1.     Mi trovi su: Homepage #4909724
    Stadio costruito su residui tossici?

    Il pm Raffaele Guariniello ancora al lavoro nell'inchiesta che vuole fare luce sul rapporto tra Sla e calcio. Il nuovo fascicolo č del tutto particolare: si indaga sullo stadio di Como, il vecchio "Sinigaglia": obiettivo, capire se esiste una relazione tra il terreno di gioco e i casi che hanno colpito piů ex-giocatori del club lariano. Documenti avrebbero evidenziato che l'impianto č stato costruito sopra materiali e residui sospetti.

    Potrebbe essere necessario risalire a oltre 80 anni fa, ai tempi della bonifica della zona paludosa alla foce del torrente Cosia, per capire se sotto l'erba del glorioso, pittoresco stadio lariano siano esistiti o esistano tuttora strati sovrapposti di materiale di risulta, residui della combustione di carbone, sabbia, argilla ma anche materiale di scarto proveniente dalle fonderie di Dongo, ricco di metalli e minerali tossici. Efficace come drenante, se e' vero che il campo comasco da allora non e' mai stato modificato ed e' sempre stato ritenuto tra i migliori, da questo punto di vista, ma potenzialmente pericoloso.

    L'amministrazione comunale, proprietaria dell'impianto, da parte sua, fa sapere di non essere competente. L'assessore alle Grandi opere Fulvio Caradonna e' tranciante: ''Contaminazioni tossiche? Si tratta di ipotesi fantasiose e sinceramente bizzarre- afferma- la manutenzione del campo di gioco e il rifacimento del fondo sono sempre stati a cura della societa' sportiva. Se mai in passato in fase di costruzione si siano usati materiali nocivi, questo non risulta agli atti poche' stiamo parlando di un cantiere del 1927". Per quanto riguarda il Calcio Como, non esiste piů una memoria storica se non nell'ex medico sociale Paolo Mascetti, ora vicepresidente della Provincia: ''Io non ho mai sentito parlare di materiali pericolosi, al massimo di fascine di legna. Bisognerebbe analizzare il substrato e poi eventualmente valutare se possano aver creato danni e se esista una correlazione con la Sla. La strada e' ancora lunga. La mia impressione e' che concentrarsi sui prati, piuttosto, potrebbe avere un senso. Si spiegherebbe, per esempio, perche' nel ciclismo o nel basket non ci siano casi''. Appunto...

    :eek:

  Sla: quell'ombra sul campo di Como

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina