1.     Mi trovi su: Homepage #4934293
    Allora... mercoledì ho comprato un articolo su ebay, il tizio me l'ha spedito con pacco celere 1 quindi sarebbe dovuto arrivarmi in 24 h... Naturalmente tanto per cambiare ciò non è avvenuto... giovedì niente, venerdì niente, sabato niente, ieri niente.. nn è passato nessuno nè hanno lasciato la cartolina di avviso.

    Guardando il percorso del pacco su internet c'è scritto questo: (guardare immagine allegata)



    Come vedete c'è scritto venerdì in giacenza sabato di nuovo in consegna lunedì in giacenza e oggi in consegna.

    Domenica il tizio mi ha scritto che il pacco era ing iacenza e avevo 5 giorni per ritirarlo se no sarebbe tornato indietro... Contando i giorni dalla giacenza (quindi calcolando da venerdì) oggi sarebbe il quinto giorno (oggi che c'è scritto in consegna) Secondo voi devo calcolare da venerdì in giacenza?

    Sul sito delle poste poi c'è scritto:

    Per ogni spedizione sono previsti due tentativi di consegna gratuiti. Se in entrambi i casi il destinatario è assente, potrà ritirare la spedizione presso l'ufficio postale indicato sull'avviso lasciato dal corriere (giacenza gratuita per 7 giorni lavorativi, sabato incluso).

    Quà dice 7 giorni... quindi contando da venerdì l'ultimo giorno sarebbe venerdì prox dato che la domenica è esclusa... Il problema è capire da che giorno sta in giacenza per poter contare i giorni dato che da me nn è passato nessuno nè nessuno ha messo una qualche cartolina!!

    Io stamattina volevo andare alla posta ma oggi c'è scritto di nuovo "in consegna" che faccio?
    "Tutto ciò che ha un inizio, ha una fine" (Matrix revolutions)
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4934299
    Antonio Santi Giuseppe Meucci (Firenze13 aprile 1808 – Staten Island18 ottobre 1889) è stato un inventore italiano, celebre principalmente per l'invenzione del telefono.

    Biografia [size= xx-small][[/size][size= xx-small; color: #002bb8]modifica[/size][size= xx-small]][/size]Nato a San Frediano, quartiere popolare di Firenze, studiò all'Accademia di Belle Arti del capoluogo toscano lavorando in seguito come impiegato alla dogana e come tecnico di scena al Teatro della Pergola, dove conoscerà la futura moglie, Ester Mochi.
    Coinvolto nei moti rivoluzionari del 1831, imprigionato a causa delle sue convinzioni politiche, Meucci è costretto a lasciare il Granducato di Toscana e ad emigrare a Cuba, dove nel 1835 accetta un lavoro al Teatro Tacon dell'Avana. Successivamente, quando il teatro va a fuoco e si ritrova senza lavoro, è costretto a lasciare Cuba e si dirige verso gli Stati Uniti, dove arriva nel 1850.
    Giunto a New York, Meucci è fondatore di una fabbrica di candele (nella quale lavorerà anche Giuseppe Garibaldi) e attorno al 1854 costruisce il primo prototipo di telefono, allo scopo di poter mettere in comunicazione il suo ufficio con la camera da letto dove la moglie è costretta da una grave malattia. Di questo esperimento incarica il suo amico artista Nestore Corradi di disegnargli uno schizzo che rappresenta una delle prove principali della paternità dell'invenzione di Meucci. L'invenzione del telefono prende spunto da un sistema precedente, che aveva creato quando lavorava a teatro: si trattava di un sistema di tubi che trasportava il suono da una parte all'altra del palco, in modo da poter impartire le istruzioni agli operai dalla cabina di regia.
    Successivamente la fabbrica di candele fallisce e Meucci si trova improvvisamente in difficoltà finanziarie, ma nel frattempo continua a sviluppare la sua invenzione. Costretto a vivere con l'aiuto degli amici, non ha abbastanza soldi per brevettare il telettrofono (come lo aveva chiamato); nel 1871 fonda assieme ad altri italiani co-finanziatori la Telettrofono Company [1] e riesce ad ottenere solo un brevetto temporaneo che va rinnovato di anno in anno al prezzo di 10 dollari (riuscirà a rinnovarlo solo fino al 1873). Prova a proporre la sua invenzione ad una compagnia telegrafica di New York, ma le potenzialità del telefono non vengono intuite. Il 7 marzo 1876 Alexander Graham Bell brevetta il "suo" telefono: Meucci gli intenterà causa, ma, ormai in bancarotta, ha persino problemi a comprarsi da mangiare. Nel 1887 la causa si conclude con la vittoria di Bell, sulla base del fatto che secondo il giudice, Meucci avrebbe inventato il telefono meccanico e Bell quello elettrico, che era oggetto del brevetto. L'11 giugno 2002 il Congresso degli Stati Uniti riconosce il lavoro di Meucci nell'invenzione del telefono.
    [size= xx-small; color: #002bb8]modifica[/size][size= xx-small]][/size]

    [size= xx-small][/size]


    Targa a ricordo di Meucci, Palazzo delle Poste Centrali (Firenze)


    Oltre al trasferimento elettrico della voce, Meucci inventò e brevettò molti altri strumenti basati su processi chimici e meccanici.
    Per mancanza di soldi, non poté fare un normale brevetto per il suo telefono (il trasferimento elettrico della voce), ma fu costretto a presentare un brevetto non definitivo, da rinnovare ogni anno al prezzo di 10 dollari. Per un brevetto definitivo gli furono chiesti più di 200 dollari, ma Meucci non riuscì a racimolarne più di 20.
    • Altri brevetti:
    1871 US Patent No. 122,478 "Bevande frizzanti," bevande frizzanti a base di frutta e vitamine che Meucci trovò utili durante il suo ricovero causato dalle ustioni subite durante l'esplosione del Westfield ferry.
    [1]1872 - Improved method of manufacturing effervescent drinks from fruits
    1873 US Patent No. 142,071 "Condimento per pasta e altri cibi". In accordo con Roberto Merloni, General Manager della STAR (Agrate - Milano).
    [2] 1873 - Improvement in sauces for food
    Lista dettagliata di brevetti (in inglese): [3]
    Italia, Alexander Graham Bell è stato considerato l'inventore del telefono. Grazie al lavoro di ricerca di Basilio Catania[2], recepito dalla Federazione Italiana di Elettrotecnica[3] tale certezza è stata messa in discussione a livello internazionale. L'11 giugno 2002 il Congresso degli Stati Uniti, con la risoluzione 269, ha riconosciuto che se Meucci avesse avuto i soldi per pagare il caveat del 1871, Alexander Graham Bell non avrebbe potuto acquistare il brevetto; e che il lavoro di Antonio Meucci nell'invenzione del telefono deve essere riconosciuto. Nel 1940 il regista Enrico Guazzoni gira un film "Antonio Meucci, il mago di Clifton" con protagonista Luigi Pavese. Nel 1970 la RAI produsse uno sceneggiato dal titolo Antonio Meucci cittadino toscano contro il monopolio Bell, con Paolo Stoppa nel ruolo di Meucci. Nel 2005 la RAI ha prodotto una fiction su Meucci: Meucci - L'italiano che inventò il telefono.
    A Meucci è dedicata un'aula presso la Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM di Milano e il Liceo Scientifico Statale di Ronciglione (Viterbo).
  3.     Mi trovi su: Homepage #4934315
    mmmmm non credo mi dicano nulla riferito al pacco c'ho provato già un paio di volte e dicono che bisogna andare lì e chiedere... in effetti la posta dove vado io non è la posta di paese dove ci sono solo 2 persone :asd:
    "Tutto ciò che ha un inizio, ha una fine" (Matrix revolutions)
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4934322
    Arichan ha scritto:
    mmmmm non credo mi dicano nulla riferito al pacco c'ho provato già un paio di volte e dicono che bisogna andare lì e chiedere... in effetti la posta dove vado io non è la posta di paese dove ci sono solo 2 persone :asd:
     allora alza il tuo culetto e vai alle poste :asd:
  5.     Mi trovi su: Homepage #4934336
    Guarda 2 anni fa ho preso il cellulare su ebay. Pacco celere 1 perchè avevo rotto il vecchio e avevo bisogno del nuovo subito... Dalla spedizione passò solo un mese e mezzo giusto :asd: :asd: Era sempre in giacenza poi arrivò l'omino SDA che riempii di insulti. A me non era stato mandato indietro, ma lo han tenuto in giacenza una vita...
    Vincitore della coppa Uefa Superleague Apertura 2010/11 e Supercoppa Superleague Apertura 2010/11
    Vincitore della coppa Superlega Clausura 2013/14

    Raccolta delle Zandetta di SuperLega
  6. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4934663
    fammi capire tu oggi nn volevi scendere di casa e andare alla posta....perchè un sito diceva....in consegna?

    quindi tutti i giorni in cui stava scritto in consegna tu nn sei uscita di casa?:asd:

    nn facciamoci prendere dal panico:rotfl:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  7.     Mi trovi su: Homepage #4934698
    No beh in linea di massima non dovevo uscire e quindi sono stata a casa oppure nel weekend che non ci sono stata cmq ci sono sempre stati i miei.....

    Cmq sono andata alla posta dopo 2 inesorabili ore di fila mi hanno detto che il "in giacenza" probabilmente è riferito alla filiali sda, quindi in giacenza alla filiale sda e non ancora da loro.. la signorina ha pure controllato e lì non c'era.. bah speriamo bene... e fortuna che ero di buon umore oggi perchè passare 2 ore di fila inutilmente nn è bello :asd:
    "Tutto ciò che ha un inizio, ha una fine" (Matrix revolutions)
  8.     Mi trovi su: Homepage #4934710
    Arichan ha scritto:
    Cmq sono andata alla posta dopo 2 inesorabili ore di fila mi hanno detto che il "in giacenza" probabilmente è riferito alla filiali sda, quindi in giacenza alla filiale sda e non ancora da loro.. la signorina ha pure controllato e lì non c'era.. bah speriamo bene... e fortuna che ero di buon umore oggi perchè passare 2 ore di fila inutilmente nn è bello :asd:
     E io che ti ho scritto oggi? :asd: :asd:
    Vincitore della coppa Uefa Superleague Apertura 2010/11 e Supercoppa Superleague Apertura 2010/11
    Vincitore della coppa Superlega Clausura 2013/14

    Raccolta delle Zandetta di SuperLega

  Mi serve un parere...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina