1.     Mi trovi su: Homepage #4934683
    Era stato presentato come il nuovo fenomeno, Alexandre Pato 19 anni,
    non ha deluso le aspettative. Il suo primo anno in Italia ha un
    bilancio nettamente positivo. Secondo la Gazzetta dello Sport negli
    ultimi 60 anni nessuno ha segnato quanto lui a 19 anni. Un nuovo record per il papero rossonero che dal gennaio 2008 a dicembre 2008 ha siglato 15 goal in Serie A e 2 in Coppa Uefa.
    La cifra sorprende ancora di più se pensiamo che Pato l'anno scorso ha
    saltato diverse partite per infortunio e quest'anno ha giocato meno
    rispetto a Kaka e Ronaldinho. Numeri da giocatore da Milan, dove non
    è semplice giocare a 19 anni con tutte le pressioni dell'ambiente in un
    campionato difficile come la serie A.
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4934760

    IL 2008 PARLA CHIARO
    23/12/2008 10.32.00
    Pato,
    Pato e ancora Pato. Diciassette volte Pato. Il talento 19enne di Pato
    Branco ha giocato 2560 minuti con il Milan in tutto il 2008, in pratica
    29 partite intere. E i gol sono 17...1 ogni 151 minuti

    MILANELLO -
     Da quando è nel Milan, non è ancora trascorso un anno dalla sua prima
    partita ufficiale in rossonero, Alexandre Pato ha segnato 17 gol
    in partite ufficiali. E' vero che fra Campionato, Champions League e
    Coppa Uefa, le sue presenze ufficiali sono 42, ma se si calcolano i minuti effettivamente giocati (2560) le partite intere giocate dal talento di Pato Branco sono 29. Una media superiore, quindi, la sua, al gol ogni due partite.

    Alexandre Pato in questa stagione ha segnato 8 gol: cinque a San Siro contro Zurigo, Lazio, Wolfsburg e Udinese, tre in trasferta
    contro Reggina, Torino e Juventus. La sua crescita era quindi
    attesissima. Quelli della scorsa stagione, dunque, non erano solo
    germogli, episodi fini a sè stessi. Tutto ciò di cui si era accorto il
    Milan dal settembre al dicembre del 2007, quando Patinho si allenava e
    basta, non era gomma da masticare, non era retorica fine a sè stessa.

    Il 2008 parla chiaro:
    Pato ha avuto a disposizione nel Milan nove mesi di calcio italiano, da
    gennaio a maggio e da settembre ad oggi. In questi nove mesi ci sono
    stati un paio di infortuni (il più lungo da smaltire quello alla
    caviglia a Firenze a inizio febbraio) e il giro del mondo fatto in
    occasione delle Olimpiadi e delle varie convocazioni per la Nazionale
    brasiliana. Bene, in questi nove mesi le cifre sono nitide: 9 gol in campionato da gennaio a maggio, 6 in campionato più 2 in Uefa da settembre ad oggi. In totale fanno 17.
  3.     Mi trovi su: Homepage #4935087
    massituo ha scritto:
    IL 2008 PARLA CHIARO
    23/12/2008 10.32.00
    Pato,
    Pato e ancora Pato. Diciassette volte Pato. Il talento 19enne di Pato
    Branco ha giocato 2560 minuti con il Milan in tutto il 2008, in pratica
    29 partite intere. E i gol sono 17...1 ogni 151 minuti

    MILANELLO -
     Da quando è nel Milan, non è ancora trascorso un anno dalla sua prima
    partita ufficiale in rossonero, Alexandre Pato ha segnato 17 gol
    in partite ufficiali. E' vero che fra Campionato, Champions League e
    Coppa Uefa, le sue presenze ufficiali sono 42, ma se si calcolano i minuti effettivamente giocati (2560) le partite intere giocate dal talento di Pato Branco sono 29. Una media superiore, quindi, la sua, al gol ogni due partite.

    Alexandre Pato in questa stagione ha segnato 8 gol: cinque a San Siro contro Zurigo, Lazio, Wolfsburg e Udinese, tre in trasferta
    contro Reggina, Torino e Juventus. La sua crescita era quindi
    attesissima. Quelli della scorsa stagione, dunque, non erano solo
    germogli, episodi fini a sè stessi. Tutto ciò di cui si era accorto il
    Milan dal settembre al dicembre del 2007, quando Patinho si allenava e
    basta, non era gomma da masticare, non era retorica fine a sè stessa.

    Il 2008 parla chiaro:
    Pato ha avuto a disposizione nel Milan nove mesi di calcio italiano, da
    gennaio a maggio e da settembre ad oggi. In questi nove mesi ci sono
    stati un paio di infortuni (il più lungo da smaltire quello alla
    caviglia a Firenze a inizio febbraio) e il giro del mondo fatto in
    occasione delle Olimpiadi e delle varie convocazioni per la Nazionale
    brasiliana. Bene, in questi nove mesi le cifre sono nitide: 9 gol in campionato da gennaio a maggio, 6 in campionato più 2 in Uefa da settembre ad oggi. In totale fanno 17.
     Ho visto giocare pato poche volte ma mi sembra già un tipo alla kakà. Non tocca palla con le squadre forti e organizzate e segna miriadi di gol e trova discese e praterie dove correre con le squadre scarse o che che giocano solo in attacco lasciando spazi enormi (tipo napoli, udinese etc). Con la juve ha segnato ma ha fatto davvero pena. Magari però migliorerà, è giovane. Infatti il paragone andrebbe fato con altri che hanno giocato da titolare nel milan o in altre squadre per così tanto a quell'età. e non penso ce ne siano stati. Voi direte...ce ne sarà un motivo...io dico che spesso è il caso...ci si acorge di giocatori forti a 30 anni fra un po' (vedi toni o amauri) o per caso in serie d (torricelli dalla serie d alla coppa campioni in 2 anni). Chissà se balotelli giocava nelle giovanili del milan se magari facevano giocare lui (non avendo ibra ma una serie di morti viventi in attacco come il milan) e quanto segnava. e così per tanti altri e tante altre società che invece di far giocare subito talenti li fanno "maturare" qua e là. e intanto all'estero le squadre forti son pieni di 19enni e 17 enni (a volte italiani) che segnano a piu non posso...
    Una volta mi sembrava, magari ero un illuso, che nel calcio ci fosse anche un desiderio di aggregazione reale, di divertimento...; adesso mi sembra qualcosa molto vicino alla vendetta, vendetta numero 15. Dico questo per agganciarmi alla prossima canzone che si chiama "Delenda Carthago" e anche per dirvi che Properzio, la nuova ala della Lazio, diceva a proposito del denaro...risparmio la battuta in latino...del loro..."per causa tua", diciamo, "ci avviamo a morte prematura"...Com'è vero!!!
    Delenda Carthago.
  4.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4935147
    Odisseo&MarcoPisellonio ha scritto:
    Ho visto giocare pato poche volte ma mi sembra già un tipo alla kakà. Non tocca palla con le squadre forti e organizzate e segna miriadi di gol e trova discese e praterie dove correre con le squadre scarse o che che giocano solo in attacco lasciando spazi enormi (tipo napoli, udinese etc). Con la juve ha segnato ma ha fatto davvero pena. Magari però migliorerà, è giovane. Infatti il paragone andrebbe fato con altri che hanno giocato da titolare nel milan o in altre squadre per così tanto a quell'età. e non penso ce ne siano stati. Voi direte...ce ne sarà un motivo...io dico che spesso è il caso...ci si acorge di giocatori forti a 30 anni fra un po' (vedi toni o amauri) o per caso in serie d (torricelli dalla serie d alla coppa campioni in 2 anni). Chissà se balotelli giocava nelle giovanili del milan se magari facevano giocare lui (non avendo ibra ma una serie di morti viventi in attacco come il milan) e quanto segnava. e così per tanti altri e tante altre società che invece di far giocare subito talenti li fanno "maturare" qua e là. e intanto all'estero le squadre forti son pieni di 19enni e 17 enni (a volte italiani) che segnano a piu non posso...
      Pato è un giocatore che puoi non vedere per tutta la partita e poi ti infila, come trezeguet. La sua caratteristica principale è il dribling in progressione e la velocità, per ovvi motivi se trova spazi diventa devastante. Attualmente pecca molto nei passaggi e nonostante un anno di rinforzo muscolare è ancora gracile fisicamente, spesso perde contrasti. Dalla sua ha anche un destro (e sinistro) davvero potente.
    Considerando che ha 19 anni e che segna più di un gol ogni due partite (media da grandi bomber già affermati) gli si può chiedere poco di più attualmente. Sicuramente deve migliorare nel gioco di squadra (ma si vede la mano dell'allenatore nel corso dell'anno), ma a quell'età giocatori già così forti ne ho visti davvero pochi, solo messi.

    [Modificato da massituo il 23/12/2008 19:18]

  5. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #4935194
    massituo ha scritto:
    Pato è un giocatore che puoi non vedere per tutta la partita e poi ti infila, come trezeguet. La sua caratteristica principale è il dribling in progressione e la velocità, per ovvi motivi se trova spazi diventa devastante. 
     Concordo.Quello che ha fatto domenica prima dell'assist a Kakà l'ho visto fare a pochi giocatori.Come Trezeguet ma non è lo stesso tipo d'attaccante ovviamente.Trezeguet è uomo d'area.
    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  6.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4965982
    INDUBBIAMENTE PATO
    19/01/2009 10.00.00
    Pato, Pato e ancora Pato. Il talento 19enne di Pato Branco ha giocato 2728 minuti con il Milan in tutto il 2008 e in avvio di 2009, oltre 30 partite intere. E i gol sono 20...1 ogni 136 minuti
    (nella foto: L'ESULTANZA DI PATO DOPO IL GOL IN MILAN-FIORENTINA 1-0 DEL 17 GENNAIO 2009)
    MILANELLO -  Da quando gioca nel Milan, è trascorso poco più di un anno (era il 13 gennaio 2008...) dalla sua prima partita ufficiale in rossonero, Alexandre Pato ha segnato 20 gol in partite ufficiali in 369 giorni. E' vero che fra Campionato, Champions League e Coppa Uefa, le sue presenze ufficiali sono 44, ma se si calcolano i minuti effettivamente giocati (2728) le partite intere giocate dal talento di Pato Branco sono 30. Una media superiore, quindi, la sua, al gol ogni due partite.

    Alexandre Pato in questa stagione ha segnato 11 gol: sei a San Siro contro Zurigo, Lazio, Wolfsburg, Udinese e Fiorentina, cinque in trasferta contro Reggina, Torino, Juventus e Roma. La sua crescita era quindi attesissima. Quelli della scorsa stagione, dunque, non erano solo germogli, episodi fini a sè stessi. Tutto ciò di cui si era accorto il Milan dal settembre al dicembre del 2007, quando Patinho si allenava e basta, non era gomma da masticare, non era retorica fine a sè stessa.

    Il 2008, e il primo sussulto del 2009, parlano chiaro: Pato ha avuto a disposizione nel Milan nove mesi e mezzo di calcio italiano, da gennaio a maggio e da settembre ad oggi. In questi nove mesi ci sono stati un paio di infortuni (il più lungo da smaltire quello alla caviglia a Firenze a inizio febbraio) e il giro del mondo fatto in occasione delle Olimpiadi e delle varie convocazioni per la Nazionale brasiliana. Bene, in questi nove mesi le cifre sono nitide: 9 gol in campionato da gennaio a maggio, 9 in campionato più 2 in Uefa da settembre ad oggi. In totale fanno 20. Più i due gol in Nazionale brasiliana: squadra "A" a Londra contro la Svezia e Olimpica in Cina contro la Nuova Zelanda.


    e non tira i rigori...
  7.     Mi trovi su: Homepage #4966002
    Pezzotto ha scritto:
    Non fate leggere questo thread a quelli del Manchester City :asd:
     d'oh! ormai lo avranno letto e ci sarà gia un offerta che staranno ponderanno, è la fine...
    "al mio segnale...scatenate l'inferno!" dissi io, davanti alla colazione dell'hotel a 4 stelle di Padova...
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4966078
    massituo ha scritto:
    Sicuramente deve migliorare nel gioco di squadra (ma si vede la mano dell'allenatore nel corso dell'anno), ma a quell'età giocatori già così forti ne ho visti davvero pochi, solo messi.
     D'accordissimo su tutto ma soprattutto con questa frase Massi :)
    Dopo Kakà è il giovane + forte che abbiamo mai preso.
  9. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #4966157
    le statistiche di pato sono sicuramente notevoli. sicuramente hanno contribuito tanti fattori alla sua esplosione nel milan, ma credo che sia nascondersi dietro un dito negare le indubbie qualità del calciatore e se in altre rose nn fanno esordire un 19enne..significa che sbagliano loro.

    inoltre la frase " facile gioca in una grande squadra e lo fanno giocare" nn è del tutto...ovvia. ricordo che altri giovani o anche meno giovani hanno avuto tale responsabilità...e sono pochi i calciatori che poi hanno le palle per reggerla.

    ricordo gilardino al milan...pazzini alla fiore...che hanno avuto l'occasione...la fiducia della società...un anno per dimostrarlo...ed hanno fallito.

    inoltre il peso aumenta con le aspettative di una grande società---di solito è + semplice esordire e fare bene in squadre di media classifica.


    detto questo condivido che il ragazzo deve crescere e migliorare ancora in alcuni aspetti fondamentali...ma le premesse sono buone.....quindi consiglio vivamente il manchester city di effettuare al + presto quest'altro acquisto:asd:
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  10.     Mi trovi su: Homepage #4966319
    alesss ha scritto:
    D'accordissimo su tutto ma soprattutto con questa frase Massi :)
    Dopo Kakà è il giovane + forte che abbiamo mai preso.
       e ci credo, il milan prende solo trentenni ed i soli giovani che ha preso, al di fuori di quei due, sono DIGAO e Bonera :asd:
    :asd:

  Pato record: a 19 anni nessuno ha mai segnato tanto in serieA

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina