1. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5098790
    Nonostante il genere non sia esattamente nelle mie corde non posso che inchinarmi, genuflettermi, prostrami di fronte a certi Capolavori e a certi Maestri.

    La visione di La Polizia Incrimina La Legge Assolve è una di quelle che non si dimeticano. Credo che Enzo G. Castellari sia uno dei più grandi registi viventi. Un talento puro con una tecnica impareggiabile.

    Purtroppo la già citata diffidenza per il genere mi ha portato a conoscere ben pochi di questi film. Milano Odia la Polizia Non Può Sparare di Lenzi, Il Boss, Milano Calibro 9 di Di Leo e poco altro.
    Il titoli tutti molto simili tra loro non aiutano a farsi un quadro chiaro del panorama del poliziottesco, in cui, oltre ai capolavori, ci sarà di sicuro anche qualche schifezza prodotta per pura e semplice moda.

    Che si dice di tutto ciò?
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  2.     Mi trovi su: Homepage Homepage #5098846
    Gli anni 70 sono stati un'epoca d'oro artisticamente parlando, considerando gli strascichi dei fine 60 che ne hanno cmq influenzato l'andamento.
    Non c'entra un ciufolo, anzi magari si'; proprio oggi ho rivisto
    Fantozzi contro tutti e pensavo: "Ma perchè non si fanno più film
    cosi'"? Film surreali, sarcastici e pieni di inventiva; quest'ultimo punto si può estendere anche al poliziesco, con punte di diamante come Milano Calibro 9 che è una bomba anche musicalmente.
    Purtroppo però non ho approfondito il filone italiano. Sarebbe interessante segnalare quei film più o meno noti di quella decade che meritano una visione, non per forza polizieschi.
    "A un’altra vita".

    Bangkok
  3.     Mi trovi su: Homepage #5099492
    Di Leo non ha niente a che vedere con i poliziotteschi.
    E' stato un regista reazionario, che ha partecipato portando temi di sinistra nel cinema, specialmente antifascismo e rivoluzione sessuale, e per sfizio ha diretto qualche noir, sicuramente MC9 è il più riuscito.
    Se cercate su youtube c'è il documentario di Stracult dedicato al poliziottesco, molto molto bello.
    Ieri mi è giusto arrivato MC9 in DVD, edizione doppia Nocturno, ordinato via web e aspettato per 3 mesi ... purtroppo gli extra durano poco e sono in audio mono, ma il film è restaurato alla grande.
    Rock in Progress. !PeacePeacePeace!
  4. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5099520
    Kappei Jin ha scritto:
    Di Leo non ha niente a che vedere con i poliziotteschi.


    Ti prendi la responsabilità di quello che dici? :D
    Io credo che, come al solito, i risultati migliori, i film più riusciti, i capolavori, trascendano il genere di appartenenza.
    Il confine tra noir e poliziottesco lo vedo un po' labile, come labile è la definizione stessa dei due generi. L'uno diventa l'altro e l'altro torna ad essere l'uno...
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal
  5.     Mi trovi su: Homepage #5099788
    Myau ha scritto:
    Ti prendi la responsabilità di quello che dici? :D
      
    Lo ha detto lui, ed è vero.
    Il poliziottesco è semplicemente un'estensione del poliziesco americano. Fintissimo, perchè i commissari non erano come Merli, erano come quelli di Milano Calibro 9, tutto scrivanie ed indagini, zero inseguimenti e scazzottate.
    Il regime fascista bloccò l'importazione dei western americani, e quando terminò arrivarono tutti i western d'oltreoceano, a valanga. Noi ci mettemmo subito al lavoro e iniziammo ad imitarli, riuscendo anche a fare talvolta di meglio (Leone of course). La tradizione durò fino agli '80, con gli horror.
    Di Leo era totalmente fuori da tutto questo, o meglio: dopo aver sceneggiato ben 4 western tra i più famosi, di cui due di Leone, decise di smetterla di imitare l'america e dedicarsi a film con temi riformisti: I ragazzi del massacro come esempio di denuncia, e poi i film naturalmente dedicati alla rivoluzione femminile, Brucia ragazzo brucia, Avere vent'anni, fino a Diamanti sporchi di sangue dove addirittura il maschio delle situazione è Ursula Andress.
    Nel mezzo ci ha messo l'amore per Melville (La trilogia del milieu) e un horror molto dimenticabile (La bestia uccide a sangue freddo).
    Rock in Progress. !PeacePeacePeace!
  6. Videospiel macht frei  
        Mi trovi su: Homepage #5120133
    Segnalo questa notte un film di Sergio Martino

    http://www.film.tv.it/scheda.php/film/16062/la-polizia-accusa-il-servizio-segreto-uccide/
    Tra Half-Life e Haunting Ground, mi tengo Haunting Ground senza pensarci un secondo / Chi pensa di sapere tutto, o anche solo qualcosa, su Silent Hill clicchi qui / Io li boicotto, voi fate un po' come volete / NEXT EVIL Guida per i nuovi utenti / Zeru dignità / Xbox Live: MyauTheReal Playstation Network: MyauTheReal

  Poliziottesco anni '70 - Quando il cinema italiano era grande

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina