1.     Mi trovi su: Homepage #5103772
    Lain ha scritto:
    Questa è la prima recensione di Digital Japan a cui viene allegato il trailer ufficiale italiano del titolo recensito.
    Buona lettura!


    Bella rece, pessimo trailer!! :D
    Mi hai fatto fare un bel salto indietro di una ventina d'anni... :'( Proprio a quella golden age che hai ben descritto (l'avvento dei Kappa boys ecc.). Mi viene da dire un "si stava meglio quando si stava peggio"... che non è vero, pensando a quanto ci volesse per procurarsi del materiale, però da un punto di vista meramente affettivo/amarcord lo è.
    "Oh mia dea" non mi ha mai fatto impazzire... Non lo reputo un vero shojo, mi sembra più dedicato agli otaku maschi che sognano di avere un angelo al loro fianco; io leggevo il manga e sebbene non lo reputassi un capolavoro si lasciava leggere volentieri: in particolare c'era la sezione "il vantaggio di essere piccoli" (o era l'orgoglio? Beh, qualcosa così insomma) che faceva davvero morire dal ridere. Per il resto, Keiichi e Belldandy erano un pacco, noiosissimi, ma Urd, Skuld e gli altri personaggi molto più simpatici!
  2. Digital Japan  
        Mi trovi su: Homepage Homepage #5103991
    Quando dici che Belldandy è una specie dell'"Angelo del Focolare" hai ragione. Cosa è Belldandy se  una specie di "Super Maido" (Goshujunsama!). Ma l'amore granito ed esaurito (come può evolvere? Può solo peggiorare) è così romantico che le Oh, Mia dea è visto anche da un tipo di pubblico femminile. Ciò che gli si può imputare e di aver bilanciato male il rapporto tra loro due e una "trama esterna". Certo il film ha il pregio di tessere le due cose insieme, anche il maniera efficace da un punto di vista prettamente di sceneggiatura, ma c'è da notare che comunque per poterlo far funzionare hanno dovuto prima(spoiler!!!):
    1 - Far venire un atto istintivo da parte di Belldandy di gelosia nei confronti di lui
    2 - Farle perdere la memoria

    Tutto sta alla base se si accetta o no il rapporto di Belldandy. Comunque sta di fatto che Kosuke Fujishima è un grande creatore di personaggi.
  3.     Mi trovi su: Homepage #5104040
    Lain ha scritto:
    Ma l'amore granito ed esaurito (come può evolvere? Può solo peggiorare) è così romantico che le Oh, Mia dea è visto anche da un tipo di pubblico femminile.


    Certo, tant'è che io ai tempi lo leggevo perchè lo comprava mia sorella! Se poi il film aumenta i caratteri da shojo ti credo sulla parola.
    Intendevo dire che non è propriamente shojo nel vero senso del termine, manca di tanti elementi che lo facciano appartenere pienamente a quel genere, senza per questo non venire apprezzato anche dalle donzelle: non ci sono tante situazioni "dokidoki", pochi patemi d'animo e situazioni tragiche, amori impossibili ecc. che appassionano più la lettrice che mastica pane e shojo che il lettore.

  [Recensione Oh, Mia Dea! - The Movie] Oh, mia dea! The Movie

Commenta

Per scrivere su Videogame.it devi essere registrato!

         

Online

Ci sono 0 ospiti e 0 utenti online su questa pagina