1.     Mi trovi su: Homepage #5075433
    ROMA - È polemica tra Sky e Pdl. Dopo la messa in onda del film 'Shooting Silvio', gli esponenti del centrodestra criticano duramente la scelta dell'emittente satellitare. «È davvero stupefacente - osserva in una nota il deputato Pdl Piero Testoni - che nel periodo delicato che attraversa il nostro Paese, che sta dando prova di una solidarietà e di un'unità d'intenti che non ha precedenti, per la tragedia dell'Abruzzo, una grande televisione privata non trovi di meglio che mandare in onda un discutibile film, ormai datato, contro il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi». «Non ne facciamo una questione politica, perché la vera politica in una scelta così discutibile e di basso profilo preferiamo non entri nemmeno. Ne facciamo invece - osserva - una questione di stile e buon gusto. Che vengono prima della politica e che dovrebbero valere sempre per qualunque idea s'intenda rappresentare. Mandare in onda questo film è stata un'autentica caduta di stile».
    PESSIMA TV - Se Testoni non cita né l'emittente né il titolo della pellicola, è la deputata Pdl Beatrice Lorenzin a chiarire che «la trasmissione del film 'Shooting Silvio", andato in onda lunedì sera su Sky Cinema, è un esempio di pessima televisione: è un inno alla violenza e - avverte - un incitamento implicito ad azioni efferate contro l'uomo e contro il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Una simile programmazione non ha nulla a che fare con la libertà di espressione». Francesco Casoli, vicepresidente dei senatori Pdl, ribadisce che «Sky ha proposto la pellicola 'Shooting Silvio', storia di un giovane scrittore che desidera diventare l'assassino di Berlusconi. In un momento delicato come questo, tra crisi economica e terremoto, è davvero scadente e di pessimo gusto trasmettere una pellicola del genere che - osserva - predica solo odio contro il premier».
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski
  2.     Mi trovi su: Homepage #5075476
    lucyvanpelt ha scritto:
    ROMA - È polemica tra Sky e Pdl. Dopo la messa in onda del film 'Shooting Silvio', gli esponenti del centrodestra criticano duramente la scelta dell'emittente satellitare. «È davvero stupefacente - osserva in una nota il deputato Pdl Piero Testoni - che nel periodo delicato che attraversa il nostro Paese, che sta dando prova di una solidarietà e di un'unità d'intenti che non ha precedenti, per la tragedia dell'Abruzzo, una grande televisione privata non trovi di meglio che mandare in onda un discutibile film, ormai datato, contro il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi». «Non ne facciamo una questione politica, perché la vera politica in una scelta così discutibile e di basso profilo preferiamo non entri nemmeno. Ne facciamo invece - osserva - una questione di stile e buon gusto. Che vengono prima della politica e che dovrebbero valere sempre per qualunque idea s'intenda rappresentare. Mandare in onda questo film è stata un'autentica caduta di stile».
    PESSIMA TV - Se Testoni non cita né l'emittente né il titolo della pellicola, è la deputata Pdl Beatrice Lorenzin a chiarire che «la trasmissione del film 'Shooting Silvio", andato in onda lunedì sera su Sky Cinema, è un esempio di pessima televisione: è un inno alla violenza e - avverte - un incitamento implicito ad azioni efferate contro l'uomo e contro il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Una simile programmazione non ha nulla a che fare con la libertà di espressione». Francesco Casoli, vicepresidente dei senatori Pdl, ribadisce che «Sky ha proposto la pellicola 'Shooting Silvio', storia di un giovane scrittore che desidera diventare l'assassino di Berlusconi. In un momento delicato come questo, tra crisi economica e terremoto, è davvero scadente e di pessimo gusto trasmettere una pellicola del genere che - osserva - predica solo odio contro il premier».
       
    Viva la Libertà :rolleyes:

    L'importante è essere servi del Padrone...E mai parlarne male 8-(
  3.     Mi trovi su: Homepage #5076081
    dovrebbe essere semplicemente una risposta a chi continua a pensare che i Media non servono a condizionare il pensiero della gente .. questi NON pensano ad altro, controllano tutto ciò che viene detto e scritto e tentano di eliminare ogni voce fuori dal coro
    questi non difendono il prestigio o l'onore di nessuno, vogliono essere sicuri solo che i media mandino un messaggio unico ed univoco, sempre lo stesso .. qualcuno indovina perché ?
  4.     Mi trovi su: Homepage #5076109
    common ha scritto:
    dovrebbe essere semplicemente una risposta a chi continua a pensare che i Media non servono a condizionare il pensiero della gente .. questi NON pensano ad altro, controllano tutto ciò che viene detto e scritto e tentano di eliminare ogni voce fuori dal coro
    questi non difendono il prestigio o l'onore di nessuno, vogliono essere sicuri solo che i media mandino un messaggio unico ed univoco, sempre lo stesso .. qualcuno indovina perché ?
     per farci il lavaggio del cervello?
    L'uomo equilibrato è un pazzo. C. Bukowski

  Shooting Silvio

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina