1.     Mi trovi su: Homepage #5011166
    Adesso che è uscito fuori tutta questa moda per gli sparatutto, io mi scopro essere un incapace totale :-| (ho giocato ad Halo 3, Gears of War 2 e Call of Duty 5). Non riesco proprio a giocare: non riesco a muovermi, e non so perché ma mi confondo sempre col mirino, che io muovo ancora l'analogico nella parte opposta in cui devo spostare il mirino (cioè tipo per pilotare gli aerei)... Qualcuno che mi fa compagnia? E quali sono i vostri deficit? E soprattutto, ma una volta non c'era anche negli sparatutto l'analogico che "funzionava al contrario"?
    Vendo amplificatore da 15 W Fender
    ed elli avea del cul fatto trombetta // La madre dei FDP è sempre incinta.
    LOOOO TOPIIIIIC for everyone, specie per i nuovi
    [EDITATO DALLO STAFF]
    Sorry for epilessia
  2.     Mi trovi su: Homepage #5011218
    ambaradam ha scritto:
    Adesso che è uscito fuori tutta questa moda per gli sparatutto, io mi scopro essere un incapace totale :-|  (ho giocato ad Halo 3, Gears of War 2 e Call of Duty 5). Non riesco proprio a giocare: non riesco a muovermi, e non so perché ma mi confondo sempre col mirino, che io muovo ancora l'analogico nella parte opposta in cui devo spostare il mirino (cioè tipo per pilotare gli aerei)... Qualcuno che mi fa compagnia? E quali sono i vostri deficit? E soprattutto, ma una volta non c'era anche negli sparatutto l'analogico che "funzionava al contrario"?
      in teoria puoi invertire gli assi e avere l analogico che funziona come vuoi te... lo trovi nelle impostazioni dei singoli giochi.
    io penso sempre di non essere male, ma alla fine in rete le prendo sempre... :'(   però delle volte vado a momenti e riesco a fare qualcosa di buono.
    Tu sei l uomo con i "big cojones!!"
    Tommy Vercetti, let's go!
  3. Non è una capra, cretino, è il mio segno zodiacale  
        Mi trovi su: Homepage #5011243
    gli fps nn sono fatti per joypad.... anche se so che molti si trovano bene (ma con l'aiuto alla mira^^)
    provali con mouse e tastiera e vedrai la differenza :approved:
    Il lavoro di cui sono più orgoglioso, anche se ormai datato:
    http://www.gameplayer.it/speciale/speciale_pc_gaming_al_risparmio
  4.     Mi trovi su: Homepage #5011327
    Origami ha scritto:
    gli fps nn sono fatti per joypad.... anche se so che molti si trovano bene (ma con l'aiuto alla mira^^)
    provali con mouse e tastiera e vedrai la differenza :approved:
     senza dubbio è meglio il mouse per mirare... ma a mio parere per muoversi lo stick analogico è di molto migliore alla tastiera, in più si ha il vantaggio di avere i tasti ravvicinati (e diversi) e quindi quando si passa dal cambio arma al movimento non si rischia di perdersi...
    Tu sei l uomo con i "big cojones!!"
    Tommy Vercetti, let's go!
  5.     Mi trovi su: Homepage #5011427
    Mah,secondo me con mouse e tastiera gli fps diventano tutti,bene o male,arcade...e poi non ci trovo proprio gusto nello sparare e nel muovermi...
    Il Grammaticus cagacazzi e Ascoltatore esperto di musica di Nextgame.

    IL MIO BLOG DI RECENSIONI MUSICALI http://musiteque.blogspot.com/
  6.     Mi trovi su: Homepage #5011946
    IdealBeys ha scritto:
    Mah,secondo me con mouse e tastiera gli fps diventano tutti,bene o male,arcade...e poi non ci trovo proprio gusto nello sparare e nel muovermi...
     nello sparare si dai.. però diventa una questione di velocità e non di bravura...(quindi hai ragione parlando di arcade).
    per muoversi, come ho gia detto, la tastiera non regge il confronto rispetto al joypad!!
    Tu sei l uomo con i "big cojones!!"
    Tommy Vercetti, let's go!
  7.     Mi trovi su: Homepage #5012273
    La mia teoria è che è completamente inutile cercare di diventare dei fenomeni degli sparatutto.
    Di seguito le motivazioni:

    1) La connessione più veloce vince. Non puoi essere più veloce della tua connessione.

    2) Per quanto diventi bastardo trovi sempre quello più bastardo di te. Gente che è cresciuta così, con il pad alposto del sonaglino. Gente che quando (molto raramente) perde si fa i tagli sulla pancia tipo Marylin Manson... lasciali perdere sono di un'altra specie.

    3) Per essere un vero vincitore devi affrettarti ad ammazzare gli altri senza preoccuparti di nient'altro.
    Se ti ammazzano 40 volte ma tu ammazzi 20 persone sei un eroe. Questo concetto è profondamente americano, c'è dentro Omaha beach, hollywood, la musica sentita ad un volume spaventoso, la consapevolezza che essere americani vuol dire vincere sempre, anche quando perdi. Aggiungi a questo che gli americani si allenano con le armi vere.

    4) Sei Italiano. Un italiano ha una visione realistica della guerra che si traduce nel pensiero "Intanto cerco di portare a casa la buccia poi vediamo". E' una questione di buon senso ma non aiuta a vincere.

    5) Sei italiano. Per te il pareggio è un risultato utile.

    La mia raccomandazione: se non li puoi battere falli sklerare!!! Adotta strategie che tengano conto della loro brama di ammazzare a tutti i costi, di occupare SEMPRE le posizioni migliori ecc. e aspettali al varco!!!
  8.     Mi trovi su: Homepage #5012406
    LOCCHIO ha scritto:
    La mia teoria è che è completamente inutile cercare di diventare dei fenomeni degli sparatutto.
    Di seguito le motivazioni:

    1) La connessione più veloce vince. Non puoi essere più veloce della tua connessione.

    2) Per quanto diventi bastardo trovi sempre quello più bastardo di te. Gente che è cresciuta così, con il pad alposto del sonaglino. Gente che quando (molto raramente) perde si fa i tagli sulla pancia tipo Marylin Manson... lasciali perdere sono di un'altra specie.

    3) Per essere un vero vincitore devi affrettarti ad ammazzare gli altri senza preoccuparti di nient'altro.
    Se ti ammazzano 40 volte ma tu ammazzi 20 persone sei un eroe. Questo concetto è profondamente americano, c'è dentro Omaha beach, hollywood, la musica sentita ad un volume spaventoso, la consapevolezza che essere americani vuol dire vincere sempre, anche quando perdi. Aggiungi a questo che gli americani si allenano con le armi vere.

    4) Sei Italiano. Un italiano ha una visione realistica della guerra che si traduce nel pensiero "Intanto cerco di portare a casa la buccia poi vediamo". E' una questione di buon senso ma non aiuta a vincere.

    5) Sei italiano. Per te il pareggio è un risultato utile.

    La mia raccomandazione: se non li puoi battere falli sklerare!!! Adotta strategie che tengano conto della loro brama di ammazzare a tutti i costi, di occupare SEMPRE le posizioni migliori ecc. e aspettali al varco!!!
     quoto tutto tranne 2 parti: la prima e il punto 3, ci sono giochi in cui il numero delle mert viene rapportato alle uccisioni e quindi il punteggio scende di brutto (per i giochi in cui non è così hai ragione tu)
    il secondo punto sono le ultime 3 parole... un po da camper...
    Tu sei l uomo con i "big cojones!!"
    Tommy Vercetti, let's go!
  9.     Mi trovi su: Homepage #5012465
    LOCCHIO ha scritto:
    La mia teoria è che è completamente inutile cercare di diventare dei fenomeni degli sparatutto.
    Di seguito le motivazioni:

    1) La connessione più veloce vince. Non puoi essere più veloce della tua connessione.

    2) Per quanto diventi bastardo trovi sempre quello più bastardo di te. Gente che è cresciuta così, con il pad alposto del sonaglino. Gente che quando (molto raramente) perde si fa i tagli sulla pancia tipo Marylin Manson... lasciali perdere sono di un'altra specie.

    3) Per essere un vero vincitore devi affrettarti ad ammazzare gli altri senza preoccuparti di nient'altro.
    Se ti ammazzano 40 volte ma tu ammazzi 20 persone sei un eroe. Questo concetto è profondamente americano, c'è dentro Omaha beach, hollywood, la musica sentita ad un volume spaventoso, la consapevolezza che essere americani vuol dire vincere sempre, anche quando perdi. Aggiungi a questo che gli americani si allenano con le armi vere.

    4) Sei Italiano. Un italiano ha una visione realistica della guerra che si traduce nel pensiero "Intanto cerco di portare a casa la buccia poi vediamo". E' una questione di buon senso ma non aiuta a vincere.

    5) Sei italiano. Per te il pareggio è un risultato utile.

    La mia raccomandazione: se non li puoi battere falli sklerare!!! Adotta strategie che tengano conto della loro brama di ammazzare a tutti i costi, di occupare SEMPRE le posizioni migliori ecc. e aspettali al varco!!!
     Eroe *__*
    Il Grammaticus cagacazzi e Ascoltatore esperto di musica di Nextgame.

    IL MIO BLOG DI RECENSIONI MUSICALI http://musiteque.blogspot.com/
  10.     Mi trovi su: Homepage #5012623
    E' vero, non in tutti gli sparatutto devi affrettarti ad uccidere e uccidere... però nella maggior parte dei casi mi sembra premiante. Ho un po' calcato la mano però il punto principale (che non ho scritto) è... le abilità manuali si affinano con l'esercizio, però, la mentalità "vincente" è la cosa più difficile da ottenere. Io all'inizio facevo il tutti contro tutti di COD 4 come una specie di scampagnata e venivo giustamente massacrato. In seguito ho provato ad essere + guardingo ma buscavo lo stesso e comunque non facevo mai i punti di chi si buttava allo sbaraglio. Dopo ore ed ore di gioco la mia tecnica è migliorata, e sono diventato anche più intraprendente. Non sarò mai uno che straccia tutti gli altri però finisco sempre tra i migliori 3 e anche quando non vinco di solito ho un rapporto tra uccisioni e morti che è il migliore in assoluto. Insomma mi difendo con onore, come una specie di samurai un po' pippaiolo.
    Certo, mi manca quella brama di sangue, quella spinta ad umiliare gli altri che è molto utile avere per fare punteggi altissimi, però in fondo io sono un bonaccione.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5012790
    LOCCHIO ha scritto:
    E' vero, non in tutti gli sparatutto devi affrettarti ad uccidere e uccidere... però nella maggior parte dei casi mi sembra premiante. Ho un po' calcato la mano però il punto principale (che non ho scritto) è... le abilità manuali si affinano con l'esercizio, però, la mentalità "vincente" è la cosa più difficile da ottenere. Io all'inizio facevo il tutti contro tutti di COD 4 come una specie di scampagnata e venivo giustamente massacrato. In seguito ho provato ad essere + guardingo ma buscavo lo stesso e comunque non facevo mai i punti di chi si buttava allo sbaraglio. Dopo ore ed ore di gioco la mia tecnica è migliorata, e sono diventato anche più intraprendente. Non sarò mai uno che straccia tutti gli altri però finisco sempre tra i migliori 3 e anche quando non vinco di solito ho un rapporto tra uccisioni e morti che è il migliore in assoluto. Insomma mi difendo con onore, come una specie di samurai un po' pippaiolo.
    Certo, mi manca quella brama di sangue, quella spinta ad umiliare gli altri che è molto utile avere per fare punteggi altissimi, però in fondo io sono un bonaccione.
     non il straccerai, ma sei comunque il vincitore morale, visto che il tuo è il modo giusto di giocare, magari senza neanche stressarsi troppo..
    per il camper: io ho interpretato le parole "aspettali al varco" come la tipica azione da camperaggio, ma ripensandoci può avere altri significati...
    Tu sei l uomo con i "big cojones!!"
    Tommy Vercetti, let's go!

  Mannaggia agli sparatutto

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina