1.     Mi trovi su: Homepage #4939193
    Sono venuto a conoscenza da poco di questa notizia che mi ha basito per una serie di motivi. Il 6 agosto 2008 (sempre quando siamo in vacanza...) il parlamento italiano ha votato la legge 133, dove in un articolo si obbligano i comuni a privatizzare entro il 2010 tutti i
    servizi pubblici locali, compresi i servizi idrici, dichiarandoli
    servizi di «rilevanza economica». L’acqua potabile
    diventa cioè un bene economico la cui gestione è affidata al mercato.
    Con le regole del profitto. L’acqua potabile del
    nostro paese è stata consegnata nelle mani di un cartello monopolistico di 4
    multiutility (Acea- Iride- Hera-A2A), di 2 multinazionali francesi
    Suez-Lyonnais des eaux e Veolia, di alcune banche come il Monte dei
    Paschi e a imprenditori come Caltagirone e Pisante. E questo con il voto favorevole anche del PD. Non so perche' la Lega abbia detto si' a una legge cosi' antiederalista, vabbe'. Sento odore lontano un miglio di inciucio Veltrusconiano per approfittare della megatorta che sta per essere mangiata. Eppure il comune di Parigi toglie a Suez e Veolia il
    servizio idrico e lo riprende nelle proprie mani pubbliche, nei paesi dell’America latina si dichiara nella Costituzione che l’acqua è
    un diritto umano e un bene comune pubblico, il Belgio dichiara con leggi che l’acqua è un bene comune da gestire
    come servizio pubblico. Quel noto comunista di Papa Ratzinger dichiara che "il diritto all’acqua ha un proprio fondamento nella dignità umana".  Cosa accade dove l'acqua e' in mano a privati? I contatori e l'acqua sono regalati ai privati, mentre la manutenzione delle reti idriche resta ai comuni, i costi del rifacimento a carico dei contribuenti. La privatizzazione porterà ad un incremento spaventoso delle tariffe (vicino a Latina Veolia ha aumentato le tariffe del 300%) senza garantire una migliore qualità, anzi con minori controlli.
    A nessuno è venuto il vomito come a me? Perchè mai ci tocca di sentire nei Tg tutte le notizie piu' insignificanti e non è esplosa una grana come questa, che tocca tutti da vicino?
  2. tira una brutta aria...  
        Mi trovi su: Homepage #4940700
    tengolapalla ha scritto:
    Sono venuto a conoscenza da poco di questa notizia che mi ha basito per una serie di motivi. Il 6 agosto 2008 (sempre quando siamo in vacanza...) il parlamento italiano ha votato la legge 133, dove in un articolo si obbligano i comuni a privatizzare entro il 2010 tutti i
    servizi pubblici locali, compresi i servizi idrici, dichiarandoli
    servizi di «rilevanza economica». L’acqua potabile
    diventa cioè un bene economico la cui gestione è affidata al mercato.
    Con le regole del profitto. L’acqua potabile del
    nostro paese è stata consegnata nelle mani di un cartello monopolistico di 4
    multiutility (Acea- Iride- Hera-A2A), di 2 multinazionali francesi
    Suez-Lyonnais des eaux e Veolia, di alcune banche come il Monte dei
    Paschi e a imprenditori come Caltagirone e Pisante. E questo con il voto favorevole anche del PD. Non so perche' la Lega abbia detto si' a una legge cosi' antiederalista, vabbe'. Sento odore lontano un miglio di inciucio Veltrusconiano per approfittare della megatorta che sta per essere mangiata. Eppure il comune di Parigi toglie a Suez e Veolia il
    servizio idrico e lo riprende nelle proprie mani pubbliche, nei paesi dell’America latina si dichiara nella Costituzione che l’acqua è
    un diritto umano e un bene comune pubblico, il Belgio dichiara con leggi che l’acqua è un bene comune da gestire
    come servizio pubblico. Quel noto comunista di Papa Ratzinger dichiara che "il diritto all’acqua ha un proprio fondamento nella dignità umana".  Cosa accade dove l'acqua e' in mano a privati? I contatori e l'acqua sono regalati ai privati, mentre la manutenzione delle reti idriche resta ai comuni, i costi del rifacimento a carico dei contribuenti. La privatizzazione porterà ad un incremento spaventoso delle tariffe (vicino a Latina Veolia ha aumentato le tariffe del 300%) senza garantire una migliore qualità, anzi con minori controlli.
    A nessuno è venuto il vomito come a me? Perchè mai ci tocca di sentire nei Tg tutte le notizie piu' insignificanti e non è esplosa una grana come questa, che tocca tutti da vicino?
     non capisco sta cosa..
    i comuni gestiscono l'acqua potabile tramite aziende municipalizzate (a Piacenza si chiama ENIA,e si occupa pure della raccolta rifiuti e di altri servizi)
    l'ENIA si è da poco fusa con altre aziende municipalizzate di diverse province emiliane,mi sembra molto strano che ora finisca tutto in quella maniera..
    o forse siamo noi che siamo già avanti rispetto a quella legge?qualche anno fa se c'erano problemi con la rete idrica si chiamava il municipio,ora si chiama l'ENIA..
    nella vita fai quel che pensi
    perchè altrimenti potresti trovarti a pensare a quel che fai
    R.I.P. man on the silver mountain
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #4940744
    Senza parlare l' aziendalese.
    Il discorso è semplice: se l' acqua diventa un business si dovrà puntare a massimizzare i guadagni. Il che si traduce in costi di produzione più bassi e costi di vendita più alti.

    Il che, nel caso specifico dell' acqua, si traduce in opposizione ferrea delle aziende presenti sul mercato a qualsiasi legge che vada in direzione di controlli più severi, personale sottopagato, mega-scandali all' italiana facilmente prevedibili.
  4. Triste  
        Mi trovi su: Homepage #4940765
    matly ha scritto:
    non capisco sta cosa..
    i comuni gestiscono l'acqua potabile tramite aziende municipalizzate (a Piacenza si chiama ENIA,e si occupa pure della raccolta rifiuti e di altri servizi)
    l'ENIA si è da poco fusa con altre aziende municipalizzate di diverse province emiliane,mi sembra molto strano che ora finisca tutto in quella maniera..
    o forse siamo noi che siamo già avanti rispetto a quella legge?qualche anno fa se c'erano problemi con la rete idrica si chiamava il municipio,ora si chiama l'ENIA..


    Le municipalizzate, se non erro, sono costrette da costituente a mantenere la maggioranza del capitale in mano al comune, indi saranno sempre gestite dal pubblico. Renderle società municipalizzate serve a permettergli manovre come fusioni (tra piccoli enti), maggiore libertà d'azione economica (non serve la firma del sindaco per ordinare le gomme da cancellare), etc etc, ma di fatto sono aziende pubbliche.

    Quel che dice Tengo invece è che aziende completamente private potranno avere in concessione il servizio idrico e se la cosa sarà anche solo vagamente simile alla gestione di tutte le altre concessioni statali, sono cazzi. Basti pensare ad autostrade, frequenze tv, frequenze umts, spiagge, etc.
    KoD, moderatore maximo ad imperium planetarium di Containerd.com
  5. Triste  
        Mi trovi su: Homepage #4940793
    Piccolo ha scritto:
    Spazzatura.


    Da noi è tutta municipalizzata, ma so che a Roma la raccolta è a carico del comune, mentre lo smaltimento è in mano ad un privato. (puntata Report: l'oro di Roma)
    KoD, moderatore maximo ad imperium planetarium di Containerd.com
  6. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #4940804
    KoD ha scritto:
    Da noi è tutta municipalizzata, ma so che a Roma la raccolta è a carico del comune, mentre lo smaltimento è in mano ad un privato. (puntata Report: l'oro di Roma)
     Esatto! Oneri per il comune, onori per il privato. La soluzione peggiore possibile.

    Tra l' altro qui il comune ha messo cassonetti differenziati da secoli, il cittadino si sbatte per differenziare... e poi lo smaltimento è affidato ad un privato che se ne fotte allegramente e mette tutto assieme.

    Anche questo significa privatizzazione.

    Ma l' acqua non è spazzatura. Le polveri di un cattivo smaltimento della spazzatura POSSONO finire nel nostro organismo. Ma l' acqua ci finisce SICURAMENTE nel nostro organismo. Riflettiamoci un attimo.
  7.     Mi trovi su: Homepage #4940827
    KoD ha scritto:
    Quel che dice Tengo invece è che aziende completamente private potranno avere in concessione il servizio idrico e se la cosa sarà anche solo vagamente simile alla gestione di tutte le altre concessioni statali, sono cazzi. Basti pensare ad autostrade, frequenze tv, frequenze umts, spiagge, etc.
     Non "potranno" ma DOVRANNO concedere l'acqua completamente ai privati. In pratica un bel regalo. A loro l'acqua, a noi e ai comuni le spese per gli oneri della gestione. Gia' visto con Alitalia, pari pari.
  8.     Mi trovi su: Homepage Homepage #4940834
    Piccolo ha scritto:
    Esatto! Oneri per il comune, onori per il privato. La soluzione peggiore possibile.

    Tra l' altro qui il comune ha messo cassonetti differenziati da secoli, il cittadino si sbatte per differenziare... e poi lo smaltimento è affidato ad un privato che se ne fotte allegramente e mette tutto assieme.

    Anche questo significa privatizzazione.

    Ma l' acqua non è spazzatura. Le polveri di un cattivo smaltimento della spazzatura POSSONO finire nel nostro organismo. Ma l' acqua ci finisce SICURAMENTE nel nostro organismo. Riflettiamoci un attimo.


    Piccolo non ti arrabbiare, lascia che il caos faccia il suo corso.

    Se pensi che nella capitale tutto l'interland è stato tirato su senza strade ne servizi e che ogniuno dei 60.000 invalidi c'ha in media 3 macchine intestate :asd: (cioè c'è uno che ha una macchina ed un'altro che ne può avere cinque, compreso il porsche per fare shopping in centro :asd: ).

    Quello dell'acqua è un problema serio ma i comuni si sono mangiati tutto, pure quello che non avevano (comprando derivati).

    p.s. per cultura personale guardati come funziona risorse per roma s.p.a.

    [Modificato da Drone il 30/12/2008 14:32]

    "No gods or kings. Only Man"

    www.retro-gaming.it
  9. °__°  
        Mi trovi su: Homepage #4941083
    Ufficialmente, qual è la motivazione per questa operazione?
    Cosa significa poi che i servizi pubblici locali sono di "rilevanza economica"? Che si sono accorti che possono essere un'ottima fonte di guadagno?
    /!\Il Milanista "Zelda è meglio di Jenna Jameson" di NextGame/!\
  10. Triste  
        Mi trovi su: Homepage #4941146
    kisa ha scritto:
    Ufficialmente, qual è la motivazione per questa operazione?
    Cosa significa poi che i servizi pubblici locali sono di "rilevanza economica"? Che si sono accorti che possono essere un'ottima fonte di guadagno?


    Esatto, ma perchè lo siano bisogna gestirli e lavorare, quindi preferiscono liberarsene e prendere tranquilli le varie tangenti(in ogni loro forma).
    KoD, moderatore maximo ad imperium planetarium di Containerd.com
  11. °__°  
        Mi trovi su: Homepage #4941166
    KoD ha scritto:
    Esatto, ma perchè lo siano bisogna gestirli e lavorare, quindi preferiscono liberarsene e prendere tranquilli le varie tangenti(in ogni loro forma).
     In che senso "in ogni loro forma"?
    /!\Il Milanista "Zelda è meglio di Jenna Jameson" di NextGame/!\
  12. Triste  
        Mi trovi su: Homepage #4941173
    kisa ha scritto:
    In che senso "in ogni loro forma"?


    Soldi, regali, viaggi, gruppi di voti, finanziamenti al partito, finanziamenti a "spot elettorali", assunzione di cugini e zie, etc etc. Su questo argomento il politico italiano ha una fantasia sfrenata.
    KoD, moderatore maximo ad imperium planetarium di Containerd.com
  13. °__°  
        Mi trovi su: Homepage #4942046
    KoD ha scritto:
    Soldi, regali, viaggi, gruppi di voti, finanziamenti al partito, finanziamenti a "spot elettorali", assunzione di cugini e zie, etc etc. Su questo argomento il politico italiano ha una fantasia sfrenata.
     Giusto, non c'avevo pensato... E tutti i "bonus" saranno pagati da noi, ovviamente.
    /!\Il Milanista "Zelda è meglio di Jenna Jameson" di NextGame/!\

  Privatizzazione dell'acqua

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina