1.     Mi trovi su: #4947532
    So che c'è l'orientamento, Google, professori e l'estrazione a sorte a cui posso rivolgermi, ma dato che i laureandi/laureati su Next non mancano mi piacerebbe avere informazioni "di prima mano"

    il fatto è che ci sono variè facoltà ad interessarmi, e quindi vorrei avere più consigli possibili su ognuna di esse. Quello che farò ora è semplice: elencando le facoltà che mi interessano porrò le domande che mi stanno più a cuore. Tutto quello che chiedo sono consigli (i soliti, com'è la facoltà, ci si trova lavoro, che lavoro) ecc più delle curiosità personali.

    Se vi può essere utili frequento un corso classico PNI matematica, e abitando a Roma probabilmente continuerò l'Università qua

    Facoltà di Medicina
    quella alla quale sono più propenso. Ho però un sacco di dubbi riguardo il corso unico (6 anni) o la 3+2: dato che se prendessi il ciclo unico a questo punto mi farei i miei altri 4-5 anni di specializzazione, comincerei a lavorare un bel pò più tardi che scegliendo la 3+2, ma tutti sono poco convinti (non so perchè) riguardo questa scelta, sembra quasi considerata una cosa di seconda categoria, certo non avrei qualificazioni come nel ciclo unico ma comincerei a lavorare molto prima. Consigli? (parentesi per i miei genitori non è un problema mantenermi durante gli studi anche nel caso del ciclo unico)

    Facoltà di Ingegneria
    Dando un'occhiata ce ne sono millemila di facoltà di ingegneria, e quindi dovrei studiarmele per bene ma... what about Ingegneria informatica? Una persona mi disse addirittura che la formazione del classico non è così deleteria per ingegneria anzichenò, ma la cosa che mi cruccia è: possibilità di lavoro?

    Facoltà di Studi Orientali
    Bè, questo è paradossalmente il meno probabile ma quello che (penso) mi piacerebbe fare di più. Ovviamente essendo in fissa col Giappone opterei per la lingua Giapponese, ma essendo ben consapevole (ahimè) che col Giapponese in Italia è difficile magnà (oh almeno credo, ben venga non fosse vero) mi hanno consigliato di prendere come prima lingua Cinese (che sempre nei pensieri ritengo una lingua che dia buone possibilità di lavoro) e come seconda Giapponese. Ora mi chiedo: cosa cambia nel prendere il giappo come prima o seconda lingua (qualcosa ci sarà di diverso cacchio!)? E mi confermate le mie pippe mentali su queste lingue?

    Facoltà di Economia
    Quella che mi interessa di meno, probabilmente la considero perchè mi fa pensare a $$$$$ :mmh:
    ma in reltà come sono le prospettive di lavoro? Ce se magna? E quanto conta il fatto di NON aver fatto un liceo scientifico?



    Grazie anticipatamente a chiunque per la disponibilità, se questo topic non se lo cagherà nessuno amen, ora lo lascio a maggese vediamo se frutta
  2.     Mi trovi su: Homepage #4947545
    Anche se non sono un passato, presente ne tantomeno futuro :DD universitario, cerco di darti una mano pur io

    JonnyCabana ha scritto:
    Facoltà di Ingegneria
    Dando un'occhiata ce ne sono millemila di facoltà di ingegneria, e quindi dovrei studiarmele per bene ma... what about Ingegneria informatica? Una persona mi disse addirittura che la formazione del classico non è così deleteria per ingegneria anzichenò, ma la cosa che mi cruccia è: possibilità di lavoro?


    Mia sorella ha scelto ingegneria civile, perché è quella più ampia: puoi sia costruire case e tutte le infrastrutture (strade marciapiedi ponti etc) che fare lavori d'ufficio tipo occuparti di assicurazioni e di ambienti legali. Penso che rimarrebbe esclusa proprio l'informatica in questa facoltà :DD
    Sappi che il primo anno ha una bassa percentuale di promossi, e (prendi le pinze) da quest'anno hanno pure unificato gli esami (analisi 1 con analisi 2 e gemoetria 1 con geometria 2), che son pure propedeutici, e quindi se li fallisci alla prima botta, ti ritrovi tutto dopo che è una bella ammazzata superarli insieme agli altri.

    Spero d'averti demoralizzato abbastanza :DD, ma se ti può consolare ti posso dire che le possibilità di lavoro non sono bassissime.
    Vendo amplificatore da 15 W Fender
    ed elli avea del cul fatto trombetta // La madre dei FDP è sempre incinta.
    LOOOO TOPIIIIIC for everyone, specie per i nuovi
    [EDITATO DALLO STAFF]
    Sorry for epilessia
  3.     Mi trovi su: Homepage #4947563
    Due cose dette molto di fretta:

    -Medicina:
     Durante la specialistica già lavori. Stipendio di 1800€ o giù di lì. Lascia perdere la 3+2.

    -Economia (sono iscritto al primo anno):
     So di cosa parli, ho fatto anche io il classico e da me la matematica era considerata alla stregua dell'educazione fisica, ma, se in generale non hai problemi a comprenderla, studiandola per bene, riesci a recuperare tutto ciò che ti manca.
    Se poi sei uno di quelli a cui proprio non entra in testa, forse è meglio scegliere un'altra direzione.

    ;)
  4.     Mi trovi su: Homepage #4947574
    Shurigan ha scritto:
    Due cose dette molto di fretta:

    -Medicina:
     Durante la specialistica già lavori. Stipendio di 1800€ o giù di lì. Lascia perdere la 3+2. 
       Calcola però che è difficile entrare in medicina, c'è gente che ci prova pure per 3 anni di fila, gente intelligente che conoscevo non ha superato la prova.

    Ok, basta, non voglio più demoralizzarti :DD, scusami:toghy:

    Ma in che università andresti? Sapienza, Roma3, Tor Vergata...?
    Vendo amplificatore da 15 W Fender
    ed elli avea del cul fatto trombetta // La madre dei FDP è sempre incinta.
    LOOOO TOPIIIIIC for everyone, specie per i nuovi
    [EDITATO DALLO STAFF]
    Sorry for epilessia
  5.     Mi trovi su: Homepage #4947606
    JonnyCabana ha scritto:

    Facoltà di Medicina
    quella alla quale sono più propenso. Ho però un sacco di dubbi riguardo il corso unico (6 anni) o la 3+2: dato che se prendessi il ciclo unico a questo punto mi farei i miei altri 4-5 anni di specializzazione, comincerei a lavorare un bel pò più tardi che scegliendo la 3+2, ma tutti sono poco convinti (non so perchè) riguardo questa scelta, sembra quasi considerata una cosa di seconda categoria, certo non avrei qualificazioni come nel ciclo unico ma comincerei a lavorare molto prima. Consigli? (parentesi per i miei genitori non è un problema mantenermi durante gli studi anche nel caso del ciclo unico)

    Facoltà di Ingegneria
    Dando un'occhiata ce ne sono millemila di facoltà di ingegneria, e quindi dovrei studiarmele per bene ma... what about Ingegneria informatica? Una persona mi disse addirittura che la formazione del classico non è così deleteria per ingegneria anzichenò, ma la cosa che mi cruccia è: possibilità di lavoro?

    Facoltà di Economia
    Quella che mi interessa di meno, probabilmente la considero perchè mi fa pensare a $$$$$ :mmh:
    ma in reltà come sono le prospettive di lavoro? Ce se magna? E quanto conta il fatto di NON aver fatto un liceo scientifico?
     
    Posso dirti molto di medicina e qualcosa su ingegneria ed economia.
    Consigli per medicina: non farla se non sei abituato a studiare come un mulo o se ti spaventano libri da mille-duemila pagine, perchè capita spesso. Tieni inoltre in considerazione che è facile finire dopo i 6 anni.. a volte anche più di 7.. e tieni conto del fatto che quasi sempre non si entra alla specializzazione subito dopo la laurea ma devi stare fermo di solito 1-2 anni.. poi dipende da cosa vorrai fare. Alcune specializzazioni durano anche 6 anni e non 4-5 come hai detto (es: chirurgia generale), mentre altre rare ne durano 3 (es: malattie infettive mi pare). Per quanto riguarda le possibilità lavorative, per alcune specializzazioni si troverà lavoro più facilmente ma sono anche quelle con più richiesta e sarà più difficile entrarci. Poi dipende sempre anche dalla media e dall'università, ognuna ha le sue scuole di specializzazione più esclusive.
    Riguardo le triennali in campo sanitario sono ovviamente meno impegnative.. credo che la più gettonata sia fisioterapia. Per queste inoltre credo che un titolo del Gemelli sia molto più richiesto degli altri.. cosa che può valere anche per le specializzazioni di medicina in quanto ci sono molte scuole specialistiche buone (inoltre di solito prendono più facilmente gli interni rispetto a uno laureato presso un'altra università).
    Oltre a medicina e alle triennali, ti consiglio odontoiatria.. 5 anni, trovi subito lavoro e guadagni moltissimo. Però anche quella è molto richiesta per tutti questi vantaggi e il numero chiuso è particolarmente pesante.

    Per ingegneria, sapevo che quella informatica è meno richiesta come futuro lavoro, ma non ne so molto. Alla sapienza è ottima ingegneria aerospaziale, che invece in altre università spesso è quella meno seria.

    Per economia le prospettive di lavoro sono ottime ed è molto meno pesante di medicina. Sono stato in appartamento con gente di economia e ne sono molto soddisfatti. Per questa però, essendo di Roma, penserei alla Luiss o alla Cattolica: le private hanno più contatti con i possibili futuri datori di lavoro e se vai alla statale probabilmente ti troveresti davanti quelli di queste scuole, a meno che non spicchi particolarmente sugli altri.
    \"Even if I go to hell, I will live till the end of
    the world, and if the world does not came to an end,
    I will destroy it with my own hands!\"
  6.     Mi trovi su: Homepage #4947607
    Shurigan ha scritto:
    Due cose dette molto di fretta:

    -Medicina:
     Durante la specialistica già lavori. Stipendio di 1800€ o giù di lì. Lascia perdere la 3+2.
     
    L'hanno abbassato... ora è tipo 1500. In compenso fai il lavoro del professore e di fatto non hai tutti i diritti sulle ferie e malattia che avresti sulla carta.
    \"Even if I go to hell, I will live till the end of
    the world, and if the world does not came to an end,
    I will destroy it with my own hands!\"
  7.     Mi trovi su: Homepage #4947680
    JonnyCabana ha scritto:
    So che c'è l'orientamento, Google, professori e [cut]
     Io mi sono laureato in fisica e sto facendo il dottorato. Opportunità future: molto basse. Nonostante questo sono contento della mia scelta perchè alla fine era la materia che mi interessava di più.
    Il mio consiglio è: fai quella che ti piace/interessa di più, senza pensare al dopo. Per il dopo bisogna comunque avere tanta fortuna, soprattutto in questo periodo di vacche magre.
    Una catena è forte quanto il suo anello più debole
    codice wii: 1310 3964 1466 8615 mario kart: 1547 5327 6792 mario strikers: 021602 987561
    SSBB: 2793 2066 4623 add me!
  8. Dark Souls  
        Mi trovi su: Homepage #4947741
    Facoltà di Studi Orientali
    Bè, questo è paradossalmente il meno probabile ma quello che (penso) mi piacerebbe fare di più. Ovviamente essendo in fissa col Giappone opterei per la lingua Giapponese, ma essendo ben consapevole (ahimè) che col Giapponese in Italia è difficile magnà (oh almeno credo, ben venga non fosse vero) mi hanno consigliato di prendere come prima lingua Cinese (che sempre nei pensieri ritengo una lingua che dia buone possibilità di lavoro) e come seconda Giapponese. Ora mi chiedo: cosa cambia nel prendere il giappo come prima o seconda lingua (qualcosa ci sarà di diverso cacchio!)? E mi confermate le mie pippe mentali su queste lingue?

    Riguardo questa facoltà posso solo parlarti della situazione di Roma, perché di Venezia e Napoli non so nulla.
    Da noi (a Roma, appunto) gli iscritti a cinese sono mooolti di più che gli iscritti a giapponese, il che sembrerebbe confermare il tuo, ma anche il mio pensiero, che sia più facile trovare sbocchi lavorativi con questa lingua. Non so dirti però se sia per certo così. Quello che invece è certo è che, sempre da noi, il curriculum di cinese è molto più ampio e completo rispetto a quello di giapponese, con molti più insegnamenti attivati o comunque quello in cui è più probabile che ne vengano attivati altri, mentre invece il curriculum di giapponese è piuttosto bistrattato, con insegnamenti cancellati o altri rimasti senza professori e quindi disattivati.
    Ad ogni modo tieni presente che, mentre la prima lingua consta di 3 annualità, la seconda ne prevede soltanto 2 e comunque la maggior parte degli studenti tende a sostituire la seconda annualità della seconda lingua con insegnamenti più vicini alla prima lingua studiata. Questo perché studiare ad esempio cinese e giapponese insieme, più tutte le altre materie, è piuttosto difficile e porta via molto tempo. Di certo non si arriva ad avere una buona conoscenza di entrambe le lingue, per cui si cerca di concentrarsi quasi esclusivamente sulla prima.
    Se vuoi maggiori informazioni sulla nostra Facoltà, questo è il sito http://w3.uniroma1.it/studiorientali/, mentre questo http://www.studiorientali.it/forum/ è quello del forum gestito dagli studenti.
    “Say 'Nevermore',” said Shadow. “Fuck you,” said the raven.

    <- L'Alienino sempre nel cuore.
  9.     Mi trovi su: Homepage #4947749
    Spekkio ha scritto:
    Io mi sono laureato in fisica e sto facendo il dottorato. Opportunità future: molto basse. Nonostante questo sono contento della mia scelta perchè alla fine era la materia che mi interessava di più.
    Il mio consiglio è: fai quella che ti piace/interessa di più, senza pensare al dopo. Per il dopo bisogna comunque avere tanta fortuna, soprattutto in questo periodo di vacche magre.
    Quoto. Ecco, magari evitare corsi di laurea strani o PALESEMENTE insensati, che magari fa solo quell'università o che sono nati da un anno e già boccheggiano... Però, rimanendo nell'alveo dei corsi laurea "normali", consiglio anche io di farsi guidare, per quanto possibile e senza esagerare, dai propri interessi.
    "Love looks not with the eyes, but with the mind;
    And therefore is wing'd Cupid painted blind." (W. Shakespeare)
  10. conferenza  
        Mi trovi su: Homepage #4947940
    clappese ha scritto:
    Ad ogni modo tieni presente che, mentre la prima lingua consta di 3 annualità, la seconda ne prevede soltanto 2 e comunque la maggior parte degli studenti tende a sostituire la seconda annualità della seconda lingua con insegnamenti più vicini alla prima lingua studiata. Questo perché studiare ad esempio cinese e giapponese insieme, più tutte le altre materie, è piuttosto difficile e porta via molto tempo. Di certo non si arriva ad avere una buona conoscenza di entrambe le lingue, per cui si cerca di concentrarsi quasi esclusivamente sulla prima.
     quoto questo.

    Studiare tutte e due le lingue è difficile, perchè
    1) sono due lingue completamente diverse. Ci sono più affinità tra cinese e inglese che tra cinese e giapponese.
    2) usano due sistemi di scrittura simili ma cmq diversi. I famosi "ideogrammi" (invenzione cinese) hanno, in cinese, generalmente una pronuncia, ma più significati. Gli ideogrammi che usano in Giappone sono, in teoria, gli stessi, ma hanno generalmente 3 o 4 pronunce diverse, e si scrivono spesso in maniera diversa dalla versione cinese, seppure per piccoli particolari.

    Insomma, quello che voglio dire è che ad esempio se un pensa di studiare giapponese perchè già studia il cinese "tanto saranno più o meno la stessa cosa" si sbaglia di grosso. :D

    Inoltre, risulta anche a me che trovare lavoro grazie alla conoscenza della lingua giapponese non è facile, mentre il cinese è molto più richiesto.
    E ci credo, i cinesi sono molti di più, e con un economia in previsione di crescita per almeno qualche altro decennio...

    [Modificato da njoe il 06/01/2009 14:08]

  11.     Mi trovi su: Homepage #4947950
    Se te la senti fai Ingegneria, ma sono 5 anni pesanti, preparati. Vedo i miei amici che vanno al politecnico, gente promossa con 100 che su tre parziali 2 non li ha passati e nell'altro ha preso 19/30.

    Io faccio Economia indirizzo Marketing, non è una passeggiata, ma di sicuro non studio (per ora) 17 ore al giorno come alcuni miei amici (io vado in Bicocca).

    Tu puoi fare tutto a prescindere. Dipende da te quanta voglia hai di studiare, scegli in base a quello.
    Fosse stato per me io sarei al primo anno di storia moderna :))
  12. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4948486
    Evita Scienze Politiche (lo so sulla mia pelle), Scienze della Comunicazione ed evita corsi con nomi buffi nati solamente per spillare soldi alla gente (economia di internet, economia delle associazioni no profit, scienze per la sicurezza sociale..nomi del genere insomma).
    Segui il tuo cuore ma non abbandonare la testa, perchè ci sono facoltà totalmente inutili che non hanno alcuna valenza nè qui in Italia già inflazionata di cariche, nè a volte all'estero.

    Se ti interessa andare all'estero ci sono facoltà mediche (qui non riconosciute ufficialmente, però i cui insegnamenti vengono utilizzati da gente come Berlusconi e Kakà) che hanno subìto un notevole sviluppo, e che ti permettono di lavorare in diversi campi, soprattutto in quelli sportivi.
    Se sei interessato a lavorare fuori, soprattutto nei paesi europei più sviluppati e nei paesi anglosassoni più evoluti, questa facoltà ha un futuro roseo secondo me:

    http://www.associazionechiropratici.it/formazione_chiropratica/

    Sono 5 anni, è una laurea seria e non farlocca: l'unico problema è che qui non è istituzionalizzata ancora, si attende ancora il via libera dal consiglio dei ministri che non arriva mai (chissà perchè, vabbeh lasciamo stare).

    In generale il mio consiglio è di scegliere una facoltà classica e un corso che dia una buona preparazione in uno specifico settore: e se un nome è buffo o altisonante, verifica bene cosa si impara e se è un corso dove ti fai il doppio del culo o lo stesso rispetto agli altri, allora è ok.
  13.     Mi trovi su: #4948719
    Bene, vedo che sono riuscito nel mio intento :D

    per prima cosa mi rincuora sapere che durante la specializzazione qualcosa si prende. Sono consapevole della difficoltà dell'esame di ammissione data la vasta affluenza, so che alcune specializzazioni durano anche 6 anni (anche se penso che l'unica a durare 6 anni sia proprio Chirurgia non so) ma Biologia quando l'ho fatta mi è sempre piaciuta (nonostante l'incompetenza del docente -___-), quindi studierei cose che - almeno a vedere da quaggiù - mi piacciono.

    Facoltà strettamente matematiche... ero abbastanza bravo in matematica, mi è sempre piaciuta come materia, solo che negli ultimi anni ho avuto un calo praticamente DRASTICO negli scritti e ciò un pò mi scoraggia... inoltre anche se come materia mi piace e alla fine male non vado non ho quell'intuizione che dà una marcia più... stesso motivo per cui non prenderei mai fisica, da una parte mi attira molto perchè mi è sempre piaciuto dare un ordine alle cose, poi la fisica ha dei riscontri reali e pragmatici, ma sento di non esservi particolarmente portato... tra una facoltà con TANTA matematica e una come medicina (che comunque c'è sempre) opterei più per la seconda. A studiare come un mulo in teoria dovrei esserci abituato, in pratica allo stato attuale delle cose mi manca un pò di costanza :), ma credo che ce la farei. Studiare tanto (o almeno l'idea di) studiare tanto non mi terrorizza.

    Studi Orientali ^^" mi avete detto esattamente quello che volevo sapere, e credo non la prenderò più molto in considerazione: il mio grande desiderio è imparare il giappo, e avrei preso il Cinese (che tra l'altro neanche mi attira molto) solo in vista del Giapponese, ma se mi dite che non c'azzeccano nulla e che effettivamente col giappo qua ci si fa poco... vorrà dire che prima o poi farò un corso apposta :)

    Economia, da quanto mi dite sembra una facoltà accattivante, non si studia 17 ore al giorno :)) (NB non la sto prendendo sottogamba, sono consapevole che OVUNQUE il mazzo lo si fa) buone possibilità di lavoro... è vero che non eccello in mate, ma Economia mi ispira, forse ne avrò un'idea un pò distorta ma è un'opzione da non tralasciare secondo me, anche se non farei mai un'università privata, non penso ce lo possiamo permettere ^^ e se danno la precedenza alla gente che viene dalle private la cosa perde un pò di attrattiva

    Lavorare all'estero? Ora come ora non mi attira, se in futuro sarò costretto allora non mi farei assolutamente problemi, anzi, ma non parto con l'idea di lavorare fuori, anche se questa facoltà di Chiropratica è interessante


    grazie a tutti per i consigli, ho ottenuto un sacco di informazioni che cercavo, ovviamente se avete altro da dire non fate i timidi eh :P
  14. Protomentale  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #4948751
    arcturus85 ha scritto:
    Evita Scienze Politiche (lo so sulla mia pelle)
     Why? (pura curiosità)

    In ogni caso mi associo al consiglio di farti guidare dalle tue passioni, purchè rientrino nel limite della "normalità".  Ho visto sin troppa gente buttarsi su economia et similia (basandosi esclusivamente sulle prospettive di guadagno future), abbandonando dopo qualche mese. E ti parla uno studente di psicologia = prospettive di lavoro future non proprio rosee....

    Visto che c'avrai da studiare (e anche parecchio) è bene che tu lo faccia con argomenti che ti interessano.

  Universitari passati/presenti a me

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina