese. Un'operazione che si profila alquanto impegnativa. Il primo passo prevederebbe un taglio cospicuo delle squadre iscritte alla Serie C: da 90 societŕ si passerebbe a 60, un taglio che lascerebbe a piedi piů di 600 giocatori professionisti. Un brutto sogno dal quale il calciatore "normale", che fa di questa professione il proprio lavoro come chiunque altro, vorrebbe svegliarsi.
  2. Stramazzarri torna  
        Mi trovi su: Homepage #4908147
    Originally posted by Pezzotto
    Il presidente Sergio Campana, con questo comunicato, ha lanciato l'allarme: "Stiamo attraversando una crisi economica drammatica, senza precedenti, non č proprio il caso di continuare a definire quella dei calciatori una categoria privilegiata".



    ma ammazzatevi e andate a lavorare in fabbrica
  3. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4908148
    Originally posted by TonyManero
    ma ammazzatevi e andate a lavorare in fabbrica



    beh si riferisce nn a quelli della serie A e nemmeno alla gran parte della B...ma + che altro per le categorie inferiori.

    in ogni caso č una scelta di vita...se uno vuol fare il calciatore sa a cosa va incontro ed inoltre se č intelligente...lo capisce se ad una certa etŕ nn fai carriera...č difficile che puoi farne dopo...e quindi meglio trovarsi un mestiere vero:cool:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  4.     Mi trovi su: Homepage #4908149
    Originally posted by marcomix
    beh si riferisce nn a quelli della serie A e nemmeno alla gran parte della B...ma + che altro per le categorie inferiori.

    in ogni caso č una scelta di vita...se uno vuol fare il calciatore sa a cosa va incontro ed inoltre se č intelligente...lo capisce se ad una certa etŕ nn fai carriera...č difficile che puoi farne dopo...e quindi meglio trovarsi un mestiere vero:cool:


    Che poi quelli che giocano in serie inferiori, "lavorano" (tra moltissime virgolette) pure ancora meno di quelli "di primo piano"... ma andate a lavurŕ... :sbam:
  5. aaa  
        Mi trovi su: Homepage #4908151
    Originally posted by Nomak
    Che poi quelli che giocano in serie inferiori, "lavorano" (tra moltissime virgolette) pure ancora meno di quelli "di primo piano"... ma andate a lavurŕ... :sbam:
    :yy: :yy:

    Programma settimanale del Legnano(Serie C1)

    Di seguito riportiamo il programma di lavoro della Prima squadra relativo alla settimana dal 24 al 30 Novembre.

    LUNEDI
    riposo

    MARTEDI
    Ore 14,30 – allenamento (stadio G. Mari)

    MERCOLEDI
    Ore 9,30 – allenamento (campo sportivo via Parma, Legnano)
    Ore 14,30 – allenamento (stadio G. Mari)

    GIOVEDI
    Ore 15,00 – amichevole Trezzano-Legnano a Trezzano Sul Naviglio

    VENERDI
    Ore 14,30 – allenamento (campo sportivo via Parma, Legnano)

    SABATO
    Ore 10,00 – allenamento (stadio G. Mari)

    DOMENICA
    Ore 14,30 – Verona-Legnano (14^ giornata di Campionato)
    IO il 25 Agosto 1970 C'ERO :cool:
  6. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #4908152
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    scusa eh, ma il calciatore mica č come un operaio che piů ore sta davanti alla pressa piů pezzi produce :asd:
    anzi, mi sa che se li fai allenarsi mattina e pomeriggio a metŕ stagione ti trovi con tutti rotti o fermi ai box :asd: :asd:


    Questo č fuori discussione. Io volevo capire che tipo di impegno serve in termini di ore per fare il calciatore. Se sono 30 ore settimanali, non ho capito per quale motivo un calciatore non possa fare altri lavori come qualsiasi altra persona che fa poche ore settimanali col primo lavoro.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4908153
    Originally posted by ScudettoWeb
    Questo č fuori discussione. Io volevo capire che tipo di impegno serve in termini di ore per fare il calciatore. Se sono 30 ore settimanali, non ho capito per quale motivo un calciatore non possa fare altri lavori come qualsiasi altra persona che fa poche ore settimanali col primo lavoro.


    non credo sia per la fatica, ma per la reperibilitŕ. Se da un giorno all'altro uno giocatore puň essere richiamato in ritiro dalla squadra, se c'č la champions, se c'č la uefa, la coppa italia, l'anticipo, il posticipo etc...non si puň mai dire in che giorno sarai via, se starai via piů giorni etc...

    e poi perchč un giocatore che gioca anche in serie C prende piů di un impiegato, quindi non ha bisogno di lavorare di piů di quello che fa.
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4908154
    Originally posted by Zanetti_Capitano
    non credo sia per la fatica, ma per la reperibilitŕ. Se da un giorno all'altro uno giocatore puň essere richiamato in ritiro dalla squadra, se c'č la champions, se c'č la uefa, la coppa italia, l'anticipo, il posticipo etc...non si puň mai dire in che giorno sarai via, se starai via piů giorni etc...

    e poi perchč un giocatore che gioca anche in serie C prende piů di un impiegato, quindi non ha bisogno di lavorare di piů di quello che fa.


    si ma il punto č che nn si parla ne di squadre di A ne di quelle di B, quindi nessun problema di champions uefa o anticipi e posticipi.
    č mi sembra anche ovvio con gli stipendi che danno.


    la mia osservazione perň č un'altra: se a te calciatore nn sta bene lo stipendio che prendi in C tanto da sentirti precario....che tu giochi in C o in A nn lo si capisce a 60 anni...cioč che tu sia scarso e nn supererai la C lo capisci mooolto prima, quindi hai tutto il tempo di trovarti un altro lavoro....un lavoro part-time e continuare con la C, insomma...nn mi pare sta tragedia.

    la vera tragedia č che per perseguire questo tipo di carriera molto spesso ragazzini molto piccoli accantonano gli studi, questo č il vero problema, e nn c'entra lo stipendio e quanto percepiscono, + che altro la mentalit attorno.
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  Calciatori, professione precaria

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina