1. Digital Japan  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5067553
    Apriamo questa nuova rubrica Fan Film (dedicata al variegato universo dei film amatoriali tratti da anime, manga, fumetti, telefilm, ecc...), con l'intervista ai ragazzi di Atom Production che ci hanno già regalato perle come Zabaoit o Baciami Licia e che hanno presentato con successo a Lucca Comics and Games 2008 la loro ultima fatica: Ken della scuola di Akuto. Buona lettura! Per ammirare gli altri corti prodotti da Atom Production ...
  2.     Mi trovi su: Homepage #5067652
    Lain ha scritto:
    Ragazzi voglio sapere le vostre impressioni! :)
     Ho visto qualche trailer... Rotfl! Carini. Penso che più che altro sia più gratificante per loro il divertimento durante le riprese e il ricordo che avranno di questi lavori, perchè quanto a cavarci due lire...
    In fondo con le tecnologie attuali quasi chiunque è in grado di realizzare simili mini-produzioni. Il fatto è che non trovano spazio per emergere: in TV vengono ignorati, mentre sul web sono sommersi di concorrenti.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5067714
    brazzy ha scritto:
    Ho visto qualche trailer... Rotfl! Carini. Penso che più che altro sia più gratificante per loro il divertimento durante le riprese e il ricordo che avranno di questi lavori, perchè quanto a cavarci due lire...
    In fondo con le tecnologie attuali quasi chiunque è in grado di realizzare simili mini-produzioni. Il fatto è che non trovano spazio per emergere: in TV vengono ignorati, mentre sul web sono sommersi di concorrenti.
     non sono d'accordo. Anche se è sempre vera la regola che "uno su mille ce la fa..." Sono molti i campi dove una produzione del genere può arrivare, anche solo partendo da una collaborazione: da videoclip a inserti per trasmissioni televisive, il primo esempio che mi viene in mente è stato nel campo delle coverband chi è riuscito ad arrivare a presenze fisse sulla Rai (i cialtroni animati se non mi sbaglio?)...
     Limitare a pensare alla tv a un film alle grandi produzioni o al cinema o a prodotti mirati per fasce orarie "importanti" è limitativo, specialmente in un momento com'è adesso, dove anche i canali digitali tematici presentano molti più programmi giovani e "nati dal web"... e poi è chiaro che non tutti possono arrivarci, e pochi riescono a proseguire...
     ma lo spazio ora c'è decisamente più di una decina di anni fa, l'importante (e difficile!) è riuscire a farsi conoscere, pubblicizzarsi e (inutile raccontarsi cazzate!) conoscere tanta tanta gente che può darti una mano (e filtrarla da chi te lo butta nel baogigi) :)
    WHO WATCH THE WATCHDOG?
    LE METALLERIE... ma non solo!
  4.     Mi trovi su: Homepage #5067764
    zidane-tribal ha scritto:
    non sono d'accordo. Anche se è sempre vera la regola che "uno su mille ce la fa..." Sono molti i campi dove una produzione del genere può arrivare, anche solo partendo da una collaborazione: da videoclip a inserti per trasmissioni televisive, il primo esempio che mi viene in mente è stato nel campo delle coverband chi è riuscito ad arrivare a presenze fisse sulla Rai (i cialtroni animati se non mi sbaglio?)...
     Limitare a pensare alla tv a un film alle grandi produzioni o al cinema o a prodotti mirati per fasce orarie "importanti" è limitativo, specialmente in un momento com'è adesso, dove anche i canali digitali tematici presentano molti più programmi giovani e "nati dal web"... e poi è chiaro che non tutti possono arrivarci, e pochi riescono a proseguire...
     ma lo spazio ora c'è decisamente più di una decina di anni fa, l'importante (e difficile!) è riuscire a farsi conoscere, pubblicizzarsi e (inutile raccontarsi cazzate!) conoscere tanta tanta gente che può darti una mano (e filtrarla da chi te lo butta nel baogigi) :)
     Guarda, io auguro loro tutta la fortuna del mondo ma credo davvero poco che possano raggiungere una notorietà superiore a, non so, i ridoppiaggi di CarlettoFX dei Gem Boy. Quello che fanno IMHO è un prodotto poco vendibile e di cui in TV il poco spazio che c'è è già occupato; se dovessero arrivare al piccolo schermo (di cinema in Italia non mi pare nemmeno sia il caso di parlarne) non è detto che terrebbero la formazione che hanno, farebbero fare loro come vogliono eccetera, ergo non è detto funzionerebbero. Il ragazzo che sul web e in giro per teatri sotto il nome de "il nido del cuculo" in TV fa tutt'altro, per esempio. I casi come Mariottide e i suoi soliti collaboratori sono davvero pochi: siamo perfettamente d'accordo che "uno su mille ce la fa" (ma direi anche uno su un milione) ma i casi sono così isolati e sporadici che personalmente ci confido poco. Devono saper sgomitare, provarci e riprovarci (a spese proprie) e non è comunque detto che vada a finir bene.
    Penso che fondamentalmente la vediamo allo stesso modo, ma per te il bicchiere è mezzo pieno e per me mezzo vuoto.
    Questi tali "cialtroni animati" che mi citi non li ho proprio mai sentiti, e se non li ho sentiti io che le vaccate così le vado a cercare con il lanternino forse vuol dire che lo spazio che occupano è proprio minimo.
    Sai anche tu come funziona: chi emerge poi non molla più il posto, e difficilmente apre le porte a chi bussa.
    Perciò auguro tanta fortuna a questi della Atom Production e sarei lieto di sbagliarmi nel dire che non approderanno mai a programmi televisivi. Magari saranno loro quell'uno su mille.

    Mi piacerebbe davvero che le web TV e gli spazi alternativi si moltiplicassero in Italia. La creatività è tanta, gente con le idee c'è ma non ha i mezzi; purtroppo siamo sommersi da reality, programmi trash e altra robaccia di dubbia qualità che ci bombarda dal tubo catodico ma spero davvero che in un futuro non tanto prossimo la TV ce la faremo da soli.

  [Speciale Fan Film] Intervista ad Atom Production

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina