1.     Mi trovi su: Homepage #5038323
    Martina, trans candidata col centrodestra
    «I maschilisti? Stanno a sinistra»
    «Come Mara Carfagna, che stimo, sono contraria
    ai Gay pride. Il '68? Si millantavano libertà irreali»


    Martina Castellana





    SALERNO - Si chiama Martina Castellana. È medico dermatologo
    dell'Asl. Sarà candidata nelle liste Pdl alle prossime elezioni per la
    Provincia di Salerno nel collegio 2. Piccolo particolare: Martina è un
    transessuale. Meglio, un transgender (all'anagrafe è ancora Michele
    Castellana). Non c'è dubbio, il suo ingresso nelle fila del
    centrodestra rompe un tabù. Creando un caso politico forse più
    dirompente della candidatura di Vladimir Luxuria, 3 anni fa, con
    Rifondazione comunista. Lo «scandalo» però, lei, Martina, dermatologo
    stimatissimo a Salerno, non lo vede affatto. Anzi alla curiosità del
    cronista che chiede "perché si candida con il Pdl?", Martina Castellana
    ribatte: «Le rigiro la domanda: perché avrei dovuto farlo con la
    sinistra?». Forse per la tradizione machista,
    radicata certo più in An (il candidato presidente è Edmondo Cirielli,
    del partito di Fini) che altrove. Martina la archivia come leggenda
    metropolitana e rilancia: «Mi creda, ci sono più "machisti" e
    atteggiamenti maschilisti a sinistra».

    -->

    -->

    E aggiunge, sospirando: «La sinistra ha rubato i miei sogni di
    adolescente: nel '68 si contrabbandavano per libertà cose che libertà
    in realtà non erano. La vera libertà la si scopre oggi, a poco a poco,
    con la cultura della pari opportunità».

    CON EDMONDO CIRIELLI - A
    proporle la candidatura è stato lo stesso aennino Cirielli, divenuto
    famoso in Italia per l'omonima legge - cosiddetta «ex Cirielli» - sui
    termini di prescrizione dei reati. Martina è elettrizzata
    dall'avventura elettorale. «Questa apertura che mi viene da destra in
    maniera inusitata per me è una cosa bellissima. L'ho accettata perché
    ho ritrovato nelle parole di Edmondo Cirielli i miei stessi valori e il
    mio modo di pensare a prescindere dalle mie scelte di vita. La cultura
    è grazie a Dio un work in progress».

    «SPERO DI CONOSCERE PRESTO LA MINISTRA»
    - Il ministro per la Pari opportunità Mara Carfagna è originaria di
    Salerno. Si sta spendendo molto negli ultimi mesi per tirare la volata
    al candidato Pdl. La conosce personalmente? «Non ho ancora avuto modo
    di conoscerla, spero di farlo presto. Ma la stimo molto per il lavoro
    che sta svolgendo al suo dicastero». Eppure la Carfagna ha iniziato
    quasi un anno fa il suo mandato dimostrando non proprio massima
    apertura a manifestazioni come i Gay pride... «Se il Gay pride - dice
    la neocandidata - dev'essere il vessillo di frustrazioni sfogate in un
    giorno allora, da questo punto di vista, concordo perfettamente con
    Mara Carfagna ». Mai subito discriminazioni o insulti a Salerno? «Fino
    ad oggi mai. Salerno è molto aperta e tollerante».


    finché c'era Luxuria nel Pc la denigravano che nn vogliamo gay in parlamento etc etc, nn mi ricordo chi era forse la Santanché cheaveva dichiarato di sentirsi "violentata" quando Luzuria entrava nel bagno delle donne in parlamento, e ora che c'e questa? I maschilisti sono a sinistra :asd: RIDICOLI :rotfl:

    "Xchè? Xchèèè? 3-1, 3-2, 3-3 !!!"

  Trans candidato x il centrodestra

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina