1.     Mi trovi su: Homepage #5019185
    UDINE - Una denuncia per omicidio volontario è stata inviata dall'associazione «Scienza e vita» alla Procura della Repubblica di Udine in relazione alla morte di Eluana Englaro, la donna deceduta il 9 febbraio scorso nella casa di riposo La Quiete del capoluogo friulano dopo 17 anni in stato vegetativo persistente. ATTO DOVUTO - In seguito alla denuncia - si è appreso in serata da fonti investigative friulane - il Procuratore della Repubblica di Udine, Antonio Biancardi, quale atto dovuto indaga nei riguardi di 14 persone, fra le quali il papà di Eluana, Beppino Englaro, l'anestesista Amato De Monte che ha guidato l'équipe medica che ha attuato il protocollo per il distacco del sondino della donna, e 12 componenti dell'associazione «Per Eluana». L'associazione aveva preso in carico la donna dalla clinica privata di Lecco, la notte del 2 febbraio scorso, per portarla alla casa di riposto «La Quiete» di Udine dove, sulla base del decreto della Corte d'appello di Milano, è stato attuato il protocollo per l'interruzione dell'alimentazione e dell'idratazione.
    LE FOTO - Intanto giovedì c'è stato il secco «stop» al sequestro delle foto di Eluana Englaro nella stanza della casa di riposo La Quiete di Udine arrivato dalla Procura della Repubblica di Trieste. Il sostituto Procuratore Federico Frezza ha deciso di non convalidare il sequestro delle foto (in tutto una 130-140) scattate a Eluana, il giorno prima della morte, dal fotogiornalista Francesco Bruni che le aveva consegnate ai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Udine, su richiesta degli stessi militari. Le foto erano state acquisite dai Carabinieri con un provvedimento di sequestro probatorio d'iniziativa della Polizia Giudiziaria e questo ha reso necessaria la convalida da parte della Procura di Trieste, competente per territorio perché Bruni ha consegnato le immagini nella sede del Comando Provinciale del capoluogo giuliano. Il pm Frezza ha ritenuto «inesistente in radice» l'ipotesi di reato formulata dai Carabinieri (inosservanza dei provvedimenti dell'autorità; art. 650 del Codice Penale) dal momento che, per lui, non esiste alcun provvedimento dell'autorità e il protocollo per l'interruzione di alimentazione e idratazione di Eluana è una scrittura privata.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  2.     Mi trovi su: Homepage #5019355
    mi chiedo se sia possibile denunciare una persona che ha avuto una sentenza ,che gli ha permesso di rispettare il volere della propria figlia. inoltre questi si fanno grandi promotori della vita, ma perchè non voglio rispettare la vita di quest'uomo?
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  3. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5019462
    digital_boy84 ♫ ha scritto:
    era ovvio, nel paese dei balocchi, ma lui si merita il mio rispetto e avrei fatto anche io tutto quel che ha fatto lui
     Pure io, con la differenza però che avrei fatto fare un iniezione, piuttosto che sospendere l'alimentazione...
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  4.     Mi trovi su: Homepage #5019467
    lucyvanpelt ha scritto:
    mi chiedo se sia possibile denunciare una persona che ha avuto una sentenza ,che gli ha permesso di rispettare il volere della propria figlia. inoltre questi si fanno grandi promotori della vita, ma perchè non voglio rispettare la vita di quest'uomo?
     credo di si ed il magistrato deve dare corso alla denunica salvo poi non riscontrare nessun reato.
    Quello che è grave, purtroppo, è che ci sia gente che specula su queste cose
  5.     Mi trovi su: Homepage #5019473
    IL CARDINALE BARRAGAN - Se Beppino Englaro ha ucciso la figlia Eluana, «è un assassino» perché «ha violato il quinto comandamento che dice di non uccidere»: è chiaro il cardinale Javier Lozano Barragan, ministro Vaticano della Salute, commentando l’accusa rivolta a Beppino Englaro di aver ammazzato la figlia. «Abbiamo un comandamento, il quinto, che dice di non uccidere - ha spiegato Barragan a margine del convegno su "Malattie rare e disabilità" promosso dall’Associazione Giuseppe Dossetti - chi uccide un innocente commette un omicidio e questo è chiaro. Se Beppino Englaro ha ammazzato la figlia allora è un omicida, se non l’ha ammazzata allora non è un omicida. Questo mi sembra totalmente chiaro».

    allucinante, questi dovrebbero forse scendere dal loro piedistallo di mxxxa e capire come vive la gente.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  6.     Mi trovi su: Homepage #5019484
    lucyvanpelt ha scritto:
    IL CARDINALE BARRAGAN - Se Beppino Englaro ha ucciso la figlia Eluana, «è un assassino» perché «ha violato il quinto comandamento che dice di non uccidere»: è chiaro il cardinale Javier Lozano Barragan, ministro Vaticano della Salute, commentando l’accusa rivolta a Beppino Englaro di aver ammazzato la figlia. «Abbiamo un comandamento, il quinto, che dice di non uccidere - ha spiegato Barragan a margine del convegno su "Malattie rare e disabilità" promosso dall’Associazione Giuseppe Dossetti - chi uccide un innocente commette un omicidio e questo è chiaro. Se Beppino Englaro ha ammazzato la figlia allora è un omicida, se non l’ha ammazzata allora non è un omicida. Questo mi sembra totalmente chiaro».

    allucinante, questi dovrebbero forse scendere dal loro piedistallo di mxxxa e capire come vive la gente.
     è grazie a questi personaggi se la chiesa è sempre più distante dalla gente
  7. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5019496
    lucyvanpelt ha scritto:
    IL CARDINALE BARRAGAN - Se Beppino Englaro ha ucciso la figlia Eluana, «è un assassino» perché «ha violato il quinto comandamento che dice di non uccidere»: è chiaro il cardinale Javier Lozano Barragan, ministro Vaticano della Salute, commentando l’accusa rivolta a Beppino Englaro di aver ammazzato la figlia. «Abbiamo un comandamento, il quinto, che dice di non uccidere - ha spiegato Barragan a margine del convegno su "Malattie rare e disabilità" promosso dall’Associazione Giuseppe Dossetti - chi uccide un innocente commette un omicidio e questo è chiaro. Se Beppino Englaro ha ammazzato la figlia allora è un omicida, se non l’ha ammazzata allora non è un omicida. Questo mi sembra totalmente chiaro».

    allucinante, questi dovrebbero forse scendere dal loro piedistallo di mxxxa e capire come vive la gente.
     Non mi pare che in tribunale si consuti nessuna tavola di pietra.....
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  8. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5019525
    Razorbladeromance ha scritto:
    Pure io, con la differenza però che avrei fatto fare un iniezione, piuttosto che sospendere l'alimentazione...


    Sì, così finivi in galera sicuro. L'interruzione dell'assistenza non è l'interruzione della vita. Capisco il tuo sentimento ma tu sopravvivi all'evento e hai persone che ti vogliono bene e che hanno bisogno di te, non di te in galera.
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5019534
    lucyvanpelt ha scritto:
    mi chiedo se sia possibile denunciare una persona che ha avuto una sentenza ,che gli ha permesso di rispettare il volere della propria figlia. inoltre questi si fanno grandi promotori della vita, ma perchè non voglio rispettare la vita di quest'uomo?


    Ti ha già spiegato perfettamente Lallo. Peraltro la sentenza in Italia non fa legislazione, fa giurisprudenza.

  Beppino Englaro indagato per «omicidio» volontario

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina