1.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5019044
    Morta la sorella di Silvio Berlusconi
    Si è sentita male nella notte, inutili i soccorsi dell’ambulanza







    Foto di famiglia Berlusconi. Da sinistra i fratelli Maria Antonietta, Silvio, Paolo e la madre Rosa (Clicphoto)



    MILANO È morta a Milano Maria Antonietta Berlusconi, sorella
    del presidente del Consiglio: aveva 65 anni. Ne dà notizia una nota
    dell’Azienda Regionale Emergenza Urgenza della Lombardia.

    Il 118 di Milano era stato allertato nella notte, alle 1.19, per
    un «evento medico acuto» - così dice il rapporto - in via San Giminiano
    12 a Milano. Sono state inviate ambulanza e automedica, ma l’intervento
    è stato inutile e la donna è morta.

    Giovedì sera, il premier è tornato a Milano da Roma e si è
    subito recato in viale San Gimignano per l'omaggio alla salma, evitando
    il contatto con i giornalisti, quasi a sottolineare il dolore privato.
    E in forma privata i funerali saranno celebrati sabato mattina ad
    Arcore, quindi Etta Berlusconi sarà tumulata al cimitero Monumentale di
    Milano, dove ci sono i genitori, morti tutti in febbraio. Il ventennale
    della morte del padre, Luigi Berlusconi, ricorre proprio venerdì.

    -->

    -->
    Maria Antonietta Berlusconi,
    sposata Beretta, era la seconda figlia di Luigi Berlusconi e Rosa
    Bossi. Nata nel 1943 era di sette anni più giovane di Silvio mentre
    Paolo, il terzo fratello, è nato nel 1949. L'ultima apparizione pubblica Maria Antonietta, meglio conosciuta come Etta, l'aveva fatta, il 20 gennaio scorso, in
    occasione dell'inaugurazione di un reparto al Pio Albergo Trivulzio
    intitolato alla mamma Rosa, alla quale era intervenuto anche il
    premier. Discreta e riservata, la si notava soprattutto in occasione
    delle elezioni quando accompagnava al seggio la madre, di solito pochi
    minuti prima che arrivasse il fratello Silvio.

    Sposata Beretta, madre di tre figli (una femmina e due maschi),
    per tutta la vita ha avuto una grande passione: la danza e a Milano
    aveva fondato anche una scuola. Ogni anno al Teatro Manzoni il saggio
    della sua scuola diventava un evento e lo scorso 7 giugno era
    intervenuto anche Silvio Berlusconi, nonostante il malore che lo aveva
    colpito a Santa Margherita Ligure. «Sono contenta che Silvio sia qui -
    aveva detto Etta -. È una bella serata ma siamo tristi perché
    quest'anno non c'è la nostra mamma». La scuola di danza «Principessa» è
    nata nove anni fa per iniziativa di Etta Berlusconi, che ha trasmesso
    la sua passione anche alla figlia Sabrina. L'amore per la danza Etta
    Berlusconi lo aveva lo ha spiegato nella brochure di presentazione di
    quella serata: «Mai - aveva scritto - avrei pensato quando ancora
    ragazzina studiavo ballo sotto l'amorevole guida della mia insegnante
    Luciana Bianchi Cottini, che la mia passione per la danza un giorno si
    sarebbe trasformata in questo meraviglioso sogno che si chiama
    Principessa». Da pochi mesi era morta mamma Rosa e Etta Berlusconi
    aveva aggiunto: «L'amore che provo per la mia creatura è immenso, così
    immenso da avermi aiutata a superare un anno difficile come quello che
    ho appena vissuto per motivi familiari».








    Unanime il cordoglio del mondo politico. Molti esponenti del
    governo hanno voluto pubblicamente esprimerlo al presidente del
    consiglio (Sacconi, La Russa, Maroni e via via anche altri) e anche
    dall'opposizione sono arrivate le condoglianze a Silvio Berlusconi,
    firmato dal neosegretario Dario Franceschini. Gli stessi presidenti
    delle Camere, Renato Schifani e Gianfranco Fini, hanno indirizzato
    messaggi di vicinanza al dolore del capo del governo e della sua
    famiglia. I funerali si terranno sabato. La cerimonia si terrà in forma
    privatissima ad Arcore.

  In molti penseranno: "Dio, hai sbagliato obbiettivo"

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina