1. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4981435
    Se esce fuori che questa storia è vera...

    http://www.adnkronos.com/IGN/Cronaca/?id=3.0.2969960096

    Roma, 30 gen. (Adnkronos) - ''L'Italia non poteva sottrarsi agli obblihghi Nato e quindi doveva fare un accordo con Malta per proteggerla in caso di attacchi del colonnello Gheddafi. L'accordo fu firmato e Gheddafi fece la ritorsione''. Questa è la versione sulla strage di Bologna che Francesco Pazienza, ex consulente del Sismi, dà oggi in un'intervista a Milena Gabanelli, pubblicata su 'Repubblica'.

    ''Ustica porta la stessa firma - sostiene Pazienza - . Me lo ha raccontato Domenico Sica. Quando tolgono il segreto di Stato la verità salterà fuori''. Pazienza rivela anche che la valigia con esplosivo che venne trovata sul treno Taranto-Milano nel gennaio del 1981, con documenti intestati a un francese e un tedesco fu ''un depistaggio fatto dal Sismi'' proprio ''per non fare emergere la verità sulla bomba di Bologna''. ''In quel momento - spiega - avrebbe voluto dire tragedia per l'Eni e per la Fiat. Vada negli archivi delle sedute parlamentari : il 4 agosto 1980 Spadolini in persona presentò un'interrogazione parlamentare in cui attribuiva la bomba di Bologna a origini straniere mediorientali''.

    Quanto alla sua condanna per depistaggio Pazienza, spiega: ''Le prove a mio carico erano dovute al fatto che sono stato il braccio destro mandato dagli americani per sostituire Licio Gelli alla guida della P2. E siccome Gelli era il motore del depistaggio io che ero il suo braccio destro automaticamente...''. Pazienza racconta che quando ci fu la strage di Bologna si trovava a New York e che non si attivò per trovare chi era stato perché non era suo compito. ''I servizi segreti sono come un'azienda. Se tu ti occupi di una cosa non è che dice 'adesso parliamo di Bologna, parliamo di Ustica''.

    Pazienza, in una nota, fa alcune precisazioni in riferimento ad altri temi affrontati nell'intervista, sostenendo in particolare di ''non essere mai stato condannato per associazione a delinquere, di non aver preso denaro dal sequestro Cirillo, ma di ''aver rimesso 50 milioni del 1981'' di ''tasca sua'', di essere stato condannato ''per peculato'' perché Domenico Sica non lo interrogò mai sulla vicenda Balducci, braccio destro di Pippo Calò.

    ''E' tutto descritto nel mio libro'', spiega Pazienza, che sottolinea anche: ''Non sono mai stato contiguo ad alcuna grande criminalità. Mai neppure interrogato come testimone o persona informata dei fatti ''.

    Per il deputato del Pdl Francesco Biava le parole di Pazienza ''sono gravissime e meritano un immediato e approfondito riscontro". "Queste dichiarazioni vanno verificate e pertanto chiediamo al governo di rimuovere il segreto di Stato sui rapporti che l'Italia aveva all'epoca con le fazioni più estreme del terrorismo mediorientale. Per questo - conclude Biava - insieme ad altri parlamentari, ho intenzione di presentare una mozione al presidente del Consiglio affinché venga finalmente rimosso questo ostacolo alla ricerca della verità".

    [Modificato da killer7 il 31/01/2009 13:57]

  2. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4981569
    Per Ustica

    Considerato che un Jel libico è stato abbattutto sulla Sila e hanno aspettato molti giorni dopo il ritrovamento prima di darne notizia...
    Considerato che i nastri dei controllori di volo sono stati sequestrati e bruciati...
    Considerato che uno dei controllori di volo, secondo testimonianze, ha urlato "ohh mmio DDio qui scoppia la terza guerra mondiale!" guardando il radar pieno di puntini...
    Considerato che i radar delle portaerei americane erano stati volutamente spenti...
    Considerato che un generale dell'esercito italiano è stato trovato impiccato coi piedi a terra, che un altro generale lo hanno ammazzato durante un volo delle frecce tricolore, che un testimone importante pochi anni fa è stato speronato nella sua auto, buttato in un fosso e incendiato da sconosciuti col passamontagna (poi si è salvato per miracolo)...

    propendo per una battaglia nei cieli di Ustica tra jet francesi provenienti dalla Corsica, libici, italiani e americani: gli italo-americani VS i franco-libici, l'aereo civile è un danno collaterale (vallo a dire ai parenti delle vittime che è un danno collaterale |-[ )

    Per Bologna

    Penso che sia una porcata (vallo a dire che è una porcata alle 85 persone morte e ai loro parenti |-[ ) del Sismi che si inserisce nella vicenda della strategia della tensione. Hanno preso quattro co+lioncelli fascistelli e li hanno incastrati, tanto avevano già la fedina penale sporca e avevano già collaborato coi servizi anni prima.

    Di Cossiga in un certo senso mi fido: quello che dice è il contrario di quello che è successo, quindi quello che ha detto lo puoi escludere tra le opzioni.
    A tutti questi presunti movimenti arabi che avevano interesse a distruggere mezza Italia non ci credo: non mi fido perchè fanno davvero schifo sia a fare attentati che a guidare Jet supersonici.
    E poi perchè prima di loro ci sono tanti conti in sospeso dalla seconda guerra mondiale tra rossi, neri e bianchi: quei conti che aveva scoperto anche Pasolini e avevo riportato nel suo libro Petrolio.

    [Modificato da arcturus85 il 01/02/2009 18:05]

  3. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4982977
    Vicende legate alla seconda guerra mondiale, come i finanziamenti di banchieri americani alla causa nazista o la corrispondenza tra Mussolini e Churchill, sono stati scoperti poco tempo fa: anche io penso che per chiarire quasi del tutto vicende come queste dovremo aspettare il ricambio totale degli 80enni con i 40/45enni.

    PS: il tizio a cui hanno dato fuoco in auto era un testimone della tragedia del Moby Prince, mi sono confuso.
    Poco cambia comunque, un altro complotto italiano.

    :(
  4. Utente non attivo.  
        Mi trovi su: Homepage #4984618
    Vabbeh

    Ma anche SE fosse vero


    Anche SE venisse reso di dominio pubblico


    Cosa succederebbe?


    Silvio: "cribio,questo è un fatto gravissimo e chiederemo le scuse della libia"


    cammelliere libico a caso: "no,non ci scusiamo"


    Silvio: -lascia decadere la cosa e tenta di comprare beckam,studio aperto manda un vido coi cuccioli e qualche puttana del grande fratello-




    Faccio notare che il Brasile ancor trema al pensiero di quanto siamo internazionalmente cazzuti,oh li abbiamo fatti cacare sotto con la nostra autorevolezza

  La Libia dietro le stragi di Bologna e Ustica ?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina