1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5015141
    LOCCHIO ha scritto:
    A chi piace?
    :mmh:
     non sono un esperto ma ho ascoltato molto in passato, mi piace posso dire, ma non tutto e non sempre, jazz è un concetto molto vago ad ogni modo.
    TOPIC SUL MIO CD IN USCITA - commenti graditissimi --- IL SITO SULLA MIA MUSICA + PAGINA FB ANNESSA
    IL MIO FOTO-BLOG nato per colpa del relativo TOPIC nel quale potete lasciare commenti ed insulti nei miei confronti, saranno ben accetti (NON è un mio topic ma un topic GENERICO).
    !!!VENDO DUCATI MONSTER 695!!! ----- !!!VENDO pedalino BOSS PS-5 -120€. mandate PM!!!
  2.     Mi trovi su: Homepage #5015154
    Ok, aggiungo qualcos'altro. La musica è tutta bella bla bla bla...
    però, personalmente, da un po' sento solo jazz. In particolare Hard bop, modal jazz, soul jazz
    (insomma la roba fine '50 inizio '60)...
    C'è qualche malato come me?
    C'è qualcuno che vorrebbe avvicinarsi all'ascolto di questo genere e vuole qualche dritta?

    :))
  3. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5015160
    Io mi considero una persona aperta a nuove esperienza, ma quando sento un brano jazz "classico" mi viene una specie di orticaria mista a nausea e un generale, fastidioso senso di malessere.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  4.     Mi trovi su: Homepage #5015168
    nevrasthenia ha scritto:
    non sono un esperto ma ho ascoltato molto in passato, mi piace posso dire, ma non tutto e non sempre, jazz è un concetto molto vago ad ogni modo.

    Tendenzialmente la frenesia del be bop mi ha un po' smerigliato...
    Le cose precedenti agli anni '50 non mi prendono più di tanto
    Adoro Sonny Rollins, Cannonball Adderley, Miles Davis, Ahmad Jamal, Wynton Kelly, Coltrane...
  5.     Mi trovi su: Homepage #5015183
    Myau ha scritto:
    Io mi considero una persona aperta a nuove esperienza, ma quando sento un brano jazz "classico" mi viene una specie di orticaria mista a nausea e un generale, fastidioso senso di malessere.
    Anch'io non digerisco tutto, anzi... però ci sono dischi come kind of Blue che è impossibile non amare.
    A volte il lato sperimentale della musica si sposa miracolosamente con il calore, l'ispirazione, la creatività.
    Questo è il jazz che adoro.
  6. Spaesato  
        Mi trovi su: Homepage #5017279
    LOCCHIO ha scritto:
    Anch'io non digerisco tutto, anzi... però ci sono dischi come kind of Blue che è impossibile non amare.
    A volte il lato sperimentale della musica si sposa miracolosamente con il calore, l'ispirazione, la creatività.
    Questo è il jazz che adoro.
       Se vale la Fusion, mi considero un appassionato ascoltatore.
    :)
    Parlando di jazz NON elettrico invece sono meno ferrato, ma apprezzo molto (tra tutti forse il mio musicista di riferimento è Django Reinhardt, anche se ci sarebbe un certo Bill Evans che... :) )
    Vash, Mila, Ilaria.
    " I Blink 182(W!!!) sono passione, torrida, cieca, ma soprattutto sorda, passione." [Kabuto]
    Io non tremo, è solo un po' di me che se ne va...
  7. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5017299
    LOCCHIO ha scritto:
    Tendenzialmente la frenesia del be bop mi ha un po' smerigliato...
    Le cose precedenti agli anni '50 non mi prendono più di tanto
    Adoro Sonny Rollins, Cannonball Adderley, Miles Davis, Ahmad Jamal, Wynton Kelly, Coltrane...


    Purtroppo ho sviluppato una forma mentale musicale che non ammette il concetto di improvvisazione.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  8. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017343
    Myau ha scritto:
    Purtroppo ho sviluppato una forma mentale musicale che non ammette il concetto di improvvisazione.
      Un chitarrista jazz che conosco (fresco di conservatorio tra l' altro) mi ha quasi scannato per aver attribuito al jazz il termine improvvisazione.
    Mi ha spiegato che in musica si improvvisa da sempre (classica, rock, blues) e non è assolutamente cosa prerogativa del jazz e che anzi la cosa rappresenta un luogo comune bello e buono in riferimento al solo jazz e che il jazz è contraddistinto da altre caratteristiche invece (che mi ha spiegato... ma che vanno in tecnicismi musicali).

    Non essendo nè un chitarrista jazz, nè un chitarrista proprio, nè tantomeno fresco di conservatorio, non ho potuto far altro che ammettere la mia ignoranza e ascoltare quanto avesse da dirmi. Mi fa piacere che nell' ignoranza sono in buona compagnia.
  9. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5017416
    Piccolo ha scritto:
    Un chitarrista jazz che conosco (fresco di conservatorio tra l' altro) mi ha quasi scannato per aver attribuito al jazz il termine improvvisazione.
    Mi ha spiegato che in musica si improvvisa da sempre (classica, rock, blues) e non è assolutamente cosa prerogativa del jazz e che anzi la cosa rappresenta un luogo comune bello e buono in riferimento al solo jazz e che il jazz è contraddistinto da altre caratteristiche invece (che mi ha spiegato... ma che vanno in tecnicismi musicali).

    Non essendo nè un chitarrista jazz, nè un chitarrista proprio, nè tantomeno fresco di conservatorio, non ho potuto far altro che ammettere la mia ignoranza e ascoltare quanto avesse da dirmi. Mi fa piacere che nell' ignoranza sono in buona compagnia.


    Quando si arriva ad essere ultraspecialisti non si ammettono approssimazioni da parte dei propri interlocutori. Prova a parlare con un avvocato o un chiururgo di legge o di anatomia, vedrai che ti correggerà buona parte dei termini.

    In ogni caso per quanto riguarda la musica classica "storica" che viene eseguita e incisa attualmente, essa è quanto di più distante dall'improvvisazione si possa immaginare. Ogni nota sta scritta lì sulla base di meditazioni che durano anche anni, metterla in altro posto o anche solo suonarla un po' più forte o un po' più piano è semplicemente un errore. Resta fermo che, come si diceva nel thread della musica classica, tutti i grandi autori della storia della musica erano grandi improvvisatori.
    Da citare anche il fatto che alcuni compositori del secolo scorso hanno inseriro nelle loro opere consistenti dosi di alea.
    Comunque in generale in musica classica non si improvvisa nulla.
    Nel jazz sì. Se lo vogliamo chiamare "tecnicismo musicale" chiamamolo tecnicismo musicale. A me sembra improvvisazione. Ovviamente non in senso negativo di "messo su alla bella e buona all'ultimo momento", ma di "non scritto, libero".
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  10.     Mi trovi su: Homepage #5019090
    LOCCHIO ha scritto:
    A chi piace?
    :mmh:
     E' un po' come chiedere..."ti piace la musica leggera italiana?" senza considerare che all'interno ci sono personaggi come Battiato o Piero Ciampi ma anche come Max Pezzali o Ramazzotti...


    Una volta mi sembrava, magari ero un illuso, che nel calcio ci fosse anche un desiderio di aggregazione reale, di divertimento...; adesso mi sembra qualcosa molto vicino alla vendetta, vendetta numero 15. Dico questo per agganciarmi alla prossima canzone che si chiama "Delenda Carthago" e anche per dirvi che Properzio, la nuova ala della Lazio, diceva a proposito del denaro...risparmio la battuta in latino...del loro..."per causa tua", diciamo, "ci avviamo a morte prematura"...Com'è vero!!!
    Delenda Carthago.
  11. Spaesato  
        Mi trovi su: Homepage #5019630
    Odisseo&MarcoPisellonio ha scritto:
    E' un po' come chiedere..."ti piace la musica leggera italiana?" senza considerare che all'interno ci sono personaggi come Battiato o Piero Ciampi ma anche come Max Pezzali o Ramazzotti...
        La differenza risiede nel fatto che difficilmente il jazz si limita al "compitino". Fare jazz è facilissimo, farlo bene è un altro paio di maniche, e in tutta onestà non mi vengono in mente jazzisti di spessore che si limitino alle pentatoniche e a qualche cromatismo swingato.
    Per cui ci troviamo su piani diversi, e in questo caso la domanda è più che legittima. Poi il termine jazz indica un genere preciso, anche se libero a più interpretazioni; musica leggera italiana cosa dovrebbe significare? Si tratta una denominazione collettiva per inquadrare artisti accomunati solo dalla provenienza. Trovo sia un paragone poco funzionale.
    E arrivati a questo punto, visto che richiedi più precisione, rientro in topic domandandoti che tipi di jazz ti piacciono! :)
    Vash, Mila, Ilaria.
    " I Blink 182(W!!!) sono passione, torrida, cieca, ma soprattutto sorda, passione." [Kabuto]
    Io non tremo, è solo un po' di me che se ne va...
  12.     Mi trovi su: Homepage #5019720
    Un chitarrista jazz fresco di conservatorio è una contraddizione in termini. Tutti i jazzisti che conosco sono jazzisti nonostante il conservatorio oppure jazzisti perchè si sono tenuti a una certa distanza dal conservatorio.

    Improvvisazione non significa andare alla cieca ma creare musica sul momento e questa concezione della musica non appartiene all'Europa dove la scrittura ha preso il sopravvento in tempi antichissimi sulla tradizione orale. La cultura africana è diversa, qui la memoria non è ricordare "alla lettera" ma un processo molto più creativo.

    Allo stesso modo, la musica classica indiana, pur essendo enormemente complessa e ricchissima di parti è completamente improvvisata (e non scritta). L'esame "di conservatorio" di un suonatore di percussioni Indiano è cantare un pattern complessissimo e in seguito suonarlo. Questo approccio, per un musicista europeo cresciuto musicalmente al conservatorio è praticamente impossibile (ma anche per uno che il conservatorio non l'ha mai frequentato).
    Per farla breve, l'improvvisazione è un fatto culturale e la cultura europea è quella della scrittura. I jazzisti afroamericani hanno fuso la propria tradizione africana con la cultura europea. Da qui la ricchezza e la complessità del jazz.
    Rock, blues, sono tutte forme musicali afroamericane, quindi è naturale che ci sia dell'improvvisazione in questi "generi". I tecnicismi a cui allude il tuo amico sono aspetti legati alla concezione ritmica/armonica africana che furono miscelati con contaminazioni europee sempre più colte.

  A chi piace il jazz?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina