1.     Mi trovi su: Homepage #5060559
    KABUL - Mentre all'Aja la comunità internazionale discute del futuro dell'Afghanistan, scoppia la polemica, a Kabul e non solo, per una legge recentemente approvata dal parlamento afghano che, secondo l'interpretazione di fonti delle Nazioni Unite e di diverse associazioni per i diritti delle donne, obbliga le mogli ad avere rapporti sessuali con il marito e vieta loro di cercare lavoro, istruirsi o farsi visitare da un medico, senza aver prima il permesso del consorte. «I diritti delle donne in Afghanistan sono un motivo di «assoluta preoccupazione» per gli Stati Uniti, ha detto il segretario di Stato Usa Hillary Clinton, in un incontro stampa all'Aja. «Non si può sviluppare un paese se metà della sua popolazione viene oppresso», ha aggiunto la Clinton, senza citare la legge al centro delle polemiche. IL NO DELL'ITALIA- La legge ha causato una levata di scudi anche in Italia: «Non possiamo girare lo sguardo dall'altra parte ed essere indifferenti a quanto sta accadendo in Afghanistan, un Paese che, anche se lontano, ha di fatto legalizzato la barbarie nei confronti delle donne»: ha detto il ministro per le pari opportunità, Mara Carfagna. «Siamo sdegnati» ha aggiunto la parlamentare del Pdl, Souad Sbai. Il governo afghano deve «smentire o chiarire» la questione della legge sulle donne che, secondo fonti di stampa britanniche, sarebbe stata recentemente firmata dal presidente Hamid Karzai, ha osservato il ministro degli Esteri, Franco Frattini.
    POLEMICHE - Il provvedimento, bollato dalla parlamentare afghana Humairi Namati come «peggiore di quelli dei talebani», è stato votato alla fine del mese di marzo, ed è stato reso noto dal Guardian. Duro il commento del «Fondo di Sviluppo delle Nazioni Unite per le Donne», che mette in guardia da questa legge, non ancora pubblicata ufficialmente, ma confermata dal ministro dell'interno afghano, che affida al padre e, in seconda battuta al nonno, la custodia dei figli in caso di separazione dei consorti. Un altro aspetto fortemente criticato da chi si oppone al provvedimento è la velocità con la quale si è giunti all'approvazione, limitando al minimo la discussione in parlamento. Shinkai Zahine Karokhail, un'altra parlamentare che si è opposta al provvedimento, non ha esitato a denunciare che il presidente Hamid Karzai ha approvato questa legge per garantirsi il sostegno della minoranza hazara (sciiti), che rappresenta circa il 10 per cento della popolazione, in previsione delle elezioni presidenziali che si terranno ad agosto. La costituzione afghana, infatti, riconosce agli sciiti concessioni in materia di diritto di famiglia molto simili a quelle che sono state adottate dal Parlamamento.
    IL CONSENSO DEGLI SCIITI - Grande soddisfazione è emersa tra i politici di etnia hazara alla notizia dell'approvazione della legge. «Gli uomini e le donne hanno gli stessi diritti in base all'Islam, ma ci sono differenze nel modo in cui sono stati creati», ha affermato il leader del partito politico hazara, Ustad Mohammad Akbar, il quale ha poi aggiunto che la donna può rifiutare di avere rapporti sessuali con il marito se è indisposta o ha un'altra ragionevole "scusa". Secondo quanto scrive il quotidiano inglese, Karzai è diventato assai impopolare tra la popolazione afghana e starebbe cercando di riguadagnare il consenso degli sciiti in vista della scadenza elettorale che si preannuncia molto combattuta. Gli hazara, infatti, sono considerati dagli analisti politici l'ago della bilancia nella corsa alla Presidenza. Il portavoce di Karzai, interrogato in merito al nuovo provvedimento, non ha voluto rilasciare dichiarazioni.





    Non mi stupirei se una cosa del genere dovesse succedere anche in italia.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  2.     Mi trovi su: Homepage #5060579
    digital_boy84 ♫ ha scritto:
    triste osservare come dal mondo politico le proteste arrivano da Clinton, Carfagna, Sbai, Karokhail...che son tutte donne. ci fosse un uomo che ha detto "be"


    quoto alla grande...
    "Tutto ciò che ha un inizio, ha una fine" (Matrix revolutions)
  3.     Mi trovi su: Homepage #5060760
    Preistoria= uomo fisicamente più forte quindi predominante
    l'uomo predominante inventa la religione e la usa per trattenere ed alimentare il suo potere; infatti le religioni sono maschiliste e fomentatrici di odio e sopraffazione per categorie più deboli (omofobiche)

    Ai giorni nostri invece è tutto diverso, ci siamo evoluti e quindi l'uomo ora usa la REligione per ottenere e mantenere potere,  fomentando odio e sopraffazione verso categorie più deboli o minoranze

    e .. blanda ironia a parte, spesso la differenza tra le diverse culture diversamente progredite è nella gravità delle azioni intraprese per ottenere e trattenere il potere , ma il principio è lo stesso e ciclicamente riprende forza per autoalimentarsi.

    Ovviamente non paragono le condizioni di vita delle donne Occidentali con quelle di altri PAesi, penso solo che il ruolo che l'uomo le ha concesso nella società (non le condizioni di vita) sia abbastanza simile ovunque

    nell'Occidente le donne hanno strappato solo qualche opportunità in più
  4. Roma non deve essere capitale  
        Mi trovi su: Homepage #5060859
    common ha scritto:
    Preistoria= uomo fisicamente più forte quindi predominante
    l'uomo predominante inventa la religione e la usa per trattenere ed alimentare il suo potere; infatti le religioni sono maschiliste e fomentatrici di odio e sopraffazione per categorie più deboli (omofobiche)

    Ai giorni nostri invece è tutto diverso, ci siamo evoluti e quindi l'uomo ora usa la REligione per ottenere e mantenere potere,  fomentando odio e sopraffazione verso categorie più deboli o minoranze

    e .. blanda ironia a parte, spesso la differenza tra le diverse culture diversamente progredite è nella gravità delle azioni intraprese per ottenere e trattenere il potere , ma il principio è lo stesso e ciclicamente riprende forza per autoalimentarsi.

    Ovviamente non paragono le condizioni di vita delle donne Occidentali con quelle di altri PAesi, penso solo che il ruolo che l'uomo le ha concesso nella società (non le condizioni di vita) sia abbastanza simile ovunque

    nell'Occidente le donne hanno strappato solo qualche opportunità in più
    Non è un bell'ascoltare per chi come me è Cristiano Cattolico... ma tant'è... non ho nemmeno voglia di commentare.
    Se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all'interno del proprio micromondo.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5060908
    beppojosef ha scritto:
    Non è un bell'ascoltare per chi come me è Cristiano Cattolico... ma tant'è... non ho nemmeno voglia di commentare.
    mi spiace non leggere un tuo commento ma spero che almeno mi riconoscerai la possibilità di esprimere la mia opinione in merito
    opinione nella quale credo con una forza almeno paragonabile a quella che tu riservi per sostenere la tua Fede Cristiana
  6.     Mi trovi su: Homepage #5060947
    common ha scritto:
    mi spiace non leggere un tuo commento ma spero che almeno mi riconoscerai la possibilità di esprimere la mia opinione in merito
    opinione nella quale credo con una forza almeno paragonabile a quella che tu riservi per sostenere la tua Fede Cristiana


    Sono d'accordo con common, ma non completamente.
    io sono stata cattolica e credente, quindi so di cosa parlo, e sono convinta del fatto che anche nel cattolicesimo ci sia una sorta di discriminazione della donna. non è di sicuro così evidente come nelle frange più estremiste dell'islam, ma c'è.
    solo il fatto che si consideri la donna non padrona del proprio corpo, ma come una sorta di incubatrice, la dice lunga.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  7. I'm only happy when it rains  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5060951
    lucyvanpelt ha scritto:
    Sono d'accordo con common, ma non completamente.
    io sono stata cattolica e credente, quindi so di cosa parlo, e sono convinta del fatto che anche nel cattolicesimo ci sia una sorta di discriminazione della donna. non è di sicuro così evidente come nelle frange più estremiste dell'islam, ma c'è.
    solo il fatto che si consideri la donna non padrona del proprio corpo, ma come una sorta di incubatrice, la dice lunga.
     In cosa saresti in disaccordo?

    Lui non mi pare abbia esentato il cattolicesimo dalla lista delle religioni....
    Comincio a credere che non conta quanto tu ami qualcuno: forse quello che conta è quello che riesci a essere quando sei con qualcuno.
  8.     Mi trovi su: Homepage #5060956
    Razorbladeromance ha scritto:
    In cosa saresti in disaccordo?

    Lui non mi pare abbia esentato il cattolicesimo dalla lista delle religioni....
     Ah, sì, scusa, avevo dimenticato.
    sono disaccordo nel generalizzare per entrambe le religioni (mi fermo a islam e cattolicesimo), per il fatto che sono ampie tanto quanto il numero delle correnti di pensiero che hanno al loro interno. e in ogni caso sono fatte di uomini e donne, con la propria coscienza.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  9. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5060968
    Ma che sessismo o maschilismo, qui il problema è culturale, sociale ed evolutivo, parlare di sessismo in questo caso è come definire una bravata l'invasione della Polonia nel '39. Io spero che finalmente si possa smettere di parlare di tradizioni da rispettare e culture "diverse" e si possa iniziare a parlare di gravissima arretratezza sociale e colpevole arretratezza culturale, oltre ovviamente ai diritti fondamentali degli esseri umani che dovrebbero essere applicati ovunque.
  10.     Mi trovi su: Homepage #5060983
    scudettoweb ha scritto:
    Ma che sessismo o maschilismo, qui il problema è culturale, sociale ed evolutivo, parlare di sessismo in questo caso è come definire una bravata l'invasione della Polonia nel '39. Io spero che finalmente si possa smettere di parlare di tradizioni da rispettare e culture "diverse" e si possa iniziare a parlare di gravissima arretratezza sociale e colpevole arretratezza culturale, oltre ovviamente ai diritti fondamentali degli esseri umani che dovrebbero essere applicati ovunque.
     il titolo del thread era sarcastico... un chiaro riferimento a quello che è successo ieri.

    qui non si parla nemmeno di arretratezza o di cultura diversa, ma di come qualsiasi potere politico fa leva sulla religione e sulla disparità tra i sessi per governare. gli arretrati sono quelli che non dicono nulla, ache accettano uno status quo di questo tipo.
    non per nulla qualcuno diceva: divide et impera.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  11. Staff ScudettoWeb  
        Mi trovi su: Homepage #5060989
    lucyvanpelt ha scritto:
    il titolo del thread era sarcastico... un chiaro riferimento a quello che è successo ieri.

    qui non si parla nemmeno di arretratezza o di cultura diversa, ma di come qualsiasi potere politico fa leva sulla religione e sulla disparità tra i sessi per governare. gli arretrati sono quelli che non dicono nulla, ache accettano uno status quo di questo tipo.
    non per nulla qualcuno diceva: divide et impera.


    La disparità dei sessi non c'entra nulla, c'entra la religione e la cultura. Se la cultura e la religione dicessero che fare sesso coi bambini di 8 anni è cosa buona è giusta, sarebbe la stessa cosa.
  12.     Mi trovi su: Homepage #5061043
    scudettoweb ha scritto:
    La disparità dei sessi non c'entra nulla, c'entra la religione e la cultura. Se la cultura e la religione dicessero che fare sesso coi bambini di 8 anni è cosa buona è giusta, sarebbe la stessa cosa.
     

    ti consiglio di leggere un manuale di antropologia culturale, ti consiglio quello che ho io: "Antropologia culturale" di Ember C.R. e Ember M., Mulino.
    almeno ti fai un'idea di cosa dettano le culture e le religioni.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  13. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #5061156
    common ha scritto:
    Preistoria= uomo fisicamente più forte quindi predominante
    l'uomo predominante inventa la religione e la usa per trattenere ed alimentare il suo potere; infatti le religioni sono maschiliste e fomentatrici di odio e sopraffazione per categorie più deboli (omofobiche)

    Ai giorni nostri invece è tutto diverso, ci siamo evoluti e quindi l'uomo ora usa la REligione per ottenere e mantenere potere,  fomentando odio e sopraffazione verso categorie più deboli o minoranze

    e .. blanda ironia a parte, spesso la differenza tra le diverse culture diversamente progredite è nella gravità delle azioni intraprese per ottenere e trattenere il potere , ma il principio è lo stesso e ciclicamente riprende forza per autoalimentarsi.

    Ovviamente non paragono le condizioni di vita delle donne Occidentali con quelle di altri PAesi, penso solo che il ruolo che l'uomo le ha concesso nella società (non le condizioni di vita) sia abbastanza simile ovunque

    nell'Occidente le donne hanno strappato solo qualche opportunità in più
     c'è + maschilismo in un ordine religioso....che in una qualsiasi azienda occidentale, secondo il mio punto di vista.
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose

  A proposito di maschilismo...

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina