1. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5082146
    Conferenza sul razzismo a Ginevra. IMHO una di quelle tante cose inutili promosse dall'ONU.
    E' stato però un grande megafono per il solito Ahmadinejad, che con un Obama ancora predisposto al dialogo, approfitta dell'attuale fase di debolezza USA per fare la voce grossa.
    Accusa Israele di razzismo (che è un po' come il bue che dice "arbitro" all'asino) e continua con discorsi astrusi.

    Qualcuno si stufa di dover continuare a sentire certe cose, e abbandona i "lavori". Fra questi Italia, USA, Germania, Olanda, Polonia, Canada e altri. Scelta giusta e obbligata, con certa gente parlare di certi temi vuol dire perdere tempo, nella più rosea delle ipotesi.

    http://www.asca.it/news-ONU_RAZZISMO__UE_MINIMIZZA_DIVISIONI__SOLO_4_PAESI_SU_27_SONO_ASSENTI-824503-ORA-.html
    http://www.corriere.it/esteri/09_aprile_20/durban_conferenza_al_via_7c88e4ec-2d85-11de-b92c-00144f02aabc.shtml?fr=box_primopiano

    Mi chiedo per quanto tempo l'occidente dovrà ancora sorbirsi gente come il capo dell'Iran.
  2. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5082560
    Lord Marcusrax ha scritto:
    Io credo che il boicottaggio sia la risposta sbagliata. C'è questo pazzo furioso che dice cose che non ti piacciono? Vai li e ribatti parola per parola, esponendo le tue ragioni. Il boicottaggio è una perdita a tavolino.
     anche perchè sto pazzo furioso alla conferenza ha detto cose condivisibilissime...
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  3. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5082792
    Cloud Strife ha scritto:
    anche perchè sto pazzo furioso alla conferenza ha detto cose condivisibilissime...


    Sa di poterle dire e di suscitare il consenso di una buona fetta di pianeta. Molti pensano quelle cose (se non dalla prima all'ultima parola, almeno in gran parte e se non nella forma, sicuramente nella sostanza), ma non hanno il coraggio di dirle.

    Mi preoccupano molto di più le dichiarazioni dei lieder israeliani che approfittano della situazione per prepare un attacco all'Iran.
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  4. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5083348
    Lord Marcusrax ha scritto:
    Io credo che il boicottaggio sia la risposta sbagliata. C'è questo pazzo furioso che dice cose che non ti piacciono? Vai li e ribatti parola per parola, esponendo le tue ragioni. Il boicottaggio è una perdita a tavolino.
     
    Guarda le cose son due: o il "pazzo" è pericoloso e allora parlare non ha senso, tocca darsi una mossa e basta; oppure il "pazzo" è innocuo, nel qual caso starlo a sentire è solo una perdita di tempo e un mettere a rischio la propria sanità mentale.
  5.     Mi trovi su: Homepage #5083402
    Atlas ha scritto:
    Guarda le cose son due: o il "pazzo" è pericoloso e allora parlare non ha senso, tocca darsi una mossa e basta; oppure il "pazzo" è innocuo, nel qual caso starlo a sentire è solo una perdita di tempo e un mettere a rischio la propria sanità mentale.
     Sì, ma questo discorso avrebbe senso se la conferenza fosse stata "L'Iran oggi", condotta da Al Amadinejhad. Questa era una conferenza contro il razzismo, il presidente iraniano ha avuto tutto quello spazio proprio perchè non c'era nessun altro a contrastarlo. Se ci fossero stati Obama, la Livni o altri personaggi ben più influenti di lui avrebbero potuto (se possibile) contrastare le sue tesi. 
    Grazie a Dio... sono ateo!
  6.     Mi trovi su: Homepage #5083865
    Cloud Strife ha scritto:
    anche perchè sto pazzo furioso alla conferenza ha detto cose condivisibilissime...
    ROTFL. Per la serie "siamo per la pace tra i popoli e la ditruzione di ogni confine solo quando cazzo ci pare".
    Dire di voler cancellare una nazione dalla cartina vuol dire anche voler cancellare le donne ed i bambini di tale nazione dalla cartina. E, sarò strano io, ma quando si parla di cancellare gente innocente dalla faccia della terra non vi sono ragioni che tengano.
    Inoltre, ci terrei a  ricordarti che questa bravissima persona che partecipa alla conferenza sul razzismo e dice cose "condivisibilissime" è la medesima persona che ha autorizzato l'impiccagione di 8 ragazzi tra i 15 ed i 17 anni solo perchè omosessuali, che ha autorizzato la tortura nei confronti di una ragazza di 25 anni solo perchè aveva tradito il marito e che si sicuramente avrà compiuto più oscenita di quante noi potremmo anche solamente arrivare ad immaginare. Una persona del genere a mio parere non dice cose "condivisibilissime", una persona del genere a mio parere se esistesse un dio o chi per lui non dovrebbe arrivare a domani. E se ti piacciono cosi tanto le sue opinioni vai pure a vivere in Iran e guarda di persona quanta libertà di pensiero avrai. Persino Berlusconi poi forse ti sembrerà Gandhi. E scusami se potrò esserti sembrato troppo scortese, ma certe cose mi fanno davvero infuriare. A quando la prossima manifestazione in cui potremmo sventolare le bandiere della pace inneggiando alla distruzione dello stato di israele e di tutta la loro gente? Ovviamente non voglio giustificare Israele e certe reazioni che definire eccessive, alla luce di eventi neanche troppo lontani, sarebbe usare un eufemismo, tuttavia, trovo davvero che qui si passi da un eccesso all'altro. Dire che Ahmadinejad dice cose condivisibilissime francamente per me è davvero troppo...

    [Modificato da the-dreamer il 23/04/2009 16:15]

    Portal 2 è IL GIOCO di questa gen!
    Nick PSN: The Dreamer next, Nick Live: the dreamer x
    Se proprio l'umanità dovrà avere una fine spero non l'abbiano scritta Lindelof e Cuse... (cit.)
  7.     Mi trovi su: Homepage #5083921
    the-dreamer ha scritto:
     Dire che Ahmadinejad dice cose condivisibilissime francamente per me è davvero troppo...
     Beh, da quanto ho capito cloud ha detto che "ALLA CONFERENZA ha detto cose condividibilissime", non in generale. Ha parlato di Israele come stato razzista, ma non ha parlato della sua rimozione dalle mappe. 
    Grazie a Dio... sono ateo!
  8.     Mi trovi su: Homepage #5083933
    the-dreamer ha scritto:
    ROTFL. Per la serie "siamo per la pace tra i popoli e la ditruzione di ogni confine solo quando cazzo ci pare".
    Dire di voler cancellare una nazione dalla cartina vuol dire anche voler cancellare le donne ed i bambini di tale nazione dalla cartina. E, sarò strano io, ma quando si parla di cancellare gente innocente dalla faccia della terra non vi sono ragioni che tengano.
    Inoltre, ci terrei a  ricordarti che questa bravissima persona che partecipa alla conferenza sul razzismo e dice cose "condivisibilissime" è la medesima persona che ha autorizzato l'impiccagione di 8 ragazzi tra i 15 ed i 17 anni solo perchè omosessuali, che ha autorizzato la tortura nei confronti di una ragazza di 25 anni solo perchè aveva tradito il marito e che si sicuramente avrà compiuto più oscenita di quante noi potremmo anche solamente arrivare ad immaginare. Una persona del genere a mio parere non dice cose "condivisibilissime", una persona del genere a mio parere se esistesse un dio o chi per lui non dovrebbe arrivare a domani. E se ti piacciono cosi tanto le sue opinioni vai pure a vivere in Iran e guarda di persona quanta libertà di pensiero avrai. Persino Berlusconi poi forse ti sembrerà Gandhi. E scusami se potrò esserti sembrato troppo scortese, ma certe cose mi fanno davvero infuriare. A quando la prossima manifestazione in cui potremmo sventolare le bandiere della pace inneggiando alla distruzione dello stato di israele e di tutta la loro gente? Ovviamente non voglio giustificare Israele e certe reazioni che definire eccessive, alla luce di eventi neanche troppo lontani, sarebbe usare un eufemismo, tuttavia, trovo davvero che qui si passi da un eccesso all'altro. Dire che Ahmadinejad dice cose condivisibilissime francamente per me è davvero troppo...
    Non ti arrabbaire dai!
    Forse con cose condivisibili intende l' esistenza dello stato di Israele: qualcosa di creato a tavolino senza il consenso della Palestina.
    Da qui a dire che l' Allah Akbar boy è una brava persona però ce ne passa!!
    "Siamo impegnati in un gioco in cui non possiamo vincere. Alcuni fallimenti sono migliori di altri, questo è tutto" G.Orwell
  9. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5084163
    "Israele è uno Stato razzista"...
    Perchè il popolo di Israele ha il diritto di avere una sua terra e invece il popolo palestinese non ce l'ha?
    Provate un po' a chiederlo a un campione di Israeliani...
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  10. Bandito  
        Mi trovi su: Homepage #5084232
    the-dreamer ha scritto:
    ROTFL. Per la serie "siamo per la pace tra i popoli e la ditruzione di ogni confine solo quando cazzo ci pare".
    Dire di voler cancellare una nazione dalla cartina vuol dire anche voler cancellare le donne ed i bambini di tale nazione dalla cartina. E, sarò strano io, ma quando si parla di cancellare gente innocente dalla faccia della terra non vi sono ragioni che tengano.
    Inoltre, ci terrei a  ricordarti che questa bravissima persona che partecipa alla conferenza sul razzismo e dice cose "condivisibilissime" è la medesima persona che ha autorizzato l'impiccagione di 8 ragazzi tra i 15 ed i 17 anni solo perchè omosessuali, che ha autorizzato la tortura nei confronti di una ragazza di 25 anni solo perchè aveva tradito il marito e che si sicuramente avrà compiuto più oscenita di quante noi potremmo anche solamente arrivare ad immaginare. Una persona del genere a mio parere non dice cose "condivisibilissime", una persona del genere a mio parere se esistesse un dio o chi per lui non dovrebbe arrivare a domani. E se ti piacciono cosi tanto le sue opinioni vai pure a vivere in Iran e guarda di persona quanta libertà di pensiero avrai. Persino Berlusconi poi forse ti sembrerà Gandhi. E scusami se potrò esserti sembrato troppo scortese, ma certe cose mi fanno davvero infuriare. A quando la prossima manifestazione in cui potremmo sventolare le bandiere della pace inneggiando alla distruzione dello stato di israele e di tutta la loro gente? Ovviamente non voglio giustificare Israele e certe reazioni che definire eccessive, alla luce di eventi neanche troppo lontani, sarebbe usare un eufemismo, tuttavia, trovo davvero che qui si passi da un eccesso all'altro. Dire che Ahmadinejad dice cose condivisibilissime francamente per me è davvero troppo...
     mi riferivo unicamente a ciò che ha detto durante quella specifica conferenza.
    per il resto preferisco stare zitto, mi autocensuro perchè direi cose non adatte al luogo dove ci troviamo. esco dalla discussione.
    solo una cosa: invidio seriamente chi ancora riesce, o prova, a categorizzare il bene e il male.
    /!\Il Sardo di Nextgame/!\
    Qual è il colmo per un gioco di guida? Avere un gameplay...macchinoso! :|
  11. Il miglior Halo resta ancora Reach. Halo 4 segue la politica del gambero  
        Mi trovi su: Homepage #5084380
    Cloud Strife ha scritto:
    solo una cosa: invidio seriamente chi ancora riesce, o prova, a categorizzare il bene e il male.
      
    Bah. Potrà essere difficile farlo all'interno di uno stesso sistema. Fra Italia in Italia, Francia in Francia, Germania in Germania, USA in USA... effettivamente è difficile separare bene e male, perchè tolte le schegge matte, tutti rispettano le leggi o quantomeno gli stili di vita medi del proprio sistema e di quello internazionale composto da paesi con sistemi simili e sufficientemente reciprocamente aperti e "umani".
    Poi ci sono paesi, che non serve citare, dove invece tutto ciò non esiste. Dove un po' la povertà, un po' l'assenza di certe evoluzioni civili e culturali (perchè alcuni di questi paesi tutto sono meno che poveri) rende semplicissimo vedere il "male" rispetto ad altri. Se oggi dovessi e potessi andare a vivere in altre nazioni ma non ci penserei due volte a scegliere solo fra alcune. Se uno mi dice che va a vivere in un "paese sfigato" lo considero "normale" solo se lo fa per motivi "umanitari" o solo se ha trovato un lavoro MOLTO più conveniente di quanto non troverebbe negli attuali G7.
    Fuori dall'Italia sono USA o Giappone tutta la vita. O se voglio un approccio differente: Norvegia, Svezia o Canada. Mai in vita mia metterei un paese mediorientale, un paese africano, salvo appunto i casi di cui sopra.
    "the dream" è solo in certi luoghi e sfido chiunque a dire il contrario.
    In Italia non t'infibulano, non almeno fuori da certi ghetti autoghettizzati e autoisolazionisti per scelta culturale. In Italia non ti condannano a morte per delle stupidaggini, come per nulla. In Italia vai in TV a dire che c'è regime mediatico. In Italia siamo così religione-dipendenti che per strada la notte c'è la fila dietro alle peripatetiche e la TV è piena di chiappe, e in RAI per fare fiction dove ti si dipinge come una grande donna devi prima aver fatto film con Tinto Brass. C'è un regime così opprimente che il capo del governo è l'italiano più processato. E ho parlato dell'Italia perchè so che qui dentro, fra i BIG Seven, tutti lo considerate come il paese peggiore.
    Se vuoi vedere il male, lo vedi benissimo nel mondo di oggi. Lo sforzo è necessario se vuoi trovargli una scusa o se Bush lo odi così tanto che non riesci a dire "tutto sommato con lui in USA, da italiano, sto tranquillo".

    Israele razzista? Ma siamo matti? Già detto tutto nel topic apposito, evidentemente serve ripetere: Cosa fareste voi oggi in Italia se i nostri vicini ci tirassero missili, venissero a farsi esplodere mentre siete al cinema, al bar, in un internet café mentre postate su Nextgame? Io altro che insursioni israeliane in quel caso. Se intorno avessimo solo paesi che neanche troppo tempo fa ci hanno fatto la guerra contro, voi cosa fareste? Il fulcro del discorso è questo, gli epiteti razzisti verso israele sono "vomito per mezzo stampa" per come la vedo io. Il PRIMO dovere del governo Isaeliano e di Israele è, come per ogni paese, soprattutto democratico, verso se stesso. Che Israele pensi agli israeliani e la palestina ai palestinesi. Perchè se io che mi becco i missili e i kamikaze devo pensare per primo al bene del popolo che quei missili e kamikaze me li manda, beh qualcosa non torna.

    Il presidente iraniano infatti lo rispetto da un certo punto di vista. Lui fa BENISSIMO a fare quello che fa. Ad esempio ha capito che il nucleare non solo fa energia (e se l'Iran si fa energia col nucleare ci guadagna perchè non consuma le sue risorse che poi potrà rivendere all'estero a peso d'oro) ma "acchiappa" anche militarmente parlando. La Cina fa la parata militare col nuovo sottomarino nucleare (se penso ai nostri a diesel.... sigh) ma fa benissimo! Nella nostra smania di fare "i buoni" di fronte al mondo, non facciamo altro che andare contro in nostri interessi, e al mondo un'Italia del genere va benissimo, nessuno ci farà mai guerra contro! Ma non è bello.
    Quindi Ahmadinejad fa benissimo dal suo punto di vista. E' l'occidente che è troppo soft quando il massimo dell'ostilità che riesce a produrre è l'astensione o l'assenza. Saremo tanto civili, belli e bravi, ma chi è in declino oggi siamo noi non l'Iran.

    [Modificato da Atlas il 23/04/2009 22:48]

  12.     Mi trovi su: Homepage #5084485
    Atlas ha scritto:
    Bah. Potrà essere difficile farlo all'interno di uno stesso sistema. Fra Italia in Italia, Francia in Francia, Germania in Germania, USA in USA... effettivamente è difficile separare bene e male, perchè tolte le schegge matte, tutti rispettano le leggi o quantomeno gli stili di vita medi del proprio sistema e di quello internazionale composto da paesi con sistemi simili e sufficientemente reciprocamente aperti e "umani".
    Poi ci sono paesi, che non serve citare, dove invece tutto ciò non esiste. Dove un po' la povertà, un po' l'assenza di certe evoluzioni civili e culturali (perchè alcuni di questi paesi tutto sono meno che poveri) rende semplicissimo vedere il "male" rispetto ad altri. Se oggi dovessi e potessi andare a vivere in altre nazioni ma non ci penserei due volte a scegliere solo fra alcune. Se uno mi dice che va a vivere in un "paese sfigato" lo considero "normale" solo se lo fa per motivi "umanitari" o solo se ha trovato un lavoro MOLTO più conveniente di quanto non troverebbe negli attuali G7.
    Fuori dall'Italia sono USA o Giappone tutta la vita. O se voglio un approccio differente: Norvegia, Svezia o Canada. Mai in vita mia metterei un paese mediorientale, un paese africano, salvo appunto i casi di cui sopra.
    "the dream" è solo in certi luoghi e sfido chiunque a dire il contrario.
    In Italia non t'infibulano, non almeno fuori da certi ghetti autoghettizzati e autoisolazionisti per scelta culturale. In Italia non ti condannano a morte per delle stupidaggini, come per nulla. In Italia vai in TV a dire che c'è regime mediatico. In Italia siamo così religione-dipendenti che per strada la notte c'è la fila dietro alle peripatetiche e la TV è piena di chiappe, e in RAI per fare fiction dove ti si dipinge come una grande donna devi prima aver fatto film con Tinto Brass. C'è un regime così opprimente che il capo del governo è l'italiano più processato. E ho parlato dell'Italia perchè so che qui dentro, fra i BIG Seven, tutti lo considerate come il paese peggiore.
    Se vuoi vedere il male, lo vedi benissimo nel mondo di oggi. Lo sforzo è necessario se vuoi trovargli una scusa o se Bush lo odi così tanto che non riesci a dire "tutto sommato con lui in USA, da italiano, sto tranquillo".
    Israele razzista? Ma siamo matti? Già detto tutto nel topic apposito, evidentemente serve ripetere: Cosa fareste voi oggi in Italia se i nostri vicini ci tirassero missili, venissero a farsi esplodere mentre siete al cinema, al bar, in un internet café mentre postate su Nextgame? Io altro che insursioni israeliane in quel caso. Se intorno avessimo solo paesi che neanche troppo tempo fa ci hanno fatto la guerra contro, voi cosa fareste? Il fulcro del discorso è questo, gli epiteti razzisti verso israele sono "vomito per mezzo stampa" per come la vedo io. Il PRIMO dovere del governo Isaeliano e di Israele è, come per ogni paese, soprattutto democratico, verso se stesso. Che Israele pensi agli israeliani e la palestina ai palestinesi. Perchè se io che mi becco i missili e i kamikaze devo pensare per primo al bene del popolo che quei missili e kamikaze me li manda, beh qualcosa non torna.
    Il presidente iraniano infatti lo rispetto da un certo punto di vista. Lui fa BENISSIMO a fare quello che fa. Ad esempio ha capito che il nucleare non solo fa energia (e se l'Iran si fa energia col nucleare ci guadagna perchè non consuma le sue risorse che poi potrà rivendere all'estero a peso d'oro) ma "acchiappa" anche militarmente parlando. La Cina fa la parata militare col nuovo sottomarino nucleare (se penso ai nostri a diesel.... sigh) ma fa benissimo! Nella nostra smania di fare "i buoni" di fronte al mondo, non facciamo altro che andare contro in nostri interessi, e al mondo un'Italia del genere va benissimo, nessuno ci farà mai guerra contro! Ma non è bello.
    Quindi Ahmadinejad fa benissimo dal suo punto di vista. E' l'occidente che è troppo soft quando il massimo dell'ostilità che riesce a produrre è l'astensione o l'assenza. Saremo tanto civili, belli e bravi, ma chi è in declino oggi siamo noi non l'Iran.
     Atlas per una volta tanto prova a ribaltare la tua realtà:
    in Italia un mafioso è capo del governo (in un paese come i tuoi amati USa B sarebbe in galera da almeno 15 anni), abbiamo una dittatura mediatica bella e buona che controlla la stampa e le notizie vere si sentono solo di sfuggita, noi abbiamo il cristianesimo e CL, uno dei più grandi cancri italiani; è vero, non infibulano le ragazze ma il lavaggio del cervello fatto da certa gente è davvero pesante; le chiappe in TV servono per depistare l'italiano medio, il capo italiano è il più processato ma si fa le leggi per saltare questi processi ed è entrato in politica anche per quello; tu sei di Roma giusto?
    Cosa penseresti se di punto in bianco gli Hare Krishna di tutto il mondo venissero nella tua regione, ti scacciassero a malomodo e in seguito quello che prima era casa tua venisse trasformato in uno Stato sovrano? Io sarei incazzato come una bestia... Altro che missili!!

    La frase che ho sottolineato è ciò che chi la pensa come me non andrà mai d'accordo da chi la pensa come te. Dovremo armarci fino ai denti, almeno facciamo vedere la nostra forza al mondo? E' vero che qualcuno che stimi disse "molti nemici, molto onore", il discorso che hai fatto non sembra che stia in piedi.
    Cosa faresti? Attaccheresti l' Iran per poi colonizzarlo?
    Ci si confronta e se non c'è dialogo diretto bisogna trovare comunque un punto d'equilibrio che permette di farci stare bene tutti.
    "Siamo impegnati in un gioco in cui non possiamo vincere. Alcuni fallimenti sono migliori di altri, questo è tutto" G.Orwell

  Ginevra: l'Iran continua sulla sua linea

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina