1.     Mi trovi su: Homepage #5061017
    Nonostante avvenga il 1 aprile, non è un Pesce d'Aprile. José Mourinho è l'ospite eccezionale (e unico) della puntata di "Chiambretti Night" di mercoledì primo aprile, in onda alle ore 23.05 su Italia 1. Nonostante non sia mai andato ospite in programmi televisivi - a parte in quelli sportivi nei dopo partita - Mourinho ha accettato in via del tutto eccezionale di intervenire al programma condotto da Piero Chiambretti, dopo essere stato evocato più volte nel corso dello show.

    E il programma di Italia 1 ricambia il favore organizzando una sorta di puntata speciale interamente dedicata all'allenatore più chiaccherato dell'anno, capace di dividere l'opinione pubblica e, in ogni caso, a fare notizia.

    Non è un caso che il faccia-a-faccia, quello tra Chiambretti e Mourinho, abbia già scatenato la curiosità degli addetti ai lavori (più 40 accreditati tra fotografi e giornalisti), pronti a prendere d'assalto gli studi di Via Belli a Milano, dove si registra "Chiambretti Night".

    Lotta anche per recuperare un biglietto tra il pubblico per entrare nel night televisivo gestito da Chiambretti, che in questa stagione ha già ospitato illustri esponenti del calcio come Fabio Capello, Gennaro Gattuso, Sebastian Giovinco, Nicola Legrottaglie, Paolo Di Canio... E il sottotitolo del programma - "Solo per Numeri Uno" - sembra quasi un tappeto rosso per l'arrivo dell'attuale allenatore dell'Inter, in passato già sulla panchina di Benfica, Porto e Chelsea. E il prossimo anno? Mourinho, rivelerà il suo futuro a Chiambretti...?
  2. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5061352
    Il Mou si sarà concesso anche perchè vuole verificare dal vivo ciò che ha provato Capello ;P :mmh: :asd:

    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?
  3. Quanti Teddy bisogna inventare per tutta la vita ?  
        Mi trovi su: Homepage #5061575
    Mourinho show contro Ranieri e Mancini
    Show in tv da Chiambretti del tecnico nerazzurro che non risparmia stoccate a nessuno. Al tecnico della Juve: «Io al Chelsea ho vinto». A quello del Milan: «Ha il record di aver perso una finale di Champions con tre gol di vantaggio». Al suo predecessore: «Lui dopo Liverpool ha chiuso, io dopo Manchester vado avanti per vincere»

    MILANO, 1 aprile - Mourinho show al Chiambretti Night. Il tecnico dell'Inter a tutto campo non ha risparmiato stoccate all'allenatore della Juventus Ranieri, a quello del Milan Ancelotti e al suo predecessore in nerazzurro Roberto Mancini. «Ranieri ha detto che l'Inter mi ha chiamato per vincere la Champions? Io - ha detto il portoghese - sono stato chiamato dal Chelsea per vincere la Premier che mancava da 50 anni». Con Ancelotti è stato al veleno: «Ha il record di aver perso una finale di Champions con tre gol di vantaggio». Di Mancini ha detto: «La differenza con lui? Roberto dopo Liverpool ha chiuso, io dopo Manchester ho chiesto una riunione per capire ciò che serve per vincere».

    MAICON PER LA FESTA SCUDETTO - «Secondo il dottore Maicon potrà giocare ultima partita di campionato, per festeggiare». La stagione del brasiliano dell'Inter, gravemente infortunatosi con la sua nazionale, non è finita. Lo ha detto l'allenatore portoghese dando per scontato lo scudetto. Il tecnico nerazzurro ha fatto poi gli auguri ad Arrigo Sacchi che oggi compie gli anni. «Ha fatto la storia del calcio, con lui la sua squadra ha vinto in modo speciale. È stato uno dei grandi».

    IL MIO FUTURO È QUI - Mourinho ha poi confermato la volontà di restare ad allenare l'Inter: «Per me questo è il primo anno in Italia, i contratti si stracciano ma io io voglio continuare. Non è stato facile arrivare in Italia, ma da quando sono all'Inter nessuno è più interista di me», ha spiegato, aggiungendo che dopo la serie A vorrebbe poi allenare nella Liga spagnola. «Il mio sogno è vincere tre campionati in Europa - ha detto -: ho vinto in Inghilterra con il Chelsea, farò di tutto per vincere in Italia, poi voglio vincere anche in Spagna». Mourinho ha poi parlato dei suoi rapporti non sempre facili con i media. «Ma io non sono antipatico - ha aggiunto -. Il mio obiettivo è solo lavorare per la mia squadra».


    Non consiste forse nel rompere il tuo pane con chi ha fame, nel portare a casa tua i poveri senza tetto, nel vestire chi è nudo, senza trascurare quelli della tua stessa carne?

  Chiambretti special: uno notte solo per Mourinho

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina