1.     Mi trovi su: Homepage #5030226
    il religioso: «La legge di Dio è superiore a qualunque legge umana»
    Brasile, bambina stuprata abortisce
    Vescovo scomunica i medici: «Crimine»
    La piccola di 9 anni violentata dal patrigno. Il Vaticano: «Bene Sobrinho, fatta scelta di morte: hanno peccato»
    [b]






    L'arcivescovo José Cardoso Sobrinho



    RECIFE (Brasile) [/b]- Scomunica: sentenza inappellabile della
    Chiesa cattolica brasiliana contro i medici che hanno fatto abortire
    una bambina di nove anni, stuprata dal patrigno e incinta di due
    gemelli. L’aborto, ha specificato José Cardoso Sobrinho, arcivescovo di
    Olinda e Recife, è un crimine agli occhi della Chiesa e la legge degli
    uomini non può sovrastare quella di Dio. Il patrigno, indagato per
    violenza sessuale, ha ammesso che abusava della bambina da quando aveva
    6 anni e inoltre secondo i sanitari la gravidanza avrebbe comportati
    gravi rischi per la bambina. La legge brasiliana consente l'aborto in
    caso di stupro o di problemi per la salute della madre. La bambina,
    fanno notare i medici, rientrava in ambedue le categorie.

    «LEGGE UMANA NON HA VALORE» - Ma l’arcivescovo, esponente
    dell’ala più integralista della Chiesa brasiliana, è andato
    all'attacco. «La legge di Dio è superiore a qualunque legge umana - ha
    proclamato -. Quindi se la legge umana, cioè una legge promulgata dagli
    uomini, è contraria alla legge di Dio, questa legge umana non ha alcun
    valore». Tutte le persone che hanno partecipato all'aborto, compresa la
    madre della bambina (ma non la piccola), sono state scomunicate. Una
    decisione condannata dal ministro della Salute José Gomes Temporao, che
    ha parlato di posizione «estremista e inopportuna»: «La questione è
    legale, la bambina è stata violentata. Il resto è opinione della
    Chiesa. Sono scioccato per la posizione radicale di questa religione
    che, nell'affermare a torto di voler difendere una vita, mette un'altra
    vita in pericolo» ha detto a un programma radiofonico. Il presidente
    Lula ha definito «conservatore» il comportamento del vescovo, elogiando
    quello dei medici: «La medicina è su questo punto più corretta della
    Chiesa, e ha fatto ciò che doveva fare: salvare la bambina».

    VATICANO: «GIUSTO» - Il vescovo Sobrinho trova invece appoggio
    nel Vaticano. «È un tema molto, molto delicato ma la Chiesa non può mai
    tradire il suo annuncio, che è quello di difendere la vita dal
    concepimento fino al suo termine naturale, anche di fronte a un dramma
    umano così forte, come quello della violenza di una bimba - ha detto
    padre Gianfranco Grieco, capo ufficio del Pontificio Consiglio per la
    Famiglia -. L’annuncio della Chiesa è la difesa della vita e della
    famiglia, ognuno di noi deve porsi in un atteggiamento di grande
    rispetto della vita. L’aborto non è una soluzione, è una scorciatoia.
    La scomunica significa non potersi accostare anche al sacramento della
    comunione e se una persona è nel peccato e non si confessa, per la
    Chiesa non può fare la comunione. In questo caso i medici sono
    fortemente nel peccato perché sono persone attive nel portare avanti
    l’aborto, questa uccisione. Sono protagonisti di una scelta di morte».

    UN ALTRO EPISODIO - Un’altra vicenda molto simile sta sollevando
    polemiche in Brasile. A Irai, 480 chilometri da Porto Alegre, una
    bambina di 11 anni è al settimo mese di gravidanza, anche lei stuprata
    da un parente stretto con cui è cresciuta dopo l’abbandono della madre.
    Anche in questo caso la gravidanza è a rischio data l’età immatura. Sia
    la polizia che le autorità locali affermano che nessuno ha mai chiesto
    che fosse praticato un aborto: «Inerzia e disinformazione» deplora il
    quotidiano O Globo. La storia era nota e le autorità avrebbero dovuto agire d’ufficio, come prevede la legge. (Apcom)
    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"
  2.     Mi trovi su: Homepage #5030955
    Loro scomunicano i medici, la madre della Bambina...
    Bisognava andare avanti, per volere di dio...Stupratore ?

    Non credo.

    E' una mentalità perversa di certi credenti...di certi papi padroni manipolatori dei credenti.

    Che condannano magari a morire una Bambina di 9 anni, buttano fuori dalla comunità cristiana sua madre e un tot di dottori...e non dicono una parola di condanna sullo stupro.

    No...Non sono tutti come questo Vescovo, non tutti come questo Papa...Non c'è solo la religione.

    C'è anche un dio, in qualche uomo molto ma molto più piccolo.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5031466
    attenti che qualcuno vi potrebbe dire che siete dei razzisti al pari di quelli che accusano i Romeni Tutti ...

    ed in realtà, l'immagine della Chiesa si salva, anche ai miei occhi, proprio grazie a quei tanti religiosi operai che veramente credono in qualcosa e spesso sono in totale disaccordo con questi Integralisti

    Ovvio che ci sono anche le mele marce e le persone comuni, ma tanti OPERAI della Chiesa sono veramente dei grandi uomini.

    [Modificato da common il 08/03/2009 12:20]

  4.     Mi trovi su: Homepage #5031482
    gli uomini di cuore e gli uomini di fede non si discutono.. è la chiesa in sè a essere paradosso... la chiesa parla di Cristo ma non segue i suoi insegnamenti.. non si parla di puntare il dito contro.. certo che il discorso va oltre quello che dici te common.. perchè a me sembra che la chiesa ha sempre protetto e difeso le "mele marce"....
  5.     Mi trovi su: Homepage #5031502
    roccia56 ha scritto:
     perchè a me sembra che la chiesa ha sempre protetto e difeso le "mele marce"....
              
    non lo dire a me .. ad esempio ho conosciuto personalmente DonVitaliano della Sala, Licenziato dal Vaticano perché prendendo parte ai cortei No-global era troppo schierato politicamente a sinistra (interessava poco se lui tentava di fare o professare cose buone o cattive, se protestasse contro la guerra o no .. )

    -- mentre dall'altra parte nessuno diceva nulla su Gianni BagetBozzo eletto nelle fila di Forza Italia

    e potrei anche parlare dell'Arcivescovo di Capua, Bruno Schettino, che più e più volte si è messo in testa ai cortei che protestavano contro i licenziamenti nella EX-Italtel di Santa MAria Capua VEtere

    -- mentre dall'altra parte un pretucolo di MEstre trattava me ed altri ragazzi con sommo ribrezzo, mentre gli volevamo solo chiedere un'informazione (forse ci aveva identificati come migranti meridionali, non c'è altra spiegazione)

    La Religione non è altro che un Potere Politico, che spesso si dichiara apertamente in quanto tale
    ma anche nella politica c'è brava gente che cerca di fare qualcosa ...
    USCENDONE SEMPRE SCONFITTA :toghy: :toghy:

    -----------------------------------------------------------

    cmq guardate un pò sto link e vedrete che la Chiesa è varia

    http://www.donvitaliano.it/

    [Modificato da common il 08/03/2009 13:45]

  c'é ancora chi crede nella Chiesa?

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina