1. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017655
    Questa è una trovata alla Totò! Capiamoci subito.
    Praticamente l' epitaffio del diritto allo sciopero.

    Le categorie dei lavoratori del trasporto infatti, con il nuovo DDL, avranno una serie di nuove limitazioni:
    - dichiarazione preventiva di adesione allo sciopero del lavoratore.
    - sciopero legale solo se proclamato da sindacati con oltre il 50% di rappresentatività.
    - previsione da parte dei sindacati dell' adesione allo sciopero prima di dichiararli.
    - inasprire le sanzioni per chi non rispetta tali regole.

    Ma il colpo di genio è lo sciopero "virtuale". Ovvero andare lo stesso a lavorare, dichiarandosi scioperanti e perdendo comunque il compenso della giornata di lavoro. In pratica non si creerà nessun disagio al datore di lavoro, che si ritroverà lo stesso con il servizio svolto.

    Ma che toccherà fare per manifestare la contrarietà alle proprie condizioni lavorative? Incatenarsi davanti alla sede dell' azienda... ma rigorosamente durante le proprie ore di riposo dal lavoro?
  2. boh  
        Mi trovi su: Homepage #5017661
    Piccolo ha scritto:
    Questa è una trovata alla Totò! Capiamoci subito.
    Praticamente l' epitaffio del diritto allo sciopero.

    Le categorie dei lavoratori del trasporto infatti, con il nuovo DDL, avranno una serie di nuove limitazioni:
    - dichiarazione preventiva di adesione allo sciopero del lavoratore.
    - sciopero legale solo se proclamato da sindacati con oltre il 50% di rappresentatività.
    - previsione da parte dei sindacati dell' adesione allo sciopero prima di dichiararli.
    - inasprire le sanzioni per chi non rispetta tali regole.

    Ma il colpo di genio è lo sciopero "virtuale". Ovvero andare lo stesso a lavorare, dichiarandosi scioperanti e perdendo comunque il compenso della giornata di lavoro. In pratica non si creerà nessun disagio al datore di lavoro, che si ritroverà lo stesso con il servizio svolto.

    Ma che toccherà fare per manifestare la contrarietà alle proprie condizioni lavorative? Incatenarsi davanti alla sede dell' azienda... ma rigorosamente durante le proprie ore di riposo dal lavoro?


    Secondo me fan bene ad inasprire le regole, ma lo sciopero virtuale mi sembra una cagata immane.

    Riporto le dichiarazioni di Fini, ultimamente mi trovo molto d'accordo con lui:

    ROMA - «Non si tratta di soffocare il diritto di sciopero, ma di armonizzarlo con l'esercizio degli altri diritti di tutti i cittadini in un'opera di bilanciamento che deve tener conto dell'evoluzione sociale». Lo ha detto il presidente dell'assemblea di Montecitorio, Gianfranco Fini, aprendo la presentazione alle Camere della relazione della Commissione di garanzia per l'attuazione della legge sullo sciopero. Per la terza carica dello Stato il diritto di sciopero «non può compromettere oltre misura il godimento di altri diritti della persona ugualmente garantiti in Costituzione, come il diritto alla salute, alla sicurezza, all'istruzione, all'assistenza e previdenza sociale, alla libertà di circolazione e di comunicazione, alla effettiva tutela giurisdizionale delle proprie ragioni».

    http://www.corriere.it/politica/09_febbraio_26/fini_scioperi_c6384c6c-03e7-11de-8e80-00144f02aabc.shtml
  3. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017676
    Evidentemente a te sfugge che lo sciopero nei trasporti era già più rigidamente regolamentato rispetto alle altre categorie.

    Il servizio minimo era già garantito per legge (qualcosa che si aggira intorno ad un terzo del servizio normale e concentrato nelle ore di punta).

    Qui si tratta di ucciderlo definitivamente. Cioè... ma tu ti rendi conto? Io devo dire al datore di lavoro: "Domani sciopero!". O posso scioperare solo se CGIL e CISL sono d' accordo fra loro?
    Ma qual' è il senso dello sciopero? Me lo spieghi?
  4. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5017689
    ora che ci attendono due-tre anni di passione e' normale che chi sta al governo abbia tutto l'interesse per evitare che i lavoratori scendano in piazza per mostrare il disagio e il dissenso; ci aspetta un periodo di misure economiche estremamente impopolari che ci verranno imposte dall'alto (banca mondiale, fmi) e che andranno a colpire soprattutto la classe media con la scusa della "necessita'" per un "futuro migliore", situazione molto simile a quella gia' gia' sperimentata in cile, sud africa, polonia, cina e russia nel momento in cui si e' imposto con la forza e la dittatura il sistema neoliberista.
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  5. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5017694
    Uno sciopero simil nipponico quindi.

    Sorry ma sono a favore.

    A chi piace citare gli altri paesi, quando scioperi, lì, è un fatto eccezionale, una tantum. In Italia quasi non passa settimana senza qualche corteo. Certe volte ce ne sono più d'uno lo stesso giorno.

    Solito discorso, se gridi troppo "al lupo al lupo" dopo un po' non ti si fila più nessuno. Da noi scioperano perfino i dipendenti di aziende che stanno per fallire, contribuendo al fallimento stesso e alla loro cassa integrazione (se gli va bene).

    "Diritto" non vuol dire "posso fare una cosa e quindi la faccio quanto mi pare". Perchè il diritto di sciopero cozza contro il diritto di migliaia, milioni di cittadini ad avere i servizi per cui pagano e che gli consentono di andare a loro volta a lavorare per produrre ricchezza e tasse.
    E secondo me i singoli lavoratori queste cose le sanno. Il problema sono sempre gli uberfinanziati sindacati nostrani che se ne fregano dei diritti dei lavoratori e sciperano più per politica che per altro.
  6. boh  
        Mi trovi su: Homepage #5017703
    Piccolo ha scritto:
    Evidentemente a te sfugge che lo sciopero nei trasporti era già più rigidamente regolamentato rispetto alle altre categorie.

    Il servizio minimo era già garantito per legge (qualcosa che si aggira intorno ad un terzo del servizio normale e concentrato nelle ore di punta).

    Qui si tratta di ucciderlo definitivamente. Cioè... ma tu ti rendi conto? Io devo dire al datore di lavoro: "Domani sciopero!". O posso scioperare solo se CGIL e CISL sono d' accordo fra loro?
    Ma qual' è il senso dello sciopero? Me lo spieghi?


    Non lo so guarda, non sono molto informato al riguardo parlavo solo per esperienza: mi da alquanto fastidio che ci siano una marea di scioperi; se ne fanno a centinaia senza ottenere alcun risultato.
    Allora perché non inasprire le regole affinché i lavoratori si organizzino per scioperi meno frequenti ma più massicci? Guardo alla Francia con ammirazione a tal riguardo, quando scioperano lì succede un putiferio (tanto che ne parlano anche nei nostri Tg).
    E' il mio pensiero, potreste anche smentirmi dimostrando che in realtà in Francia si fanno molti più scioperi di quanto si pensi.
  7. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5017704
    Cloud Strife ha scritto:
    ora che ci attendono due-tre anni di passione e' normale che chi sta al governo abbia tutto l'interesse per evitare che i lavoratori scendano in piazza per mostrare il disagio e il dissenso; ci aspetta un periodo di misure economiche estremamente impopolari che ci verranno imposte dall'alto (banca mondiale, fmi) e che andranno a colpire soprattutto la classe media con la scusa della "necessita'" per un "futuro migliore", situazione molto simile a quella gia' gia' sperimentata in cile, sud africa, polonia, cina e russia nel momento in cui si e' imposto con la forza e la dittatura il sistema neoliberista.
      
    Era un buon post per le prime tre righe. Condivisibile, di buon senso e dico davvero.

    Peccato che s'è rovinato dopo.
  8. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017709
    Atlas ha scritto:
    Uno sciopero simil nipponico quindi.

    Sorry ma sono a favore.

    A chi piace citare gli altri paesi, quando scioperi, lì, è un fatto eccezionale, una tantum. In Italia quasi non passa settimana senza qualche corteo. Certe volte ce ne sono più d'uno lo stesso giorno.

    Solito discorso, se gridi troppo "al lupo al lupo" dopo un po' non ti si fila più nessuno. Da noi scioperano perfino i dipendenti di aziende che stanno per fallire, contribuendo al fallimento stesso e alla loro cassa integrazione (se gli va bene).

    "Diritto" non vuol dire "posso fare una cosa e quindi la faccio quanto mi pare". Perchè il diritto di sciopero cozza contro il diritto di migliaia, milioni di cittadini ad avere i servizi per cui pagano e che gli consentono di andare a loro volta a lavorare per produrre ricchezza e tasse.
    E secondo me i singoli lavoratori queste cose le sanno. Il problema sono sempre gli uberfinanziati sindacati nostrani che se ne fregano dei diritti dei lavoratori e sciperano più per politica che per altro.
     Ma non avevo dubbi che tu fossi d' accordo. Ma non sai di cosa parli.
    "Posso fare lo sciopero quando mi pare" è una favola che ti sei inventato su due piedi tu.
    Gli scioperi sono difficili da proclamare.
    Hanno bocciato 4 volte quello che avevamo organizzato per protestare contro il LICENZIAMENTO di un nostro collega, delegato per la sicurezza, per aver detto anzitempo che i treni erano PERICOLOSI, perchè rischiavano di SPEZZARSI sulle linee ferroviare, con la gente sopra. E dopo mesi in cui ci vietavano di fare lo sciopero, ci hanno accordato uno sciopero di 8 ore, dalle 9 alle 17. Ovvero la maggior parte di noi doveva comunque lavorare, perchè non esistono servizi che sono totalmente inclusi nella fascia oraria suddetta. Fermo restando che già all' interno di quella fascia un terzo dei treni era stato garantito per legge e un altro terzo era stato confermato.
    Cioè, riassumo: collega licenziato per aver difeso la sicurezza di chi sui treni ci viaggia e ci hanno impedito di scioperare per farlo riassumere e per far conoscere a VOI la vicenda.
    Ma che ne sai???
    Parli parli parli... ma non sai nulla.
  9. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5017712
    Piccolo ha scritto:
    Evidentemente a te sfugge che lo sciopero nei trasporti
      
    Non vale solo per i trasporti ma per tutti, mi pare di capire. La parte dello sciopero virtuale poi la leggo così:

    "La bozza di ddl poi prevede l'istituto dello sciopero virtuale che puo' essere reso obbligatorio ''per determinate categorie professionali'' che possono determinare la concreta impossibilita' di erogare il servizio principale ed essenziale''.


    Sul referendum consultivo, mi pare una formalità inutile. I sindacati sanno essere molto persuasivi e il 51% si raggiunge. Però è uno step in più, un passaggio burocratico che "rallenta e infastidisce" pur senza negare nulla, anzi sarebbe bello vedere un sindacato che propone uno sciopero e i lavoratori che lo mandano a quel paese. Ma se fosse possibile, i lavoratori non sarebbero neppure "obbligati" a sindacalizzarsi. Quindi credo sia solo un'azione di disturbo.
  10. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017716
    Atlas ha scritto:
    Non vale solo per i trasporti ma per tutti, mi pare di capire. La parte dello sciopero virtuale poi la leggo così:

    "La bozza di ddl poi prevede l'istituto dello sciopero virtuale che puo' essere reso obbligatorio ''per determinate categorie professionali'' che possono determinare la concreta impossibilita' di erogare il servizio principale ed essenziale''.


    Sul referendum consultivo, mi pare una formalità inutile. I sindacati sanno essere molto persuasivi e il 51% si raggiunge. Però è uno step in più, un passaggio burocratico che "rallenta e infastidisce" pur senza negare nulla, anzi sarebbe bello vedere un sindacato che propone uno sciopero e i lavoratori che lo mandano a quel paese. Ma se fosse possibile, i lavoratori non sarebbero neppure "obbligati" a sindacalizzarsi. Quindi credo sia solo un'azione di disturbo.
     Peccato che la triplice non è quella che organizza scioperi contro il licenziamento di un collega. Lo organizzano i sindacati di categoria, più piccoli ma più consci dei problemi della categoria.
  11.     Mi trovi su: Homepage #5017717
    Atlas ha scritto:
    Uno sciopero simil nipponico quindi.

    Sorry ma sono a favore.

    A chi piace citare gli altri paesi, quando scioperi, lì, è un fatto eccezionale, una tantum. In Italia quasi non passa settimana senza qualche corteo. Certe volte ce ne sono più d'uno lo stesso giorno.

    E' di tutta evidenza che se le cose andassero bene, nessuno avrebbe voglia/bisogno di scioperare.

    Dubito che i metalmeccanici sciopererebbero se lo stipendio medio fosse 2000 euro invece di 1000.

    Cla.
    In hoc signo perdes
    La mia collezione di DVD (da aggiornare -.-)
    "È così che muore la libertà: sotto scroscianti applausi."
  12. I love Chiara  
        Mi trovi su: Homepage #5017721
    Seph|rotH ha scritto:
    E' di tutta evidenza che se le cose andassero bene, nessuno avrebbe voglia/bisogno di scioperare.

    Dubito che i metalmeccanici sciopererebbero se lo stipendio medio fosse 2000 euro invece di 1000.

    Cla.
     Ma non è solo una questione di stipendio.
    Ma quello se vuoi è anche il male minore.
    E' che un metalmeccanico non può scioperare dicendo che il datore di lavoro "risparmia" sulla sicurezza. Non può farlo. Deve lavorare per forza con quei macchinari, volente o nolente. L' alternativa è darsi malato. Ma non è corretto.
  13.     Mi trovi su: Homepage #5017731
    Piccolo ha scritto:
    Ma non è solo una questione di stipendio.
    Ma quello se vuoi è anche il male minore.
    E' che un metalmeccanico non può scioperare dicendo che il datore di lavoro "risparmia" sulla sicurezza. Non può farlo. Deve lavorare per forza con quei macchinari, volente o nolente. L' alternativa è darsi malato. Ma non è corretto.

    Sì, non è solo quello, ma è innegabile che il salario sia sempre stato il problema maggiore.

    A spanne direi che un buon 80% degli scioperi vertono su quello.

    Cla.
    In hoc signo perdes
    La mia collezione di DVD (da aggiornare -.-)
    "È così che muore la libertà: sotto scroscianti applausi."
  14. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5017732
    Piccolo ha scritto:
    Ma non avevo dubbi che tu fossi d' accordo. Ma non sai di cosa parli.
    "Posso fare lo sciopero quando mi pare" è una favola che ti sei inventato su due piedi tu.
    Gli scioperi sono difficili da proclamare.
    Hanno bocciato 4 volte quello che avevamo organizzato per protestare contro il LICENZIAMENTO di un nostro collega, delegato per la sicurezza, per aver detto anzitempo che i treni erano PERICOLOSI, perchè rischiavano di SPEZZARSI sulle linee ferroviare, con la gente sopra. 

    Prendo per buono quello che dici.
    Vedi? difficile da proclamare perchè è uno sciopero che serviva più a voi/lui che al sindacato e parti politiche colluse.
    Non era uno sciopero contro il governo "fascista e totalitario", quindi c'è stato da faticare, magari era pure distante da qualche campagna elettorale.
    Negli anni passati ho visto, e subito, scioperi a oltranza, a centinaia. Evidentemente certi scioperi sono meno difficili da proclamare rispetto ad altri.

  Colpo di genio... arriva lo sciopero "virtuale"!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina