1. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #5062434
    Ha parlato per 20 minuti, prima di lasciare lo studio, Beppe Grillo, ospite ieri sera di Exit, il rotocalco di informazione de La 7 condotto da una sconcertata Ilaria D'Amico.

    Il comico si è infatti dileguato dopo aver passato 20 minuti inveendo contro tutti e tutto e senza dare possibilità di replica ai presenti, arrivando anche a chiedere alla conduttrice che gli fosse concesso il tempo di terminare prima di procedere con le domande.

    Beppe Grillo, ospite di Exit dopo svariati anni di assenza dalla tv, ha parlato a ruota libera di tutto ciò che, secondo lui, non funziona in Italia sparando a zero sulla politica, sul sistema bancario, sul sistema fiscale e sul sistema privato e pubblico, considerati alla stessa stregua.

    Collegato da Bruxelles, dove nel pomeriggio aveva parlato di fronte all'Europarlamento, Grillo ha lamentato assenza di trasparenza e chiarezza dal momento che "c’è una truffa continua in Borsa per cui andrebbe chiusa domani mattina", di criminalità organizzata presente ovunque visto che "sono sempre i soliti 50: entrano nei Cda, tu gli dai i soldi attraverso questa criminalità organizzata che sono le banche e gli imprenditori e non sai assolutamente a chi".

    Il comico ha detto di aver messo sul suo blog la mappa del potere dichiarando che "ci sono 289 società quotate in Borsa, di cui 254 hanno consiglieri che lo sono in due, tre, cinque, dieci società contemporaneamente. E voi volete quotare l’acqua in Borsa? L’acqua non deve cadere in mano a una spa che faccia profitti sulla sete delle persone".

    Poi se la prende con Tronchetti Provera per quel che riguarda la gestione di Telecom e con i politici sostenendo che "abbiamo 100 persone in Parlamento che sono stati condannati e che fanno le leggi. Abbiamo regolamentato e legalizzato il falso in bilancio. Quando parliamo di 'ndrangheta, mafia e camorra parliamo di Cda, di notai, commercialisti, di banchieri, di uomini d’affari, parliamo di politici. Un'associazione a delinquere".

    Le reazioni di chi ha visto Exit non si sono fatte attendere e sul blog de La 7 c'è chi parla di un fatto "grave che Beppe Grillo se ne sia andato e non abbia accettato il confronto con gli altri ospiti. E' tanto più grave per il fatto che la partita da giocare era abbastanza facile non credete? Avrebbe potuto distruggerli!" ma anche chi sostiene che "Grillo ha fatto bene ad andarsene, con questi signori quì non bisogna parlare ne dibattere".

    Sicuramente ne esce rafforzata La 7 ed in particolare Ilaria D'Amico che ha saputo tenere in mano le redini della situazione tentando comunque di porre al comico ribelle delle domande scomode ("Perchè pensi che gli eletti nelle tue liste siano più rappresentativi dei politici?", per esempio) e ribadendo, una volta chiuso il collegamento con Bruxelles dopo la dipartita di Grillo, che l'accordo era basato sul confronto tra l'ospite e i presenti in studio.

    interessanti i video a fondo pagina:

    http://magazine.excite.it/news/17534/Beppe-Grillo-lascia-Exit-dopo-il-monologo




  2.     Mi trovi su: Homepage #5062447
    wfw ha scritto:
    Ha parlato per 20 minuti, prima di lasciare lo studio, Beppe Grillo, ospite ieri sera di Exit, il rotocalco di informazione de La 7 condotto da una sconcertata Ilaria D'Amico.

    Il comico si è infatti dileguato dopo aver passato 20 minuti inveendo contro tutti e tutto e senza dare possibilità di replica ai presenti, arrivando anche a chiedere alla conduttrice che gli fosse concesso il tempo di terminare prima di procedere con le domande.

    Beppe Grillo, ospite di Exit dopo svariati anni di assenza dalla tv, ha parlato a ruota libera di tutto ciò che, secondo lui, non funziona in Italia sparando a zero sulla politica, sul sistema bancario, sul sistema fiscale e sul sistema privato e pubblico, considerati alla stessa stregua.

    Collegato da Bruxelles, dove nel pomeriggio aveva parlato di fronte all'Europarlamento, Grillo ha lamentato assenza di trasparenza e chiarezza dal momento che "c’è una truffa continua in Borsa per cui andrebbe chiusa domani mattina", di criminalità organizzata presente ovunque visto che "sono sempre i soliti 50: entrano nei Cda, tu gli dai i soldi attraverso questa criminalità organizzata che sono le banche e gli imprenditori e non sai assolutamente a chi".

    Il comico ha detto di aver messo sul suo blog la mappa del potere dichiarando che "ci sono 289 società quotate in Borsa, di cui 254 hanno consiglieri che lo sono in due, tre, cinque, dieci società contemporaneamente. E voi volete quotare l’acqua in Borsa? L’acqua non deve cadere in mano a una spa che faccia profitti sulla sete delle persone".

    Poi se la prende con Tronchetti Provera per quel che riguarda la gestione di Telecom e con i politici sostenendo che "abbiamo 100 persone in Parlamento che sono stati condannati e che fanno le leggi. Abbiamo regolamentato e legalizzato il falso in bilancio. Quando parliamo di 'ndrangheta, mafia e camorra parliamo di Cda, di notai, commercialisti, di banchieri, di uomini d’affari, parliamo di politici. Un'associazione a delinquere".

    Le reazioni di chi ha visto Exit non si sono fatte attendere e sul blog de La 7 c'è chi parla di un fatto "grave che Beppe Grillo se ne sia andato e non abbia accettato il confronto con gli altri ospiti. E' tanto più grave per il fatto che la partita da giocare era abbastanza facile non credete? Avrebbe potuto distruggerli!" ma anche chi sostiene che "Grillo ha fatto bene ad andarsene, con questi signori quì non bisogna parlare ne dibattere".

    Sicuramente ne esce rafforzata La 7 ed in particolare Ilaria D'Amico che ha saputo tenere in mano le redini della situazione tentando comunque di porre al comico ribelle delle domande scomode ("Perchè pensi che gli eletti nelle tue liste siano più rappresentativi dei politici?", per esempio) e ribadendo, una volta chiuso il collegamento con Bruxelles dopo la dipartita di Grillo, che l'accordo era basato sul confronto tra l'ospite e i presenti in studio.

    interessanti i video a fondo pagina:

    http://magazine.excite.it/news/17534/Beppe-Grillo-lascia-Exit-dopo-il-monologo
    wfw, il link dà pagina non trovata.

    cmq questo modo di fare di Grillo non piace, urlare senza dare il diritto di replica non va, anche se ha ragione.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  3. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #5062533
    lucyvanpelt ha scritto:
    wfw, il link dà pagina non trovata.

    cmq questo modo di fare di Grillo non piace, urlare senza dare il diritto di replica non va, anche se ha ragione.


    a me il link va cmq proviamo così:


    [youtube]3O_8lAMYx1U&feature=player_embedded [/youtube]
  4.     Mi trovi su: Homepage #5062542
    non ho visto la puntata quindi non mi pronuncio sui contenuti ma sulle conclusioni SUGGERITE .. (e non riesco a vedere filmati in streaming, data la connessione precaria che mi costringono ad usare)

    penso solo che NON mi interessa se è CAPACE di sostenere un contraddittorio o non
    non mi interessa se ripete dei discorsi che si è scritto a casa oppure se recita a braccio
    mi interessa solo sapere se dice delle cose condivisibili (da me) o non

    Siamo nell'era nella quale al Politico di professione viene prima chiesto se è disposto ad ubbidire al padrone e poi di studiare come cavarsela davanti alle telecamere, a prescindere dall'argomento, sempre con gli stessi metodi.

    siamo nell'epoca nella quale qualcuno sceglie chi votare a seconda se riesce a cavasela meglio o peggio in un qualsiasi contraddittorio

    non mi interessa: mi interessa sentire uno come Travaglio che fornisce nomi date numeri ed indirizzi e chissenefrega se viene poi stracciato in un qualsiasi contraddittorio da uno che urla più di lui o che recita slogan populistici a memoria

    se Grillo dice cose che condivido allora Grillo va bene, altrimenti no
  5.     Mi trovi su: Homepage #5062555
    common ha scritto:
    non ho visto la puntata quindi non mi pronuncio sui contenuti ma sulle conclusioni SUGGERITE .. (e non riesco a vedere filmati in streaming, data la connessione precaria che sono costretto ad usare)

    penso solo che NON mi interessa se è CAPACE di sostenere un contraddittorio o non
    non mi interessa se ripete dei discorsi che si è scritto a casa oppure se recita a braccio
    mi interessa solo sapere se dice delle cose condivisibili (da me) o non

    Siamo nell'era nella quale al Politico di professione viene prima chiesto se è disposto ad ubbidire al padrone e poi di studiare come cavarsela davanti alle telecamere, a prescindere dall'argomento, sempre con gli stessi metodi.

    siamo nell'epoca nella quale qualcuno sceglie chi votare a seconda se riesce a cavasela meglio o peggio in un qualsiasi contraddittorio

    non mi interessa: mi interessa sentire uno come Travaglio che fornisce nomi date numeri ed indirizzi e chissenefrega se viene poi stracciato in un qualsiasi contraddittorio da uno che urla più di lui o che recita slogan populistici a memoria

    se Grillo dice cose che condivido allora Grillo va bene, altrimenti no
    sono d'accordo con te. però, a parere mio, se Grillo urla sempre, arriverà un momento che nessuno lo ascolterà più. i metodi comunicativi sono altri, servono anche quelli epr farsi ascoltare con attenzione da tutti, se vuole arrivare alle masse. alla lunga, è stancante.
    non mi sento perciò nè una pecorona che va dietro a chi urla più forte, nè una pecorona che si fa incantare da dei bei discorsi senza contenuto.
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  6. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #5062562
    per me avrebbe anche gli elementi per sostenerlo un contradittorio solo che forse è un pò come me se la persona di fornte lo urta.... è inutile perderci tempo!



    la forza die nomi e congomi, date e luoghi dovrebbe essere sempre superiore a qualsiasi forma di slogan e promessa.

    Per i testi non so magari può prendere pure spunto dal suo blog, sicuramente c'è uyn equipe che alvora per lui, non potrebbe mai andare a sparare nomi così a casaccio senza mai documentarsi...


    la cosa davvero tragica o ridicola, vedete voi, è che stato chiamato in tribunale sul caso Parmalat come "persona informata sui fatti" solo eprchè aveva preannunciato il casino che sarebbe successo da li a poco... e allora il marcio dov'è???
  7.     Mi trovi su: Homepage #5062573
    wfw ha scritto:
    per me avrebbe anche gli elementi per sostenerlo un contradittorio solo che forse è un pò come me se la persona di fornte lo urta.... è inutile perderci tempo!



    la forza die nomi e congomi, date e luoghi dovrebbe essere sempre superiore a qualsiasi forma di slogan e promessa.

    Per i testi non so magari può prendere pure spunto dal suo blog, sicuramente c'è uyn equipe che alvora per lui, non potrebbe mai andare a sparare nomi così a casaccio senza mai documentarsi...


    la cosa davvero tragica o ridicola, vedete voi, è che stato chiamato in tribunale sul caso Parmalat come "persona informata sui fatti" solo eprchè aveva preannunciato il casino che sarebbe successo da li a poco... e allora il marcio dov'è???
     gli elementi per sostenere un contraddittorio li ha, sì, ma fare lo strillone non gli porta nulla.
    l'ho sentito anch'io quando rispondeva a un giornalista appena uscito dall'aula del tribulane per il caso parmalat, ha detto che lui aveva semplicemente letto sul sito della Banca d'Italia le informazioni relative alla Parmalat... il marcio è lì? nelle istituzioni che sanno e non dicono nulla?
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  8. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #5062584
    secondo me ha sbagliato in 2 cose:

    1) nn doveva fare il collegamento esterno, ma doveva andare dal vivo, presente in studio. avere un cotraddittorio con un collegamento esterno porta sempre a lunghi monologhi, sia da chi è in studio sia da chi è in esterna, non favorisce il dialogo e fa sempre sembrare chi è in esterna fuori dal contesto

    2) non doveva andarsene,se hai qualcosa da dire devi riuscire a confrontarti anche con chi reputi causa del male che condanni, altrimenti alla fine risulti invadente e dai il permesso a chi nn sa controbattere alle tue argomentazioni di fare battute tipo " è acqua o vino quello che bevi" per dissacrare quello che hai detto e ridurlo ad un semplice intervento di un comico arrabbiato.

    magari sarà stata una sua linea già decisiva a priori, quella di fare un intervento del genere, del tipo "dico quello che ho da dire e me ne frego delle vostre cavolate" però secondo me in questo caso ha sbagliato.
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  9. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #5062615
    marcomix ha scritto:
    secondo me ha sbagliato in 2 cose:

    1) nn doveva fare il collegamento esterno, ma doveva andare dal vivo, presente in studio. avere un cotraddittorio con un collegamento esterno porta sempre a lunghi monologhi, sia da chi è in studio sia da chi è in esterna, non favorisce il dialogo e fa sempre sembrare chi è in esterna fuori dal contesto

    2) non doveva andarsene,se hai qualcosa da dire devi riuscire a confrontarti anche con chi reputi causa del male che condanni, altrimenti alla fine risulti invadente e dai il permesso a chi nn sa controbattere alle tue argomentazioni di fare battute tipo " è acqua o vino quello che bevi" per dissacrare quello che hai detto e ridurlo ad un semplice intervento di un comico arrabbiato.

    magari sarà stata una sua linea già decisiva a priori, quella di fare un intervento del genere, del tipo "dico quello che ho da dire e me ne frego delle vostre cavolate" però secondo me in questo caso ha sbagliato.



    ah marcmomix ma se era a Bruxelles per come è fatto il soggetto è già tanto un collegamento esterno,
    da quello letto era anche un collegamento breve e la D'amico lo sapeva. Per il resto poteva cmq tranquillamente rimanere e spiegare (avendo + tempo) meglio ogni suo pensiero, si poteva diabttere per ore...

    per la simaptica battuta se sai chi l'ha fatta capirai anche gli argomenti del possibile contraltare!
    :asd:
  10. Scudetto-Mod  
        Mi trovi su: Homepage #5062619
    wfw ha scritto:
    ah marcmomix ma se era a Bruxelles per come è fatto il soggetto è già tanto un collegamento esterno,
    da quello letto era anche un collegamento breve e la D'amico lo sapeva. Per il resto poteva cmq tranquillamente rimanere e spiegare (avendo + tempo) meglio ogni suo pensiero, si poteva diabttere per ore...

    per la simaptica battuta se sai chi l'ha fatta capirai anche gli argomenti del possibile contraltare!
    :asd:
      
    beh potevano anche scegliere un altro giorno per l'intervento in studio.

    so benissimo che per il soggetto, una esterna era anche troppo per lui e che magari negli accordi c'erano 20 minuti di collegamento e lui li ha voluti sfruttare al massimo, questo lo deduco.

    però secondo me è caduto in una trappola...o ci si è buttato dentro da solo....visto che con il collegamento esterno le cose potevano andare solo in 2 modi:

    1) conversava del nulla dando il tempo ad altri di argomentare dicendo sempre le solite cose fino a che nn scadeva il collegamento ed il giorno dopo i giornali dicevano "grillo domato"

    2) parlare solo lui, come ha fatto, ed il giorno dopo i giornali a dire "grillo impazzito"

    tutto questo perchè il collegamento esterno nn può essere mai diretto come un faccia a faccia in studio.
    Superlega Serie A :cool:
    Campione Champions Superleague Apertura 2013/14 :cool:
    Campione Supercoppa Superleague Apertura 2013/14 :cool:

    di solito gli uomini quando sono tristi non fanno niente: si limitano a versare lacrime sulla propria situazione.Ma quando si arrabbiano, allora si danno da fare per cambiare le cose
  11.     Mi trovi su: Homepage #5063261
    ROMA - «Sono molto rammaricata e desidero scusarmi con tutti gli spettatori, con La7, con l'Editore Telecom Italia Media, con le tutte persone citate e con gli ospiti in studio in relazione a quanto accaduto mercoledì sera in diretta con il comico Beppe Grillo nella trasmissione Exit»: Ilaria D'Amico torna con queste parole su quanto accaduto con Beppe Grillo che ha lasciato il programma improvvisamente. Il comico, prima di andar via, ha svolto un monologo dove ha attaccato tutto e tutti, tralasciando il tema della puntata per cui era venuto, la privatizzazione dell'acqua. IL MONOLOGO - «Pensavo che la presenza di Beppe Grillo - dice la giornalista - potesse rappresentare un interessante elemento di dibattito su un tema così importante come la privatizzazione dell'acqua, che negli accordi presi con Grillo e nella costruzione del panel degli ospiti in studio, era l'argomento su cui avevamo concordato la sua presenza in diretta». «Il suo intervento invece - prosegue la D'Amico - non solo ha divagato su temi molto diversi, dei quali evidentemente si è assunto la responsabilità, ma non ha lasciato nemmeno spazio al dialogo. La sua assenza dal collegamento prima, il suo repentino abbandono poi, hanno infatti impedito a me qualsiasi interazione e a tutti gli ospiti eventuali repliche. Avevo creduto di poter riportare dopo tanto tempo le posizioni di Grillo all'interno di un confronto televisivo corretto dedicato a tutti i telespettatori, anche a quelli che normalmente non amano la piazza». «Evidentemente - conclude - mi sbagliavo».
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  12. _________V_________  
        Mi trovi su: Homepage #5063268
    si si la D'amico pagherebbe per riavere lo stesso Grillo di mercoledì e forse anche il Tronchetto stesso... FORSE, visto che per la prima volta qualcuno in TV o meglio sulla sua televisione ha parlato di lui come potente vero, a dire il vero l'uomo + potente d'Italia e raccontando un pò cosa ha combinato seppur parzialmente...

  A volte ritornano... e lasciano!

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina