1.     Mi trovi su: Homepage #4943966
    Non è difficile tornare con la memoria al Game Boy originale. Le prime immagini a comparire sono lo schermo monocromatico e i pezzi del Tetris che lo riempiono: qualche centinaia di ore di gioco. Poi i frammenti di altri gloriosi titoli e, per ultimo, pure lui, il vecchio adagio: giocare con le console portatili è un intrattenimento di Serie B. Sono passati quasi vent’anni dall’uscita in Giappone della piccola console ...
  2. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #4945151
    Rammaricandosi, fra l’altro, che gli stessi non siano usciti per la sua console di riferimento...


    Questo qui mi ricorda qualcuno. Ma non tanto per questioni tecniche, bensì per questioni logisitiche.
    Trovo scomodo giocare con le console portatili. Lo schermo è piccolo, il "pad" inadeguato. Se poi si considera, come detto anche nell'articolo, che le console portatili si usano molto in casa, la cosa sfiora l'assurdo.
    la soluzione è la totale compatibilià. Gli stessi giochi dovrebbero poter essere giocati sia su portatile che su fisso. Il lettore Gamcube per i giochi del Gameboy era la soluzione perfetta in una direzione, l'adattatore (che non era ufficiale) per Gamegear per i giochi del Master System era la soluzione perfetta nella direzione opposta.
    Con le capacità du minuaturizzazione attuali (o future), sarebbe auspicabile che le console uscissere in due versioni, fissa e portatile. Quando si decideranno finalmente a tornare alle cartucce anche per le console casalinghe, il problema sarà definitivamente risolto.
    Ovvio che il problema si pone er i giochi del DS che usano il pennino. Maledetto pennino...
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  3.     Mi trovi su: Homepage #4949099
    ONM-Sampei ha scritto:
    Chrono Trigger ?
    :sbav:
      
    Notare, fra l'altro, come almeno a livello di valutazioni online Chrono Trigger si stia imponendo non solo come miglior rpg disponibile per DS, ma anche miglior titolo per la console (sempre che un voto, come la somma - media - degli stessi possa effettivamente indicare cosa è meglio rispetto a qualcosa d'altro).

    Ma non posso non pensare che nell'assegnare un voto a Chrono Trigger non ci sia - almeno un pò - una sorta di reverenza e il desiderio di restituire o preservare una sorta di aura mistica a qualcosa che - a suo tempo - era a pannaggio dei "pochi" conoscitori/estimatori del genere (almeno nel fronte occidentale).

    Aldilà di questo ogniqualvolta rivedo la lista di JRPG per DS o PSP non posso non pensare alle possibilità sprecate.

    Non che il mero adattamento di alcuni capolavori o buoni titoli del passato (Valkyrie Profile, Final Fantasy Tactics, Tales of Eternia, Breath of Fire III), piuttosto che il remake di altri (Final Fantasy III o IV, Dragon Quest IV - V - VI) o ancora la continuazione di altre saghe - ma il caso è raro - (Dragon Quest XI , Phantasy Star Zero, Hercules no Eikou) sia una brutta cosa, ma dove sono i progetti originali?

    Dove sono soprattutto gli affinamenti delle formule fino ad ora create?

    - Perchè non creare un JRPG in 2D in stile 16bit, con tutto il know accumulato nel tempo (o forse questo know how è andato perduto?)?
    - Perché non sviluppare nuovi ibridi come erano Grandia, Xenogears e Star Ocean?
    - Perché non sfruttare il materiale (motore grafico) messo in piedi per progetti come Final Fantasy III e IV per delle nuove proposte?

    Parliamo di giochi che non troverebbero più spazio? Non li comprerebbe nessuno?

    Mah...
  4.     Mi trovi su: Homepage #4949110
    Myau ha scritto:
    Questo qui mi ricorda qualcuno. Ma non tanto per questioni tecniche, bensì per questioni logisitiche.
    Trovo scomodo giocare con le console portatili. Lo schermo è piccolo, il "pad" inadeguato. Se poi si considera, come detto anche nell'articolo, che le console portatili si usano molto in casa, la cosa sfiora l'assurdo.
    la soluzione è la totale compatibilià. Gli stessi giochi dovrebbero poter essere giocati sia su portatile che su fisso. Il lettore Gamcube per i giochi del Gameboy era la soluzione perfetta in una direzione, l'adattatore (che non era ufficiale) per Gamegear per i giochi del Master System era la soluzione perfetta nella direzione opposta.
    Con le capacità du minuaturizzazione attuali (o future), sarebbe auspicabile che le console uscissere in due versioni, fissa e portatile. Quando si decideranno finalmente a tornare alle cartucce anche per le console casalinghe, il problema sarà definitivamente risolto.
    Ovvio che il problema si pone er i giochi del DS che usano il pennino. Maledetto pennino...
     
    Ti dirò Myau, ma qui entriamo proprio in una visione ultra-soggettiva e forse eccessivamente pseudo-futuristica, che onestamente trovo proprio il legame |televisore/monitor - videogioco| vetusto.

    La dimensione del videogioco, io, la immagino portatile. Immagino, cioè, proprio quella console unica di cui parli, ma che solo occasionalmente possa essere collegata a un monitor qualsiasi, quanto piuttosto essere portata sempre con sé. Qualcosa che possa essere usato sempre e comunque, in ogni tempo e in ogni dove. Non che voglia, da maniaco, avere il VG sempre con me, quanto piuttosto, la possibilità di giocare quando, dove e come più mi pare... Svaccato sul divano collegandomi alla televisione, in tram in mezzo alla folla, in Patagonia in mezzo ai ghiacci quando dovessi andarci (anche se dubito avrei voglia di giocare in quel caso, ma questa è un'altra storia).

    Solo che ora, dove il rapporto vg casalingo - vg portatile è nettamente sproporzionato verso il primo (nel senso che l'avanguardia o quantomeno lo standard è sempre casalingo), mi accontenteri di vedere le console portatili non solo come un "Deposito di cose demodé o peggio ancora da riciclo" - per altro neanche così convinto - ma come un universo indipendente dove trovare progetti avveniristici da una parte e progetti che rinverdiscano - veramente - il passato.
  5.     Mi trovi su: Homepage #4949155
    Per me i portatili sono gia un unverso a parte. Io ho un ds, anzi ne ho 4...maledetto collezionismo, e come dicevo, il DS a mio avviso, ma anche psp, hanno gia creato un mondo a parte. Non li vedo come un surrogato del fisso, il portatile ha le sue esclusive, i suoi controlli, i suoi schermi. Per certe tipologie di titoli inoltre io prefersico il portatile a tutti, anche il pc per dire. Strategici, sparatuttto old style, rpg, Platform....li gioco quasi solo su portatile. Sono felicissimo dell'ultimo Fire Emblem per dire.
    Poi certo, il fisso lo prefersico 9 su 10 nel mio tempo libero, e gli dedico la maggior parte del tempo, per questo, riconosco sempre nel mio mondo, il portatile una seconda scelta, ma ritengo che la variabile non sia la qualità dei giochi che compro, ma bensi la sensazione che con il portatile ci posso giocare in qualsiasi momento, mentre su fisso...bhe su fisso posso giocarci solo ora, al ds ci gioco dopo quando esco, mentre sono sui mezzi, al cesso o in pausa pranzo.
    Co-sa mi suc-ce-de.bzzbzzz....er-ro-re nei mi-ei cir-cui-ti bzzz mi sto in-na-mo-ran-do bzz BzBzzzz... Tostapane elettrico sei quel che fa per meeeeeeeee
    BAZINGAA!!
  6. conferenza  
        Mi trovi su: Homepage #4949675
    Cervantes De Leon ha scritto:
    Per me i portatili sono gia un unverso a parte. Io ho un ds, anzi ne ho 4...maledetto collezionismo, e come dicevo, il DS a mio avviso, ma anche psp, hanno gia creato un mondo a parte. Non li vedo come un surrogato del fisso, il portatile ha le sue esclusive, i suoi controlli, i suoi schermi. Per certe tipologie di titoli inoltre io prefersico il portatile a tutti, anche il pc per dire. Strategici, sparatuttto old style, rpg, Platform....li gioco quasi solo su portatile. Sono felicissimo dell'ultimo Fire Emblem per dire.
    Poi certo, il fisso lo prefersico 9 su 10 nel mio tempo libero, e gli dedico la maggior parte del tempo, per questo, riconosco sempre nel mio mondo, il portatile una seconda scelta, ma ritengo che la variabile non sia la qualità dei giochi che compro, ma bensi la sensazione che con il portatile ci posso giocare in qualsiasi momento, mentre su fisso...bhe su fisso posso giocarci solo ora, al ds ci gioco dopo quando esco, mentre sono sui mezzi, al cesso o in pausa pranzo.
    Io sono l'opposto. :DD
    Gioco quasi solo al Nintendo DS, la nextgen non mi interessa ancora (seppure ci sono già un paio di titoli nella mia personale lista della futura spesa), e le uniche console fisse che uso abitualmente sono lo SNES e la PSX. :))

    Osservazione spontanea: sarà mica per l'accostamento che si fa spesso "console portatile = cesso / metro / pausa pranzo" che la console portatile viene vista come di serie B? :asd:

  [Editoriale Trigger] La dimensione portatile del videogioco

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina